ATP Toronto, Sinner: "Pressione su di me? Contro Paul sarà molto dura..."

ATP

ATP Toronto, Sinner: “Pressione su di me? Contro Paul sarà molto dura…”

Le parole dell’altoatesino dopo la vittoria con Monfils: “Sono già contento di essere un’altra volta in una semifinale 1000, ma è chiaro che speri di andare oltre”

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Toronto 2023 (foto Twitter @atptour)
Jannik Sinner - Toronto 2023 (foto Twitter @atptour)
 

Jannik Sinner supera Gael Monfils e ora ha forse davanti a sé l’occasione più ghiotta della carriera per vincere il suo primo Masters 1000: in semifinale a Toronto trova Tommy Paul, in finale ci sarebbe uno tra Davidovich Fokina e De Minaur. Ecco le parole dell’italiano in conferenza stampa dopo la vittoria nei quarti contro Gael Monfils, con le risposte al nostro inviato Vanni Gibertini.

Gibertini, Ubitennis. “Puoi spiegarci la difficoltà di un avversario come Monfils che fa giocare parecchie palle? E come valuti la tua prestazione al servizio di stasera?

Sinner: “Nel primo set tutti e due abbiamo servito molto bene. Nel secondo quando ero sopra di un break il servizio si è abbassato, poi lui è stato molto solido. E’ uno che non sai mai se tira forte o tira piano. Ma mentalmente ero pronto per stare in campo anche un’altra ora. Nel terzo set poteva succedere di tutto, c’era un po’ di tensione ma ho reagito molto bene ed era la cosa più importante. Posso servire meglio, ma servire di giorno o con le luci artificiali è un po’ diverso”.

Gibertini: “Che partita sarà quella con Paul?”

Sinner: “Difficile, perché ci arriverà con tanta fiducia avendo battuto il numero uno del mondo. Devo alzare il livello, sarà un problema questa partita. Ora devo riposarmi”.

D: Dopo il match, tu e Gael avete condiviso un bel momento alla rete. Ti spiacerebbe dirci cosa ti ha detto e che cosa significa aver giocato contro di lui?

Sinner: “Come ho detto nell’intervista in campo, non lo conosco benissimo, ma un po’ sì ed è un personaggio molto speciale per il tennis. Bello rivederlo. Il pubblico lo ama ed è bello vedere che può giocare ancora a questi livelli visto quanto è stato fuori per infortunio. Sono felice che sia tornato”.

D: E’ stato un match pazzesco, veramente di alto livello. Come si gestisce un avversario imprevedibile come Gael?

Sinner: “E’ la cosa più difficile proprio perché non sai mai cosa succederà. Contro di lui devi spingere e farlo bene, perché sai che si difende ottimamente. Forse avrei potuto andare di più a rete oggi, ma non è facile perché sa tirare dei passanti incredibili. Parliamo di uno che comunque è stato un top ten. Ha vinto molti tornei e in campo si vede”.

D: Quando hai visto che Alcaraz aveva perso, hai sentito che ora hai una bella responsabilità sulle spalle?

Sinner: “Sicuramente ho seguito la partita di Carlos perché giocavo subito dopo. Come ho detto in campo, è già bello essere nella posizione di poter giocare un’altra partita molto importante domani. Ci sono stati diversi tornei in cui sono arrivato a questo punto del tabellone, e sono felice di essere di nuovo qui, sperando di poter fare meglio delle altre volte. In ogni caso, sono rimasto concentrato sulla partita di stasera. Domani avrò problemi diversi perché ci sarà un avversario diverso. Paul ha vinto contro il numero uno del mondo, quindi sarà molto molto dura. Comunque, sono felice di essere di nuovo in semifinale”.

D: Ero a bordocampo e potevo sentire il tuo coach Cahill. Ha fatto davvero parte del match per le sue urla, le sue indicazioni, il suo tifo. Che cosa ha portato il tuo gioco e come descrivi il vostro rapporto?

Sinner: “Il rapporto va molto bene. Ovviamente è uno dei migliori coach al mondo. Lo ha dimostrato con diversi giocatori che ha allenato, uomini e donne di diversa età. Bello averlo nel mio team. Mi sembra che il combinato di lui e Vagnozzi stia andando molto bene. Oggi gli ho chiesto di spingermi anche vocalmente perché il pubblico non dico che era contro di me, ma di sicuro era più dalla parte di Gael. In queste situazioni le persone a te vicine devono stare ancora più vicine. Darren mi ha dimostrato tante cose. Lui è molto molto importante. Anche fuori dal campo il rapporto è molto buono. Parliamo di tutto, mi insegna pure a giocare a golf”.

D: Come costruisci la tua mentalità? Come provi a migliorarla?

Sinner: “La parte mentale è la più importante del gioco. Quest’anno ho fatto errori da questo punto di vista. Per esempio, al Roland Garros. Lì ho avuto la mentalità sbagliata. Ma dagli errori ho imparato qualcosa. Ora mi sento molto bene a livello mentale. Ovviamente posso fare ancora meglio, impari molto anche in allenamento, quando sei stanco o senti dei dolori. Devi saper sopportare queste cose perché accadono anche in partita. Si può lavorare un sacco su questo”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash3 ore fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria2 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza5 giorni fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Sorpresa Sonego, Sinner vince e convince, Musetti riprova a battere Djokovic”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement