Indian Wells: Errani si prende la semi nel 125K, Fritz lascia libera una WC

Sara fa fuori in due set Danielle Collins. Affronterà la 16enne Anisimova, che si è conquistata la seconda WC per il WTA Premier. Causa i numerosi forfait, Fritz entra direttamente nel main draw e rende vacante il suo pass per il Masters 1000 californiano

Indian Wells: Errani si prende la semi nel 125K, Fritz lascia libera una WC
Sara Errani (foto Luigi Serra)

Prosegue l’inarrestabile marcia di una agguerritissima Sara Errani nel WTA 125K di Indian Wells. Partita dalle qualificazioni, Sarita ha infatti raggiunto la semifinale perdendo un solo set per strada. Nei quarti di finale, la 30enne romagnola ha travolto con il netto punteggio di 6-4 6-1 in poco più di un’ora di gioco la 24enne statunitense Danielle Collins, prima beneficiaria della wild card per il tabellone principale del WTA Premier tramite la Oracle Challenger Series. A dividere l’azzurra dalla finale è rimasta solo la 16enne Amanda Anisimova, anche lei (a dispetto del nome) americana, anche lei già sicura di entrare nell’evento principale che andrà in scena nel deserto californiano tra pochi giorni. Anisimova, campionessa degli US Open Junior nella scorsa stagione, si è assicurata il debutto in quello che in molti chiamano il quinto Slam grazie al successo in due set (6-3 6-3) sulla 19enne connazionale Caroline Dolehide. Non ci sono precedenti tra le due tenniste. L’altra semifinale, quella della parte bassa del tabellone, vedrà opposte l’ucraina Kateryna Bondarenko, testa di serie n.4, e l’australiana Ajla Tomljanovic. Nei quarti di finale, Bondarenko e Tomljanovic hanno battuto rispettivamente la belga Yanina Wickmayer e la svizzera Viktorija Gloubic, curiosamente con l’identico punteggio di 6-3 6-3.

L’altra notizia che arriva da Indian Wells riguarda Taylor Fritz. A causa dei tanti ritiri dal Masters 1000, il 20enne talento statunitense è entrato direttamente in tabellone, lasciando libero il posto occupato come vincitore della Oracle Challenger Series. Il punto di domanda ora però è: chi otterrà i due pass riservati per il torneo maschile? Infatti, a parte Fritz, tutti gli altri semifinalisti del torneo non sono americani. Nella parte alta del tabellone, il nativo delle Barbados Darian King, ha sorpreso la testa di serie n.1 Marius Copil (6-2 7-5) e sfiderà appunto il californiano. Nella parte bassa, si affronteranno il canadese Vasek Pospisil e lo slovacco Martin Klizan. Pospisil, in grande spolvero in queste settimane, ha avuto la meglio su Christian Harrison, fratello minore di Ryan per 7-6 6-1. Klizan ha invece inflitto un duplice 6-2 al canadese Peter Polansky. Teoricamente una delle due wild card statunitensi dovrebbe finire al 27enne Bradley Klahn, finalista nella prima tappa della Oracle Challenger Series a Newport Beach, vinta da Fritz. La seconda è invece molto più incerta.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi