WTA Acapulco: spunta una svedese in Messico. Stephens, super rischio

Vittoria complicata per Mladenovic, rischia ancora di più Sloane Stephens ma alla fine passa. Prosegue il gran torneo della giovane Rebecca Peterson

WTA Acapulco: spunta una svedese in Messico. Stephens, super rischio
Rebecca Peterson, qualificazioni US Open 2017

Giornata di ottavi di finale del torneo, gli incontri in programma non vedono scontri diretti tra giocatrici di alto livello ma, come spesso capita, le sorprese e le emozioni sono dietro all’angolo. La copertina è della svedese Rebecca Peterson, 22 anni, capace di proseguire ancora il suo cammino in un torneo che potrebbe ricordare a lungo.

SLOANE, CHE RISCHIO – Nei primi match di giornata da sottolineare la vittoria della paraguayana Veronica Cepede Roig (82 WTA) che elimina dal torneo la rumena testa di serie n°5 Irina-Camelia Begu, cogliendo un’altra vittoria importante dopo quella di ieri contro Belinda Bencic. Vittoria netta da parte di Lesia Tsurenko (tds 7) che concede solo 4 giochi a Arina Rodionova e una vittoria un po’ meno perentoria di Daria Gavrilova (tds 3), che impiega oltre un’ora e mezza per piegare in 2 set la wild card messicana Renata Zarazua (253 WTA). Entra quindi in campo la testa di serie n°1 Sloane Stephens (già vincitrice dell’Abierto Mexicano nel 2016) che si trova di fronte l’olandese Arantxa Rus (proveniente dalle qualificazioni) che fin da subito la mette in difficoltà, giocando alla pari e sfruttando al massimo le occasioni. Il primo set si chiude al dodicesimo gioco quando Rus conferma il break ottenuto nel gioco precedente trasformando il primo set point avuto. La statunitense non si scompone e mostra di essere comunque in controllo, strappa subito il servizio all’avversaria e sale 2-0; poi qualcosa si inceppa ancora e la tennista olandese si ritrova in vantaggio grazie a due break consecutivi. Nuovo turno di servizio perso nel corso del nono gioco da Stephens e Rus va a servire per il match. Reazione di orgoglio della recente vincitrice degli US Open che pareggia i conti e riesce anche ad avere un set point a favore prima di affrontare il tie-break che deciderà la seconda frazione. Gioco decisivo che inizia ancora in salita per la n° 13 del mondo: Rus avanti 3-0, recupero Stephens ma sul 6-5 arriva il match point per l’olandese. Sloane annulla con un turbo-diritto che lascia l’avversaria di sasso. Come spesso capita in queste circostanze, per la povera Arantxa il colpo psicologico per la mancata occasione è fortissimo e il crollo nervoso inevitabile. Nel terzo set l’olandese riesce a ottenere solo 7 (sette) punti per l’inevitabile 6-0 per l’americana, che accede ai quarti dove troverà la svizzera Voegele, che ha avuto ragione della greca Maria Sakkari in 2 set. Per Sloane il pericolo è scampato, ma la prestazione resta preoccupante.

 

KIKI E REBECCA – Avanza al turno successivo anche la francese tds n.2 Kiki Mladenovic. La francese aggiorna la statistica dei risultati positivi dopo le 15 sconfitte consecutive tra fine 2017 ed inizio 2018 eliminando la brasiliana Haddad Maia dopo un match durato più di due ore e mezza, che per risolversi ha avuto bisogno di tre set e della rimonta da parte della francese. Mladenovic, ripreso il controllo del match, fallisce tre match point sul 5-5 salvo chiudere due game più tardi evitando il rischio di rimettere in partita la brasiliana. La cinese Shuai Zhang (tds 4), dopo aver eliminato la nostra Paolini, sconfigge anche l’elvetica Teichmann in due partite dopo aver annullato due set point nella prima frazione. Ultima sorpresa di giornata l’accesso nei quarti della 22enne svedese Rebecca Peterson che bissa il successo del turno precedente (aveva eliminato Cornet, tds n.6) vincendo anche il match contro la portoricana campionessa olimpica in carica Monica Puig. Lo fa in due set e raggiunge nuovamente i quarti di un WTA International dopo Guangzhou 2017, rinfocolando le buone opinioni sul suo conto. La svedese farà un bel passo verso la top 100 – lunedì sarà almeno numero 121, a un soffio dal suo best ranking – a meno che ne faccia addirittura, ripetendosi nel prossimo match che le promette una difficoltà ancora maggiore contro Shuai Zhang.

Andrea Franchino

Risultati:

V. Cepede Roig b. [5] I.C. Begu 7-6(3) 6-1
[7] L. Tsurenko b. A. Rodionova 6-3 6-1
[3] [WC] D. Gavrilova b. [WC] R. Zarazua 7-5 6-3
[1] S. Stephens b. [Q] A. Rus 5-7 7-6(6) 6-0
S. Voegele b. M. Sakkari 6-3 6-4
[2] K. Mladenovic b. B. Haddad Maia 3-6 6-3 7-5
[Q] R. Peterson b. M. Puig 6-1 6-4
[4] S. Zhang b. J. B. Teichmann 7-6(5) 6-4

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi