Wawrinka rivede la programmazione: niente tornei sulla terra a luglio

Lo svizzero non giocherà i tornei di Bastad e Gstaad a cui si era inizialmente iscritto: prenderà una pausa dopo Wimbledon

Wawrinka rivede la programmazione: niente tornei sulla terra a luglio
Stan Wawrinka - Roma 2018 (foto Roberto Dell'Olivo)

I medici gli hanno consigliato di evitare continui cambi di superficie e così Stan Wawrinka non giocherà i due tornei sulla terra battuta previsti il mese prossimo a cui si era iscritto: quello di Bastad dal 16 al 22 luglio e quello di casa di Gstaad in programma la settimana successiva: “Non vedevo l’ora di fare il mio esordio a Bastad perché ho sentito grandi cose su questo torneo. Tutti sanno poi che adoro sempre giocare davanti ai tifosi svizzeri. Gstaad significa molto per me e spero di poter tornare a giocare questo splendido torneo in futuro. Non è mai bello rinunciare a tornei ma devo ascoltare il mio team medico e seguire i loro consigli. Ho lavorato molto duramente per un anno per arrivare dove sono ora e non voglio prendermi alcun rischio di una ricaduta”.

Stan è stato operato al ginocchio sinistro l’estate scorsa e il suo rientro non è stato semplice in questa prima parte di stagione 2018: ha disputato appena 11 partite ufficiali vincendone solamente 4. Giocherà la prossima settimana il torneo del Queen’s e a Wimbledon sull’erba. Ma ora è precipitato fuori dai primi 250 del ranking mondiale. Ha bisogno quindi subito di buoni risultati per avere ancora accesso diretto alle entry-list dei grandi tornei: fermo restando che una wild-card a un tre volte campione Slam, non si nega tanto facilmente…

 

CATEGORIE
TAG
Condividi