Quel gran signore di Pablo Cuevas...

Video

Quel gran signore di Pablo Cuevas…

Gesto volgare di Pablo Cuevas durante un cambio di campo al torneo di Madrid

Pubblicato

il

Episodio “simpatico” a Madrid dove Pablo Cuevas durante un cambio di campo rivolge gesti eloquenti verso la tribuna. Dal video non si capisce però verso chi siano rivolti e se il gesto sia una polemica, magari nei confronti di qualche spettatore, oppure uno scherzo verso qualche amico in tribuna. L’unica certezza è che non verrà premiato per l’eleganza. Ci si chiede inoltre se ci siano anche i presupposti per una multa al giocatore che intanto si è guadagnato il secondo turno dopo la vittoria con Bellucci.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Nel nuovo spot della Nike ci sono Nadal, Serena, Osaka e Lebron James sulle note di David Bowie

Preparate i fazzoletti, perché si rischiano le lacrime

Pubblicato

il

Rafa Nadal - US Open 2019 (foto via Twitter, @usopen)

Nike avrà anche fallito più di qualche outfit di recente, e noi non abbiamo mancato di bacchettare certe infelici scelte stilistiche. Ma quando si tratta di pensare a uno spot, di fallimenti in casa Nike se ne contano ben pochi.

L’ultimo è stato pubblicato pochi giorni fa e si chiama Never Too Far Down | You Can’t Stop Us’, ovvero ‘Mai troppo a fondo | non potete fermarci’. Novanta secondi per invitare il mondo a rialzarsi dall’emergenza coronavirus, che nella pubblicità non viene però mai citata – come in tutte quelle che funzionano: il nemico va solo combattuto, sappiamo tutti qual è e non serve menzionarlo. C’è spazio solo per l’inno di speranza.

La voce narrante è quella del campione di basket Lebron James, che compare anche nelle immagini assieme a diversi altri atleti di fama mondiale tra cui Tiger Woods, Cristiano Ronaldo e tre tennisti: Rafael Nadal, Serena Williams e Naomi Osaka. La colonna sonora è una versione ‘only piano’ di Life on Mars, uno dei capolavori di David Bowie.

 

E ora godetevi le immagini. Subito in calce al video, abbiamo tradotto il testo recitato da Lebron James.

Tutti noi siamo stati sottovalutati. In quei momenti, ci sembrava che fosse finita. Ma è proprio quando non ci viene data alcuna possibilità che noi troviamo da qualche parte quel po’ di forza che serve per continuare a lottare. E allora abbiamo fatto quello che nessuno credeva possibile. Nemmeno noi.

Siamo tornati dall’impossibile. Dall’essere a pezzi. Abbiamo trovato una strada quando sembravamo senza speranza. Siamo ritornati quando avremmo dovuto essere dimenticati già da un po’. E lo abbiamo fatto un’altra volta, e un’altra volta ancora.

Adesso stiamo lottando per qualcosa di molto più grande di una vittoria o di un titolo. Ma se abbiamo imparato qualcosa dallo sport è che non importa quanto a fondo possiamo essere; non saremo mai tanto a fondo da non poter risalire.

Continua a leggere

Flash

Djokovic sembra in grande spolvero: passante vincente no-look in allenamento

Tornato in campo a Belgrado, dove a metà giugno si giocherà un torneo di esibizione, Nole ha sfoggiato un colpo incredibile spalle alla rete

Pubblicato

il

Novak Djokovic a Belgrado (via Twitter, @Dzaleee)

Lo attendiamo in campo per l’Adria Tour, l’esibizione itinerante che partirà il 13 giugno da Belgrado, e proprio sui campi della sua città natale vediamo Novak Djokovic compiere un notevole trick immortalato dal un video-tweet pubblicato da Nikola Džaleta, tennista serbo 28enne che adesso fa l’allenatore.

Volgendo le spalle alla rete, e di puro polso, Nole mette a segno un passante incrociato di dritto che risulta imprendibile per il suo avversario. Tanto per essere pronti, nel caso si debba tornare in campo prima del previsto.

Continua a leggere

Flash

A Messina non si può giocare a tennis… per colpa del topspin

No, non è una barzelletta. L’assessore al commercio del comune di Messina lo ha spiegato in una diretta social. Dimostrando di non aver capito benissimo cosa sia il topspin…

Pubblicato

il

Rafa Nadal - Roland Garros 2008 (foto @Gianni Ciaccia)

Perché la partita a tennis non è consentita? Perché prevede che i due giocatori, prima o poi nell’arco del gioco, annulleranno la distanza: c’è il gioco a rete, c’è il (?) volée, c’è il topspin (??)… adesso non mi metto qui a fare citazioni di tennis. C’è l’ingresso in campo, c’è l’uscita dal campo, ci sono i momenti di intervallo tra i due set“.

Parole e musica dell’assessore al commercio del comune di Messina Dafne Musolino, adeguatamente supportata nell’invettiva contro il nobile gioco della racchetta dal sindaco Cateno De Luca. Per spiegare un’ordinanza comunale – pare ritirata – che impediva di giocare a tennis a Messina, nonostante la Sicilia sia stata la prima regione d’Italia a riaprire in qualche modo i circoli, Musolino si lancia in una pittoresca descrizione della partita di tennis.

Ecco spiegato da due luminari perché è pericoloso giocare a tennis 🤦‍♀️ in che mani siamo dico io!

 
Pubblicato da Stolli Elisabetta su Venerdì 8 maggio 2020

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement