WTA Acapulco: Tsurenko vuole tenersi la corona, finale contro Voegele

La campionessa in carica centra la nona vittoria consecutiva ad Acapulco superando Gavrilova. Voegele (prima finale in carriera) mette la parola fine alla favola Peterson

WTA Acapulco: Tsurenko vuole tenersi la corona, finale contro Voegele

L’ormai celebre adagio che si ripete prima di ogni torneo femminile, e cioè “ogni tennista presente in tabellone può ambire alla vittoria finale”, trova conferma anche nel torneo di Acapulco. A contendersi il titolo saranno la svizzera Voegele, alla sua prima finale WTA, e la campionessa della passata edizione, Tsurenko.

La prima semifinale ad essersi disputata è stata quella tra le uniche due teste di serie rimaste in gara: la n. 3 Gavrilova e la n. 7 Tsurenko. L’ucraina, attualmente numero 40 del ranking, ha letteralmente dominato l’incontro per un’ora e mezza portandosi agevolmente avanti 6-2 5-0, e da lì in poi sono iniziate le difficoltà. La 23enne australiana, giocatrice nervosa ma caparbia e mai arrendevole, ha tentato una risalita che l’ha vista annullare 6 match point e arrivare ad un passo dal 5-5. Lesia comunque alla fine è riuscita a chiudere 6-4 e ha commentato così l’accaduto: “Nel finale la sua difesa era diventata fantastica e io ho perso un po’ di concentrazione. Era un momento confusionario per me e ho fatto molti errori ma sono contenta di aver evitato il tie-break”.

 

Cinque ore più tardi sono scese in campo la compatriota di Federer e la giovane svedese Rebecca Peterson. Quest’ultima, dotata di un fisico possente e dal gioco profondo e aggressivo, si è messa in mostra in questo torneo eliminando tenniste molto più quotate di lei, e non ha sfigurato neanche contro Stefanie Voegele. La numero 183 del mondo tuttavia, come si suol dire a proposito dei gatti, ha nove vite e alla nona semifinale in carriera è riuscita a superare l’ostacolo che finora era stato per lei insormontabile. Nel primo set ha avuto la meglio con il punteggio di 6-4 e la sua solidità al servizio si è protratta anche nel secondo parziale, dove non ha concesso alcuna palla break. Il tie-break a quel punto era d’obbligo e i mini-break si sono presentati in grande quantità. Stefanie è comunque rimasta concentrata nei momenti chiave e sfruttando anche la maggior esperienza da ex 42 del mondo, ha chiuso 7-5. In futuro sentiremo prevalentemente parlare della svedese Peterson, ma per il momento, considerando che per Stefanie questo risultato, arrivato a 27 anni, è indubbiamente il migliore della carriera, ci accontentiamo della gioia da lei mostrata a fine partita.

Risultati:

S. Voegele b. [Q] R. Peterson 6-4 7-6(5)
[7] L. Tsurenko b. [3/WC] D. Gavrilova 6-2 6-4

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi