Alla Conquista della Terra Ep 23 - Non basta il cuore di Fabio

Podcast

Alla Conquista della Terra Ep 23 – Non basta il cuore di Fabio

In collegamento da Parigi Ilvio Vidovich ci racconta la sconfitta di Fognini e il ritiro di Serena Williams

Pubblicato

il

Fabio Fognini trascina Cilic al quinto set, nonostante una caviglia malandata, ma deve cedere al n.4 del mondo: niente quarti per lui a Parigi. Serena Williams non può affrontare la sua rivale Sharapova a causa di un infortunio ai pettorali e si ritira dal torneo. Altra dura sconfitta per Kevin Anderson, che avanti 6-1, 6-2, 5-3 non riesce a chiudere e finisce per perdere al quinto con Schwartzman.

Se non compare il player, cliccare questo link

 

Continua a leggere
Commenti

Focus

1×24 – Ubi Radio: la dura vita del tennis minore. Sovvenzione o… estinzione?

Vanni Gibertini e Alessandro Stella parlano ancora di soldi. Questa volta, l’oggetto della discussione è una specie che rischia l’estinzione: il tennista minore. Gaudenzi vorrebbe far ‘pagare’ i Masters 1000

Pubblicato

il

ATP Challenger di Francavilla, torneo targato MEF Tennis Events

Dopo una settimana di pausa torna l’appuntamento con Ubi Radio, il podcast settimanale condotto da Vanni Gibertini. Anche quest’oggi a fargli compagnia c’è Alessandro Stella e si chiacchiera ancora di soldi, come un mesetto fa; allora si parlò di paradisi fiscali e privilegi, quest’oggi invece ci occupiamo del rovescio della medaglia, delle paturnie dei tennisti minori che faticano a guadagnarsi la pagnotta. Quanti tennisti possono dire di guadagnare davvero? Spoiler: non sono così tanti. Ed è giusto che sia così?


La puntata precedente

Sintonizzatevi sulla pagina Spreaker di Ubitennis, oppure sulle principali piattaforme di podcast come Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

 

Continua a leggere

Focus

1×23 – Ubi Radio: cosa resterà del 2020, il tennis verso il 2021. Osaka mainstream, Djokovic… Tafazzi

A poche ore dal nuovo anno, Vanni Gibertini e Alessandro Stella ricordano cosa ci ha lasciato il tennis in questo 2020. Il margine tra Djokovic-Nadal e tutti gli altri si è ridotto? Il tennis è uno sport in salute?

Pubblicato

il

La squalifica di Djokovic - US Open 2020

Ultimo appuntamento del 2020 con Ubi Radio, il podcast settimanale condotto da Vanni Gibertini. La chiacchierata che conclude questa stagione è un bilancio dell’anno tennistico che si è appena concluso, in compagnia di Alessandro Stella.

Alessandro e Vanni si soffermano soprattutto su quattro argomenti:

  • quello che è successo in campo: il margine ridotto tra Big e ‘semibig’ in campo maschile, i trionfi di Kenin, Swiatek e Osaka in campo femminile;
  • (da 14:40) – Naomi Osaka che il 27 agosto ha ‘fermato’ il tennis, rinviando l’intera giornata del combined di Cincinnati/New York, e si è imposta come figura sportiva mainstream;
  • (da 19:30) – le storture del nuovo ranking, uno dei tanti aspetti in cui la WTA si è limitata a seguire la strada tracciata dall’ATP
  • (da 26:20) – le fragilità del business model tennistico, che fatica a stare in piedi con gli spalti vuoti, e le effettive possibilità di modifica del calendario

La puntata precedente

 

Sintonizzatevi sulla pagina Spreaker di Ubitennis, oppure sulle principali piattaforme di podcast come Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

Continua a leggere

Focus

1 x 22 – Ubi Radio: Melbourne si prepara a riaprire al tennis

Da Melbourne Dario Castaldo racconta i mesi di lockdown e la preparazione per il prossimo Slam. Kyrgios, Barty o De Minaur avranno chance di vittoria?

Pubblicato

il

Australian Open 2019, Melbourne Park

Nella puntata pre-natalizia di Ubi Radio abbiamo parlato di Australia e di Australian Open con Dario Castaldo, il giornalista italiano che vive a Melbourne e lavora per la radio australiana SBS (oltre a collaborare con SuperTennis, la Federazione Italiana e la Gazzetta dello Sport) e che ha vissuto in prima persona il lunghissimo lockdown che nello stato di Victoria ha quasi eliminato il COVID-19. Vanni Gibertini e Luca Baldissera hanno chiacchierato con Dario di tutto quanto è successo negli ultimi mesi e di come Melbourne si sta preparando ad accogliere l’Australian Open 2021 in condizioni quantomeno insolite.

Lo “stato-chioccia” australiano ha quasi eliminato il virus con misure restrittive senza precedenti e ora si prepara ad accogliere i tennisti da ogni angolo del mondo, con tutti i rischi connessi. I giocatori australiani, che non dovranno affrontare la dura quarantena, avranno dei vantaggi tangibili nei primi eventi della prossima stagione?

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement