Jasmine Paolini spiega il suo momento d’oro: “Mi ispiro a Sinner. Sarà emozionante partecipare ai Giochi Olimpici”

evidenza

Jasmine Paolini spiega il suo momento d’oro: “Mi ispiro a Sinner. Sarà emozionante partecipare ai Giochi Olimpici”

“Guardiamo molto come gioca e colpisce Jannick” racconta Paolini prima del suo debutto al Mutua Madrid Open. “Credo di più in me stessa grazie al lavoro con coach Furlan” “

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2023 (foto Roberto dell'Olivo)

Una scalata fenomenale quella di Jasmine Paolini che – galvanizzata dal numero 2 al mondo Jannick Sinner – è riuscita a salire nella classifica WTA, raggiungendo la posizione numero 13 del ranking (il suo massimo in carriera). La tennista toscana sta scrivendo una pagina importante di storia del tennis italiani, e ha centrato questo magnifico traguardo dopo la vittoria nel torneo di Dubai tenutosi a febbraio. Si tratta del secondo torneo vinto in carriera e il primo 1000 in assoluto.

Come detto in precedenza, Paolini si ispira notevolmente a Sinner e – durante un’intervista a Gabriele Tassi per QS Sport, prima del torneo di Madrid – ha parlato del suo legame con il collega altoatesino e del suo tennis: “Guardiamo molto a come gioca e come colpisce la palla Sinner. Con Jannick ci siamo salutati poco fa, ma non serve che vi dica io quanto sia un ragazzo intelligente, educato e carismatico. È tale e quale a come sembra”.

Oltre Sinner, non poteva mancare ovviamente la domanda sul tennista che di più ha influito sul suo gioco, nonché il suo idolo da quando era bambina: “Sono cresciuta guardando le partite di Federer, è sempre stato il mio idolo”.

I miglioramenti sono stati enormi nell’ultimo periodo, tanto che – due mesi fa – è arrivato il grande successo a Dubai. Adesso però non c’è tempo per pensare al passato, è arrivato il turno della terra rossa:

Prima di quest’anno è sempre stata la ‘mia’ superficie, il terreno su cu sono nata. In questa stagione ho iniziato su quella indoor e molto particolare di Stoccarda, oggi a quella veloce sulle alture Madrid. Poi ci sarà Roma, per certi versi molto vicino come condizioni al Roland Garros. Spero di adattarmi molto in fretta: cercherò di lavorare più sul topspin e sul rinforzare le gambe”. Madrid è sicuramente un torneo importante, ma Roma ha un sapore speciale: “C’è grande attesa: sarà bello, emozionante, diverso, perché sarò testa di serie per la prima volta grazie al mio ranking. Sono curiosa di sapere come andrà, anche perché le tribune del Foro italico sono sempre piene di persone”.

Sabalenka, tennista numero 2 al mondo nel ranking, in un’intervista ha dichiarato che il tennis maschile è più bello di quello femminile. Secondo Paolini, il problema comunque rimane culturale: “La Wta sta facendo tanto per parificare i montepremi, e i tornei combined aiutano con la visibilità. Il nostro sport resta uno fra i più paritari, ma credo che il problema sia soprattutto culturale: ha fatto più rumore una Davis vinta che le 4 Fed Cup conquistate da Errani, Vinci & Co. Ma se serve che trionfino i maschi per far conoscere il tennis ai più ben venga”.

I risultati sono notevoli, sia a livello personale, ma anche in coppia con Sara Errani. Non poteva mancare la domanda sul rapporto con la tennista bolognese e ovviamente sull’Olimpiade di quest’estate:

“Mi trovo bene e imparo tanto, 5 Slam e numero 1 al mondo non si diventa per caso (ride, ndr). Lei ha tanti consigli per me e io cerco di assorbirli. Poi ci troviamo bene anche come persone. Mi aspetto un’emozione pazzesca: già a guardare la cerimonia in TV quasi mi sono commossa. Per me è l’evento sportivo per eccellenza”. Per concludere, una domanda su cosa l’ha aiutata a migliorarsi: Prima di tutto il lavoro con il mio coach Furlan: crescere tennistica mente mi ha portato a vincere più partite. La chiave fondamentale è scendere in campo e credere più in sé stessi, partita dopo partita: la fiducia ha davvero fatto la differenza”.

Lorenzo Celenza

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria6 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement