Wimbledon, Alcaraz avverte Sinner: "Ci piace scherzare, ma so cosa fare contro di lui". E il suo gesto di sportività è virale

Flash

Wimbledon, Alcaraz avverte Sinner: “Ci piace scherzare, ma so cosa fare contro di lui”. E il suo gesto di sportività è virale

Contro il tedesco Otte lo spagnolo ha concesso un punto all’avversario invece di rigiocare il punto a seguito di una chiamata sbagliata

Pubblicato

il

Carlos Alcaraz – Wimbledon 2022 (foto via Twitter @atptour)
 

Carlos Alcaraz ha tolto ogni dubbio: può giocare e vincere anche sull’erba, a giudicare dalla facilità con cui ha disposto di Oscar Otte nel terzo turno di Wimbledon 2022. Ora l’attesa è tutta per il duello con Jannik Sinner, in quella che da molti viene dipinta come una rivalità agli albori di quelle che possono segnare un’epoca del tennis. Di questo ed altro ha parlato lo spagnolo in conferenza stampa, dopo il match contro Otte che è stato caratterizzato anche da un suo grande gesto di sportività, non il primo che arriva da Carlos. Ad inizio secondo set, ha infatti concesso un punto all’avversario invece di rigiocare il punto a seguito di una chiamata sbagliata.

D: Carlos, grande partita. Dicci come la pensi.

Alcaraz: “Beh, ho giocato in modo incredibile oggi. Credo sia stata la mia miglior partita fin qui. Quindi sono molto felice del livello a cui ho giocato e cercherò di mantenerlo nella prossima partita”.

D: Parliamo del prossimo turno: cosa pensi di Sinner? Credi che tu e lui siate i due giovani più talentuosi a Wimbledon?

Alcaraz: “Ovviamente penso che Sinner sia un buon giocatore. Gioca molto bene. E qui sull’erba ha dimostrato un grande livello. Sarà molto dura. Ho intenzione di godermi la partita. Giocare con Sinner è e sarà sempre dura, ma a me piacciono queste sfide. Ad ora io e lui siamo i più giovani rimasti in tabellone. Non so se siamo i più forti, ce ne sono anche altri”.

D: Lunedì hai faticato contro Struff. Oggi hai dominato l’avversario. Quale è il tuo segreto? Come fai a cambiare le cose dopo quattro giorni?

Alcaraz: “Ogni partita è una guerra sportiva. In ogni match puoi giocare perfettamente o giocare malissimo. Lunedì è stata la mia prima partita sull’erba. E’ stata molto difficile. Struff gioca in modo incredibile. Però in tre-quattro giorni le tue sensazioni possono migliorare, puoi adattarti nei movimenti e nei colpi. Ovviamente, poi ogni avversario è diverso, alcuni possono essere più difficili per te, altri meno. Però diciamo che mi sento sempre più a mio agio su questa superficie”.

D: Hai imparato qualcosa dai precedenti due match che ti è servito oggi?

Alcaraz: “Non so cosa dire di preciso, in generale mi è servito stare delle ore in campo. Sicuramente mi sto muovendo meglio ora di quanto non facessi al primo turno. In ogni allenamento e in ogni partita mi sento sempre meglio, e spero che ciò possa accadere anche prossimamente”.

D: Hai parlato dell’erba. Pensi che il tuo stile di gioco ti aiuta a sentirti a tuo agio? Hai aperture non troppo ampie e a rete te la cavi bene.

Alcaraz: “Sì. Diciamo che sull’erba devi giocare aggressivo, devi andare a rete. Questo è quello che faccio o cerco di fare in ogni match. Non voglio lasciare che il mio avversario detti i ritmi del gioco. Ora come ora lo sto facendo. L’obiettivo è continuare a farlo”.

D: Conosci bene Sinner? Gli hai mai parlato, hai scherzato con lui? Hai giocato diverse volte con Berrettini, meno contro Sinner. Che cosa sai di lui, sia dentro che fuori dal campo?

Alcaraz: “Fuori dal campo abbiamo un buon rapporto. Ci parliamo, quando ci vediamo. E negli spogliatoi ci piacere fare qualche battuta. In campo lo conosco un po’. Abbiamo giocato contro a Parigi Bercy e ci siamo allenati un paio di volte. Conosco il suo gioco e so cosa devo fare contro di lui”.

D: Quando parli con Sinner, parli spagnolo, italiano…?

Alcaraz: “Parliamo spagnolo. Non so parlare italiano ora come ora. Parliamo spagnolo. Se il suo spagnolo è buono? Sì, è buono. Deve migliorare, ma è buono (sorriso)”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
Flash19 ore fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 giorno fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria4 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza7 giorni fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement