Coppa Davis, sorteggio: l’Italia giocherà il primo turno in India

L'esordio del nuovo formato (1 e 2 febbraio). Urna fortunata, attesa per la superficie

Coppa Davis, sorteggio: l’Italia giocherà il primo turno in India
La formazione azzurra - Italia-Francia, Coppa Davis 2018 (foto Roberto Dell'Olivo)

Tutto sulla nuova Davis

Un esordio tutto sommato fortunato attende l’Italia nella prima uscita della nuova edizione della coppa Davis griffata da Piquè e il gruppo Kosmos: sarà infatti l’India a contendere agli azzurri l’accesso al secondo turno, quello a cui approderanno 12 delle originarie 24 partecipanti. Alle vincitrici si aggiungeranno le wild card Argentina e Gran Bretagna, e alle quattro semifinaliste della scorsa edizione. Una buona prospettiva da cui guardare il primo turno, che si terrà il primo weekend di febbraio (1-2), come vuole il nuovo formato: due soli giorni, al meglio dei tre set, con il doppio ad aprire gli incontri della seconda giornata.

 

All’apparenza un impegno relativamente agevole, stante anche il ranking dei tre migliori alfieri indiani Yuki Bhambri (n.97 ATP), Ramkumar Ramanathan (n.134) e Prajnesh Gunneswaran, numero 164. Per trovare un altro giocatore indiano bisogna scendere addirittura alla posizione 320, quella occupata da Sumit Nagal. L’India può però contare su Rohan Bopanna, doppista di grande esperienza che nel 2019 andrà per i trentanove anni. Resta anche l’incognita della trasferta e della conseguente scelta della superficie che spetterà ai nostri avversari, storicamente piuttosto abili sull’erba, sebbene siano da svariati anni dediti anche al cemento (una sola volta nelle ultime dieci occasioni gli indiani hanno scelto i prati). L’India non ha mai vinto la Coppa Davis nella sua storia, pur vantando tre finali (1966, 1974 e 1987): a proposito della finale del 1974, va ricordato che l’India si rifiutò di scendere in campo contro il Sudafrica di Hewitt, McMillan e Moore (che in semifinale aveva battuto l’Italia) per protesta contro la politica dell’apartheid. Quanto alla storia recente, l’India non disputa un incontro di World Group da sette anni.

Fanno ben sperare anche gli incroci tra i rispettivi rappresentanti delle due squadre. Ramanathan non ha mai sconfitto nessuno dei probabili convocati di Barazzutti (0-2 contro Cecchinato e 0-1 contro Bolelli) così come Gunneswaran è stato sconfitto da Berrettini nell’unico incrocio, proprio poche ore fa a Chengdu. Il solo Yuki Bhambri, che pure contro Fabbiano ha perso il confronto di Wimbledon, è riuscito a battere sia Cecchinato che Fognini, entrambi sul cemento amico di Chennai, rispettivamente nel 2013 (qualificazioni) e nel 2017, incontro che Fognini non poté terminare a causa di un problema fisico.

I PRECEDENTI: ITALIA – INDIA 4-1 (fonte: Federtennis.it)

1998 – Genova (terra rossa),  1° turno World Group
ITALIA b. India 4-1
Andrea Gaudenzi b. Srinath Prahlad 60 62 16 62
Mahesh Bhupathi b. Davide Sanguinetti 64 64 64
Andrea Gaudenzi/Diego Nargiso b. Mahesh Bhupathi/Fazaluddin Syed 63 64 36 63
Andrea Gaudenzi b. Mahesh Bhupathi 61 76(3) 61
Davide Sanguinetti b. Srinath Prahlad 62 63

1985 – Calcutta (erba), 1° turno World Group
India b. ITALIA 3-2
Ramesh Krishnan b. Francesco Cancellotti 63 11-9 46 36 64
Vijay Amritraj b. Claudio Panatta 61 64 57 36 63
Gianni Ocleppo/Claudio Panatta b. Anand Amritraj/Sashi Menon 63 63 9-7
Vijay Amritraj b. Francesco Cancellotti 57 64 63 8-6
Claudio Panatta b. Ramesh Krishnan 6-8 64 61

1958 – Firenze (terra rossa), 2° turno Zona Europa
ITALIA b. India 3-2
Nicola Pietrangeli b. Naresh Kumar 8-6 8-6 10-8
Orlando Sirola b. Ramanathan Krishnan 26 75 63 63
Nicola Pietrangeli/Orlando Sirola b. Ramanathan Krishnan/Naresh Kumar 16 9-7 46 62 63
Naresh Kumar b. Orlando Sirola 57 75 36 64 64
Ramanathan Krishnan b. Antonio Maggi 60 26 64 62

1952 – Brisbane (erba), Australia, 1° turno/semifinale Interzona
ITALIA b. India 3-2
Fausto Gardini b. Naresh Kumar 61 57 75 62
Sumant Misra b. Rolando Del Bello 75 64 61
Giovanni Cucelli/Marcello Del Bello b. Naresh Kumar/Sumant Misra 16 16 62 62 13-11
Fausto Gardini b. Sumant Misra 8-6 8-6 16 64
Naresh Kumar b. Rolando Del Bello 62 8-6 46 63

1928 – Torino (terra rossa), Italia, quarti Zona Europa
ITALIA b. India 4-1
Umberto De Morpurgo b. Mohammed Sleem 63 63 61
Giorgio De Stefani b. E.V.Bobb 64 61 63
Umberto De Morpurgo/Placido Gaslini b. E.V.Bobb/Mohammed Sleem 63 63 36 63
Umberto De Morpurgo b. E.V.Bobb 62 64 64
Mohammed Sleem b. Giorgio De Stefani 64 8-6 46 63

L’Italia ha affrontato la selezione asiatica cinque volte, rimediando una sola sconfitta nell’unico scontro in trasferta: nel 1985, sull’erba di Calcutta, i ragazzi capitanati da Adriano Panatta vengono sconfitti per 3-2. Si tratta di un tonfo inaspettato e anche un po’ sfortunato. La sconfitta di Cancellotti contro Krishnan in cinque set, con rimonta sfiorata, è viziata da qualche dubbia decisione arbitrale oltre che dalla desuetudine del nostro giocatore sull’erba, che sbaglia molto e commette diversi doppi falla; quella di Claudio Panatta contro Amritraj matura in due giorni, a seguito dell’interruzione per oscurità del match che l’italiano aveva rimontato fino al 2-2. Vale a poco il punto ottenuto in doppio, con i padroni di casa che tengono a riposo l’allora 35enne Vijay Amritraj, il loro uomo più esperto, capace poi di chiudere la contesa battendo Cancellotti in quattro set nel terzo singolare.

L’Italia ha vinto l’altro precedente disputato fuori dai nostri confini – a Brisbane, in campo neutro nel 1952 – e si è aggiudicata piuttosto nettamente anche l’ultimo precedente del 1998, al primo turno, sulla terra di Genova: netto 4-1 sulla strada dell’ultima finale raggiunta dagli azzurri in Coppa Davis. Al termine di quella sfida, che rappresentò l’esordio (con sconfitta) in Davis per Davide Sanguinetti, il n.1 italiano Gaudenzi ebbe a dichiarare: “Per me e per il tennis italiano preferirei essere come Alberto Costa in Spagna o Chang in America: tra i primi del mondo senza posto in Coppa Davis perché davanti ci sono giocatori più bravi, perché c’è un movimento forte“. La Coppa Davis nel frattempo ha cambiato pelle, ma il proposito di Gaudenzi non sembra essere invecchiato troppo.

Il sorteggio completo

Brasile vs [1] Belgio
Uzbekistan vs [2] Serbia
[3] Australia vs Bosnia ed Erzegovina
India vs [4] ITALIA
[5] Germania vs Ungheria
[6] Svizzera vs Russia
[7] Kazakhstan vs avversaria da stabilire
[8] Repubblica Ceca vs Paesi Bassi
Colombia vs [9] Svezia
[10] Austria vs Cile
[11] Canada vs avversaria da stabilire
Cina vs [12] Giappone

CATEGORIE
TAG
Condividi