Kerber e Radwanska rinascono a Sydney. Occhio a Melbourne

Ci sono due nuovi nomi da iscrivere all'albo delle pretendenti all'Australian Open. Sono quelli di Aga Radwanska e Angelique Kerber

Kerber e Radwanska rinascono a Sydney. Occhio a Melbourne

ANGIE & AGA REDIVIVE – Dovrà lavorare ancora Johanna Konta, ma la buona notizia è che la nativa di Sydney è fisicamente a posto. L’anca le aveva dato più di qualche problema a Brisbane, dove era stata costretta a stringere la mano all’avversaria anzitempo. Preoccupazione svanita, ma svanito è anche il suo pressing da fondo campo con il quale, quando è in forma, toglie tempo e fiato alle avversarie. Non si è visto niente di tutto ciò che nel primo dei match di cartello della terza giornata a Sydney. Aga Rasdwanska ha avuto vita facile contro la britannica, tornando a battere dopo un anno e quattro mesi una top ten. Una vittoria che fa ben sperare non solo in ottica Australian Open. Radwanska viene da una stagione decisamente sottotono e la brutta sconfitta rimediata ad Auckland contro Sasha Vickery aveva fatto suonare l’ennesimo campanello d’allarme. Per una non-ancora-definitiva conferma servirà attendere il match del prossimo turno: affronterà la diciannovenne CiCi Bellis, che ieri ha impartito una vera lezione alla slovacca Rybarikova. L’altro big match di giornata se l’è aggiudicato Angelique Kerber, che ha battuto Venus Williams per la quinta volta in carriera, la seconda sul cemento. La tedesca forse sollevata dal non avere più la pressione che l’accompagnava quando era al vertice, sta lentamente riacquistando la solidità difensiva mostrata nel 2016, ma ci sarà ancora da lavorare sul piano mentale per eliminare alcuni vuoti di sceneggiatura. La n. 22 del mondo ha rincorso l’avversaria per due set, e solo nel terzo ha ingranato la vecchia maria, sollevando un muro in prossimità della linea di fondo che l’americana non è riuscita a scalfire neanche con le numerose discese a rete. La sconfitta di Venus, con quella di Konta, decreta la debacle delle teste di serie. Rimane solo Muguruza, salvata dal bye al primo turno e dal giorno di riposo in più. Nella notte affronterà Kiki Bertens.

POME  – Un altro successo di prestigio per Dominika Cibulkova. La slovacca supera una Vesnina a mezzo servizio, alle prese con qualche dolorino alla schiena. La russa, che dal suo ritorno dalle Maldive si sta allenando con Dmitri Tursunov, non riesce a conservare i due break di vantaggio in entrambi i parziali, chiudendo molto contrariata un match che in buone condizioni avrebbe probabilmente portato a casa. Cibu non è ancora al top e i tre mesi lontano dai campi si fanno sentire. Tanti gli errori, ma sempre meno dei pomè. In due set è arrivata anche la sconfitta dell’altra russa ancora in tabellone, Ekaterina Makarova, perdente contro un’indemoniata Barbora Strycova.

 

AUSTRALIA DOLCE CASA – Dei sette australiani presenti a Sydney, la prima ad ottenere un successo è stata Samanta Stosur. La lucky loser Witthoeft è riuscita a tenerla in campo per tre set, che non sono però bastati alla tedesca per prolungare la striscia negativa della ex campionessa Slam nella sua terra. Al secondo turno la attende il derby con Daria Gavrilova, che ha sudato sette camicie per avere la meglio su Olivia Rogowska, 26enne uscita dai radar. Dasha, sempre positiva e pimpante anche nei momenti più complicati, è stata brava a gestire le pericolose accelerazioni di rovescio della sua avversaria, aiutata al momento opportuno dalla pioggia che ha spezzato il ritmo della meno quotata delle australiane, consegnando a Gavrilova due match point per chiudere l’incontro. Vince anche la numero uno d’Australia Ashleigh Barty, che elimina non senza patemi l’altra wild card locale Ellen Perez.

HOBART: BEGU E SINIAKOVA PAGANO DAZIO, VEKIC NON SI DISTRAE

Terza giornata del torneo di Hobart che segna la caduta delle reduci dalle fatiche di Shenzhen. Irina-Camelia Begu dopo la grande settimana in Cina – sconfitta nella semifinale del singolare e vittoria in doppio (tutto con Simona Halep) -, non ha ritrovato ritmo e gioco e si è fatta eliminare in due set da Monica Niculescu, numero 85 del mondo proveniente dalle qualificazioni. Non sarà contenta Irina per il gioco farraginoso, soprattutto con il servizio a disposizione, che non le ha permesso di bissare le gioie della settimana passata.

Fatiche cinesi fatali anche a Katerina Siniakova, sconfitta in tre set da Alison Riske, numero 89 del mondo. Siniakova gioca un solo parziale all’altezza, il primo, dove domina il gioco e breakka tre volte l’avversaria. Sembra davvero la giocatrice finalista contro Halep a Shenzhen. Ma la stanchezza evidentemente si fa sentire e Riske non è proprio l’avversaria più giusta da addomesticare. La giocatrice statunitense inizia a macinare punti, alza il ritmo, martella sulle gambe e i riflessi stanchi di Katerina e le infligge cinque break nei due set seguenti. Le due tenniste giocano uno spettacolare secondo game di terzo set, dove Siniakova si difende da ben 8 palle break con successo. Ma non basta per superare il turno.

Tutto semplice invece per Elise Mertens che supera in “straight-sets” Beatriz Haddad Maia. Avanti anche Lesia Tsurenko (numero 5 del tabellone), che batte in due parziali Yulia Putintseva, numero 73 del mondo. Partita deludente di Putintseva che serve male, subisce sei break e quasi mai mette in difficoltà Lesia alla battuta. Avanza infine senza tentennamenti Donna Vekic che elimina in due set la 18enne ceca Marketa Vondrousova, numero 66 del mondo, apparsa decisamente appannata rispetto alla partita vinta ieri contro Natalia Vikhlyantseva. Per Donna invece nessuna distrazione, nemmeno l’arrivo in Australia di Stan Wawrinka.

https://twitter.com/DonnaVekic/status/949482549725851650

Diego Serra

Risultati:

SYDNEY

Primo turno

[WC] S. Stosur b. [LL] C. Witthoeft 4-6 7-5 6-3
A. Radwanska b. [4] J. Konta 6-3 7-5
D. Gavrilova vs [WC] O. Rogowska

Secondo turno

B. Strycova b. E. Makarova 6-4 6-1
D. Cibulkova b. E. Vesnina 6-4 6-4
[2] V. Williams vs A. Kerber
A. Barty vs [WC] E. Perez

HOBART

Primo turno

M. Buzarnescu b. A.L. Friedsam 7-5 6-4
[5] L. Tsurenko b. Y. Putintseva 6-3 6-2
D. Vekic b. M. Vondrousova 6-4 6-4
[2] E. Mertens b. B. Haddad Maia 6-4 6-4

Secondo turno

[Q] M. Niculescu b. [6] I. Begu 6-3 6-2
A. Riske b. [8] K. Siniakova 2-6 6-3 7-5

CATEGORIE
TAG
Condividi