Kasatkina, la russa che resiste: "Perdo spesso? Ho superato momenti peggiori"

Flash

Kasatkina, la russa che resiste: “Perdo spesso? Ho superato momenti peggiori”

Dasha a ruota libera davanti ai taccuini di casa. “Ho vissuto un brutto anno, ma le difficoltà irrimediabili sono altre. I calciatori? Strapagati e arroganti”

Pubblicato

il

Non gioca, non viaggia, come tutti. E come tutti ha un (bel) po’ di tempo in più da dedicare alle chiacchiere. Daria Kasatkina si concede, e la connazionale testata Sports.ru si mette comoda ad ascoltare un racconto pieno di spunti e di riavvolgimenti improvvisi della fabula, a ruota libera, con pochi filtri e molti salti dal palo alla frasca. Neanche male, forse addirittura igienico, un viaggio tra i meandri del passato, soprattutto se il presente è avaro di soddisfazioni. Dasha prima dello stop forzato aveva sorbito a Lione un brodino confortevole dopo un’annata disgraziata: raggiunte nel 2018 le prime dieci giocatrici del globo, la giocatrice da Togliatti ha chiuso la scorsa stagione con un terrificante record di tredici vittorie e ventuno sconfitte, perfetto per precipitare all’attuale sessantaseiesima piazza del ranking.

Lo scorso anno sono arrivate poche soddisfazioni, ma ho ricominciato a vedere la luce con i quarti a Pechino e la semifinale di Lione in marzo. Non sono stati i primi e non saranno gli ultimi periodi bui,” ha continuato Kasatkina, che ha inteso riferirsi alla personale, delicatissima transizione da junior a pro. “Sin da bambina non ho avuto una carriera spianata dalle comodità. Per permettermi di diventare una buona tennista i miei genitori hanno dovuto fare enormi sacrifici, anche se cercavano di tenermi fuori da discorsi economici e di lasciarmi tranquilla. Non sapevo esattamente come stessero le cose, ma sentivo una grande responsabilità.” Poi la vittoria al Roland Garros junior nel 2014 e il trasferimento in Slovacchia per proseguire il percorso di perfezionamento.

Le spese sono aumentate, ho dovuto prendere un appartamento in affitto. I miei stavano pensando di vendere alcuni beni per sostentarmi. Alle qualificazioni dello US Open 2015 avevo bisogno di ottenere un buon risultato ma ho perso all’ultimo turno di qualificazioni contro Elizaveta Kulichkova. Ero a terra, ma il giorno d’inizio torneo Maria Sharapova si è ritirata e io sono stata ripescata: ho battuto Gavrilova e Konjuh prima di perdere con Mladenovic, quel terzo turno ha rappresentato una svolta fondamentale nella mia carriera. Dentro di me ho dovuto ringraziare Masha, augurandole ovviamente di guarire presto“.

 

Con due titoli conquistati nel circuito maggiore e oltre sei milioni di dollari di montepremi raggranellati in carriera i soldi non sono più un assillo, se non altro, e non è poco. “Ognuno gestisce le finanze come meglio crede, per quanto mi riguarda di quei sei milioni ne rimangono in tasca la metà quasi esatta. Oltre a detrarre un buon 30% di tasse dovete sapere che le spese annuali per sostenere team, viaggi e logistica si assestano intorno ai centottanta, duecentomila dollari. Mio fratello lavora nel campo finanziario e mi aiuta nella gestione. Inutile dire che sono orgogliosa dei risultati che ho raggiunto. Si, anche di quelli economici“.

Che non sono affatto risibili, anche se lontani dai guadagni accumulati da molti professionisti del pallone, categoria particolarmente invisa a Dasha.Non voglio generalizzare, ma non mi fanno impazzire. Non mi sono andati a genio quelli che ho incontrato e quelli in cui mi sono solo imbattuta sui social. Trovo che troppi tra loro siano superficiali, arroganti. Ed eccessivamente pagati, se vogliamo dirla tutta.” Kasatkina attacca davanti al microfono, in attesa di tornare a impostare le proverbiali difese in campo.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Lunedì al via l’esibizione Bett1Aces di Berlino: Sinner vs Haas lunedì, Berrettini in campo martedì

Torna in campo Jannik, in una sfida quantomai bizzarra contro Tommy Haas, che ha 23 (!) anni in più di lui. Berrettini esordirà martedì contro Struff o Bautista

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Challenger Indian Wells 2020 (foto Luigi Serra)

Falcidiata dalle assenze, lunedì inizierà la doppia esibizione di Berlino. Dal 13 al 15 luglio si giocherà sull’erba dello Steffi Graf Stadium, mentre dal 17 al 19 gli stessi giocatori – sei uomini e sei donne – si sfideranno indoor sul campo allestito in un hangar in disuso nell’aeroporto di Tempelhof.

Il sestetto maschile sarà composto da Tommy Haas, Bautista Agut, Jan-Lennard Struff, Dominic Thiem e i due italiani Jannik Sinner e Matteo Berrettini, quest’ultimo attualmente impegnato in ben altre due esibizioni (oggi è a Kitzbuhel per il Thiem’s 7, domani sarà a Sophia-Antipolis per le fasi finali dell’Ultimate Tennis Showdown). Il tabellone è stato sorteggiato e lunedì sarà già in campo Sinner, che sfiderà Haas nel primo quarto di finale; il vincitore se la vedrà in semifinale con Thiem, che usufruirà di un bye. Bautista Agut e Struff saranno impegnati nel secondo quarto di finale, che vedrà emergere l’avversario di Berrettini (sfida in programma martedì; Berrettini ha già sconfitto Bautista a Kitzbuhel, due giorni fa).

Pillola su Haas-Sinner, sfida che vedrà opposti un classe 1978 e un classe 2001. Quando il tedesco ha raggiunto la sua prima semifinale Slam ed è entrato in top 10, Sinner non era ancora nato, e anzi, sarebbe nato due anni dopo.

 

TORNEO FEMMINILE – Anastasija Sevastova, Julia Goerges, Elina Svitolina, Petra Kvitova, Andrea Petkovic e Kiki Bertens sono invece le sei giocatrici impegnate nell’esibizione femminile. Sevastova-Goerges e Kvitova-Petkovic saranno i due quarti di finale di lunedì, le cui vincitrici sfideranno rispettivamente Svitolina e Bertens.

Continua a leggere

Flash

Serie A1 2020, Tennis Park Genova a Massalombarda per continuare a vincere

Dopo il 5-1 inflitto al CT Vela Messina, la squadra ligure guidata da Giannessi prova a ipotecare il primo posto nel girone. Pareggio per le campionesse in carica del TC Prato

Pubblicato

il

Simone Bolelli - Park Tennis Genova

Domenica 12 luglio scatterà la seconda giornata del campionato di Serie A1 2020. Per ovvie ragioni quest’anno la competizione si svolge in versione ridotta con sole 16 squadre al maschile e 8 al femminile (QUI trovate tutte le informazioni). La notizia è che abbiamo la sede delle ultime sfide: tutto si concluderà il 12 e 13 agosto a Todi, che dopo aver ospitato i Campionati Italiani Assoluti sarà sede anche delle finali scudetto.

CAMPIONATO MASCHILE – Nella prima giornata, i campioni in carica del Selva Alta Vigevano hanno superato 4-2 il TC Match Ball di Siracusa, appaiandosi allo Sporting Club Sassuolo che ha avuto vita facile con il CT Maglie. I due circoli vincenti si giocheranno la vetta della classifica domenica, a partire dalle ore 15.

Vuole continuare a fare bene anche il Tennis Park Genova di Andujar, Giannessi, Mager, Musetti e Bolelli, che si presenterà al CT Massalombarda (sconfitto nella prima giornata dal TC Parioli per 4-2) forte del 5-1 inflitto al CT Vela Messina. Soddisfatto e ottimista il presidente del Tennis Park Genova, Paolo Givri: “Abbiamo chance importanti di passare il turno con entrambe le formazioni (il circolo ha anche una squadra femminile in A2, ndr), che stanno giocando un ottimo tennis. Per il Circolo sarebbe una soddisfazione, la strada è ancora lunga e le insidie sono tante, sta di fatto che l’affiatamento nelle rispettive rose è forte e questo mi lascia bene sperare in vista di un lungo week end di tennis“.

Doppio pareggio nel girone 3 con la new entry Vicenza che nonostante la presenza di Aljaz Bedene e Marco Cecchinato, vincitori in singolare e anche in doppio, non è riuscita a centrare la vittoria contro il TC Sinalunga. 3-3 anche tra TC Crema e TC Genova. I ragazzi del Tennis Comunali Vicenza ci riproveranno in casa contro Crema, mentre il TC Sinalunga andrà in trasferta a Genova. Nel quarto e ultimo girone maschile, vittorie convincenti per il New Tennis Torre del Greco (4-2 contro SG Angiulli Bari) e il Tennis Club Italia di Forte dei Marmi (5-1 contro Circolo del Tennis Palermo) che si sfideranno domenica a partire dalle ore 15.

CAMPIONATO FEMMINILE – La prima giornata di Serie A1 femminile ha visto una sola vittoria, quella del TC Beinasco che ha rifilato un inequivocabile 4-0 al CT Siena, prendendosi così momentaneamente la testa del girone uno in virtù del pareggio tra TC Genova e TC Parioli. Beinasco proverà a bissare il successo domenica in casa del Parioli. Nel girone 2, pareggio un po’ amaro per le campionesse in carica del TC Prato che, avanti 2-1, hanno perso il doppio decisivo 11-9 al supertiebreak contro il Bal Lumezzane. Le ragazze del club toscano cercheranno di rifarsi in trasferta contro la Società Canottieri Casale, che ha pareggiato 2-2 contro il TC Lucca la scorsa settimana.

 

Continua a leggere

Flash

Ultimate Tennis Showdown e Thiem’s 7, il programma di sabato 11 luglio

Berrettini in campo alle 14 per completare la semifinale contro Rublev. Chi vince affronta Thiem in finale. Spicca Tsitsipas-Goffin tra i match dell’UTS

Pubblicato

il

Matteo Berrettini (foto Twitter @RioOpenOficial)

Matteo Berrettini torna in campo oggi, sabato 11 luglio, per completare la seconda semifinale del Thiem’s 7, torneo di esibizione organizzato da Dominic Thiem. L’azzurro, opposto a Rublev, era stato sospeso ieri a causa della pioggia e avrebbe dovuto riprendere a giocare alle ore 11, ma il meteo ha costretto ad un ulteriore posticipo del match che non riprenderà prima delle 14. Il vincente della sfida andrà ad affrontare il padrone di casa, Thiem, nella finalissima, mentre lo sconfitto se la vedrà con Roberto Bautista Agut nello spareggio per il terzo posto.

Di nuovo in campo anche l’Ultimate Tennis Showdown di Mouratoglou. Il match di cartello è sicuramente quello delle 18.30 che vede opposti Stefanos Tsitsipas e David Goffin. Molto interessante anche il primo match serale (ore 21) tra Richard Gasquet e Benoit Paire.

Il programma di gioco completo

Thiem’s 7 (dalle 14, diretta su Eurosport)
A. Rublev vs M. Berrettini
R. Bautista Agut vs sconfitto Rublev/Berrettini
D. Thiem vs vincitore Rublev/Berrettini

Ultimate Tennis Showdown
Ore 16:00 C. Moutet vs H. Rune
Ore 17:15 A. Popyrin vs D. Brown (diretta su Eurosport)
Ore 18:30 S. Tsitsipas vs D. Goffin (diretta su Eurosport)
Ore 21:00 R. Gasquet vs B. Paire
Ore 22.15 F. Lopez vs E. Benchetrit

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement