Anteprima ATP: Houston e Marrakech aprono la stagione rossa

Anteprima

Anteprima ATP: Houston e Marrakech aprono la stagione rossa

Da domani parte ufficialmente la stagione sul rosso. A Houston folta presenza di americani, a Marrakech Lorenzi proverà a rinnovare la tradizione italiana. Primo torneo maggiore per Quinzi

Pubblicato

il

Fayez sarofim & Co. US Men’s Clay Court Championship – ATP 250 Houston, Texas (600.345$) – TABELLONE

Solita folta pattuglia a stelle strisce ai nastri di partenza del 250 di Houston, unico torneo statunitense del circuito ATP che si gioca sulla terra rossa. In totale sono 10 i giocatori di casa – senza contare i possibili qualificati – quattro dei quali occupano le prime posizioni del seeding: si tratta di Sock, Isner, Querrey e Johnson, tutti dotati di bye al primo turno. Tabellone in generale non spettacolare che però potrebbe riservare diverse sorprese vista la scarsa predisposizione dei suddetti americani alla terra , a parte Sock, dichiaratamente amante anche del rosso. Quest’ultimo, che sta attraversando un buon periodo di forma, aspetta il vincente di Opelka-Haas; il tedesco, vincitore del torneo 13 anni fa, è ancora alla ricerca del finale col botto per la sua carriera, ma Opelka non è certo l’avversario che vuoi incontrare quando sei alla ricerca di ritmo partita. Difficile dire poi chi occuperà l’altro posto nei quarti tra Chung-Estrella Burgos e Lopez-Fratangelo, due incontri molto equilibrati. Sock comunque non dovrebbe avere problemi con nessuno di questi e l’asticella salirà solo in semifinale. Nell’altro quarto della parte alta, presieduto da Johnson, Monaco e Verdasco potrebbero rappresentare un bell’ostacolo sempre che il primo, detentore del titolo, non si faccia “intortare” dal funambolico Brown e che il secondo non superi la recente e scarsa versione di Anderson.

Va meglio invece al due volte campione John Isner che potrebbe soffrire la rapidità e il servizio mancino di Young, così come il giovane specialista Monteiro, ma i due si affronteranno al primo turno e il pericolo per John sarà almeno in parte scampato.

 

Nel quarto capeggiato da Querrey invece sembrano esserci spiragli per i giovani Tiafoe, opposto alla testa di serie numero 8 Thomaz Bellucci, e Jared Donaldson quinto nella Race to Milan e in attesa di un qualificato. I due poi si affronterebbero per un posto nei quarti contro Querrey, che invece attende il vincitore di Zeballos-Dutra Silva.

Grand Prix Hassan II – ATP 250 Marrakech, Marocco (540.310€) – TABELLONE

Il torneo di Marrakech è invece l’unico che si gioca nel continente africano ed è anche quello che suscita maggiore interesse, non solo per la migliore qualità del tabellone, ma soprattutto per la presenza di Paolo Lorenzi. Due inoltre gli azzurri in qualificazione, Luca Vanni e Gianluigi Quinzi; entrambi ieri hanno superato il primo turno vincendo al terzo set: Vanni, testa di serie numero 8, ha avuto bisogno di oltre 3 ore per sconfiggere Cervantes, mentre Quinzi ha estromesso la testa di serie numero 2 Evgeny Donskoy. Vanni si è arreso al turno finale delle qualificazioni battuto dalla prima testa di serie: il giapponese Daniel. Quinzi  invece è riuscito a entrare nel tabellone principale battendo il sud coreano Lee col punteggio di 6-2 6-3. Per il ragazzo di Cittadella si tratta dunque della prima presenza della carriera nel tabellone principale di un torneo del circuito maggiore. Il suo primo match ATP sarà contro l’esperto francese Paul-Henri Mathieu.

La wild card Grigor Dimitrov è invece la testa di serie numero 1 del tabellone principale e così come Ramos-Vinolas, Kohlschreiber e Mischa Zverev, sarà dotato di bye al primo turno. È davvero molto complicato fare previsioni, vista l’imprevedibilità e il precario stato di forma di certi giocatori: Dimitrov ad esempio prima di arrivare alla finale potrebbe affrontare Robredo, Almagro o Berlocq, giocatori che se imboccano la strada giusta, sono difficili da battere sulla terra; anche Paire, l’imprevedibilità in persona, fa parte di questo quarto e con il ritmo acquisito nel challenger all’accademia di Mouratogluou potrebbe dire la sua.

Anche Kohlschreiber non avrà vita facile contro Jaziri o Chardy all’esordio. Struff poi potrebbe rappresentare l’outsider di questo spicchio di tabellone: al primo turno ha un qualificato e al secondo Granollers che ha raccolto soltanto due vittorie su nove incontri dall’inizio dell’anno. Fa addirittura peggio Garcia-Lopez (campione nel 2014) che ha vinto due partite come il suo connazionale, ma su 10 incontri; sarà lui il primo avversario di Lorenzi (tds. 5), poi Mathieu (vincitore nel 2007) o un qualificato. Nello stesso quarto Basilashvili-Vesely si contenderanno un’occasione d’oro al secondo turno con Zverev senior, non esattamente l’emblema del terraiolo.

Il tabellone più complicato forse è capitato a Ramos che probabilmente esordirà contro Klizan (vincitore nel 2015), per poi affrontare uno tra Schwartzman, Coric e Delbonis, campione in carica e primo vincitore del torneo nella nuova sede (fino al 2015 si teneva a Casablanca).

La speranza è che la tradizione italiana in questo torneo faccia bene a Paolino – anche se sarà reduce dal “ghiaccio” dello Spiroudome di Charleroi. Tre sono infatti i vincitori azzurri del Grand Prix Hassan II: Renzo Furlan (1994), Andrea Gaudenzi (1998) e Daniele Bracciali (2006). Due anche i finalisti: Massimiliano Narducci (1987) e Potito Starace (2011).

Continua a leggere
Commenti

Anteprima

ATP Finals, i gruppi: Federer aprirà domenica alle 15 contro Sock

Effettuato il sorteggio dei gruppi “Sampras” e “Becker” per il Masters 2017. Federer pesca anche la “cenerentola” Sock, Thiem si siede con Nadal

Pubblicato

il

Mentre a Milano dopo la prima giornata si dibatte sull’impatto delle nuove regole, le ATP Finals 2017 “tradizionali” di Londra prendono ufficialmente il via con il sorteggio dei due gruppi a nome “Sampras” e “Becker”. La competizione scatterà il 12 novembre con i primi due singolari e si concluderà la domenica successiva, 19 novembre, con la finalissima. Questi gli accoppiamenti sorteggiati:

GRUPPO SAMPRAS

  • [1] R. Nadal
  • [4] D. Thiem
  • [6] G. Dimitrov
  • [7] D. Goffin

GRUPPO BECKER

 
  • [2] R. Federer
  • [3] A. Zverev
  • [5] M. Cilic
  • [8] J. Sock

Stabilito l’ordine di gioco delle prime due giornate: si parte domenica con il gruppo Becker (Federer-Sock alle 15 e Zverev-Cilic alle 21), mentre lunedì esordirà il gruppo Sampras con Thiem-Dimitrov (ore 15) e Nadal-Goffin (ore 21).

Non è andata malissimo a Rafa Nadal, che pescando Thiem si trova di fronte probabilmente il meno pericoloso del lotto. Dimitrov può diventare un cliente insidioso, e l’ha impegnato duramente nelle ultime due sfide, mentre Goffin dovrà dimostrare di poter battagliare con i migliori dopo aver conquistato una meritatissima qualificazione. L’avversario più ostico per Federer sembra al momento più Cilic che Zverev, in crisi di risultati (e di condizione fisica) da un paio di mesi. Jack Sock è la classica mina vagante: potrebbe prevalere l’inesperienza o l’onda di entusiasmo derivante dalla vittoria di Bercy.

IL SORTEGGIO DEL TORNEO DI DOPPIO

GRUPPO WOODBRIDGE/WOODFORDE

[1] Lukasz Kubot (POL) / Marcelo Melo (BRA)
[4] Jamie Murray (GBR) / Bruno Soares (BRA)
[5] Bob Bryan (USA) / Mike Bryan (USA)
[7] Ivan Dodig (CRO) / Marcel Granollers (ESP)

GRUPPO ELTINGH/HAARHUIS

[2] Henri Kontinen (FIN) / John Peers (AUS)
[3] Jean-Julien Rojer (NED) / Horia Tecau (ROU)
[6] Pierre-Hugues Herbert (FRA) / Nicolas Mahut (FRA)
[8] Ryan Harrison (USA) / Michael Venus (NZL)

CALENDARIO (orari italiani)

Domenica 12

  • ore 13: [2] H. Kontinen/J. Peers vs [8] R. Harrison/M. Venus
  • non prima delle 15: [2] R. Federer vs [8] J. Sock (H2H 3-0)
  • non prima delle 19: [3] J-J. Rojer/Horia Tecau  vs [6] P-H. Herbert /N. Mahut
  • non prima delle 21: [3] A. Zverev vs [5] M. Cilic (H2H 3-1)

Lunedì 13

  • ore 13: [4] J. Murray/B. Soares vs [5] B. Bryan/M. Bryan
  • non prima delle 15: [4] D. Thiem vs [6] G. Dimitrov (H2H 2-1)
  • non prima delle 19: [1] L. Kubot/M. Melo vs [7] I. Dodig/M. Granollers
  • non prima delle 21: [1] R. Nadal vs [7] D. Goffin (H2H 2-0)

Martedì 14

  • ore 13: primo doppio gruppo Eltingh/Haarhuis
  • non prima delle 15: primo singolare gruppo Becker
  • non prima delle 19: secondo doppio gruppo Eltingh/Haarhuis
  • non prima delle 21: secondo singolare gruppo Becker

Mercoledì 15

  • ore 13: primo doppio gruppo Woodbridge/Woodforde
  • non prima delle 15: primo singolare gruppo Sampras
  • non prima delle 19: secondo doppio gruppo Woodbridge/Woodforde
  • non prima delle 21: secondo singolare gruppo Sampras

Giovedì 16

  • ore 13: primo doppio gruppo Eltingh/Haarhuis
  • non prima delle 15: primo singolare gruppo Becker
  • non prima delle 19: secondo doppio gruppo Eltingh/Haarhuis
  • non prima delle 21: secondo singolare gruppo Becker

Venerdì 17

  • ore 13: primo doppio gruppo Woodbridge/Woodforde
  • non prima delle 15: primo singolare gruppo Sampras
  • non prima delle 19: secondo doppio gruppo Woodbridge/Woodforde
  • non prima delle 21: secondo singolare gruppo Sampras

Sabato 18

  • non prima delle 15:00: prima semifinale
  • non prima delle 21:00: seconda semifinale

Domenica 19

  • 19:00: finale

MONTEPREMI E PUNTI

Continua a leggere

Anteprima

ATP Bercy, il tabellone: Rafa ancora da Dimitrov

Il sorteggio del tabellone di Parigi-Bercy 2017. Nadal pesca sempre il bulgaro, Monfils-Lorenzi al 1T. Federer, se ci va, non è messo male

Pubblicato

il

Mentre Federer a Basilea deve ancora scendere in campo, causa il protrarsi della sfida tra Cilic e Fucsovics, a Parigi viene sorteggiato il tabellone dell’ultimo Masters 1000 della stagione. Il torneo francese decreterà gli ultimi due nomi per le Finals di Londra e darà (eventuale) forma alle speranze di Roger Federer di superare Rafa Nadal in testa al ranking ATP. Qualora l’elvetico dovesse trionfare a Basilea, atterrerebbe a Parigi con 1460 punti di distacco. Va però precisato che sull’effettiva presenza di Federer a Bercy vigono ancora dei dubbi.

IL TABELLONE PRINCIPALE

 

Il percorso di Federer non sembra dei peggiori: esordio contro uno tra Herbert e Lopez, agli ottavi Sock, ai quarti (presumibilmente) uno tra Thiem e Anderson. In semifinale la proiezione dice Goffin o CilicPer Nadal dipenderà un po’ dai risultati. L’esordio con Mischa Zverev potrebbe procurargli qualche fastidio, e anche un eventuale ottavo con Khachanov o Ramos-Vinolas. Il quarto ipotetico è con Carreno Busta, che si giocherà il tutto per tutto per andare a Londra, per la semifinale Zverev o Dimitrov.

L’unico italiano in tabellone, Paolo Lorenzi, è stato sorteggiato con Gael Monfils al primo turno. Tra i sette spot contrassegnati con la dicitura “Q/SE” (qualificato/special exempt), uno sarà occupato da Denis Shapovalov, primo degli alternates. Il canadese affronterà Benneteau al primo turno, al secondo avrebbe un altro scontro francese contro Tsonga.

IL TABELLONE DI QUALIFICAZIONE

Sorteggiati anche gli accoppiamenti del tabellone cadetto. Si parte sabato alle ore 10. Impegnati due italiani: Thomas Fabbiano (contro il francese Humbert) e Andreas Seppi (contro Donskoy). La prima testa di serie è il NextGen Jared Donaldson.


Entry list Parigi-Bercy: la situazione aggiornata

Continua a leggere

Anteprima

ATP Basilea e Vienna: i tabelloni. Federer “rischia” Shapovalov

Federer comanda il seeding a Basilea, Zverev è il “capo” a Vienna. Tutti gli incroci

Pubblicato

il

Crocevia austro-elvetico per la corsa alle ATP Finals e per la lotta in chiave leadership. Nadal si è chiamato fuori, dando forfait a Basilea dove invece ci sarà Federer assieme a Cilic e Goffin. Dimitrov sarà a Vienna, ma potrebbe chiudere il discorso qualificazione già battendo del Potro nella finale di Stoccolma. Assieme al bulgaro i già qualificati Zverev e Thiem e il duo Querrey-Anderson che invece cerca punti preziosi per entrare tra i primi otto della Race.

Swiss Indoors Basel – Basilea (cemento, €2,291,860)

 

Roger Federer torna allo Swiss Indoor Open dopo due anni, vista l’assenza dal tour nella seconda parte del 2016. Per Federer si può parlare del suo “torneo di casa” non solo perché è nato proprio a Basilea, ma anche perché qui ha raggiunto per 12 volte la finale in singolare (2000-01, 2006-2015), vincendone sette, e una volta in doppio (2000) in coppia con Dominik Hrbaty (sconfitti 7-6 al terzo da Johnson-Noval). In quest’edizione il suo primo avversario sarà Frances Tiafoe che a New York lo ha portato al quinto set.

Non ci sarà invece il rivale Rafael Nadal che per il secondo anno consecutivo ha deciso di rinunciare al torneo svizzero. La testa di serie numero 2 è dunque Marin Cilic, detentore del titolo e sesto della Race to London (scavalcato da Grigor Dimitrov nella settimana appena passata). Il croato, che ha bisogno di una semifinale per assicurarsi il pass per Londra, esordirà con Verdasco che è apparso molto in forma a Stoccolma dove però ha sprecato molte occasioni nella semifinale contro del Potro. Quest’ultimo è la testa di serie numero 4 e nonostante le ultime due intense settimane, caratterizzate dalla semifinale a Shanghai e dalla finale a Stoccolma, non è mai facile darlo per finito, anche in ottica Finals: vincendo il titolo svedese andrebbe a -470 punti dall’ottavo posto di Carreno Busta. A Basilea il suo primo avversario sarà Joao Sousa.

Il terzo favorito del seeding è David Goffin (finalista nel 2014) che se non fa passi falsi potrebbe mettere una seria ipoteca sulle Finals. Il tabellone sembra sorridergli visto che al primo turno avrà un qualificato, anche se la possibilità di beccare un cliente scomodo non è bassa (su tutti Mahut, ottimo sul veloce indoor, e Kukushkin, il guastafeste per eccellenza). Le proiezioni del tabellone vedono la strada del belga incrociarsi con quella di Paolo Lorenzi, unico italiano in tabellone e alle prese con un finale di stagione difficile; opposto al senese ci sarà il Next Gen coreano Hyeon Chung.

Oltre ai logici favoriti occhi puntati su Mischa Zverev, Sock e Shapovalov (primo turno vs Sugita). Unico italiano in tabellone Paolo Lorenzi, che esordirà contro il Next Gen Chung.

  • Qualificati: torneo ancora in corso
  • Wild Card: M. Chiudinelli, H. Laaksonen, F. Tiafoe
  • Special Exempt: R. Bemelmans
  • Last Direct Acceptance: D. Young (60)

Erste Bank Open 500 – Vienna (cemento, €2,621,850)

Le prime due teste di serie del torneo di Vienna, Sascha Zverev e Dominic Thiem, non hanno di che preoccuparsi per quanto riguarda la qualificazione al torneo dei maestri, ma di sicuro l’austriaco dovrà trovare un po’ di fiducia nel torneo di casa visto che dopo il Roland Garros ha un bilancio di 10 vittorie e altrettante sconfitte. Il sorteggio gli propone un primo turno suggestivo contro Andrey Rublev, un secondo contro Gasquet o Lopez (vincitore qui 13 anni fa) e i quarti contro Anderson, sempre che Pouille non gli faccia uno scherzetto. La parte inferiore del tabellone ospita anche la testa di serie numero 3 Grigor Dimitrov, che ha chiesto e ottenuto una wild card, e uno dei contendenti degli ultimi posti disponibili per le Finals, Sam Querrey, impegnato contro Ramos-Vinolas all’esordio.

Zverev ha un tabellone meno complicato rispetto al suo amico Thiem, visto che i pericoli seri dovrebbero iniziare dai quarti di finale dove potrebbe trovare Tsonga, vincitore nel 2011, finalista nel 2016 e con un bilancio di 15-2 sul veloce indoor nel 2017.

Carreño Busta è la testa di serie numero 4 e cerca disperatamente la via della vittoria dagli US Open. Al momento sarebbe qualificato per Londra, ma dalle retrovie sono pronti a dargli battaglia e il suo posto è tutt’altro che sicuro. Nel suo spicchio di tabellone c’è anche Fabio Fognini opposto a Diego Schwartzman: l’unico precedente tra i due ha sorriso a Fabio, al terzo set, sulla terra rossa di Sao Paolo nel 2015. Bolelli e Fabbiano giocheranno oggi il turno decisivo per la qualificazione: il primo se la vedrà con Herbert, mentre il pugliese affronterà Novak che ieri ha sconfitto Seppi in due set.

  • Qualificati: torneo ancora in corso
  • Wild Card: G. Dimitrov, E. Gulbis, S. Ofner
  • Special Exempt: R. Berankis
  • Last Direct Acceptance: D. Dzumhur (55)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement