Kristina Mladenovic sul caso Sharapova: "Non merita nulla di quello che ha vinto"

Flash

Kristina Mladenovic sul caso Sharapova: “Non merita nulla di quello che ha vinto”

La francese Kristina Mladenovic, come riportato dalla giornalista Carole Bouchard, ha lanciato un durissimo attacco nei confronti di Maria Sharapova, durante la sua intervista postmatch: “Ha imbrogliato, è un bene che si sia saputo”

Pubblicato

il

Parole pesantissime, quelle pronunciate da Kristina Mladenovic, francese numero 29 del ranking WTA, nella sua conferenza postpartita, come riporta la giornalista freelance Carole Bouchard: la transalpina, che risiede a Dubai ed ha origini serbe, ha scagliato un duro attacco nei confronti di Maria Sharapova. Praticamente tutti pensiamo sia un’imbrogliona, una traditrice. Allo stato attuale delle cose, è naturale avere dei dubbi e pensare che non meriti nulla di quello che ha vinto. È una cosa orribile, ma è un bene che sia saltato fuori”. Mladenovic è stata eliminata da Yulia Putintseva con il punteggio di 6-4 6-4.

La Mladenovic fa quindi eco allo sfogo di Jennifer Capriati, che per prima si era schierata contro la Sharapova a poche ore dalla conferenza indetta dalla russa per confessare il test antidoping positivo. La statunitense aveva affidato ai social network la sua reazione, con parole avvelenate che facevano ovvio riferimento al proprio passato: “io non avevo una squadra di medici che mi aiutassero ad aggirare le regole ed imbrogliare”, aveva tweettato la Capriati, ricordando il suo arresto per possesso di marijuana nel 1995, a 17 anni, che contribuì a tenerla lontana dai campi per quindici mesi.

Proprio nella giornata di oggi, Maria Sharapova è tornata a parlare della sua situazione, prendendo decisa posizione contro le accuse di aver ignorato gli avvertimenti della WTA.

 

Ha collaborato Vanni Gibertini

Continua a leggere
Commenti

Flash

Coppa Davis, i rimpianti di Sonego dopo il ko: “Una lezione, l’emozione mi ha tradito”

Le parole del tennista azzurro dopo la deludente sconfitta contro Gojo: “Sono stato troppo precipitoso. Io dispiaciuto”

Pubblicato

il

TORINO, ITALY - NOVEMBER 29: Davis Cup by Rakuten Madrid Finals 2021 at Pala Alpitour on November 29, 2021 in Torino, Italy. (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)
TORINO, ITALY - NOVEMBER 29: Davis Cup by Rakuten Madrid Finals 2021 at Pala Alpitour on November 29, 2021 in Torino, Italy. (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

Visibilmente dispiaciuto e amareggiato, Lorenzo Sonego si è presentato in conferenza stampa dopo il match di Coppa Davis perso contro il croato Borna Gojo provando a spiegare le cause di un’implosione vera e propria, quella che lo ha visto protagonista sul campo del Pala Alpitour. Dopo aver vinto il secondo set, in molti si sarebbero aspettati una vittoria al terzo in rimonta, come con il colombiano Meija due giorni prima, ma il tennista torinese ha avuto un evidente cedimento nervoso.

“Ho perso un brutto primo set, e quando parti male vedi tutto in salita – ha spiegato Sonego -. Ho sentito la pressione, ma fa parte del gioco e bisogna saperla gestire. Cosa non ha funzionato? Ero lento, non riuscivo a giocare veloce. Ho avuto troppi passaggi a vuoto. Non ho avuto continuità. Sono partito bene ma poi sono calato. Poi mi sono ripreso nel secondo set ma sono calato di nuovo. Troppi alti e bassi. Da un lato ci sta, perché non ho grande esperienza di Coppa Davis. Tanta emozione e un po’ di stanchezza mi hanno tradito. Ho fatto due grandi partite, la seconda meno buona della prima… E poi ho perso questa. Una lezione che mi servirà per il futuro”.

Per Sonego vittorie contro Opelka e Meija, poi un ko contro Gojo, attuale 279 ATP, che sicuramente ha colto di sorpresa tutti. “Che cosa mi dava noia del suo gioco? Il suo servizio, sicuramente – ha detto Sonego analizzando quanto è accaduto in campo -. Ma il problema è stato che tendevo a esagerare, avevo troppa fretta, e invece di stare lì tranquillo a palleggiare, ero precipitoso e sbagliavo”.

Sonego: “Bellissimo giocare a Torino, mi spiace ancora di più per questo”

Sonego fa poi un bilancio della sua esperienza in Davis a casa sua, Torino: “E’ stata una grande emozione giocare queste tre partite in casa, bellissimo giocare davanti ad amici, familiari… spero di avere altre occasioni per rigiocare qui… Mi sono divertito – dice Sonego con aria per la verità triste e sconsolata – ho lasciato l’anima in campo, mi dispiace ancora più perdere una partita in questa situazione”. A Lorenzo, infine, viene chiesto un parere sulla partita di doppio contro Mektic e Pavic, che sarebbe decisiva solo se Sinner battesse Cilic (la conferenza si tiene proprio mentre i due numeri uno sono in campo).

Alle Olimpiadi Tokyo, Sonego e Musetti andarono vicini a battere i due croati poi medaglie d’oro: “Mektic e Pavic non sono fenomeni in risposta, ma giocano molto bene a rete. A Tokyo c’è mancato poco. In generale penso che due singolaristi forti possano battere anche i migliori doppisti, soprattutto in condizioni così lente. Non so se giocherò io, siamo cinque giocatori, tutti pronti e competitivi”.

 

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 maschile: finisce pari tra Rungg e Torre del Greco

Decisiva la sfida di ritorno che si giocherà in casa dei campani

Pubblicato

il

Semifinali Play-off

Destava molta curiosità la prima semifinale-scudetto tra la matricola Rungg e la New Tennis Torre del Greco; da un lato, Sudtirol aveva dominato a sorpresa il proprio girone, mentre i campani avevano raggiunto la qualificazione alla fase finale solo in extremis. Il match ha dimostrato un grande equilibrio tra le due compagini, come testimonia il 3-3 finale: i padroni di casa sono bravi a rimontare lo svantaggio iniziale, infatti Torre del Greco parte fortissimo con Raul Brancaccio e Andrea Pellegrino che confermano i pronostici battendo Horst Rieder ed Elmar Ejupovic in due set. Il match che inverte l’inerzia è quello seguente, dove Jimbo Moroni è costretto al ritiro contro Federico Gaio, consegnando il primo punto a Rungg, cui segue l’affermazione di Georg Winkler su Giovanni Cozzolino; i doppi conclusivi non riescono a decretare un vincitore, rimandando la decisione al match di ritorno di settimana prossima, dove sicuramente la New Tennis vorrà sfruttare al meglio il vantaggio di giocare in casa.

Tanto equilibrio anche nella seconda semifinale, dove un’altra neopromossa insegue il sogno di coronare una cavalcata incredibile con la ciliegina sulla torta: il Tc Pistoia infatti, dopo aver superato ogni aspettativa primeggiando nel girone 1, si presenta al cospetto del CT Vela Messina, dominatore del girone 4 e che in stagione aveva perso una sola giornata, l’ultima, peraltro ininfluente ai fini della classifica finale. I toscani, pur privi di Vavassori impegnato al Challenger di Bari, si confermano in uno stato di grazia, infliggendo a Messina la prima vera sconfitta stagionale sui veloci campi di casa: l’esperto Matteo Viola ha la meglio sul giovane Julian Ocleppo nella prima sfida, aprendo la strada ai successi di Lukas Rosol (su Salvatore Caruso) e Leonardo Rossi (contro Fausto Tabacco); un altro Tabacco, Giorgio, supera in tre set Lorenzo Vatteroni, ma è una vittoria che serve solo a ritardare il verdetto matematico che condanna i siciliani negli ultimi due match di giornata. Messina esce quindi sconfitta, ma può guardare con speranza al ritorno in programma settimana prossima, dove proverà a ribaltare il 4-2 di Pistoia.

Risultati in dettaglio:

 

Tc Rungg Sudtirol – New Tennis Torre del Greco 3-3
Raul Brancaccio (T) b. Horst Rieder (R) 61 63
Andrea Pellegrino (T) b. Elmar Ejupovic (R) 76(4) 76(1)
Federico Gaio (R) b. Gian Marco Moroni (T) 61 2-0 rit.
Georg Winkler (R) b. Giovanni Cozzolino (T) 64 62
Raul Brancaccio/Andrea Pellegrino (T) b. Horst Rieder/Sebastian Brezinski (R) 64 62
Federico Gaio/Marco Bortolotti (R) b. Giovanni Cozzolino/Fabio Parola (T) 62 61

Tc Pistoia – CT Vela Messina 4-2
Matteo Viola (P) b. Julian Ocleppo (M) 64 64
Giorgio Tabacco (M) b. Lorenzo Vatteroni (P) 62 46 62
Lukas Rosol (P) b. Salvatore Caruso (M) 67(4) 63 63
Leonardo Rossi (P) b. Fausto Tabacco (M) 63 62
Giorgio Tabacco/Fausto Tabacco (M) b. Matteo Trevisan/Tommaso Brunetti (P) 63 60
Lukas Rosol/Leonardo Rossi (P) b. Julian Ocleppo/Salvatore Caruso (M) 76(5) 67(8) 10-8 

Play-out

Risultati a sorpresa nel tabellone di play-out che prevedeva sfide incrociate tra le terze e quarte classificate nei gironi: a risaltare è senza dubbio il Match Ball Siracusa che ha ragione del Selva Alta Vigevano tra le mura amiche, grazie all’apporto di Yannick Maden, vittorioso sia in singolare che nel doppio; la formazione siciliana si aggiudica così la prima vittoria in stagione nel momento più importante, un risultato che proverà a difendere nella sfida di ritorno. Inaspettato per molti anche il 3-3 finale tra il Tc Vicenza e Tc Crema: i primi, sin dal principio fanalino di coda del girone 3 erano attesi ad un bel banco di prova contro Crema, compagine che si è ritrovata un po’ a sorpresa invischiata nel tabellone di play-out, considerate le settimane trascorse a battagliare per la prima posizione del girone 1. Detto in precedenza dell’assenza di Marco Cecchinato causa infortunio, i veneti hanno dato battaglia in casa, costringendo al pareggio finale gli esperti cremaschi: Tobias Kamke si carica nuovamente sulle spalle Vicenza, fruttandole due punti, così come il giovane Samuel Vincent Ruggeri, autore di una campagna 2021 in campionato davvero notevole per Crema.

La Junior Perugia si unisce alla ribalta delle ultime classificate e si rende protagonista di un altro risultato inaspettato, regolando in casa il Tc Santa Margherita Ligure per 4-2: tenendo conto dei percorsi nei rispettivi gironi delle due compagini, era lecito aspettarsi qualcosa in più dai liguri, arrivati a quota 9 punti nel combattutissimo girone 2. Perugia invece, in barba alla casella vittorie ancora in attesa di registrare il primo punto, si desta dal torpore e, guidata dal proprio leader Francesco Passaro, si regala un match di ritorno da affrontare in una situazione di vantaggio. Unica formazione a confermare i pronostici nel tabellone di play-out è il Tc Italia Forte dei Marmi, vittoriosa 4-2 sul campo del CTD Massa Lombarda: inizio equilibratissimo che si decide su pochi punti, come le vittorie di Lorenzo Rottoli (su Marco Furlanetto) per Massa Lombarda e Yannick Hanfmann (su Francesco Forti) per gli ospiti. Graziani Manfredi lascia un solo gioco a Marco Cinotti, regalando il primo match point a Forte dei Marmi, puntualmente trasformato dalla coppia di lusso Travaglia/Hanfmann.

Risultati in dettaglio:

Tennis Comunali Vicenza – TC Crema 3-3
Adrian Ungur (C) b. Tommaso Dal Santo (V) 1-0 rit.
Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Gabriele Bosio (V) 62 64
Tobias Kamke (V) b. Paolo Lorenzi (C) 63 62
Giovanni Peruffo (V) b. Gabriele Datei (C) 76(2) 16 62
Tobias Kamke/Gabriele Bosio (V) b. Paolo Lorenzi/Gabriele Datei (C) 64 75
Adrian Ungur/Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giovanni Peruffo/Enrico Zen (V) 62 26 14-12

CTD Massa Lombarda – TC Italia Forte dei Marmi 2-4
Lorenzo Rottoli (M) b. Marco Furlanetto (F) 76(5) 76(5)
Yannick Hanfmann (F) b. Francesco Forti (M) 63 46 76(5)
Stefano Travaglia (F) b. Giulio Zeppieri (M) per squalifica
Graziani Manfredi (F) b. Marco Cinotti (M) 60 61
Stefano Travaglia/Yannick Hanfmann (F) b. Giulio Zeppieri/Alessio De Bernardis (M) 75 61
Francesco Forti/Lorenzo Rottoli (M) b. Marco Furlanetto/Graziani Manfredi (F) 62 76(5)

Match Ball Siracusa – Selva Alta Vigevano 3-2
Antonio Massara (S) b. Filippo Baldi (V) 1-0 rit.
Jaroslav Pospisil (V) b. Alessandro Ingarao (S) 36 61 61
Yannick Maden (S) c. Roberto Marcora (V) 61 61
Simone Camposeo (V) b. Ettore Zito (S) 67(5) 62 64
Yannick Maden/Alessandro Ingarao (S) b. Davide Dadda/Simone Camposeo (V) 61 61
Ettore Zito/Antonio Massara (S) c. Roberto Marcora/Jaroslav Pospisil (V)

Junior Perugia – Tc Santa Margherita Ligure 4-2
Francesco Passaro (P) b. Andrea Basso (SM) 76(3) 61
Tomas Gerini (P) b. Giacomo Nosei (SM) 62 62
Lorenzo Giustino (SM) b. Skander Mansouri (P) 46 76(5) 64
Filippo Romano (SM) b. Gilberto Casucci (P) 62 61
Francesco Passaro/Gilberto Casucci (P) b. Giacomo Nosei/Filippo Romano (SM) 64 64
Andrea Militi Ribaldi/Skander Mansouri (P) b. Lorenzo Giustino/Andrea Basso (SM) 63 75

Il campionato torna in azione nella giornata di domenica 5 dicembre per i match di ritorno, a campi invertiti: le squadre perdenti retrocederanno in A2.

Link utili: 
http://www.tennisclubprato.com
http://www.rungg.info
http://www.parktennisclub.com

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 femminile: a Rungg il primo atto nei play-off

Comincia male il Tc Prato, dominato nel derby da Forte dei Marmi

Pubblicato

il

TC Rungg Südtirol (via Facebook, @TennisclubRungg)

Semifinali play-off

Il Rungg Sudtirol comincia col piede giusto anche le semifinali scudetto e vince in casa del Tc Genova per 3-1 una sfida molto equilibrata, dove a fare la differenza sono stati i nervi saldi delle ragazze vincitrici del girone 1. Dopo una falsa partenza nel primo set, Martina Spigarelli rimonta Martina Caregaro e porta in vantaggio le altoatesine; Lucia Bronzetti la spunta nella battaglia contro Quirine Lemoine e firma il momentaneo pareggio, ma la francese si rifà nel doppio decisivo in coppia con Verena Meliss, consegnando la vittoria a Rungg.

Nell’altra semifinale in programma, la Società Canottieri Casale subisce il primo stop stagionale per mano del Tennis Club Parioli: 3-1 il risultato finale, frutto delle vittorie di Martina Di Giuseppe e Nastassja Burnett, coadiuvate dal doppio Lombardo/Rosatello; a poco vale per Casale la bella prestazione della promettene Lisa Pigato contro Tena Lukas. Il club piemontese è chiamato ora a rifarsi nel match di ritorno settimana prossima per non vanificare la marcia incredibile a cui abbiamo assistito nella fase a gironi, conclusa a punteggio pieno.

Risultati in dettaglio:

Tennis Club Parioli – Società Canottieri Casale 3-1
Martina Di Giuseppe (P) c. Stefania Rubini (CM) 63 64
Lisa Pigato (CM) b. Tena Lukas (P) 63 26 64
Nastassja Burnett (P) b. Greta Rizzetto (CM) 60 46 64
Beatrice Lombardo/Camilla Rosatello (P) b. Stefania Rubini/Lisa Pigato (CM) 76(4) 16 10-5

 

TC Genova – Tc Rungg Sudtirol  1-3
Martina Spigarelli (R) b. Martina Caregaro (G) 16 75 75
Lucia Bronzetti (G) b. Quirine Yanicke Lemoine (R) 75 57 64
Lara Pfeifer (R) b. Denise Valente (G) 62 36 63
Verena Meliss/Quirine Yanicke Lemoine (R) b. Denise Valente/Martina Caregaro (G) 62 57 10-7

Semifinali play-out

Nemmeno ai play-out le cose sembrano andare meglio per Tc Prato, uscito ancora sconfitto malamente in un testa a testa: nel derby toscano contro il Tc Italia Forte dei Marmi è perentorio il 4-0 con cui verosimilmente si sono già chiusi i giochi al match di andata. Le ragazze del Tc Prato vendono cara la pelle, costringendo in più di un’occasione i match al terzo set, ma a spuntarla è il club versiliese grazie a Jasmine Paolini in primis, seguita da Claudia Giovine e Anastasia Bertacchi. Per le finaliste della scorsa edizione, si profila a questo punto una mesta retrocessione, davvero impronosticabile ad inizio stagione.

Tutto ancora in gioco nell’altro match-up, dove il Circolo Tennis Lucca costringe al pari il Tennis Beinasco: le campionesse in carica si portano subito sul 2-0 con le sorelle Jessica e Tatiana Pieri, brave a superare le piò quotate Grymalska e Gatto-Monticone. È Federica Rossi a rimettere le cose a posto per Beinasco, battendo prima Ludovica Pierro e poi le sorelle Pieri in coppia con Gatto-Monticone: sarà decisiva la prossima settimana, dove Beinasco proverà a raggiungere la salvezza davanti al pubblico di casa.

Risultati in dettaglio:

Tennis Club Prato – Tc Italia Forte dei Marmi 0-4
Jasmine Paolini (F) b. Lucrezia Stefanini (P) 61 76(5)
Claudia Giovine (F) b. Maria Marfutina (P) 57 63 61
Anastasia Bertacchi (F) b. Asia Serafini (P) 63 36 61
Jasmine Paolini/Anastasia Bertacchi (F) b. Lucrezia Stefanini/Maria Marfutina (P) 16 75 10-4

Circolo Tennis Lucca – Tennis Beinasco 2-2
Tatiana Pieri (L) b. Anastasia Grymalska (B) 61 61
Jessica Pieri (L) b. Giulia Gatto-Monticone (B) 26 75 63
Federica Rossi (B) b. Ludovica Pierro (L) 63 63
Giulia Gatto-Monticone/Federica Rossi (B) b. Jessica Pieri/Tatiana Pieri (L) 76(3) 76(2)

Link utili: 
http://www.tennisclubprato.com
http://www.rungg.info

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement