Il TC Parioli chiede la riapertura dei circoli

Circoli in vista

Il TC Parioli chiede la riapertura dei circoli

Il presidente del circolo capitolino vorrebbe ripartire entro un mese: “La situazione è drammatica e se non ci fanno riaprire il danno è enorme”

Pubblicato

il

 

Paolo Cerasi, presidente del TC Parioli, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla sezione romana de “Il Corriere della Sera”, augurandosi che la Fase 2 possa includere la riapertura dei circoli entro fine maggio, come accennato dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, che ha parlato di un protocollo per la riapertura di centri sportivi, centri danza e palestre. Cerasi ha in particolare fatto leva sulla grande pressione economica a cui i club sono sottoposti al momento: “C’è un grande indotto di lavoro che non può essere trascurato. Parlo di dipendenti, collaboratori sportivi. E poi ci sono soci che potrebbero anche dimettersi se la situazione non si dovesse sbloccare. La situazione è drammatica e se non ci fanno riaprire il danno è enorme.

La base del tennis protesta: lanciata la petizione ‘tutti o nessuno’

Continua a leggere
Commenti

Circoli in vista

Serie A1 maschile: TC Rungg e Park Genova chiamati alle rimonta nelle semifinali play-off

Le matricole Palermo e Sinalunga, dopo aver vinto i match di andata, dovranno difendersi nelle sfide di ritorno per conquistare un posto in finale. Nei playout con un piede e mezzo in A2 i campioni in carica del New Tennis

Pubblicato

il

La squadra del Park Tennis Club Genova

Si avvicina all’epilogo la Serie A1 maschile 2022. Il primo weekend di dicembre prevede, infatti, lo svolgimento dei match di ritorno di play-off e play-out.

Sfide decisive che designeranno le due squadre che lotteranno per il titolo di campione di Italia nella finale prevista per il weekend del 10 e 11 dicembre al Circolo Stampa Sporting di Torino. Inoltre si scopriranno quali saranno le quattro squadre che disputeranno anche nel 2023 la Serie A1 e quali saranno condannate alla retrocessione.

PLAYOFF

 

Impegnato per il secondo anno consecutivo nelle semifinali scudetto, il TC Rungg è chiamato alla rimonta in quel di Palermo per strappare il pass per la finale. Nel match di andata il CT Palermo ha conquistato la vittoria in trasferta per 4-2 e basterebbe un pareggio ai siciliani per qualificarsi per la finale.

Stagione di alto livello per il CT Palermo che da matricola ha dominato il proprio girone. Infatti, sono arrivate cinque vittorie e un pareggio nella fase a gironi per il circolo siciliano, a cui si aggiunge il successo dello scorso weekend ad Appiano. Caruso, Giacalone, Piraino e lo spagnolo Gomez Herrera sono stati i protagonisti del team siciliano che ha potuto contare anche sul supporto del numero 39 del mondo Albert Ramos. Le chance di rimonta del TC Rungg dipenderanno dalle prestazioni di Federico Gaio e del tedesco Ejupovic. La sfida che prenderà il via alle ore 10 di domenica sarà visibile sulla piattaforma streaming SuperTennix. 

Stessa situazione anche per quanto riguarda la semifinale tra TC Sinalunga Siena e Park Tennis Club Genova. I liguri sono usciti sconfitti dalla sfida di settimana scorsa per 4-2 contro l’altra matricola terribile del campionato e le chance di rimonta dipenderanno dal roster che riuscirà a schierare Capitan Sanna.

Sarà una partita durissima ma noi abbiamo molte ragioni per credere nella possibilità di ribaltare la sfida dell’andata dove assenze dell’ultimo minuto non ci hanno consentito di schierare la miglior formazione” ha dichiarato il capitano del team ligure. Le prestazioni di Mager e Giannessi hanno tenuto in corsa il Park che in Toscana dovrà difendersi dalle prestazioni di Gigante, Miceli e Oriol Batalla, oltreché dal tifo avverso. Difficoltà che non spaventano i liguri:  “Siamo pronti per questa sfida decisiva e sappiamo che a Sinalunga ci aspetta un pubblico caldo, pronto a sostenere i padroni di casa, ma noi, lo ripeto, siamo fiduciosi dei nostri mezzi”. 

Questo il programma del ritorno dei playoff:

CT Palermo – TC Rungg Sudtirol    (andata CT Palermo 4-2)

TC Sinalunga Siena – Park Tennis Genova   (andata TC Sinalunga 4-2)

PLAYOUT

La sfida più equilibrata dei quattro scontri salvezza andrà in scena a Forte dei Marmi. Il match di andata tra TC Italia e Società Canottieri Casale si è chiuso sul tre pari e, quindi, un successo garantirà al team vincitore la permanenza in Serie A1. I piemontesi, ancora alla ricerca del primo successo stagionale (3 pareggi e 4 sconfitte il bilancio finora), dovranno cercare il colpaccio in trasferta contro il più blasonato TC Italia di Stefano Travaglia.

Cercherà l’impresa il TC Prato che a Crema dovrà ribaltare il 4-2 subito in casa nella sfida di andata. Prato ha chiuso la fase a gironi con un solo punto e dovrà conquistare cinque match in Lombardia per garantirsi la permanenza in serie A1.

Missioni quasi impossibili per TC Genova e per i campioni in carica del New Tennis Torre del Greco.

Il TC Genova ha un compito molto complicato, ossia ribaltare il 5-1 subito in casa dallo Sporting Club Sassuolo di Della Valle, Masur e Fucsovics. Alla squadra emiliana basterà vincere due singolari per chiudere la contesa.

Nessun margine di errore per I campioni in carica del New Tennis Torre del Greco. I campani  sono stati  condannati ai playout dopo la sconfitta a tavolino nell’ultima giornata della stagione regolare. Presentatosi con una formazione rimaneggiata nella trasferta di Perugia contro la Junior, hanno incassato un pesante 6-0 senza vincere neanche un set. In Campania, basterà vincere un solo incontro allo Junior Perugia per chiudere la pratica. 

Di seguito il programma del ritorno dei playout:

TC Italia Forte dei Marmi – Società Canottieri Casale  (andata 3-3)

TC Crema – TC Prato  (andata TC Crema 4-2)

Sporting Club Sassuolo – TC Genova  (andata Sporting Club Sassuolo 5-1)

New Tennis Torre del Greco – Junior Perugia    (andata Junior Perugia 6-0)

Giuseppe Di Paola e Paolo Pinto

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 femminile, in programma il ritorno dei playoff e dei playout

TC Parioli favorito nella sfida con il Tennis Beinasco. Sfida equilibrata tra TC Rungg e Canottieri Casale. Nei playout missione impossibile per Verona Falconeri e BAL Lumezzane

Pubblicato

il

La squadra del TC Rungg

È tempo di verdetti in Serie A1 Femminile. Il weekend del 3-4 dicembre definirà quali saranno le due squadre che lotteranno per il titolo di campionesse di Italia e  quali saranno i due team saranno condannati alla retrocessione.

PLAYOFF

La lotta per la finale che si svolgerà il weekend del 10-11 presso il Circolo Stampa Sporting di Torino arriva al suo ultimo atto con le semifinali di ritorno. Se le campionesse in carica del TC Parioli sono favorite per tentare di riconfermarsi dopo il successo dell’andata, tutto è ancora in gioco tra TC Rungg e Società Canottieri Casale.

 

A Casale, in diretta su SuperTennix, il TC Rungg andrà alla caccia della seconda finale consecutiva. Tuttavia l’ostacolo non sarà per nulla facile da superare, ossia la Canottieri Casale di Sara Errani, Jessica Pieri e Lisa Pigato. Una sfida equilibrata, come dimostra il 2-2 dell’andata, che risentirà molto delle formazioni che i due circoli saranno in grado di schierare.

Al TC Parioli, dopo aver vinto l’andata per 3-1, basterà un pareggio contro il Tennis Beinasco per continuare la difesa del titolo conquistato lo scorso anno. Parioli si affiderà alla solidità di Martina Di Giuseppe, in attesa di capire se delle straniere tra Mandy Minella e Tena Lukas sarà in campo. Per Beinasco servirà un salto in avanti nelle prestazioni espresse in singolare rispetto a quanto visto a Roma, sapendo di poter contare sul doppio Gatto Monticone-Pairone, finora imbattuto in questa stagione. 

Di seguito il programma delle sfide di ritorno dei playoff – domenica 4 dicembre (inizio ore 10):

Società Canottieri Casale – TC Rungg Sudtirol (andata 2-2)

Tennis Beinasco – Tc Parioli (andata TC Parioli 3-1)

PLAYOUT 

Nell’anticipo del sabato a Forte dei Marmi il TC Italia dovrà fare il minimo sforzo per raggiungere la salvezza, dopo la vittoria per 4-0 contro la BAL Lumezzane. Le lombarde non hanno conquistato un punto in questa stagione e il successo contro le toscane, che contano nel proprio roster Paolini e Cocciaretto, sembra quasi impossibile. 

Nell’altra sfida, nonostante le ottime prestazioni espresse nella fase a gironi con 10 punti conquistati sul campo, si trova ad inseguire l’AT Verona Falconeri. Le venete sono uscite sconfitte per 3-1 nell’andata contro il TC Genova di Lucia Bronzetti e Denise Valente. Raggi, Moratelli e la greca Grammatikopoulou saranno chiamare a tirare fuori una grande prestazione per evitare la retrocessione al circolo veneto.

Di seguito il programma del ritorno dei playout:

AT Verona Falconeri – Tc Genova domenica 4 dicembre (andata TC Genova 3-1)

TC Italia – BAL Lumezzane  sabato 3 dicembre  (andata TC Italia 4-0)

Giuseppe Di Paola e Paolo Pinto

Continua a leggere

Circoli in vista

Mizuno e Due Ponti insieme per i trent’anni del circolo della Capitale

In un’intervista con il direttore del circolo Emanuele Tornaboni, ripercorriamo la nascita del circolo romano e l’importanza di un partner di livello mondiale come Mizuno

Pubblicato

il

Circolo Due Ponti Roma

Il mondo dello sport è ricco di storie, eventi e celebrazioni. In questo 2022 il panorama sportivo romano vede celebrare un importante anniversario uno dei suoi circoli più importanti, il Due Ponti.  1992-2022 trent’anni festeggiati insieme ad amici, soci e partner di livello nazionale e mondiale. A fianco del circolo romano, infatti, vi è l’azienda giapponese Mizuno che nel suo parco di atleti ha tra gli altri Lorenzo Sonego.  Nata nel 1906 ad Osaka da una idea dei fratelli Rihachi e Rizo, Mizuno è diventata una società conosciuta in tutto il mondo, non solo nel panorama tennistico. E nella Capitale è a fianco di un circolo nato dall’idea dei due fratelli Tornaboni.

Dell’importanza di un partner come Mizuno e della celebrazione di questo anniversario ne abbiamo parlato con il direttore del circolo Due Ponti Emanuele Tornaboni:

D: 5 ettari immersi nel verde, 17 campi, 15 dei quali in terra rossa, una delle perle del panorama capitolino.

 

Tornaboni:Un progetto che nasce negli anni’80, siamo due fratelli, iniziammo con due piccole palestre sulla Cassia, dove grazie al boom dello sport e in particolare del culturismo, fanno sì che con quella attività siamo riusciti ad acquistare questo terreno e a fine anni ’80 iniziato la costruzione. Abbiamo aperto nel 1992. Quest’anno abbiamo festeggiato i 30 anni e abbiamo ripercorso questi trent’anni di grande successo venerdì 18 novembre con amici, soci e artisti, perché il Due Ponti è fatto di famiglie, amici e artisti (Rosario Fiorello e Fiorella Mannoia tra gli altri). Tanti amici che hanno dato il loro contributo per questi 30 anni di sport“.

D: Un circolo di queste dimensioni può offrire l’opportunità di ospitare eventi anche del panorama internazionale. Il circolo ha già ospitato eventi del circuito Challenger, stato pensando di rientrare nel giro?

Tornaboni: “Assolutamente sì, abbiamo fatto tre volte il Challenger 50mila dollari, hanno giocato qui Berrettini, Tsitsipas, la prima edizione anche Filippo Volandri. Stiamo valutando. Il circolo si predispone benissimo per ospitare qualche migliaio di persone, i campi da tennis ci sono (oltre ai 15 in terra rossa anche 2 in greenset, ndr), il Centrale potremmo rimontarlo tranquillamente perché servono le tribune, servono quel migliaio di posti, stiamo verificando con gli sponsor. Sono eventi di livello mondiale, internazionale”.

D: Il circolo ha anche un’academy, potete contare sul direttore tecnico Federici e su persone del calibro di Potito Starace e Riccardo Ghedin.

Tornaboni: “Soprattutto Riccardo Ghedin è stato inserito quest’anno e ci ha fatto fare un bel passo in avanti. Poi ci sono due grandi professionisti, come sono Claudio Federici, che è la parte storica del tennis laziale e romano e Potito che è stato numero 27 al mondo, l’Academy sta crescendo, siamo arrivati a una trentina di ragazzi con ottima classifica, anche con punti ATP, 2.1, 2.2. L’Academy ha bisogno di tempo per essere sviluppata, abbiamo basi solide, i ragazzi qui hanno tutto. Compresi gli alloggi. L’intento è di tirare fuori qualche grande campione targato Due Ponti”.

D: Grande circolo, ma anche grande partner. Uno di questi è Mizuno.

Tornaboni: “È una collaborazione nata da qualche anno. Questo è il quinto. E’ un marchio mondiale, offre a 360 gradi tutta la gamma: oltre a coprire il tennis e il padel, copre anche gli altri sport e del tempo libero, dei materiali ottimi e la gente è molto contenta di questo. I soci sono molto contenti di essere vestiti Mizuno, diventa un po’ un’appartenenza questo binomio Mizuno-Due Ponti, diventa un po’ un glamour, la possibilità di andare anche in giro e portare una maglia o una felpa col marchio Due Ponti”.

D: Infatti, ai vostri soci offrite la possibilità di avere un abbigliamento Mizuno Due Ponti. Ma c’è anche un negozio a disposizione, uno store all’interno del circolo dove possono effettuare i loro acquisti.

Tornaboni:Uno dei pochi circoli a livello territoriale marchiato Mizuno, Mizuno è in tutti i negozi italiani sportivi e per noi è un onore, siamo onorati di avere questa possibilità che Mizuno ci dà con dei grandi vantaggi e un contributo di sponsorizzazione per il tennis, siamo molto fieri di questo binomio con Mizuno”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement