WTA Strasburgo: bentornata Svitolina! Prima finale dopo la maternità, sfiderà Blinkova

Flash

WTA Strasburgo: bentornata Svitolina! Prima finale dopo la maternità, sfiderà Blinkova

Elina Svitolina torna a giocarsi una finale a livello WTA dopo quasi due anni. Cercherà il titolo n°17 per mantenere uno score quasi immacolato

Pubblicato

il

Elina Svitolina - WTA Strasburgo 2023 (foto twitter @WTA_Strasbourg)

Sarà Svitolina-Blinkova la finale del WTA di Strasburgo. Ecco come sono andate le due semifinali.

[WC] E. Svitolina b. C. Burel 4-6 7-5 6-3

È servito molto meno tempo del previsto ad Elina Svitolina per tornare a giocare una finale a livello WTA. Dopo oltre un anno di stop, dovuto tanto alla maternità quanto alla difficoltà a scendere in campo a causa della guerra che affligge il suo paese, l’ucraina azzecca la settimana giusta proprio alla vigilia del Roland Garros, dov’è attesa da Martina Trevisan all’esordio. Un primo turno certamente non semplice per l’italiana, chiamata a difendere la semifinale raggiunta lo scorso anno per non precipitare in classifica. Ranking che, invece, comincia a sorridere all’ex n°3 del mondo, che fino ad ora ha guadagnato 250 posizioni portandosi al n°258 WTA. In caso di successo in finale, Svitolina si garantirebbe il rientro tra le prime 200, proiettandosi al n°191.

Cominciamo però a parlare di tennis giocato, perché la semifinale non è iniziata nel migliore dei modi per la 28enne di Odessa. Due break consecutivi subiti in apertura hanno vanificato quello ottenuto nel terzo game, facendola subito finire sotto 4-1. La padrona di casa Clara Burel comincia decisamente meglio, sul 5-3 manca l’opportunità di chiudere il set al servizio ma archivia la pratica poco dopo, vincendo 6-4 la prima frazione. La strada per Svitolina si fa sempre più in salita, a maggior ragione quando anche in avvio di secondo parziale è costretta a cedere ancora la battuta. Sotto di un set e di un break, tuttavia, con pazienza e classe l’ucraina riesce a rientrare in partita, vincendo 12 degli ultimi 16 game.

Nel secondo set, da uno svantaggio di 1-4 strappa tre volte di fila la battuta alla sua avversaria. Elina non chiude al primo tentativo, sul 5-4 e servizio, ma sul 6-5 riesce a forzare un terzo set, in cui parte decisamente meglio. Svitolina va subito avanti 2-0, conserva il vantaggio fino al 3-2 – dove viene contro-breakkata – ma dal 3-3 conquista gli ultimi tre giochi dell’incontro e, dopo due ore e venti, trionfa 4-6 7-5 6-3. Quella all’Internationaux de Strasbourg sarà la 29esima finale in carriera per l’ucraina a tutti i livelli. Il bilancio è estremamente positivo, con 23 successi e 5 sole sconfitte. Restringendo il campo unicamente al circuito maggiore sarà la sua ventesima finale a livello WTA, con un record impressionante di 16-3 (e dodici vittorie nelle ultime 13 finali).

A. Blinkova b. [7] L. Davis 6-2 6-2

L’avversaria in finale di Svitolina sarà Anna Blinkova, che invece ha avuto vita ben più semplice contro la testa di serie n°7 Lauren Davis. Nel primo set non c’è praticamente mai stata partita, visto che dopo l’1-1 la russa è volata via, strappando due volte di seguito il servizio alla sua rivale e portandosi sul 4-1 pesante. Dopo due game tenuti a zero nel sesto gioco c’è stato un piccolo passaggio a vuoto, quando la n°66 del mondo ha restituito uno dei due break, comunque immediatamente ripreso nel game successivo e consolidato con il definitivo 6-2.

Anche il secondo set ha avuto ben poca storia, con una nuova fuga prematura della 24enne di Mosca. È ancora il terzo gioco ad essere decisivo in suo favore, con la statunitense che non riesce proprio ad opporsi e a rendersi pericolosa in risposta. Sul 4-2 Blinkova trova un altro, definitivo allungo: al servizio per il match non trema e, dopo poco meno di un’ora e un quarto, al primo match point archivia la pratica con un doppio 6-2. Sarà la seconda finale in carriera per lei nel circuito maggiore dopo quella raggiunta lo scorso anno a Cluj Napoka, dove partendo dalle qualificazioni ha anche trovato il suo primo titolo WTA battendo all’ultimo atto Jasmine Paolini.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement