Sconfitta amara per Vavassori e Sonego, con due match point non sfruttati: "Ci è girata male" [AUDIO]

ATP

Sconfitta amara per Vavassori e Sonego, con due match point non sfruttati: “Ci è girata male” [AUDIO]

La coppia azzurra esce a testa altissima contro Dodig/Krajicek. Sonego: “Abbiamo fatto un grandissimo torneo”, Vavassori: “Speriamo di mettere il sigillo a Napoli”

Pubblicato

il

Andrea Vavassori e Lorenzo Sonego - Firenze 2022 (foto Giampiero Sposito/FIT)
 

Il match di apertura della penultima giornata dell’UniCredit Firenze Open, ha visto scendere in campo in semifinale di doppio Andrea Vavassori e Lorenzo Sonego opposti alla coppia testa di serie n.3 Ivan Dodig e Austin Krajicek. Purtroppo per il team azzurro, a vincere è stato il duo croato-statunitense col punteggio di 6-2 3-6 12-10, dopo che i due italiani avevano condotto 5-2 e poi avevano avuto 2 match point, entrambi sbagliati da Sonego (in particolare il primo con un dritto non impossibile in rete).

Al termine del match si è espresso anche Nicola Pietrangeli – finalista di doppio a Wimbledon, vincitore di un Roland Garros insieme all’inseparabile Orlando Sirola – che ha detto a Ubaldo Scanagatta: “Questi tirano sempre tutto forte…bisogna cercare anche situazioni diverse, il doppio non è solo potenza…”

Al termine dell’incontro Sonego e Vavassori sono stati intervistati in esclusiva dal direttore Ubaldo Scanagatta.

Ci sono stati due match point che purtroppo non sono stati trasformati. Avete giocato molto bene contro due campioni Slam come Dodiog e Krajcek, sicuramente ci sono anche aspetti positivi, al di là della sconfitta che si poteva evitare.
Sonego
Sicuramente, solo aspetti positivi. Aver giocato alla pari, ed esser stati a tratti superiori nel secondo set a giocatori di questo livello è un aspetto positivo. Il tie break l’abbiamo abbastanza dominato. Oggi ci è girata male male, la prossima volta magari ci girerà un po’ meglio. Però oggi sicuramente bisogna guardare gli aspetti positivi; abbiamo fatto sicuramente un grandissimo torneo.


VavassoriUn sacco di cose positive da prendere; di sicuro ora c’è un po ‘di amarezza quando esci dal campo e perdi al tiebreak, con match point, 12-10. A volte in singolare la sconfitta è un pochino più netta mentre in doppio si va proprio per dettagli. Peccato perché avevo fatto due risposte pazzesche alla fine del tie break e Sonny aveva tirato una prima pazzesca sul match point, che poteva anche non venir risposta, sul 9-8. Ora si va avanti. È bello che abbiamo subito un’altra occasione a Napoli; non capita spesso di giocare una settimana dopo l’altra assieme. Speriamo di mettere il sigillo a Napoli.

Avete saputo che a Napoli c’è stato un po’ di confusione con i campi e al momento hanno spostato le qualificazioni a Pozzuoli.
VavassoriSì, abbiamo sentito, non vedendo la situazione non mi sento di dire niente. Speriamo che riescano a trovare la soluzione.

Dopo Napoli, avete previsto altre tappe per giocare assieme o non riuscite perché avete programmi diversi?
Sonego
Forse all’Australian Open proveremo a ripresentarci insieme.
VavassoriIl problema è che con il nostro ranking – io adesso sono attorno alla alla 50esima posizione, 52, 53, e lui in singolo anche è lì, numero 54 – possiamo entrare nei 250, ma purtroppo nei 500 e nei 1000 non si entra. Quindi ci sarebbero Basilea, Vienna e Bercy ma non entriamo, quindi io giocherò dei Challenger e lui in singolo. Poi speriamo di riunirci in Australia.

Sponsored by U.S. POLO ASSN.

IL TABELLONE COMPLETO E AGGIORNATO DELL’ATP 250 DI FIRENZE

Continua a leggere
Commenti
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement