Possibile wild card Sharapova a Wimbledon. Murray non ci sta

Flash

Possibile wild card Sharapova a Wimbledon. Murray non ci sta

Il numero si è detto contrario alla possibilità per Sharapova di avere una wild card anche a Wimbledon. “Maria può migliorare il suo ranking, non ha bisogno di aiuti”

Pubblicato

il

In tanti ormai dibattono sulla legittimità delle wild card che i vari tornei WTA stanno mettendo a disposizione di Maria Sharapova. L’ultimo in ordine cronologico è stato il torneo di Roma, che ha annunciato la presenza della russa al Foro Italico per gli Internazionali BNL d’Italia.

Sulla questione si è espresso anche Murray, intervistato dal The Times durante il torneo di Dubai, dove ha asfaltato Guillermo Garcia-Lopez al secondo turno: “Credo che ognuno debba conquistarsi il suo ritorno nel circuito,” afferma il numero 1 del mondo, “i tornei fanno ciò che reputano migliore per soddisfare i propri interessi e se credono che con i grandi nomi riempiranno le tribune, allora lo faranno (dare la wild card, ndr).”

Murray è stato interpellato sulla questione poiché, all’orizzonte, si intravede già l’erba di Wimbledon – dove Sharapova ha vinto nel lontano 2004 – e in molti si sono chiesti se anche l’All England Club sceglierà di dare l’invito alla russa oppure se preferirà, come sempre distinguersi dal resto del circuito. “Sharapova,” prosegue lo scozzese, “ha la possibilità di migliorare il suo ranking fin a quel momento (l’inizio di Wimbledon, ndr). Non ha bisogno di una wild card.

 

Sulla questione Sharapova hanno detto la loro anche il direttore Ubaldo Scanagatta e Federico Ferrero, voce di Eurosport, nella nuova sezione Ubipodcast, mentre Garbine Muguruza, ferma ai box per il persistere del problema al piede, ha espressamente detto che “alle giocatrici questa faccenda non interessa.”

Continua a leggere
Commenti

Flash

Australian Open: si potranno riempire gli stadi fino al 65% della capienza

Pubblicato

il

Melbourne Park - Australian Open 2022 (foto Twitter @AustralianOpen)

Il Ministro dello Sport dello Stato di Victoria, Martin Pakula, ha interrotto il suo silenzio social per annunciare che dalla giornata di mercoledì (Australia Day) in poi sarà permesso a Tennis Australia di vendere biglietti fino al 65% della capienza degli stadi di Melbourne Park. La decisione è stata presa dal Responsabile Capo per la Sanità dello Stato di Victoria.

Prima dell’inizio del torneo era stato imposto un tetto del 50% della capienza alle presenze all’interno dei campi principali del torneo, mentre la capienza dei ground non era stata ulteriormente limitata oltre a quella stabilita per le normali norme di sicurezza. Questo per cercare di limitare il numero dei contagi da COVID-19 che in Australia avevano raggiunt livelli mai visti prima.

 

Gli organizzatori potranno quindi vendere circa 2000 biglietti in più per i match delle fasi finali che si disputeranno all’interno della Rod Laver Arena.

Continua a leggere

Flash

Australian Open, il programma di giovedì 27 gennaio: per la prima volta semifinali femminili sotto le luci

Per la prima volta le semifinali femminili si giocheranno sotto i riflettori a Melbourne. Doppio Kyrgios/Kokkinakis sulla Rod Laver Arena

Pubblicato

il

Rod Laver Arena by night - Australian Open 2022 (foto Twitter @AustralianOpen)

A partire da quest’anno, gli organizzatori dell’Australian Open hanno deciso di modificare il programma spostando le semifinali femminili dalla sessione pomeridiana del giovedì a quella serale. Ciò è stato reso possibile dallo spostamento della prima semifinale maschile dalla serata di giovedì al pomeriggio di venerdì, ponendo fine all’anomalia tutta “australiana” che vedeva il vincitore della prima semifinale avere un giorno di riposo in più prima della finale rispetto al suo avversario.

A partire dalle 19.30 locali (le 9.30 in Italia) scenderanno in campo prima Ashleigh Barty opposta a Madison Keys e a seguire sarà la volta di Danielle Collins che affronterà Iga Swiatek o Kaia Kanepi.

Nel corso del pomeriggio la Rod Laver Arena ospiterà anche la semifinale del doppio maschile che vedrà Nick Kyrgios e Thanasi Kokkinakis giocare contro Marcell Granollers e Horacio Zeballos. Tennis Australia ha confermato che chiunque avrà un biglietto di ground potrà entrare nell’arena principale per seguire il match di doppio.

 

Di seguito gli orari completi (NOTA: basta scorrere il file per vedere tutti i match con l’orario locale, ricordando che Melbourne è 10 ore avanti rispetto all’Italia, quindi “11:00 AM” significa le 01 della notte italiana, “7:00 PM” significa 09 di mattina e così via):

Continua a leggere

Australian Open

Il punto di Ubaldo: “Berrettini, il nostro gladiatore”

Il direttore Scanagatta commenta la qualificazione di Matteo in semifinale dopo l’epica vittoria in cinque set su Monfils

Pubblicato

il

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement