ATP Vienna: super Medvedev regola in due set un ottimo Tsitsipas

ATP

ATP Vienna: super Medvedev regola in due set un ottimo Tsitsipas

Nona finale in stagione per Medvedev, l’ottava sul duro per lo specialista degli hardcourt. Continua l’astinenza contro i top 10 di Tsitsipas

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - Pechino 2023 (Twitter @atptour)
Daniil Medvedev - Pechino 2023 (Twitter @atptour)

[1] D. Medvedev b. [4] S. Tsitsipas 6-4 7-6 (6)

È un Medvedev in versione deluxe quello che regola in due set (6-4 7-6) il greco Tsitsipas conquistando il pass per l’ultimo atto dell’Erste Bank Open. A Vienna non basta una delle migliori versioni di Stefanos Tsitsipas ammirate in questo 2023 per arginare la corsa del russo che sugli hardcourt dà il meglio di sè.

Quella che disputerà domenica contro il vincente tra Sinner e Rublev sarà la finale numero 36 della carriera per Medvedev, la nona del 2023, otto delle quali conquistate sul duro. Questo risultato permette al russo di diventare il quarto tennista dell’Era Open ad aver conquistato almeno 8 finali sul duro in compagni di Agassi, Djokovic e Federer.

Medvedev con il successo odierno firma un altro record, arrivando a quota 64 vittorie stagionali, superando quanto fatto nel 2021 quando si fermò a quota 63. Il successo numero 64 permette inoltre a Medvedev di diventare il tennista con più successi in stagione sorpassando Alcaraz fermo a 63.

Il russo avrà quindi la possibilità di difendere il titolo conquistato a Vienna lo scorso anno, un risultato che non gli è mai riuscito in carriera.

Come detto, Tsitsipas ha giocato una delle migliori prestazioni stagionali ma questo non è stato sufficiente a cancellare lo zero dalla voce vittorie contro i top 10 in questo 2023. Il tennista con il ranking più alto battuto in stagione è stato Coric a Los Cabos, in quel momento numero 15 al mondo.

Primo set: Tsitsipas sorprende con le sue verticalizzazione ma paga dazio nel settimo gioco 

Inizio di match con una versione inattesa di Tsitsipas. Il greco sceglie uno schema di gioco arrembante. Conscio di dover accorciare gli scambi per non diventare prigioniero della ragnatela di Medvedev, il tennista ateniese sfrutta il posizionamento arretrato del russo, soprattuto il risposta, per cercare la verticalizzazione. Schema che funziona bene con le diverse discese a rete del greco che si rivelano fruttifere.

Medvedev sembra poco centrato e quasi pensieroso. È, infatti, il tennista russo il primo ad andare in difficoltà. Qualche sbavatura di troppo sia di dritto sia di rovescio spianano la strada a Tsitsipas verso due palle break consecutive. Quando la palla scotta però il russo sa come muoversi. Infatti, Medvedev prima annulla le due palla break consecutive e poi è in grado di annullarne una terza prima di salvarsi ai vantaggi.

Tsitsipas gioca bene, Medvedev al contrario non sembra ancora al massimo dei suoi giri motore. Il russo sbaglia troppo arretrando anche quando potrebbe prendere campo per giocare in maniera più offensiva.

Il greco trova molte soddisfazioni dal dritto mentre il rovescio in qualche caso è poco fluido con il greco fortunato in più occasioni. Difatti, Il greco credo di colpire quando può di dritto, Medvedev al contrario cerca di sollecitarlo sulla diagonale di rovescio. 

Il gioco chiave si rivela il settimo gioco con Medvedev che punisce il calo del greco. Si tratta di un vero proprio pasticcio del greco che commette tre errori (due palle corte da dimenticare e un errore a rete) e offre due palle break al russo. La prima occasione la salva con l’ace. Sulla seconda lo scambio prende subito la via segnata da Medvedev, con il russo offensivo sin dalla risposta. La pressione di Medvedev spinge il greco ben oltre la riga di fondo e alla fine cede sparacchiando un dritto out. 

Piazzato il break il set continua a seguire l’andamento dei servizi. Medvedev è supportato da una solida prima e veleggia senza ostacoli verso il 6-4 che chiude il set.

Secondo set: Tsitsipas regge l’urto di Medvedev ma cede nella parte finale del tie-break

La ripresa del gioco dopo la fine del primo set è scoppiettante per la gioia dei tifosi presenti. Tsitsipas ritorna a giocare in maniera aggressiva e dalla parte del rovescio punta sul colpo in back per difendersi nello scambio e limitare gli errori. Il russo a tratti in risposta è da togliere il fiato, tra recuperi tentacolari e passanti che lasciano di sasso il greco a rete. 

Il numero 3 al mondo continua a mettere in campo il suo schema di gioco asfissiante. Obiettivo far correre il greco. L’ateniese, numero 7 del ranking, fa fatica ma sembra reggere l’urto. 

Dalla panchina il consiglio di Apostolos è sempre il medesimo: prendere campo, avanzare e approcciare la rete.

Medvedev sembra viaggiare con il pilota automatico nei suoi turni di servizio, il greco al contrario deve tribolare maggiormente. È infatti il numero 7 al mondo a dover fronteggiare palla break ancora nel settimo gioco, così come avvenuto nel primo set. Sul 15-15 Tsitsipas prima commette un doppio fallo poi sbaglia malamente a rete. La fortuna è dalla parte del greco che sulla prima palla break si salva in maniera rocambolesca. Una palla colpita malamente diventa un vincente che toglie le castagne dal fuoco a Tsitsipas, che poi annulla la seconda a rete su un passante di Medvedev.

Si prosegue ad oltranza ma è ancora Tsitsipas a dover salvare un altra palla break, stavolta con servizio e dritto.

Si arriva al tie-break. Il gioco decisivo viaggia seguendo ai servizi, sino al 4-4 quando una delle rare discese a rete di Medvedev punisce il greco. Il russo, tuttavia, commette un sanguinoso doppio fallo che riequilibra la contesa. Il primo ad arrivare a set point è Medvedev che si trova a giocarlo in risposta. Tsitsipas si salva con la prima vincente ma poi due errori di dritto consegnano il set e il match al russo.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza2 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash3 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria5 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement