ITF Futures: Travaglia fa ancora centro, quarto titolo stagionale

Senza categoria

ITF Futures: Travaglia fa ancora centro, quarto titolo stagionale

Pubblicato

il

 
 

TENNIS FUTURES – Panoramica sui tornei Futures disputati la scorsa settimana. A Busto Arsizio, Travaglia vince la finale tutta italiana con Marcora.

ITALIA F20 FUTURES – BUSTO ARSIZIO
Quarto titolo stagionale per Stefano Travaglia che va a segno nella terza edizione del Trofeo Fba Mitsubishi Autorex.
Il 22enne di Ascoli Piceno ha sconfitto in finale Roberto Marcora (tds due) al termine di un match molto combattuto e vinto con lo score finale di 6-2 4-6 6-4.
Travaglia, prima testa di serie e grande favorito della vigilia, raccoglie punti preziosi e si avvicina sempre di più verso la top 200.
Un pò di amarezza per lo sconfitto voglioso di trionfare nel club in cui è cresciuto ma comunque protagonista di un’altra buona settimana.
Piazzamento in semifinale per il belga De Greef (tds sei) e Luca Vanni (tds quattro).
Quarti di finale invece per Alberto Brizzi (tds cinque) sconfitto da Marcora e per Giulio Torroni bravo a superare la WC svizzera Maiga e l’austriaco Reuter (tds tre) prima di cedere a De Greef.

CANADA F3 FUTURES – RICHMOND
Sul cemento di Richmond il titolo è andato all’americano Denis Novikov che in finale ha superato in rimonta l’idolo di casa Filip Peliwo (tds uno).
Nocikov, accreditato della terza testa di serie ha disputato un ottimo torneo e per raggiungere la finale ha sconfitto nell’ordine Letcher, Stege, Santiago (tds otto) e De Voest (tds cinque).
Semifinale anche per l’australiano Benjamin Mitchell fermato da Peliwo mentre stop nei quarti per il canadese Bester (tds due) eliminato da De Voest.

 

FRANCIA F12 FUTURES – TOULON
Sulla terra outdoor di Toulon vince a sorpresa Enzo Couacaud. Il 19enne francese di origini mauritiane ha superato in finale il connazionale Constant Lestienne.
Grande torneo di Couacaud con ottime vittorie anche nei quarti sul favorito del torneo David Guez ed in semifinale su Lamasine (tds tre). Semaforo rosso all’esordio per Martin Vaisse (tds due) sconfitto dal finalista.
Semifinale invece per Gianni Mina (tds quattro) anche lui sconfitto da Lestienne.

GIAPPONE F8 FUTURES – SAPPORO
Sul cemento di casa secondo titolo della stagione per il giapponese Yoshihito Nishioka (tds due).
Il 18enne nipponico ha superato in finale il connazionale Yasutaka Uchiyama (tds uno) con lo score di 6-4 6-3. Semifinale per altri due giocatori giapponesi, Arata Onozawa (tds sette) e Yuuya Kibi (tds quattro).
Male il terzo favorito Takashi Saito sconfitto in due set all’esordio dal qualificato Sasai.
Da segnalare il successo nel torneo di doppio del sempreverde 37enne Takao Suzuki in coppia con l’amico Uchiyama.

OLANDA F3 FUTURES – BREDA
L’australiano Jason Kubler conferma ancora una volta la sua attitudine alla terra rossa e vince il suo secondo torneo stagionale sulla terra olandese di Breda.
In finale il ventiduenne di Brisbane ha sconfitto in finale il belga e grande favorito Kimmer Coppejans con lo score di 6-3 6-7 6-3.
Durissima anche la semifinale per Kubler vincitore solo al tiebreak decisivo sul belga De Loore (tds otto) dopo aver salvato anche un match point.
Semifinale per il redivivo francese Florent Serra costretto a tornare a giocare tornei futures dopo tanti risultati molto negativi. Male il brasiliano Ricardo Hocevar (tds due) sconfitto all’esordio dal connazionale Eduardo Dischinger.
Fuori all’esordio anche Claudio Fortuna sconfitto a sorpresa dal qualificato olandese Arends per 1-6 7-6 6-3.

SPAGNA F15 FUTURES – PALMA DEL RIO
Eduardo Stryvay (tds sette) si aggiudica il future sul cemento di Palma Del Rio. Il colombiano ha superato in finale in due set il bielorusso Egor Gerasimov (tds tre).
Struvay ha approfittato di un discreto tabellone e dopo due turni abbastanza agevoli ha fermato nei quarti la corsa dell’indiano Ramkur Ramanathan (tds quattro) ed in semifinale del giovane spagnolo David Perez Sanz, giustiziere negli ottavi del belga Niels Desein (tds uno).
Subito fuori Erik Crepaldi sconfitto da Ramanathan con lo score di 6-4 7-6 sprecando molte occasioni nel secondo set.

USA F17 FUTURES – OKLAHOMA CITY, OK
Terzo titolo stagionale per il giovanissimo Jared Donaldson. Il 17enne americano, accreditato della sesta testa di serie, ha superato in finale in due set comodi l’australiano Andre Harris.
Piazzamento in semifinale per l’americano Raymond Sarmiento (giustiziere del primo favorito Jarmere Jenkins negli ottavi) e per l’ecuadoregno Gonzalo Escobar (tds otto).
Quarti di finale per il bielorusso Dimitar Kutrovsky (tds due) e per l’americano Dennis Nevolo (tds cinque), fuori all’esordio invece l’indiano Sanam Singh (tds tre).

USA F18 FUTURES – ROCHESTER, NY
Doppio future negli Stati Uniti questa settimana ed a Rochester il titolo è andato all’idolo di casa Connor Smith che ha superato in finale in due comodi set il connazionale Jean-Yves Aubone (tds sei).
Ottimo torneo per Smith che ha battuto all’esordio Mitchell Frank (tds otto) e soprattutto nei quarti il grande favorito della viglia Liam Broady. Semifinale per l’argentino Facundo Mena (tds tre) e per la WC di casa Ryan Shane.
Successo anche nel doppio per Smith in coppia con l’amico connazionale Daniel Nguyen.

ARGENTINA F8 FUTURES – VILLA DEL DIQUE
Tomas Lipovsek Puches profeta in patria. L’argentino, accreditato della terza testa di serie del seeding, ha sconfitto in finale il connazionale e grande favorito della viglia Patricio Heras dopo tre durissimi set.
Per il ragazzo di Buenos Aires si tratta del primo titolo della stagione e quarto della carriera.
Piazzamento in semifinale per altri due giocatori sudamericani, l’argentino Juan Pablo Paz (tds otto) ed il brasiliano Caio Zampieri (tds cinque).
Quest’ultimo ha fermato nei quarti di finale la corsa dell’idolo di casa Diego Hidalgo (tds due).

AUSTRIA F1 FUTURES – SEEFELD
Daniel Lustig vince in Austria. Il tennista ceco ha superato in finale Riccardo Bellotti con un doppio 6-2. Per il ceco, partito dalle qualificazioni, si tratta del primo titolo stagionale e quarto della carriera.
Lustig ha impressionato sin da subito eliminando all’esordio lo svedese Markus Eriksson (tds due). Buon torneo anche per Bellotti che finalmente torna a raccogliere punti dopo un periodo abbastanza negativo.
Piazzamento in semifinale per gli austriaci Bastian Trinker, eliminato dal vincitore, e per Pascal Brunner.

BELGIO F4 FUTURES – HAVRE
Yannik Vandenbulcke ha fatto suo il primo titolo della stagione e terzo della carriera sulla terra di Havre.
Il 23enne ha fermato in finale la corsa verso il titolo dell’idolo di casa Julien Dubail.
Piazzamento in semifinale per il tedesco Mats Moraing e per il portoghese Frederico Ferreira Silva (tds quattro).
Male i primi due favoriti del seeding: fuori negli ottavi lo spagnolo Marc Giner uscito per mano del vincitore, semaforo rosso all’esordio invece per il monegasco Romain Arneodo eliminato dal finalista.

BULGARIA F3 FUTURES – STARA ZAGORA
Mathias Bourgue, accreditato della prima testa di serie, ha rispettato i favori del pronostico ed ha fatto suo il torneo.
Il francese ha sconfitto in finale il bulgaro Alexander Lazov (tds quattro) con il punteggio di 6-4 6-3.
Semifinale a sorpresa per il tedesco Pirmin Haenle, giustiziere all’esordio dell’idolo di casa Dimitar Kuzmanov (tds tre) e negli ottavi di Francesco Garzelli, e per il francese Cedrick Commin.
Oltre Garzelli presenti in Bulgaria altri due azzurri: quarti di finale sia per Edoardo Eremin (tds cinque) sconfitto da Lazov sia per Omar Giacalone (tds otto) eliminato dal vincitore.
Finale amara nel torneo di doppio per Garzelli che in coppia con il russo Igoshin ha ceduto al duo tedesco Haenle/Mies.

KAZAKHSTAN F8 FUTURES – ASTANA
L’uzbeko Temur Ismailov si aggiudica il torneo di Astana. Ismailov in finale ha superato il bielorusso Yaraslau Shyla (tds tre) in due set e per lui si tratta del primo sigillo della carriera.
Piazzamento in semifinale per il giovane del Kyrgyzstan Daniiar Duldaev (tds sei) e per il qualificato georgiano George Tsivadze.
Male l’idolo di casa Denis Yevseyev (tds due) sconfitto negli ottavi di finale dall’uzbeko Danjar Fayziev.

KOREA F7 FUTURES – GIMCHEON
Il koreano Cheong-Eui Kim supera il giapponese Yusuke Watanuki (tds tre) e si aggiudica il titolo. Finale sena storia che ha visto Kim (tds uno) uscire vincitore grazie ad un netto 6-3 6-4.
Piazzamento in semifinale per il giapponese Kaichi Uchida e per la WC di casa Ji Hoon Son. Fuori a sorpresa negli ottavi l’americano Evan Song sconfitto dal modesto koreano Noh. Male anche il giocatore di Taipei Jui-Chen Hung (tds quattro) subito fuori al primo turno.

POLANIA F4 FUTURES – WROCLAW
Il titolo se lo aggiudica a sorpresa Jan Satral che ha sconfitto in finale il tedesco Maximilian Marterer. Per il ceco si tratta del primo titolo stagionale e terzo della carriera.
Semifinale per il primo favorito del seeding Adrian Sikora fermato dal finalista e per l’idolo di casa Marcin Gawron.
Subito fuori tre favoriti: i cechi Konecny e Jebavy (tds tre) sono stati eliminati rispettivamente dal ceco Lustyk e dal polacco Panfil mentre il cileno Saavedra Corvalan (tds quattro) ha ceduto al connazionale Malla.

MESSICO F7 FUTURES – QUINTANA ROO
Matias Sborowitz ha fatto suo il primo titolo della carriera sulla terra messicana di Quintana Roo.
Il ventenne cileno di Santiago ha fermato in finale la corsa verso il titolo dell’idolo di casa Tigre Hank (tds cinque). Bravissimo Sborowitz soprattutto nei quarti di finale nell’estromettere il venezuelano e primo favorito del seeding Luis David Martinez.
Piazzamento in semifinale per Christopher Diaz Figueroa (tds tre) del Guatemala e per il redivivo ecuadoregno Julio Cesar Campozano (tds otto). Subito fuori il colombiano Quintero (tds due).

ROMANIA F5 FUTURES – SIBIU
Quarto titolo della stagione per Victor Crivoi che sulla terra di casa ha sconfitto in finale il connazionale Vasile Antonescu per 6-4 1-6 6-4.
Fino alla fine facile il cammino di Crivoi che ha battuto nell’ordine Sabau, Szekely, Ignat e Ciumac. Semifinale anche per il ceco Domink Suc (tds otto) eliminato dal finalista.
Molto male il rumeno e secondo favorito del seeding Teodor Dacian Craciun eliminato nettamente dal francese Forcin.

THAILANDIA F7 FUTURES – BANGKOK
Torna a vincere un titolo ITF a distanza di tre anni l’australiano Dayne Kelly. Il 23enne aussie ha sconfitto in finale l’indonesiano Christopher Runkgat (tds cinque) grazie a due tiebreak.
Semifinale per il thailandese Pruchya Isarow e per il francese Yannick Jankovits (tds due). Fuori negli ottavi l’indiano Vishnu Vardhan (tds uno) fermato dal modesto giapponese Ko Suzuki.

SERBIA F3 FUTURES – SABAC
Ennesimo titolo stagionale per il giovanissimo Pedja Krstin. Sulla terra di casa il serbo, accreditato della prima testa di serie, ha sconfitto solo al tiebreak decisivo il cileno Nicolas Jarry (tds quattro).
Piazzamento in semifinale per il serbo Miljan Zekic (tds tre) e per lo slovacco Adrian Partl (tds otto). Quarti di finale per il redivivo ungherese Attila Balasz sconfitto da Krstin in tre set.
Subito fuori invece il serbo Miki Jankovic (tds due) fermato dal connazionale Ivan Bjelica.

TURCHIA F22 FUTURES – ISTANBUL
Sul cemento di Istanbul a trionfare è Aldin Sektic. Il bosniaco ha rispettato i favori del pronostico che lo vedevano come primo grande favorito del torneo ed ha sconfitto in finale l’idolo di casa Baris Erguden in tre set.
Ottimo torneo per il vincitore che fa così suo il secondo titolo della stagione. Gran torneo anche del finalista con ottime vittorie nei quarti sull’irlandese Sam Barry (tds due) ed in semifinale sul francese Jules Marie (tds tre).
Semifinale anche per il francese Remi Boutillier (tds cinque) giustiziere all’esordio del qualificato azzurro Antonio Terzo.

UCRAINA F9 FUTURES – PETROVSKE VILLAGE
Quinto titolo stagionale per Denys Molchanov che ha superato in finale in due set il francese Sebastien Boltz (tds sei). Per l’ucraino primo favorito del seeding tutto abbastanza semplice con un solo set perso in semifinale contro il connazionale Badanov, quarta testa di serie e giustiziere in tre set negli ottavi di finale di Matteo Marfia.
Semifinale anche per lo spagnolo Jaime Pulgar Garcia (tds tre) sconfitto dal vincitore. Sconfitta negli ottavi per il secondo favorito del seeding Manafov e per la WC Sergei Bubka fermato dal vincitore.
Bubka in coppia proprio con Molchanov si è però rifatto nel doppio dove ha portato a casa il titolo.

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Medvedev e le 250 vittorie ATP. Quanto tempo ci hanno messo Nadal, Djokovic e Federer?

Il n. 1 del mondo Daniil Medvedev ha completato 1/4 del lavoro per entrare nel “Club dei 1000”. Vediamo a che età l’hanno fatto i Big 3 e Zverev

Pubblicato

il

Daniil Medvedev - US Open 2021 (Pete Staples/USTA)

Questa settimana, Daniil Medvedev ha raggiunto un piccolo traguardo. “Piccolo” considerando che Daniil è attualmente il numero 1 del mondo ed è stato il primo e finora unico della sua generazione a vincere uno Slam. Tuttavia, il non particolarmente prestigioso successo sul n. 224 Rinky Hijikata a Los Cabos è stato il 250° nel Tour maggiore. 250 vittorie significa (per noi, lui probabilmente non ci pensa) che è a un quarto del percorso per entrare in quel “Club delle 1000 vittorie” del quale fanno parte solo cinque tennisti nell’era open: Connors, Federer, Lendl, Nadal e pochi mesi Djokovic (qui l’approfondimento di Ferruccio Roberti sul traguardo raggiunto dal serbo).

Dal momento che da una quindicina d’anni a questa parte nessun tennista può godersi un bel risultato senza che qualcuno rimarchi che almeno uno tra Roger, Rafa e Nole lo aveva già fatto da tempo e pure meglio (?), non vediamo il motivo per non essere noi, stavolta, quel qualcuno. Andiamo allora a vedere a che età ciascun componente del Big3 ha raggiunto le 250 vittorie ATP, tenendo presente che Medvedev ha 26 anni e quasi sei mesi (manca una settimana).

Novak Djokovic ha raggiunto le 250 vittorie durante il Masters 1000 di Shanghai del 2009, quindi all’età di 22 anni e 5 mesi.

 

Anche Rafael Nadal ci è arrivato in ottobre e in un Masters 1000, però quello di Bercy nel 2007, a 21 anni 5 mesi.

Per quanto riguarda Roger Federer, ha fatto 250 a Dubai nel marzo 2004, dunque alla veneranda età di 22 anni e 7 mesi, il più lento dei Tre.

Parlando invece dei giocatori che rientrano nella sua generazione, Alexander Zverev ci è arrivato nel 2020 anche lui nel torneo novembrino di Bercy, a 23 anni e 6 mesi; mentre ora è a 339. Per dare un’ulteriore riscontro, Stefanos Tsitsipas è a 230 successi a 23 anni precisi.

Questo ci insegna due cose che peraltro già sapevamo. La prima è che i paragoni con il Big 3 non si dovrebbero fare; la seconda è che, però, sono sempre divertenti. L’importante è che quello che arriva in ritardo di quattro anni non ci rimugini su troppo…

Il tabellone completo dell’ATP 250 di Los Cabos

Continua a leggere

Senza categoria

Torna Ubitennis Twitter Space per discutere della stagione nordamericana e dello sport USA in generale

Appuntamento sull’account Twitter di Ubitennis mercoledì 27 luglio alle ore 20

Pubblicato

il

Logo Twitter

Mercoledì 27 luglio alle ore 20 circa tornerà l’appuntamento con il Twitter Space di Ubitennis, lo spazio che consente ai lettori di interagire discutendo degli argomenti di attualità e non solo del circuito tennistico.

I nostri Vanni Gibertini e Marco Lorenzoni, oltre a toccare i punti caldi dell’attualità, introdurranno la stagione nordamericana del circuito tennistico parlando della differenza tra il modo di vivere gli eventi sportivi del pubblico statunitense e di quello che invece succede in Europa. Partendo dal punto di vista privilegiato di chi può osservare lo sport americano da vicino, Marco e Vanni faranno le loro valutazioni rispondendo alle eventuali domande degli ascoltatori.

Per partecipare al Twitter Space di Ubitennis bisogna avere un proprio profilo Twitter ed essere folllower di Ubitennis (@Ubitennis). Quando lo spazio verrà aperto, mercoledì 27 luglio alle 20 circa riceverete una notifica che vi permetterà di entrare nello spazio di discussione. Sarà necessario collegarsi con uno smartphone o con un tablet per poter partecipare alla sessione.

 

Continua a leggere

Flash

Ubaldo Scanagatta a Radio Sportiva: “Ci sono tre italiani in corsa per le ATP Finals di Torino”

Il Direttore Scanagatta in diretta radio parla del trionfo di Musetti, di Alcaraz battuto da tre italiani quest’anno e della situazione in classifica degli azzurri

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Amburgo 2022 (foto Twitter @ATPTour_ES)

Dopo la splendida vittoria di Lorenzo Musetti al Hamburg European Open di Amburgo, il Direttore di Ubitennis Ubaldo Scanagatta parla della giornata del tennis italiano parlando anche delle partite di Matteo Berrettini a Gstaad e Lucia Bronzetti a Palermo.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement