Challenger Cortina: Starace e Volandri al secondo turno

Flash

Challenger Cortina: Starace e Volandri al secondo turno

Pubblicato

il

TENNIS – Volandri batte in rimonta Clezar al Challenger di Cortina d’Ampezzo. Bene anche Potito Starace, Alessandro Giannessi e Roberto Marcora che batte Napolitano in tre set. Fuori Coric, battuto da Gimeno-Traver, testa di serie numero uno.
Filippo Volandri completa la rimonta e accede al secondo turno degli Internazionali di Cortina d’Ampezzo. Il livornese ha rimontato il brasiliano Clezar, che aveva vinto nettamente il primo set per 6-2 ma ha ceduto 6-3 al quinto. Molto bene tutti gli italiani impegnati ieri: oltre a Volandri avanti anche Starace, che ha battuto agevolemente Ramirez-Hidalgom mentre Giannessi e Marcora sono usciti vincenti dal derby che il tabellone gli ha proposto. Giannessi ha battuto la wild-card Trusendi 6-3 3-6 6-3 mentre Marcora ha perso il primo set al tie-break ma ha vinto piuttosto nettamente il secondo e il terzo parziale, confermando il buon momento di forma (ha giocato la prima semifinale challenger una settimana fa). Da registrare la sconfitta di Borna Coric: il giovane croato ha avuto la sfortuna di pescare la testa di serie numero 1, Daniel Gimeno-Traver, numero 93 del mondo. Lo spagnolo ha vinto un combattuto primo set per poi dilagare nel secondo.
RISULTATI DI GIORNATA

Tabellone principale, primo turno: F. Volandri (ITA) [5] b. G. Clezar (BRA) 2-6 7-6(5) 6-3, Y. Reuter (BEL) b. T. Androic (CRO) 6-7(2) 6-3 6-0, M. Bachinger (GER) b. A. Beck (GER) [4] – 6-4 6-2, A. Setkic (BIH) b. R. Dutra Silva (BRA) 7-5 7-6(5), P. Starace (ITA) b. R. Ramirez-Hidalgo (ESP) 6-3 6-4, F. Krajinovic (SRB) [7] b. G. Rufin (FRA) [Q] 7-5 7-6(5), N. Basilashvili (GEO) b. I. Cervantes (ESP) 7-6(4) 5-7 7-5, A. Giannessi (ITA) b. W. Trusendi (ITA) [WC] 6-3 3-6 6-3, R. Marcora (ITA) b. S. Napolitano (ITA) [WC] 6-7(3) 6-2 6-3, D. Gimeno-Traver (ESP) [1] b. B. Coric (CRO) 7-5 6-1.

Rinviate a domani: R. Rodriguez-Pace (VEN) – B. Pashanski (SRB) [LL], P. Fanucci (ITA) [Q] – P. Krstin (SRB), V. Troicki (SRB) [Q] – V. Hanescu (ROU) [6], R. Machado (POR) – A. Virgili (ITA) [Q].

Continua a leggere
Commenti

Flash

Coppa Davis, il programma completo delle sfide: Italia in campo lunedì e mercoledì

Subito dopo il Masters si vola a Madrid alla conquista dell’insalatiera. Gli azzurri, impegnati nel gruppo F, sfideranno prima il Canada e poi gli Stati Uniti

Pubblicato

il

Coppa Davis (foto via Twitter, @DavisCup)

Con la cerimonia di apertura alle 14:30 di lunedì 18 novembre, partirà ufficialmente la prima edizione della Coppa Davis targata Kosmos. Nella Caja Magica di Madrid diciotto squadre si sfideranno secondo la nuova formula della competizione per provare ad alzare l’insalatiera. A pochi giorni dall’inizio dell’evento sono stati comunicati gli orari di gioco: le partite saranno giocate su tre campi secondo la divisione tra sessione diurna (inizio alle ore 11) e sessione serale (inizio ore 18). Tre i match da disputare per decretare il vincitore della sfida, due di singolare (prima tra i numeri due della nazione e poi tra i numeri uno) e uno di doppio.

La fase a eliminazione diretta inizierà giovedì sera con il primo quarto di finale e proseguirà nelle stesse fasce orarie fino a sabato, il giorno delle semifinali. La finale è in programma alle ore 16 di domenica 24 novembre. L’Italia (sorteggiata nel gruppo F) scenderà in campo nella prima giornata alle ore 16 contro il Canada sul campo 2, riposerà martedì 19 e tornerà a giocare mercoledì nella sessione serale contro gli Stati Uniti, sempre sul campo 2. Ecco il programma completo delle sfide.

Lunedì 18 novembre

SESSIONE SERALE
Centre Court, ore 16
 – Croazia vs Russia
Stadium 2, ore 16 – Canada vs ITALIA
Stadium 3, ore 16 – Belgio vs Colombia

Martedì 19 novembre

SESSIONE DIURNA 
Centre Court, ore 11 – Argentina vs Cile
Stadium 2, ore 11 – Francia vs Giappone
Stadium 3, ore 11 – Kazakistan vs Olanda

SESSIONE SERALE
Centre Court, ore 18 – Spagna vs Russia
Stadium 2, ore 18 – Stati Uniti vs Canada
Stadium 3, ore 18 – Australia vs Colombia

Mercoledì 20 novembre

SESSIONE DIURNA
Centre Court, ore 11 – Argentina vs Germania
Stadium 2, ore 11 – Serbia vs Giappone
Stadium 3, ore 11 – Gran Bretagna vs Olanda

SESSIONE SERALE
Centre Court, ore 18 – Croazia vs Spagna
Stadium 2, ore 18 – Stati Uniti vs ITALIA 
Stadium 3, ore 18 – Belgio vs Australia 

Giovedì 21 novembre

SESSIONE DIURNA
Centre Court, ore 11 – Francia vs Serbia
Stadium 2, ore 11 – Germania vs Cile
Stadium 3, ore 11 – Gran Bretagna vs Kazakistan

SESSIONE SERALE
Centre Court, ore 18 – quarti: vincitore Gruppo D vs vincitore Gruppo F

Venerdì 22 novembre

SESSIONE DIURNA
Centre Court, ore 11 – quarti: vincitore Gruppo A vs una migliore seconda

SESSIONE SERALE
Centre Court, ore 18 – quarti: vincitore Gruppo B vs altra migliore seconda
Stadium 2, ore 18 – quarti: vincitore Gruppo E vs vincitore Gruppo C

Sabato 23 novembre

SESSIONE DIURNA
Centre Court, ore 11 – semifinale (parte alta del tabellone)

SESSIONE SERALE 
Centre Court, ore 18 – semifinale (parte bassa del tabellone)

Domenica 24 novembre

Centre Court, ore 16 – finale

Continua a leggere

Flash

L’Italia brilla a Ortisei con Musetti e Sinner

Due facili vittorie in due set trascinano i due Next Gen italiani ai quarti di finale del torneo altoatesino

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - ATP Challenger Ortisei 2019 (foto Felice Calabrò)

MUSETTI CHIAMA… – Lorenzo Musetti non si ferma più e ottiene la tredicesima vittoria di fila: il nativo di Carrara, dopo i due successi ITF ad Antalya, vince tre belle partite ad Ortisei e approda al secondo quarto di finale in carriera a livello Challenger. Lorenzo ha dimostrato di trovarsi molto a suo agio sui veloci campi indoor del torneo altoatesino, adottando una tattica di gioco più aggressiva e facendo notare dei buoni miglioramenti al servizio. Dopo aver sconfitto Hassan al primo turno, Musetti ha vinto il derby con Mager in due set e poi ha lasciato appena quattro giochi a Zapata Miralles, quattordicesima testa di serie. Adesso ad attenderlo ci sarà il forte austriaco Sebastian Ofner, che ha vinto al tie break del terzo set un lottatissimo derby col connazionale Novak.

Jannik Sinner – ATP Challenger Ortisei 2019 (foto Marco Corriero)

… SINNER RISPONDE – Non si vuole fermare neanche Jannik Sinner che con tantissima umiltà, dopo l’eclatante successo alle Next Gen Finals, è sceso in campo ad Ortisei col massimo delle motivazioni raggiungendo i quarti di finale senza perdere nessun set contro Miedler e Marcora, che in precedenza aveva estromesso l’altro giovane azzurro Zeppieri. Jannik, come più volte ripetuto da Piatti, ha il solo obiettivo di giocare il maggior numero possibile di partite di alto livello e questo dal 2020 sarà ancora più probabile dato che il ranking del giovane pusterese è sempre più in ascesa. Con questi due successi infatti Sinner è già virtualmente numero 91 del ranking ATP, ma certamente non si vuole fermare qui. Federico Gaio, suo prossimo avversario, è avvisato.

Continua a leggere

Flash

Contro Nadal non perdono solo gli avversari, ma la stessa (inerme) sconfitta

“Nadal, anche lontano dalla sua amata terra, è l’unico tennista che sa accettare la propria sconfitta, ma la combatte senza mai agevolarla”

Pubblicato

il

Rafael Nadal a Parigi-Bercy 2019 (foto Twitter @RolexPMasters)

La sconfitta di Djokovic ha consegnato a Nadal la certezza di chiudere la stagione da numero uno del mondo. Ma ben prima di poter sfruttare il favore del rivale Federer, lo spagnolo si era messo nelle condizioni di continuare a lottare – per la leadership in classifica e per il torneo in corso a Londra – riprendendo per i capelli una partita praticamente persa contro Medvedev, avanti 5-1 nel terzo set e quindi in procinto di prendersi la rivincita della grande finale di New York. Ci piace pensare che quel rifiuto ostinato della sconfitta sia il simbolo principale di questa ennesima impresa di Rafa, che dopo le stagioni 2008, 2010, 2013 e 2017 chiuderà per la quinta volta in carriera in testa al ranking.

Questo breve scritto, a metà tra prosa e poesia, celebra proprio l’insperata rimonta contro Medvedev.


Quasi annegato in una lago di plumbea atonia in una notte senza luna, senza più alcuna fiducia nei colpi che l’han reso quasi immortale, spento e quasi pronto alle lacrime sotto la doccia, Rafa riesce a salvare un match point, impedendo al giovane e impetuoso avversario russo di chiudere rapidamente la partita. Sotto cinque a uno al terzo set, aggrappato alla scialuppa dell’orgoglio che solo i campioni sanno pilotare, lo spagnolo allunga progressivamente le traiettorie, trova la forza di spingere e confonde il rivale, che inizia a girarsi verso il suo incolpevole angolo, complimentandosi ironicamente per il lavoro svolto.

Spinto anche dal pubblico, sempre grato per lo spettacolo offerto in tanti anni da un eroe ormai stanco e sposato, Rafa ribalta la situazione, centra un filotto infinito di punti e si porta sul sei a cinque tra lo stupore di tutti gli astanti. Con la forza propria solo del combattente russo, che mai s’arrese al peggior nemico, nemmeno quando stritolato in una morsa letale, memore del valore dei suoi avi a Stalingrado, Medvedev s’affida alla violenza e precisione del suo servizio per pareggiare i conti: il tie break risolverà l’incontro. Alzano entrambi il loro livello, ciascuno spremendo il proprio cuore oltre il possibile per non soccombere dopo la strenua lotta: la tensione gioca un brutto scherzo al russo ed il campione spagnolo, dopo aver sfiorato le fiamme dell’inferno, trova l’ennesima vittoria in rimonta dopo quasi tre ore di gioco. Nadal, anche lontano dalla sua amata terra, è l’unico tennista che sa accettare la propria sconfitta, ma la combatte senza mai agevolarla: contro di lui, a perdere quasi sempre non è solo il rivale di turno, ma la stessa inerme sconfitta.

 

Si ringrazia Marcos (ex collaboratore ai tempi del blog ‘Servizi Vincenti’)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement