Wta Roma: Serena e Sharapova ok, Venus fuori. Bene la Radwanska

Senza categoria

Wta Roma: Serena e Sharapova ok, Venus fuori. Bene la Radwanska

Pubblicato

il

TENNIS WTA PREMIER 5 ROMA-Una solida Suarez Navarro estromette Venus Williams dal Foro Italico. Avanti invece Radwanska, tds numero 3 del torneo, e Stosur che ha la meglio sulla Vesnina. Ko anche la Stephens nel derby con la Lepchenko. Roberta Vinci al Kid’s Village.

Serena Williams b. Petkovic 6-2 6-2

Esordio convincente per Serena Williams agli Internazionali d’Italia: Andrea Petkovic racimola solo quattro game e si deve arrendere 6-2, 6-2. Si temeva di non vedere l’americana quest’anno al Foro Italico a causa del problema alla coscia sinistra rimediato a Madrid e ci si chiedeva in che condizioni fosse: la risposta è stata forte e chiara

 

Quando Serena entra in campo, il Centrale è semivuoto: dopo essere rimasti incollati ai loro seggiolini per più di due ore per il match di Federer, molti spettatori sono andati a rifocillarsi e a dare un’occhiata agli altri campi. Ma non manca un bell’appaluso all’ingresso in campo della numero 1 del mondo.

Il break a zero conquistato nel game d’apertura la dice tutta sulle intenzioni bellicose dell’americana. Sotto gli occhi di Patrick Mouratoglou, Serena prende subito il comando delle operazioni e obbliga la sua avversaria a macinare chilometri per rincorse molto spesso vane: il rovescio lungolinea con cui sigilla il 3-0 è di rara bellezza.

L’unico momento del primo set in cui la Williams non è implacabile si verifica al momento di servire sul 5-2: va sul 40-0 e si concede un doppio fallo e un errore di dritto prima di mandare il parziale in archivio, proprio mentre il sole si nasconde dietro alle nuvole.

“Dai Andrea!”, urla il pubblico che non lesina applausi d’incoraggiamento alla Petkovic, nella speranza di vedere una partita più combattuta. Serena però non è della stessa idea e con alcune risposte fulminanti inizia il secondo set come il primo: con un break in apertura. E quando sull’1-0 cambia campo dalla parte opposta rispetto al giudice di sedia, come d’abitudine, uno spettatore commenta: “Guardala, manco se va a riposà!”.

Avanti 3-0, l’americana si “riposa” un attimo cedendo la battuta; la Petkovic accorcia le distanze sul 3-2 e si carica. La Williams non si scompone, le strappa ancora il servizio e finisce alla grande con un ace. E conclude l’esibizione salutando i quattro angoli del campo, da consumata attrice.

——————————————-

Sharapova b. Puig 6-3 7-5

Buon debutto per Maria Sharapova, che si sbarazza 6-3 7-5 della portoricana Monica Puig. Non è stata una passeggiata per la russa, in svantaggio 0-2 nel primo set e 0-3 nel secondo, ma alla distanza ha prevalso la sua classe.

La Sharapova parte contratta, cede il servizio nel game d’apertura e la Puig vola in un lampo sul 2-0. Il match è caratterizzato da un estenuante braccio di ferro da fondocampo: la russa impiega qualche game a prendere le misure all’avversaria, poi inizia a occupare stabilmente il centro del ring e aggancia l’avversaria sul 2-2 sfruttando un rovescio in rete.

La portoricana, numero 60 del ranking mondiale, non intende recitare il ruolo della vittima sacrificale e si conquista due importanti palle break sul 3-3, ma non riesce a concretizzarle: sulla prima la Sharapova mette a segno un servizio vincente, sulla seconda la Puig affossa una risposta in rete.

E’ la svolta del set, perché nel game successivo si invertono le parti, con la differenza che la russa non si fa sfuggire l’occasione: ottiene il break e poco dopo chiude il primo parziale con il punteggio di 6-3, che le vale un bell’applauso del pubblico del Grandstand.

La strada sembra in discesa per la vincitrice di Madrid, invece la Puig non si dà per vinta e riparte in maniera aggressiva anche nel secondo set; la tattica funziona, perché Monica sfrutta ancora la lentezza della Sharapova a uscire dai blocchi e vola subito sul 3-0. Indietro 4-2, la russa si scuote e ottiene due palle break, ma la Puig la infila con due straordinari dritti. Ne arriva una terza, ed è quella buona: la portoricana non riesce a controllare un potente rovescio della russa e cede il servizio.

Equilibrio fino al 5-5, poi Maria preme sull’acceleratore e va 15-40 sul servizio della Puig: il successivo rovescio in rete della portoricana la manda a servire per il match. La Sharapova si procura un primo matchpoint, ma la Puig non si arrende e lo annulla con una potente risposta. Maria annulla due palle break con altrettanti ace e chiude 7-5 dopo una risposta sbagliata della tenace avversaria.

——————————-

Le altre sfide (Danilo Princiotto)

Fa notizia (ma non fa clamore) l’uscita di Venus Williams dal torneo, contro una specialista della superficie come la spagnola Suarez Navarro. La maggior solidità da fondo, ma soprattutto al servizio hanno fatto la differenza in un match in cui la statunitense ha commesso 6 doppi falli, concedendo il break all’avversaria ben 6 volte e non riuscendo a sopravanzare il 50% di prime palle in campo. Punteggio finale: 6-4 6-2 in un’ora e diciotto minuti.

Altrettanto poco combattuti sono stati i match della polacca Radwanska, testa di serie numero 3 del torneo che, ha liquidato in una partita già sulla carta con poco da raccontare, la lucky loser Ormaechea (6-3 6-2), e dell’australiana Stosur, che ha concesso solo 5 game alla Vesnina (6-2 6-3). Agnieska affronterà in ottavi la nostra Francesca Schiavone, in un match che (condizioni fisiche dell’azzurra permettendo) promette scintille. La Stosur invece avrà il probante compito di affrontare la cinese Li Na, contro cui può, però vantare uno score pari a 6 vittore in 6 partite giocate.

Prosegue l’ottimo momento della rumena, Simona Halep, che dopo la finale raggiunta a Madrid, cerca di riconfermare la semifinale ottenuta su questi campi, lo scorso anno. La numero 4 del seeding è stata costretta al terzo set da Madison Keys, che dopo un primo set vinto per 7 giochi a 5 si è spenta di fronte alla maggiore solidità di gioco dell’avversaria, racimolando solo un game in due set (5-7 6-0 6-1).

La prima vera sorpresa di giornata dalle donne, arriva dall’eliminazione della testa di serie numero 16, Sloane Stephens in maniera abbastanza netta, nel derby a stelle e strisce con Barbara Lepchenko. Sloane è apparsa tirata e nervosa, poco incisiva al servizio, con 5 doppi falli e una seconda troppo molle per iniziare lo scambio col vantaggio di servire. 6-2 6-2 il punteggio finale con la numero 49 del mondo molto più concentrata nei momenti clou della partita, come dimostra l’alta percentuale di palle break salvate (5/6)

Sul pezzo anche la serba Ana Ivanovic che, dopo un match combattuto riesce ad avere la meglio su Alize Cornet, vincendo il primo set per 7-6(1) al tie break e il secondo, con un break al fotofinish, 7-5. Al prossimo turno un interessantissimo match tra lei e la Sharapova.

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: Sinner rimonta Cilic! Italia-Croazia 1-1. Decide il doppio: Fognini/Sinner sfidano Mektic/Pavic

La diretta del primo quarto di finale della Coppa Davis by Rakuten dal Pala Alpitour di Torino

Pubblicato

il

Jannik Sinner e Fabio Fognini - Finale Coppa Davis Torino 2021 (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

23:41 – Pavic tiene la battuta nonostante un paio di ottime risposte di Sinner. 6-4 e in semifinale a Madrid va la Croazia.

23:36 – L’Italia ha avuto le chance per cercare il controbreak sul servizio di Mektic, ma a Fognini è mancata la lucidità in un paio di occasioni. Pavic servirà per la semifinale sul 5-4.

23:28 – Bruttissimo game da parte degli azzurri, i croati passano in vantaggio 4-3 e servizio.

 

23:16 – Azzurri ancora in difficoltà con Fognini in battuta (e Sinner a rete) ma si salvano, subito raggiunti dai croati sul 2 pari.

22:59 – Fognini e Sinner salvano cinque set point sulla battuta di Fabio, ma il quarto game perso da 40-15 con poca convinzione fa la differenza: 6-3 per Pavic/Mektic.

22:38 – Si comincia. Pavic, Sinner e Mektic tengono il primo turno servizio senza concedere palle break, ma con un paio di errori di Fabio e altrettante incertezze di Jannik a rete arriva il break: 3-1 Croazia.

21:38 – Altro break ed è 6-3: grandissimo Sinner che rimonta un Cilic per larghi tratti al suo livello migliore. Italia-Croazia 1-1. Siamo dove non avremmo mai voluto essere fino a poche ore fa e invece tiriamo un sospiro di sollievo prima di un doppio che i croati pensavano non sarebbe stato necessario.

21:32 – Jannik c’è, Cilic comincia a perdere lucidità: il break al settimo gioco è confermato, 5-3 per il ventenne di Sesto Pusteria.

21:24 – Jannik non è riuscito a confermare il break conquistato in apertura, il punteggio segue l’ordine di battuta, 3 pari.

20:56 – Quasi insperato un’ora fa, il tie-break arriva e sorride all’Italia: passantone di dritto in corsa di Jannik ed è terzo set.

20:34 – Sinner ci ha creduto, Cilic ha tremato: 5 pari!

20:29 – Salvato il 2-4 con servizio&dritto, Marin è tornato a giocare al meglio. Anche Sinner non scherza, il livello è davvero alto. L’equilibrio si rompe con due imperfezioni di Jannik che mandano Cilic sul 5-4 a servire per la semifinale.

20:02 – L’Italtennis tutta attendeva una vaga crepa nella sicumera ostentata da Cilic. Puntuale essa è arrivata e altrettanto puntuale è stato Sinner ad approfittarne: 2 pari.

19:47 – Cilic su una nuvola, strappa il servizio azzurro in apertura di secondo.

19:40 – Tra la vittoria di Gojo e il fortissimo doppio croato, un quasi deresponsabilizzato Cilic mantiene la partita sui propri binari e, nonostante il tentativo di reazione di Jannik, chiude il parziale 6-3.

19:18 – Primissimi giochi con Sinner superiore quando si entra nello scambio e Cilic falloso che fa valere il proprio servizio. Poi Marin aggiusta il tiro, brekka e consolida: 4-1 Croazia.

18:29 – Lorenzo non c’è e un altro brutto game evita a Gojo di andare a servire per chiudere. 6-2 e primo rubber alla Croazia.

18:25 – Gojo sente il momento, concede palle break tremolanti che poi salva bene. Lorenzo ancora insicuro. 5-2 Croazia.

18:10 – Brutto game di Sonego che cede la battuta. Gojo conferma con troppa facilità e sale 4-1. C’è da soffrire, ma prima bisogna ritrovare sicurezza nei colpi.

17:49 – Questa volta il doppio break arriva e il secondo set fila via liscio: 6-2 Italia, si va al terzo.

17:32 – Il set di vantaggio fa pensare troppo Gojo che piazza un doppio fallo sulla palla break. Non senza difficoltà, Lorenzo tiene per il 2-0.

17:14 – Tre gran giocate di Gojo e il primo set va alla Croazia.

17:06 – Sarà il tie-break a decidere l’esito del primo parziale.

16:58 – Gojo si è liberato della tensione iniziale, Sonego non capitalizza l’aver messo le mani sullo scambio del set. 5 pari, con equilibrio non solo nel punteggio.

16:41 – Sfumata la chance del doppio break, è invece l’azzurro a cedere la battuta, 4-3.

16:29 – Uno scambio durissimo e tre errori croati valgono il break per Sonego, che poi consolida senza problemi: 4-1 Italia.

16:00 – Nella giornata in cui la nazionale italiana gioca con il lutto al braccio per la scomparsa del Prof. Parra, da tanti anni nello staff medico azzurro, l’Italia tenta l’assalto alla semifinale trovando sulla sua strada la Croazia di Marin Cilic, Borna Gojo e del doppio n. 1 al mondo Mektic/Pavic. Si comincia con Lorenzo Sonego che sfida Borna Gojo.

Continua a leggere

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: Italia-Colombia 2-0, azzurri ai quarti

L’Italia può chiudere il discorso qualificazione questa sera al Pala Alpitour

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Finale Coppa Davis Torino 2021 (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

23:32 – Sinner chiude la pratica con un facile 6-0 e porta l’Italia ai quarti di finale. Si giocheranno sempre a Torino, lunedì
23:13 – Sinner avanti un break anche nel secondo set: 2-0
23:05 – Sinner chiude il primo set 7-5. Italia a un set dai quarti di finale
22:30 – Sinner avanti un break su Galan: 3-2 e servizio


21:50 – Sonego chiude il match: 6-7(5) 6-4 6-2.

21:40 – Sonego ha due break di vantaggio nel terzo set: 4-1 e servizio

21:15 – Sonego porta a casa il secondo set per 6-4 ma grande fatica contro Nicolas Mejia. Non si vedono i quasi 250 posti di differenza in classifica mondiale

 

20:35– Reazione Sonego che ottiene il break nel gioco d’apertura del secondo set

20:25 – Inizia in salita il percorso in questo secondo incontro per l’Italia. Nicolas Mejia (n. 275 ATP) conquista il primo set per 7-5 al tie-break dopo 1h11′ di gioco. La partita, inizialmente programmata per le 16, è iniziata con oltre tre ore di ritardo a causa del protrarsi dell’incontro tra Australia e Ungheria. Potrebbe essere una serata da ore piccole per tutti i presenti al Pala Alpitour

19:00 – Si stanno scaldando Lorenzo Sonego e Nicolas Mejia, primi singolaristi del tie fra Italia e Colombia in programma al Pala Alpitour di Torino. In caso di vittoria, gli azzurri staccheranno il biglietto per i quarti di finale. Nell’altro gruppo torinese, il D, l’Australia ha rimontato l’Ungheria con il punteggio di 2-1, tenendosi in vita nella competizione; i magiari affronteranno domani la Croazia, comunque già certa di finire davanti agli aussies.
Negli altri incontri della prima sessione, la Gran Bretagna ha sconfitto la Francia per 2-1, mentre il Kazakistan ha rimontato la Svezia. Entrambe saranno certe di passare il turno con una vittoria negli incontri di domani: la Gran Bretagna se la vedrà con la Cechia, il Kazakistan col Canada.
Per quanto riguarda il tie attualmente in fase di svolgimento a Madrid, Andrey Rublev ha portato in vantaggio la RTF battendo Quiroz dell’Equador per 6-3 4-6 6-1, mentre Medvedev è 3-0 e servizio su Gomez. A Innsbruck, invece, Dominik Koepfer ha battuto Filip Krajinovic 7-6(4) 6-4: vantaggio tedesco sulla Serbia, fra poco Novak Djokovic proverà a raddrizzare la situazione contro Jan-Lennard Struff

I TITOLI DI OGGI

Continua a leggere

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: FINALE Italia-USA 2-1, gli americani vincono il doppio

Aggiornamenti live dell’esordio della nazionale italiana nelle Finali di Coppa Davis 2021

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego

21:25 – Gli Stati Uniti vincono il doppio 7-6(5) 6-2 e conquistano un rubber che potrebbe essere utile per la qualificazione:

20:50 – Ram e Sock vincono il primo set al tie-break sulla coppia Fognini/Musetti

19:10Sinner chiude 6-2 6-0 senza alcun problema e dà all’Italia la vittoria

19:00 – Sinner è avanti 6-2 3-0 con due break su John Isner. Italia a un passo dal successo

 

18:43Sinner domina il primo set 6-2. Isner assolutamente fuori partita

18:25 – Il secondo singolare comincia ancora bene per l’Italia: break di Jannik Sinner nel terzo gioco contro John Isner

17:39 – Nella sua Torino, Lorenzo Sonego regala il vantaggio all’Italia contro gli USA! Batte Reilly Opelka 6-3 7-6(4) al termine di un match pressoché impeccabile, in cui ha commesso solo 3 errori non forzati (23 per Opelka) e ha concesso una sola palla break

17:30 – Con qualche punto di grande livello Sonego impatta 6-6: sarà tie-break per decidere il vincitore del secondo set. Il pubblico è ora entrato in partita

17:15 – La prima palla break del secondo set ce l’ha Lorenzo nel settimo game, ma manda lunga una risposta di rovescio. 4-3 Opelka

16:47 Sonego chiude 6-3 un ottimo primo set in cui ha commesso solo 2 errori non forzati e ha raccolto più di Opelka con la prima in campo

16:42 – Break Italia! Qualche incertezza a rete e un doppio fallo da parte di Opelka mandano Sonego sul 5-3

16:36 – Il dritto dell’americano inizia a far male. Sonego è costretto ad annullare palla break, tiene il servizio (4-3) e prova a scuotere il pubblico

16:26 – Senza che si veda l’ombra di una palla break, si rimane on-serve. 3-2 Sonego, Opelka ha messo in campo quasi l’80% di prime

16:09 – Inizia Italia – Stati Uniti con Lorenzo Sonego al servizio

15:55 – Al PalaAlpiTour di Torino inizia l’avventura della nazionale italiana di Filippo Volandri nelle Davis Cup by Rakuten Finals 2021. Le formazioni annunciate dai capitani hanno rispettato i pronostici della vigilia: i due “numeri due” saranno Lorenzo Sonego per l’Italia e Reilly Opelka per gli USA. A seguire ci sarà il secondo singolare tra i “numeri uno”: Jannik Sinner per gli azzurri e John Isner per la compagine di capitan Mardy Fish.

I TITOLI DI OGGI

Davis Cup, i tennisti vedono l’Italia favorita con gli USA. Io mica tanto, ma spero di sbagliarmi (Ubaldo Scanagatta)

Lleyton Hewitt si scaglia contro il trasloco della Coppa Davis ad Abu Dhabi: “Sarebbe la fine”

Davis Cup: la Croazia fa sul serio, Australia ko

“Una squadra”, la docuserie sulla Coppa Davis del 1976, verrà presentata al Film Festival di Torino

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement