ATP Montecarlo: Sonego battuto da Humbert dopo una grande battaglia, Ruud aspetta il francese ai quarti

ATP

ATP Montecarlo: Sonego battuto da Humbert dopo una grande battaglia, Ruud aspetta il francese ai quarti

Lorenzo esce battuto dopo quasi 3 ore in un match conclusosi intorno alle 23. Il francese prende il comando a partire dalla metà del secondo set. Il norvegese strappazza Hurkacz

Pubblicato

il

 

Vuoi mettere alla prova le tue conoscenze tennistiche?

Mandaci il tuo pronostico

Partecipa a UBICONTEST, una sfida di pronostici sul tennis. Registrati a questo link

[8] C. Ruud b. [10] H. Hurkacz 6-4 6-2

Il match che chiude il programma sul Court Rainier III è quello che vedeva di fronte il norvegese Casper Ruud, numero 10 ATP, opposto al polacco Hubert Hurkacz, appena approdato al numero 8, suo best ranking dopo il successo in quel di Estoril.

Proprio la sfida tra il norvegese e il polacco doveva essere il piatto forte del Millennium Estoril Open, ma Ruud fu fermato in semifinale dallo spagnolo Martinez, permettendo a Hurkacz di conquistare il primo titolo su terra rossa in carriera.

La musica cambia in quel di Montecarlo con Ruud che piano piano certifica la sua superiorità sul mattone tritato per poi dilagare nel corso del secondo set contro un Hurkacz in balia degli eventi. Il polacco sbaglia molto con il dritto e il servizio che incidono ma non a sufficienza per fermare un solido Ruud. Il norvegese mette in campo la prestazione da grande regolarità che ama lottare sul rosso per dar fuoco al suo dritto. Pochi errori, zero palle break concesse e in meno di un’ora e quindici minuti l’accesso ai quarti di Casper Ruud è in ghiaccio.

Primo set: un solido Ruud abbatte le difese di Hurkacz

Il copione è abbastanza chiaro, Hurkacz spinge col servizio e nello scambio martella col dritto. Il polacco inizia in maniera quadrata e quando può scende a rete, portando su terra il gioco che gli regala tante fortune su superfici più veloci. Ruud gioca in maniera solida, consistente, cercando di muovere Hurkacz per poi portarlo all’errore. 
La prima palla break arriva nel quinto gioco grazie a qualche bella risposta di Ruud e alla maestria del norvegese nello sfinire il polacco quando si allunga lo scambio. A salvare Hurkacz, che gioca la palla che scotta con la seconda, è un fortunoso nastro che tramuta un normalissimo rovescio in punto vincente.
Tornato al servizio, nel settimo gioco, Hurkacz fatica a trovare la prima e questo permette a Ruud di portarsi vicino a palla break grazie a sue vincenti di dritto. Uno schiaffo sl volo spedito largo da Hurkacz consegna, pochi secondi dopo, due palle break al norvegese. Ruud fallisce la prima occasione ma passa sulla seconda. Infastidito dal nastro, Hurkacz perde le redini dello scambio e poi spedisce la palla fuori per il 4-3 Ruud 
Il norvegese consolida il break mentre Hurkacz sembra essere in difficoltà a livello tattico con il polacco che punta tutto sul servizio e sulle discese a rete. Ruud non trema e chiude 6-4. Un set chiuso entrambi con saldo positivo. 14 vincenti e 8 gratuiti per Hurkacz, 8 vincenti e solo due non forzati per Ruud. 

Secondo set: monologo Ruud che chiude al quinto match point

Anche il secondo set inizia in maniera complicata per Hurkacz. Il primo game, infatti, si gioca subito ai vantaggi. La palla scotta e nei momenti chiavi il norvegese c’è. Due righe di Ruud portano il norvegese a palla break. Il tentativo di fuga si realizza subito grazie a una comoda volée affondata a rete da Hurkacz.
Il polacco subisce l’energia del norvegese e solo due ace consecutivi permettono a Hurkacz di salvare due palle del doppio break. Hurkacz sembra non avere le forze per reggere lo scambio e corre subito a rete. I passanti di Ruud lo puniscono e si materializza il 3-0 pesante. Il norvegese controlla e vola sul 4-0 prima che Hurkacz con un game veloce al servizio cancelli la voce zero accanto al numero di giochi vinti nel secondo set.
Il match scivola via velocemente gli scambi scambi accorciano. Nel finale arriva il sussulto del polacco. Hurkacz arriva più volte vicino a capitolare. Con qualche sussulto Hurkacz annulla ben quattro match point, tre sul suo servizio e il quarto sul servizio di Ruud ma cede alla quinta occasione. Per Ruud è il dodicesimo quarto di finale in un Masters 1000, il secondo di questo 2024 dopo Indian Wells.


[14] U. Humbert b. [LL] L. Sonego 5-7 6-3 6-1 (Renato Nunziante)

PRIMO SET – Nel primo set i due riescono a sfruttare il loro ottimo servizio, giocando molte prime e chiudendo con il dritto “inside out”. Il set scorre molto velocemente senza nessuna palla break concessa dei due, tranne una palla break a testa, annullate con il servizio da entrambi. Sonego spinge con il dritto, e cerca di giocare back a fil di rete, che il francese non riesce molto spesso ad alzare dall’altro lato della rete. Sul 5-5 Humbert si trova a dover annullare 3 palle break da 0-40. Le prime due riesce tranquillamente a neutralizzarle col servizio, ma alla terza occasione il piemontese riesce ad allungare nel set portandosi 6-5. I tifosi supportano maggiormente l’italiano che chiude poi al secondo set point disponibile col servizio per 7-5.

SECONDO SET – È ancora l’italiano a spingere sull’acceleratore ad inizio set, costringendo sull’1-1 il suo avversario ad annullare una palla break prima di portarsi in vantaggio per 2-1. Sonego pareggia i conti grazie al suo servizio, mettendo pressione ad Humbert che va a servire sul 2-2.La pesantezza dei colpi del torinese inizia a farsi sentire e genera molti errori da parte del francese, che si ritrova improvvisamente sotto 0-40 nel game. Dopo 5 palle break concesse Humbert riesce a rialzare il game conducendo per 3-2. Sul 4-3 in favore del 25 enne di Metz, arrivano le prime difficoltà al servizio per Sonego, che cede il suo turno di servizio dopo aver annullato 3 palle break. Humbert tiene il servizio a 15 e porta a casa il set per 6-3, e per la terza volta nei match odierni si va al terzo set.

TERZO SET – Il francese trova continuità dopo il set appena conquistato, e riesce a far muovere molto il suo avversario durante gli scambi, sbagliando pochissimo. Nel primo game del set passa avanti dopo aver ottenuto un break ai vantaggi, che conferma poi mantenendo il game al servizio a 15. Sonego annulla 3 palle break sullo 0-2 e riesce a portare a casa il suo primo game nel set. Humbert continua a spingere con il dritto lungo linea con il quale diventa ingiocabile. Quest’ultimo riesce a raddoppiare i break di vantaggio, strappando il servizio a 30 al suo avversario. Sonego va a servire per rimanere nel match sull’1-5. Il piemontese sente la pressione del momento, e al primo match point dell’incontro non riesce a contrastare il dritto di Humbert, che porta a casa il match per 5-7 6-3 6-1 e strappa un pass per giocare i quarti contro Casper Ruud.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement