La collezione di SABR di Roger Federer agli Us Open 2015

Video

La collezione di SABR di Roger Federer agli Us Open 2015

Una veloce analisi tecnica e tutte le SABR con cui Federer ha deliziato il pubblico di Flushing Meadows

Pubblicato

il

Roger Federer - F US Open 2015 (foto di Art Seitz)
Continua a leggere
Commenti

Flash

Il dritto di Nadal è ‘on fire’ ad Acapulco

Nella vittoria in due set contro Kecmanovic, fioccano gli straordinari vincenti del mancino spagnolo

Pubblicato

il

Rafa Nadal - Acapulco 2020 (via Twitter, @AbiertoTelcel)

Spaventoso. L’aggettivo che più s’addice a quello che Rafa Nadal ha fatto vedere con il suo dritto nel secondo round dell’ATP di Acapulco. Durante il match vinto per 6-2 7-5 contro Miomir Kecmanovic, lo spagnolo si è esibito in una serie di soluzioni straordinarie: in controbalzo, in corsa, passante all’avversario a rete e per finire in risposta a uno smash, un colpo che Nadal ha dimostrato in tante altre occasioni di saper giocare, ma ogni volta che gli riesce è sempre uno spettacolo. Soonwoo Kwon, sudcoreano che ha dimostrato di essere in ottima forma nelle ultime settimane, sarà il suo prossimo avversario.

Continua a leggere

Flash

Jaziri spera di non giocare con Djokovic… e lo trova

Jaziri si lamenta bonariamente di pescare solo numeri 1 a Dubai… e l’urna lo accoppia con Nole

Pubblicato

il

Simpatico siparietto quello avvenuto a Dubai durante la presentazione dei sorteggi. Il tunisino Malek Jaziri, wild card, aveva infatti scherzato prima del sorteggio con i presenti in sala. “Spero che quest’anno il sorteggio sia benevolo con me. Di solito gioco sempre con teste di serie qui, ho giocato con Roger, ho giocato con Djokovic...”.

E con chi è stato sorteggiato il tennista tunisino? Proprio contro Novak Djokovic, causando le grasse risate dei tennisti in sala e ridendo egli stesso, anche se in modo agrodolce.

Continua a leggere

Flash

Nadal crea il giocatore perfetto: il dritto di Federer e il rovescio di Djokovic. Di suo che ci mette?

Per costruire il tennista ideale, Rafa prende in prestito da Roger non solo il dritto. Condizione fisica, servizio e mentalità. Tutte le scelte di Nadal

Pubblicato

il

Rafa Nadal - ATP Cup 2020 (via Twitter, ATPCup)

La principale testata sportiva della zona medio-orientale e nord-africana Sport360 ha colto l’occasione, in una video-intervista, per chiedere a Rafael Nadal di costruire il suo giocatore ideale. Un paio di anni fa Andy Murray rispose allo stesso quesito e si trovano molte somiglianze con le scelte fatte dal suo collega maiorchino, in primis per quel che riguarda dritto e rovescio.

Nadal fa subito il nome del numero 1 mondiale Novak Djokovic parlando a proposito del rovescio: “Può sia difendere che attaccare molto bene, molto vicino alle linee, in pratica ha tutte le opzioni possibili”. Discorso simile fatto nei confronti del dritto di Roger Federer: “Lui è capace di colpire la palla con molto anticipo, di creare vincenti da tutte le parti, e gioca sia piatto che con rotazione”. Alla domanda sul servizio si lascia andare in un piccolo sorrisetto e il nome che fa è quello di Ivo Karlovic. “Il problema con Ivo è che quando serve bene, e gli capita quasi ogni giorno della sua vita, è quasi impossibile rispondere con la palline che vanno lontanissimo. È come un rigore nel calcio ma ancora più difficile“.

Dopo gli aspetti prettamente tennistici la conversazione si sposta su quelli caratteriali e dopo qualche attimo di riflessione (e una scrollata di spalle) Nadal ammette che sceglierebbe la sua determinazione, il suo cuore, giustificandola così: “Credo di aver avuto la giusta determinazione durante tutta la mia carriera; dopo tutti quegli infortuni avuti sono stato in grado di continuare ad allenarmi con passione, a raggiungere tutti i miei obiettivi e lottare in ogni singola partita”. Per quanto riguarda la condizione atletica invece, la scelta è ricaduta su Dominic Thiem. L’austriaco deve averlo sicuramente impressionato nei loro ultimi confronti e lui stesso ne aveva già riconosciuto i meriti dopo la semifinale persa in Australia. Sulla velocità non c’è molto da pensarci su: Rafa vota Gael Monfils.

Il discorso si fa un po’ più complesso quando Nadal è costretto a scegliere qualcuno con la miglior ‘shot selection’, cioè l’abilità di scegliere il colpo giusto al momento giusto. Il numero 2 del mondo ci riflette e alla fine opta per l’ultimo membro dei big four rimasto fuori: Andy Murray. “In questo caso il talento è importante. Quando hai una buona tecnica e hai delle opzioni che ti permettono di giocare in difesa, in attacco, prendere la rete con lo slice, rispondere aggressivo, a quel punto è più facile scegliere l’opzione giusta. Ma ovviamente anche l’esperienza e il tempo nel tour ti permettono di essere in questa posizione”.

Infine l’atteggiamento che un giocatore ideale dovrebbe avere appartiene a David Ferrer, anche per la sua voglia costante di migliorare ogni aspetto del suo tennis, mentre per quanto riguarda la visione, la scelta ricade ancora su Federer: “Lui gioca molto seguendo l’ispirazione ma è anche rapido a pensare la cosa giusta da fare”. Per qualche mese però Rafa dovrà fare a meno di questa ispirazione.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement