Serie A1, tempo di semifinali: il Park Genova di Musetti contro Vigevano

Flash

Serie A1, tempo di semifinali: il Park Genova di Musetti contro Vigevano

Definite le semifinali del campionato di A1. Il team genovese se la vedrà con lo Sporting Club Selva Alta, Siracusa sfiderà Messina. Nel femminile, TC Prato contro Parioli e Genova 1893 contro Lucca

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti sarà in campo con il Park Tennis Club Genova (foto Francesco Peluso)

Il tennis italiano è pronto a vivere la fase conclusiva del campionato di Serie A1. Dopo oltre un mese di spettacolo con le sfide dei gironi maschili e femminili, sono state definite le semifinali, che andranno a decretare a loro volta le quattro squadre finaliste che infiammeranno il Palatagliate di Lucca da venerdì 6 a domenica 8 dicembre nel grande evento targato MEF Tennis Events.

Per quanto riguarda gli uomini, sarà Sporting Club Selva Alta Vigevano contro Park Tennis Club Genova e Match Ball Siracusa contro Circolo Tennis Vela Messina. Semifinali di spessore, che vedranno opposte da una parte due delle favorite della vigilia del campionato e, dall’altra, un incandescente derby siciliano. Pablo Andujar, Gianluca Mager, Alessandro Giannessi, Andrea Arnaboldi, Antoine Benjamin Hoang, Roberto Marcora, Pedro Sousa e Salvatore Caruso alcune delle stelle attese in campo il 24 novembre e il primo dicembre nelle gare di andata e ritorno. Giovane quanto determinato, tra le fila del Park ci sarà anche il classe 2002 Lorenzo Musetti, ex numero 1 del mondo under 18 e già 364 della classifica ATP: “Abbiamo superato alla grande la fase a gironi, affrontando tutti gli avversari con l’atteggiamento giusto dal punto di vista individuale e collettivo. Ci sentiamo pronti per la semifinale, sarà sicuramente una sfida avvincente.

Pronto alla battaglia anche il ventitreenne Filippo Baldi, che con la maglia del Selva Alta proverà ed esprimersi ai livelli che lo hanno portato sino alla posizione numero 144 del ranking mondiale: “Siamo molto contenti di essere in semifinale, era uno dei nostri obiettivi alla vigilia del campionato. A questo punto daremo il massimo per volare a Lucca. Merito al nostro direttore sportivo, al capitano, a noi giocatori e a tutti gli altri componenti della squadra: il progetto è partito nel 2011, quando disputavamo la Serie C e nel team c’eravamo Marcora ed io. Siamo un gruppo solido, ci divertiamo e faremo di tutto per continuare così”.

Tennis Club Genova 1893-Circolo Tennis Lucca e Tennis Club Parioli-Tennis Club Prato saranno invece le semifinali femminili, previste sempre il 24 novembre (andata) e il primo dicembre (ritorno). Anche in questo caso i grandi nomi non mancano: Liudmila Samsonova, Alberta Brianti, Jessica Pieri, Greta Arn, Camilla Rosatello, Nastassja Burnett, Martina Trevisan e tanti altri talenti del panorama italiano ed internazionale si troveranno sul rispettivo rettangolo di gioco con Lucca nel mirino.

“Abbiamo iniziato il campionato con una sconfitta (4-0 contro le campionesse in carica di Beinasco, poi eliminate, ndr) poi piano piano ci siamo riprese e abbiamo fatto bene – il commento di Martina Di Giuseppe una volta scoperta la squadra che troverà di fronte con il suo Parioli -. Di sicuro l’esperienza e la professionalità di Greta Arn ci hanno dato tanto sotto tutti i punti di vista. Siamo sempre noi, chi si allena al Parioli o chi ci è cresciuta, per questo siamo unite ed affiatate. Ce la metteremo tutta per sfatare il tabù Prato, che negli anni è sempre stato un avversario complicato per noi. Sarà dura ma siamo pronte”. Toccherà alla numero 203 del mondo caricarsi le compagne sulle spalle nelle ultime settimane di una stagione che l’ha vista, in diverse occasioni, protagonista del circuito WTA.

Come accedere alle finali – Biglietto giornaliero: venerdì € 5,00, sabato € 10,00, domenica € 10,00. Abbonamento week-end: € 20,00. Bambini fino a 14 anni compresi con tessera FIT gratuiti; bambini da 0 a 5 anni compresi gratuiti; bambini da 6 a 14 anni compresi ridotto 50%. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare biglietti o abbonamenti in prevendita cliccando sul sito www.diyticket.it e pagando tramite carta o nei punti SisalPay. Per qualsiasi informazione è possibile inviare una mail a ticket@meftennisevents.com. I titoli di accesso potranno essere acquistati anche presso il welcome desk all’ingresso del palazzetto durante lo svolgimento dell’evento, aperto dalle ore 15:00 del 5 dicembre. Tutte le info sul sito www.meftennisevents.it.

Ufficio Stampa Finali Serie A1

Continua a leggere
Commenti

Flash

Internazionali di Roma 2020 LIVE: i match di venerdì 18 settembre

La diretta della quinta giornata del torneo combined ATP/WTA di Roma. Musetti contro Koepfer non prima delle 17. Djokovic nel pomeriggio, Nadal alle 19. In campo anche Halep e Azarenka

Pubblicato

il

Roma 2020 (via Twitter, @InteBNLdItalia)

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 5
I tabelloni con i risultati aggiornati in tempo reale: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

14:08 – È lotta tra Shapovalov e Humbert sul Pietrangeli: ad aggiudicarsi il primo set è il francese, che vince il tiebreak per 7 punti a 5. 5-5 tra Halep e Yastremska, pronti a iniziare Ruud e Cilic

 

13:33 Niente da fare per Sinner: Jannik cede la battuta nel decimo gioco e si arrende in tre set a Grigor Dimitrov. Bruttissima chiusura di match per l’azzurro che dopo aver salvato 4 match point, sul quinto scaglia in rete un comodo smash a rimbalzo

13:21 – Reazione di Sinner che strappa la battuta a Dimitrov e riapre il match. Il bulgaro conduce 5-4, Jannik al servizio dopo il cambio campo

13:18 – Sul Centrale scendono in campo Halep e Yastremska mentre sulla Grand Stand Arena Sinner è sotto 3-5 nel set decisivo. Dimitrov serve per il match. 3-3 nel primo set tra Shapovalov e Humbert

13:11Matteo Berrettini si aggiudica anche il secondo set al tiebreak (stavolta per 7 punti a 1), supera Stefano Travaglia e si qualifica per i quarti di finale. Attende Ruud o Cilic

13:03 – Sinner perde la battuta a 0 nel quarto gioco: 3-1 e servizio per Dimitrov nel set decisivo

12:39 – Sarà terzo set tra Sinner e Dimitrov: il bulgaro si è aggiudicato il secondo parziale per 6-4. 3-3 sul Centrale tra Berrettini e Travaglia

12:28 – Vittoria in due set per la testa di serie numero 2 e campionessa uscente Karolina Pliskova: 6-4 6-3 a Blinkova

12:13 – Berrettini si aggiudica al tiebreak (7 punti a 5) un durissimo primo set contro Travaglia

11:54 – Primo set in favore di Jannik Sinner: 6-4 per l’azzurro in 45 minuti. 5-5 tra Berrettini e Travaglia

11:43 – Un break di vantaggio per Sinner contro Dimitrov: 4-3 e servizio Jannik. 4-3 anche sul Centrale in favore di Travaglia, ma senza break

11:40 – Buone notizie per gli Internazionali di Roma: come annunciato dal Ministro dello Sport Spadafora, 1000 spettatori avranno accesso al Foro Italico nelle giornate di domenica e lunedì e potranno dunque assistere alle semifinali e finali

11:00 – Quinta giornata di gioco agli Internazionali BNL d’Italia, in programma tutti gli ottavi di finale. Si parte subito forte con tre italiani in campo: due (Matteo Berrettini e Stefano Travaglia) impegnati in derby azzurro sul campo Centrale, mentre Jannik Sinner sfida Grigor Dimitrov sulla Grand Stand Arena. Subito in campo anche Pliskova-Blinkova e Kovinic-Mertens

CRONACHE E APPROFONDIMENTI

ULTIME NOTIZIE

IL COMMENTO DEL DIRETTORE AL DAY 4

Continua a leggere

Flash

Fognini: “Ho fatto dei passi in avanti. Potrei chiudere la stagione già dopo il Roland Garros”

Nonostante la sconfitta agli Internazionali di Roma Fabio è soddisfatto di quanto ha dimostrato in campo, ma il suo 2020 potrebbe essere assai ridotto: “Dopo Parigi deciderò se vale la pena tornare nel 2021. Questi match sono un rodaggio per l’anno prossimo”

Pubblicato

il

Fabio Fognini - Internazionali di Roma 2020 (foto Giampiero Sposito)

Quattro italiani su otto impegnati nel secondo round giocheranno negli ottavi degli Internazionali di Roma. Non capitava dal 1979 quando fu il quartetto Bertolucci, Barazzutti, Panatta e Ocleppo a raggiungere gli ultimi sedici. E nonostante la condizione fisica post-operazione e post-lockdown sia lontanissima da quella ottimale, c’era la speranza che Fabio Fognini potesse mettere la sua firma sul record azzurro. Invece ha sbattuto contro il francese Humbert, che è riuscito a chiudere in due set una partita che l’azzurro con qualche punto in più sulle gambe avrebbe almeno potuto portare al terzo parziale.

“Sono contento” ha detto in conferenza stampa. Anche se ho perso sono contento perché ho fatto grandi passi avanti. Questo era l’obiettivo della partita. Dopo non aver giocato sette mesi e l’operazione, tornare e giocare una partita così mi fa ben sperare. Mi mancano ancora degli automatismi che dovrò ritrovare per questi match che saranno di rodaggio per il 2021. L’ultima partita decente l’ho fatta a Dubai, ma a essere sinceri oggi avrei meritato il terzo set”. C’è però la nuova guardia del tennis italiano a illuminare Roma, quest’anno priva del suo pubblico: “Sono molto contento per i ragazzi che stanno emergendo. La cosa bella è che io a trentatré anni sono quasi un ex ma sono ancora lì, mi alleno con loro e mi diverto“.

Che programmi ha Fognini per il resto della stagione? “Ora vado a giocare ad Amburgo, poi gioco a Parigi e dopo il Roland Garros tirerò le somme. Dovrò decidere se vale la pena chiudere l’anno dopo Parigi o provare a giocare sul veloce. Non ho un programma definito. Da quando sono arrivato a Roma ho giocato praticamente tre ore al giorno, ho fatto un buon doppio con Simone Bolelli. Ancora non sono veloce e reattivo come tre e mesi e mezzo fa. Non ho ancora sensibilità nel lato del piede, vicino al mignolo per via di un problema al nervo. Per il 2020 l’obiettivo è mantenere almeno questo livello”.

 

Continua a leggere

Flash

Internazionali di Roma, ci sarà pubblico per semifinali e finali: lo annuncia Spadafora

1000 spettatori saranno ammessi per semifinali e finali. La deroga è arrivata dal Comitato Tecnico Scientifico. Non è chiaro come verranno selezionati i possessori di biglietto

Pubblicato

il

Roma 2020 (via Twitter, @InteBNLdItalia)

Finalmente già a partire dalle semifinali e dalle finali degli Internazionali di tennis, mille spettatori potranno assistere a tutte le competizioni sportive che si terranno all’aperto e che rispetteranno scrupolosamente le regole previste in merito al distanziamento, mascherine e prenotazione dei posti a sedere“. Un lancio di ANSA battuto pochi minuti fa riporta le parole del ministro dello sport Vincenzo Spadafora, che ufficializza una voce iniziata a circolare già nella serata di ieri. Le porte del Foro Italico si apriranno dunque per 1000 spettatori, domenica e lunedì.

Auspico il più rapido compimento di tutte le azioni necessarie per rendere immediatamente applicabile quanto deciso“, ha concluso Spadafora. Il via libera è arrivato dal Comitato Tecnico Scientifico, lo stesso organo che aveva di fatto decretato la disputa del torneo a porte chiuse non concedendo il parere favorevole che la Regione Lazio si auspicava per accogliere gli spettatori al Foro Italico.

CHI PRIMA ARRIVA… – Una parziale spiegazione sulle modalità di selezione degli spettatori è stata fornita da Angelo Binaghi, presidente FIT, intervistato al Foro Italico dai colleghi ammessi all’impianto. Alle 15 di oggi verrà aperta una selezione ristretta a coloro che avevano già acquistato un tagliando per le sessioni aperte al pubblico (circa 6000 biglietti già venduti per ogni sessione). I primi 2000 che si prenoteranno, con modalità che verranno definite a stretto giro, potranno assistere alle semifinali e alle finali. Gli altri conserveranno l’opportunità di convertire il biglietto in un super-voucher.

 

Non ci sono certezze anche riguardo all’iter decisionale che ha portato il CTS a tornare sui propri passi, almeno parzialmente. L’ultimo decreto consentirebbe l’apertura agli spettatori solo per gli eventi minori, mentre per quelli di rilevanza nazionale (primo tra tutti la Serie A di calcio) si attendevano nuove disposizioni. Potrebbe essere stata sfruttata la deroga per ‘eventi unici’ (come le amichevoli di calcio e i Gran Premi motoristici, e a questo punto anche gli Internazionali d’Italia) che possono ricevere autorizzazioni particolari per ospitare spettatori.

Ad ogni modo, è una notizia molto positiva per gli appassionati di tennis. La speranza è che almeno uno dei quattro italiani che hanno raggiunto gli ottavi di finale possa spingersi fino al penultimo atto del torneo e beneficiare del supporto del pubblico – anche se ridotto.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement