Quell'incrocio speciale, ogni 4 anni (Rino Tommasi)

Rubriche

Quell’incrocio speciale, ogni 4 anni (Rino Tommasi)

Pubblicato

il

TENNIS – Rino ripercorre il suo rapporto privilegiato con il Mondiale di Calcio e il torneo di tennis più prestigioso del mondo, che si accavallano una volta ogni 4 anni. Una storia infinita che parte dal 1948 per arrivare fino ad oggi

Succede ogni quattro anni che Wimbledon coincida, giorno più, giorno meno, con i Mondiali di calcio. Non ho la presunzione di rappresentare almeno in senso statistico, un campione dell’italiano medio ma non credo di sbagliare di molto nel prevedere che un terzo degli italiani che attribuiscono la giusta importanza alle vicende dello sport divideranno le loro attenzioni ed il loro tempo televisivo tra i Mondiali di calcio ed il torneo di Wimbledon.

Nel 1950 avevo 16 anni ed avevo appena cominciato a giocare a tennis. E’ stato, purtroppo non ricambiato, amore a prima vista nel senso che il tennis ha rapidamente sostituito il calcio nella scala delle mie malattie sportive.

Non c’era ancora la televisione e briciole di Wimbledon mi giungevano solo attraverso i telegiornali ed i quotidiani.

Il calcio invece in TV c’era già arrivato in tempo per farmi soffrire il 4 a 0 che l’Inghilterra ci ha inflitto a Torino il 16 maggio 1948.  Di quella partita mi ha parlato non troppo volentieri Alberto Eliani che aveva avuto la sfortuna di giocarla.  Conclusa una onorevole carriera in serie A nella Triestina, nel Modena, nella Fiorentina, Eliani che aveva iniziato la carriera da ala sinistra

Era poi diventato l’allenatore della Sambenedettese la squadra di San Benedetto del Tronto che avrebbe poi giocato 20 campionati di serie B e dove ho vissuto 5 anni (1946-1951),

In mezzo 50 edizioni di Wimbledon, 9 Olimpiadi, 150 trasferte negli Stati Uniti, qualche premio, troppe ore di volo.

A Wimbledon sono andato per la prima volta nel 1968 e per l’ultima nel 2013, da Rod Laver a Rafael Nadal ma anche da Giampiero Boniperti a Francesco Totti.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement