Next Gen Finals, il programma delle semifinali di venerdì: Sinner in prima serata

Senza categoria

Next Gen Finals, il programma delle semifinali di venerdì: Sinner in prima serata

Jannik sfiderà Kecmanovic non prima delle 21. Alle 19 invece la prima semifinale tra de Minaur e Tiafoe

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Next Gen ATP Finals 2019 (foto Cristina Criswald)

Giorno di semifinali all’Allianz Cloud di Milano. I due gironi hanno infatti stabilito i nomi degli ultimi quattro rimasti in gara. L’attenzione è ovviamente tutta rivolta sul nostro Jannik Sinner, qualificato agevolmente nonostante l’ininfluente sconfitta di ieri contro Ugo Humbert. L’azzurro sfiderà per la prima volta in carriera Miomir Kecmanovic non prima delle 21, mentre alle 19 andrà in scena la prima semifinale, che vede contrapposte le prime due teste di serie, rispettivamente Alex De Minaur e Frances Tiafoe. Un precedente tra i due, giocato lo scorso anno allo US Open, e vinto dall’australiano in quattro set.

Il programma completo

ore 19: [1] A. De Minaur vs [2] F. Tiafoe
non prima delle 21: [8/WC] J. Sinner vs [5] M. Kecmanovic

La situazione aggiornata dei gironi e il calendario

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Australian Open 2020 LIVE, day 2: fuori Cecchinato e Cocciaretto

Il racconto del day 2 dell’edizione 2020 dell’Australian Open. In campo ben dieci italiani, esordi per Nadal, Medvedev e Halep

Pubblicato

il

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 2
Guida al day 2: i match scelti dalla redazione
I tabelloni aggiornati con tutti i risultati
: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

15:00 – Fuori Cecchinato e Cocciaretto, che non riescono a togliere set ai tedeschi Zverev e Kerber. In corso ci sono soltanto Ruud-Gerasimov e Ivashka-Anderson, entrambe al quinto set

 

12:49 – Zverev conquista anche il secondo parziale e adesso conduce 6-4 7-6 contro Cecchinato. Cocciaretto sotto 2-4 con Kerber

11:59 – Fuori anche Lorenzo Sonego. Buona partita dell’azzurro, ma un Kyrgios estremamente concentrato non gli dà scampo: 6-2 7-6 7-6 per l’australiano. Intanto Zverev si prende il primo set contro Cecchinato per 6-4

11:15 – È costretta a salutare Melbourne Jasmine Paolini, battuta per 7-5 6-4 da Blinkova. Sonego è sotto di due set contro Kyrgios: l’australiano si aggiudica il secondo parziale al tiebreak

10:30 – Paolini e Sonego perdono il primo set: Jasmine sotto 5-7 contro Blinkova, 6-2 per Kyrgios contro Lorenzo. Halep avanti 7-5 2-0, un set pari tra Medvedev e Tiafoe sul centrale

09:50 – Continua la giornata degli italiani: al momento in campo ci sono Jasmine Paolini (contro Blinkova) e Lorenzo Sonego (opposto a Nick Kyrgios sulla Melbourne Arena). Primo set complicato per Halep contro Brady (5-5), Medvedev avanti 6-3 su Tiafoe

09:32 – Seppi vince il terzo set al tiebreak e si qualifica per il secondo turno: ad attenderlo troverà Stan Wawrinka

08:50 – Vola via rapido Andreas Seppi: dopo aver conquistato anche il secondo set per 6-4, l’azzurro strappa il servizio a Kecmanovic in apertura di terzo parziale

08:22 – Buon esordio per Camila Giorgi che supera la tedesca Lottner con un doppio 6-3. Al secondo turno attende la vincente di Vondrousova-Kuznetsova. Seppi conquista il primo set contro Kecmanovic: 6-4 per l’azzurro

07:50 – Mentre Giorgi si aggiudica per 6-3 il primo set, Ernests Gulbis approda al secondo turno dell’Australian Open (la sua ultima vittoria nel tabellone principale di Melbourne risaliva al 2014) superando in quattro set Felix Auger-Aliassime (testa di serie numero 20)

07:30 – È il momento di Andreas Seppi, opposto al serbo Kecmanovic sul campo numero 10. Intanto vincono Wawrinka (battuto Dzumhur in quattro set) e Tomljanovic, che rifila un doppio 6-1 alla numero 31 del seeding Sevastova

07:05 – Mentre Nadal chiude comodamente con un bagel il suo match di esordio contro Dellien, scende in campo Camila Giorgi. L’azzurra sfida la qualificata tedesca Lottner sul campo numero 11

05:40 – Nadal vince il primo set per 6-2. La partita è stata relativamente combattuta rispetto a quanto suggerisce il punteggio, e lo spagnolo ha perso uno dei due break di vantaggio sul finire di set. Nessun allarme, comunque

05:10 – In campo c’è Rafa Nadal, subito avanti 3-0 su Dellien. Raffica di risultati: Paire ha battuto Stebe con un bagel al quinto set, Schwartzman e Bautista hanno vinto comodamente in tre set su Harris e Lopez così come Cilic su Moutet. Thiem avanti 2-0 su Mannarino, Khachanov è stranamente in difficoltà (un set pari) con Vilella Martinez

04:20 – Donna Vekic elimina dal torneo Maria Sharapova. Dopo aver dominato il primo set, la croata ha recuperato un break di svantaggio nel secondo per chiudere 6-3 6-4. Ora sul centrale scende in campo Nadal. Vince facile anche Rybakina, in rotta di collisione con Barty al terzo turno: la kazaka è in grande forma

03:55 – Bravissimo Fognini! Il ligure tiene a bada la rabbia nel tie-break conclusivo e se lo aggiudica per dieci punti a cinque. Grande rimonta per Fabio, che prima della ripresa del match era sotto di due set. Affronterà Thompson o Bublik al secondo turno

03:30 – 4-3 Fognini al quinto set, senza break. Gli animi si sono parecchio surriscaldati: Fabio ha ricevuto un penalty point per aver lanciato la racchetta per terra (senza romperla) e ha protestato vivacemente con Bernardes, manifestando apertamente di non sentirsi a suo agio con lui sul seggiolone

03:05 – Fognini vince anche il quarto set, sfruttando il nervosismo di Opelka che litiga con Bernardes per un time violation. Adesso la partita si deciderà al quinto set, con l’italiano in leggero vantaggio psicologico

03:00 – Dopo la vittoria di Pliskova su Mladenovic in due set (complicato il secondo), il programma sulla Rod Laver Arena prosegue con Vekic-Sharapova

02:30 – Fognini è tornato in campo nel migliore dei modi, dopo l’interruzione per pioggia di ieri. Il ligure sfrutta un passaggio a vuoto di Opelka al servizio, centra il break e vince 6-4 il terzo set. Si va al quarto, partita riaperta

02:00 – Jannik Sinner ha bisogno soltanto di otto punti per chiudere il suo match contro Purcell e vincere la prima partita in un torneo dello Slam, a 18 anni e 5 mesi

01:45 – Ons Jabeur sorprende una Johanna Konta ancora in condizioni di forma precarie. Eliminata in due set la 12esima testa di serie del torneo. Passano facilmente Sakkari e Yastremska

00:30 – Oggi si comincia mezz’ora prima. Giornata lunghissima, 96 incontri in programma. Subito in campo Cilic, Schwartzman, Konta, Sakkari e Yastremska.

CRONACHE DAL DAY 1

APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

LA DIRETTA FACEBOOK DEI NOSTRI INVIATI

Australian Open 2020 day 1: benritrovato Matteo, bravi Roger e Nole

Pubblicato da Ubitennis su Lunedì 20 gennaio 2020

Continua a leggere

Senza categoria

Australian Open 2020 LIVE, day 1: cancellati tutti i match outdoor. Djokovic avanti di due set a uno

Il racconto del day 1 dell’edizione 2020 dell’Australian Open. In campo Djokovic, Federer e 6 azzurri: tra le donne spicca Gauff-Venus. Lorenzo Giustino entra come lucky loser

Pubblicato

il

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 1
Guida al day 1: i match scelti dalla redazione
I tabelloni aggiornati con tutti i risultati
: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

13:10 – Passaggio a vuoto di Djokovic nel secondo set. Struff restituisce il 6-2 al campione in carica e tiene in vita la partita. Si giocherà il quarto set

 

12:30 – 6-2 nel secondo set per il campione in carica, che adesso è debordante sul campo. Struff non ha molte armi da opporre a questo strapotere

12:05 – Djokovic dissipa il vantaggio di un break, ma al tie-break fa comunque il suo dovere contro un buon Struff: sette punti a cinque, Nole avanti di un set

11:00 – Alla fine Ash Barty rimonta senza problemi. Tsurenko palesa una condizione fisica molto imperfetta e all’australiana basta cominciare a tenere la palla in campo con regolarità. Doppio 6-1 e numero uno al secondo turno, dove troverà Hercog o Peterson. Ora in campo Djokovic. Tsitsipas lascia solo cinque game a Caruso, 6-0 6-2 6-3

10:15 – Barty ha cominciato molto male: Tsurenko vince 7-5 un primo set nel quale la numero uno del mondo ha commesso davvero molti errori. 3-0 Barty nel secondo, con l’ucraina pessima al servizio. Tsitsipas vicino a vincere il secondo set contro Caruso

09:45 – Adesso è ufficiale: tutti i match programmati sui campi secondari sono stati cancellati dal programma. In campo Tsitsipas, che sta malmenando Caruso (6-0 1-0), Barty-Tsurenko (4-4) e la 18enne McNally che ha quasi battuto Sam Stosur

08:00 – La pioggia non accenna a smettere (a Melbourne sono le 18). In questo momento non ci sono match in corso, anche se a breve inizierà Stosur-McNally. Coco Gauff ha (di nuovo!) battuto Venus Williams, mentre Dimitrov ha rimontato senza problemi Londero

07:00 – Per chi si connette soltanto adesso: piove e si gioca solo sulla Margaret Court Arena (tie-break tra Venus Williams e Gauff) e Melbourne Arena (Londer-Dimitrov un set pari). Fognini è sotto due set contro Opelka, partita sospesa per pioggia. Sinner è avanti 7-6 6-2, Giustino è sotto 6-2 6-1 5-2, Travaglia è sotto 6-4 6-3 (contro Garin)

06:00Federer vince e convince all’esordio contro Johnson 6-3 6-2 6-2 in poco più di 1h20. Piove sui campi esterni, in campo solo Londero e Dimitrov

03:04 – Come previsto Matteo Berrettini supera agevolmente la wild-card australiana Andrew Harris (n.162 ATP) perdendo solamente sette game. Al prossimo turno affronterà il vincente tra Tennys Sandgren e Marco Trungelliti.

02:34 – Arriva la prima sconfitta italiana: Martina Trevisan cede in due set (6-2 6-4) contro la testa di serie n.14 Sofia Kenin

01:50 – Una buona notizia arrivata nella notte per i colori italiani: il moldavo Radu Albot si è dovuto ritirare ed è stato sostituito dal nostro Lorenzo Giustino come lucky loser. Giustino giocherà contro un altro lucky loser, dal momento che anche la testa di serie n.32 Milos Raonic, che doveva essere il suo avversario, ha dato forfait.

01:00 – Parte a Melbourne il primo Slam della stagione: subito in campo Matteo Berrettini contro l’australiano Harris e Martina Trevisan opposta a Sofia Kenin. Sulla Rod Laver Arena apre Osaka, sulla Margaret Court Arena Shapovalov-Fucsovics

APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

LA DIRETTA FACEBOOK DEI NOSTRI INVIATI

Australian Open 2020, Day 0: si ricomincia, segnali di fumo da Melbourne

Australian Open 2020, Day 0: si ricomincia, segnali di fumo da Melbourne

Pubblicato da Ubitennis su Domenica 19 gennaio 2020

Continua a leggere

Area test

Asics Gel Resolution 8, leggeri e veloci in campo come Monfils

Recensione e test della Gel Resolution 8 di Asics, un modello storico che non finisce mai di migliorarsi.

Pubblicato

il

Se ci ha messo mani lui, nel senso di aiuto nella progettazione, allora c’è da stare tranquilli. La nuova Asics Gel-Resolution, giunta alla versione 8, è il frutto di una collaborazione fra Gael Monfils, uno dei meglio dotati fisicamente nel circuito ATP, e il team di ingegneri del colosso giapponese. Quello che ne è venuto fuori è una scarpa che ingloba due nuove tecnologie, DYNAWALL ™ e DYNAWRAP ™, che altro non fanno che aumentarne la flessibilità migliorando di molto la stabilità, due fattori che sono decisivi nella scelta del modello per tutti ma ancora di più per chi staziona a fondo campo durante le sue partite.

DYNAWALL è la tecnologia che garantisce un equilibrio maggiore fra stabilità e flessibilità mentre DYNAWRAP consiste in un sistema di inserti che culla il piede e utilizza lo slancio del giocatore per mantenere un ottima calzata della suola, che massimizza l’area di contatto in zone cruciali per la frenata, riducendone l’attrito. In cosa si traduce questo? Che la Gel Resolution 8 ha una capacità frenante maggiore del 7,2% rispetto alla versione 7.

Il centro di ricerca Asics ha lavorato molto pensando al prodotto migliore per i tennisti che pretendono il massimo dalle scarpe. Gente proprio come Gael Monfils, che costringe le scarpe a sollecitazioni estreme e lunghe, derivanti proprio da un tipo di gioco che si sviluppa prevalentemente da fondocampo, con continui cambi di direzione, frenate e scatti, movimenti che richiedono stabilità e flessibilità al top.

 

Test In campo

Sono diverse le novità di Asics nella Resolution mettendo a paragone la versione 7 con la 8. Si tratta di un modello storico e quindi il livello di attenzione verso queste novità è molto alto. Fin dalla calzata, la tecnologia Dynawrap inserita nell’allacciatura mette rapidamente in sicurezza il piede. È come se allacciaste la cintura di sicurezza che mette veramente al riparo il piede, comodo e funzionale sia per chi ha la pianta del piede larga o stretta. Anche la punta della scarpa, nella parte superiore, è stata revisionata. Non c’è più lo schema a lisca di pesce, ma una specie di ragnatela fatta di un materiale che rende la torsione sull’avampiede più flessibile. Tenendole in mano e provando a torcerle in quella zona, la flessione è molto più agevolata con la Gel Resolution 8. E anche in campo ne abbiamo la sensazione, perché gli scatti sono “agevolati” anche da questa innovazione.

Leggera e stabile allo stesso tempo, la Gel Resolution 8 abbisogna di un paio d’ore di gioco per trovare la giusta forma intorno al piede e consentire di farsi apprezzare al meglio. Proprio nelle sollecitazioni estreme e continue, la Resolution 8 dà il meglio. La suola in Ahar è stata divisa in due parti, ha un numero di punti di contatto col terreno maggiore, ne conseguono zone pivotali maggiori per cambi di direzione con ritardo zero. Anche perché, come già specificato sopra, proprio a paragone con la Resoluzion 7 il tempo di frenata è ridotto.  

A livello di comfort il sistema Gel è la solita garanzia. L’inserto in FlyFloam nell’intersuola è un materiale leggero e aiuta a migliorare la stabilità insieme alla tecnologia Dynawall, visibile esternamente (specie nel modello chiaro della scarpa) e che riveste la scarpa dalla punta al tacco. Uno dei fattori sui quali Asics ha lavorato molto dopo i feedback sulla verisone 7 di questo modello è proprio la stabilità: con la Resolution 8 il problema è stato decisamente risolto. La scarpa forma una sorta di unicum con il piede, comodità, sicurezza e stabilità sono ai massimi livelli.  

Conclusione

Siamo rimasti veramente impressionati dalla qualità di questa versione della Resolution. È senza dubbio una delle top choice del 2020, anche dal punto di vista estetico.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement