ATP Challenger Parma: wild card a Lorenzo Musetti

Flash

ATP Challenger Parma: wild card a Lorenzo Musetti

Due atleti tra i primi cento della classifica mondiale, cinque tra i primi duecento e ventuno tra i primi trecento. Ai nastri di partenza Dellien, Lorenzi, Daniel e Robredo. Inviti anche per Zeppieri, Ocleppo, Virgili e Maggioli

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti (foto Marta Magni)

Ancora pochi giorni di attesa e il grande tennis sarà di scena a Parma. Da lunedì 17 a domenica 23 giugno il Tennis Club President di Basilicanova (Montechiarugolo) ospiterà la prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna|GoldBet Tennis Cup, secondo Memorial dedicato a Filippo Ricotti. La manifestazione, con 54.160 dollari di montepremi più ospitalità per tutti i giocatori, fa parte del circuito ATP Challenger ed è organizzata da MEF Tennis Events, società presieduta da Marcello Marchesini. L’evento, il più importante dell’anno organizzato in Emilia Romagna, riporta il tennis che conta a Parma dopo diverse stagioni di attesa.

Due atleti tra i primi cento della classifica mondiale, cinque tra i primi duecento e ventuno tra i primi trecento. Si tratta di una batteria di tennisti stellare a livello Challenger, guidata da due punte di diamante come Hugo Dellien e Paolo Lorenzi. Il boliviano è esploso quest’anno, e soltanto nelle ultime tre settimane ha superato il primo turno al Roland Garros e raggiunto i quarti di finale nell’ATP 250 di Ginevra. Per quanto riguarda Lorenzi, qualsiasi parola sarebbe limitante per esaltarne la spettacolare carriera: un esempio di abnegazione e di ferrea volontà, una macchina da guerra a livello Challenger (ne ha vinti addirittura 22 in mezzo a tante soddisfazione nei tornei “major” ATP).

Tra i “big” è doveroso citare anche il giapponese Taro Daniel, appena tre posizioni fuori dai primi 100 del mondo, e Tommy Robredo, ex numero 5 al mondo e esponente di spicco della corazzata spagnola guidata da Rafael Nadal. Per quanto riguarda gli italiani sono dieci i giocatori di diritto nel tabellone principale, compreso il già citato Lorenzi. Alessandro Giannessi, Stefano Travaglia, Andrea Arnaboldi e Federico Gaio i nomi di spicco, che vantano numerose partecipazioni in tornei del Grand Slam e una consolidata esperienza a cavallo dei top 100.

“Ringrazio il presidente e il direttore del circolo per il duro lavoro svolto in questi anni – ha commentato il sindaco neo-eletto di Montechiarugolo Daniele Friggeri – che ha permesso di organizzare questo evento di portata internazionale. Attraverso la nostra amministrazione siamo felici di veicolare i valori sani dello sport di cui un torneo di questo livello è naturale portatore”. In occasione della conferenza stampa di presentazione hanno fatto gli onori di casa il presidente del circolo Romano Botti, il quale ha ringraziato il presidente di APT Emilia Romagna Davide Cassani per aver inserito la manifestazione all’interno del calendario di Parma Capitale della Cultura 2020, l’amministrazione, gli sponsor e lo staff organizzativo di MEF, e il direttore del torneo Fabio Rossi, che ha descritto il tasso tecnico degli atleti in gara: “Sarà una settimana speciale per tutta la nostra comunità e un’occasione unica di vedere all’opera personaggi del calibro di Dellien, appena una settimana fa al Roland Garros, di Paolo Lorenzi, dell’ex numero 5 al mondo Tommy Robredo e della truppa di giovani azzurri, che certamente ben figurerà. Personalmente, oltre a tutti i ringraziamenti di rito, ci tengo a ricordare il nostro Filippo Ricotti, nella speranza che questo sia il modo migliore per onorarlo.

 

Alla presenza del vice-sindaco di Parma Marco Bosi, del vice-presidente del consiglio regionale Fabio Rainieri, del vice-presidente del comitato regionale della FIT Roberto Vitale, del rappresentante del CONI Emilia Romagna Andrea Vaccaro e di Gabriele Premoli, rappresentante del title sponsor GoldBet, ha concluso la serie degli interventi Marcello Marchesini, responsabile di MEF Tennis Events: “Con il Tennis Club  President abbiamo firmato un contratto triennale nella certezza di istaurare un rapporto di collaborazione di successo per tutti noi. La nostra società ha organizzato 21 tornei Challenger, incontri di Federation Cup e le finali di Serie A, ma sono convinto che l’appuntamento in rampa di lancio sia un valore aggiunto fondamentale, capace di portare in Emilia Romagna una manifestazione di altissimo livello e di fare da traino a tutto il movimento”.

Sempre in occasione della conferenza stampa di presentazione sono state svelate le cinque wild card per il tabellone principale assegnate dall’organizzazione: gli inviti sono andati a Lorenzo Musetti, Giulio Zeppieri, Emiliano Maggioli, Julian Ocleppo e Adelchi Virgili. Per quanto riguarda Musetti e Zeppieri, si tratta degli under 18 più forti d’Italia, rispettivamente numero 1 e numero 16 al mondo nel ranking ITF juniores: in particolare il 2002 carrarese è ritenuto, assieme a Jannik Sinner, il futuro campione tanto atteso dal nostro movimento, dopo gli splendidi risultati ottenuti quest’anno e la vittoria agli Australian Open Junior. Adelchi Virgili invece ha conquistato l’invito aggiudicandosi il torneo Race to MEF Challenger di San Severo (Foggia), che appunto metteva a disposizione una wild card per Parma: il “genio fiorentino”, seppur non più giovanissimo, è uno dei tennisti più spettacolari di tutto il circuito. In qualificazioni la wild card è destinata a Francesco Forti.

La settimana del Challenger parmense non avrà come protagonisti soltanto gli eroi della racchetta. L’organizzazione infatti ha allestito un ricco calendario di eventi collaterali che renderanno gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna|GoldBet Tennis Cup un evento di sport e spettacolo a 360°. Domenica 16 giugno alle ore 18:30 si terrà il raduno del Team Ballkids presso il Centro Commerciale Eurotorri. I campioni del torneo si presteranno a giochi e autografi con i bambini (evento aperto a tutta la cittadinanza). Mercoledì 19 giugno (ore 20:00) è in programma il “Players Party”, una serata con musica e buffet da trascorrere assieme ai i giocatori degli Internazionali all’interno del Tc President. Due giorni dopo, venerdì 21 giugno (ore 10:00), ci sarà un meeting “in-formativo“ (dedicato principalmente agli insegnanti di tennis ma aperto a tutti) di presentazione dell’innovativa macchina lanciapalle Dragonet. Tutti i giorni del torneo inoltre sarà possibile accedere al “Dunlop Kids Village”, uno spazio riservato interamente ai bambini.

Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna|GoldBet Tennis Cup prenderanno ufficialmente il via lunedì 17 giugno con il tabellone di qualificazione a quattro atleti e il tabellone principale a quarantotto. Sul sito ufficiale della manifestazione è possibile seguire tutti gli aggiornamenti in vista dell’inizio della competizione. L’ingresso ai campi è gratuito da lunedì 17 a giovedì 20 giugno. È previsto un biglietto giornaliero di € 10,00 per le fasi finali del torneo nei giorni 21-22-23 giugno o una formula abbonamento che prevede la tariffa scontata di € 25,00. I ragazzi dai 6 ai 12 anni hanno una riduzione del 50%, mentre gli under 6 sono gratuiti. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare già da oggi i biglietti online sul sito www.diyticket.it. Tutte le informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ticketing & Accrediti ai seguenti recapiti +39 3270798143 – ticket@meftennisevents.com.

Biglietti e abbonamenti: https://www.internazionaliemiliaromagna.com/tickets/

Ufficio Stampa ATP Challenger Parma

Continua a leggere
Commenti

Flash

Couacaud e la finale annullata a Bergamo: “Decisione incomprensibile”

Il francese non ha apprezzato la decisione di annullare la partita per il Coronavirus: “Sono un po’ frustrato. Avevamo chiesto di giocare a porte chiuse ma ci hanno detto di no”

Pubblicato

il

Enzo Couacaud - ATP Challenger Bergamo 2020 (foto Antonio Milesi)

Il coronavirus ha colpito anche il mondo del tennis. Ottemperando alla direttiva che ordinava la sospensione di ogni manifestazione sportiva in Lombardia, nella giornata di ieri è stata infatti annullata la finale del Challenger di Bergamo. Il match avrebbe dovuto vedere di fronte il francese Enzo Couacaud, n.208 del ranking mondiale e testa di serie n.7 del seeding e l’ucraino Ilya Marchenko, n.253 del mondo. Come da regolamento in queste circostanze davvero particolari, ai due giocatori sono andati i punti e il montepremi della finale. Nessun vincitore, ma neanche nessun vinto. 

Un epilogo sicuramente peculiare per il torneo bergamasco, ma inevitabile alla luce dell’evolversi della situazione. Non la pensa affatto così uno dei due finalisti, Couacaud, che in un’intervista a L’Equipe, si è lamentato della decisione degli organizzatori. “Ci è stato annunciata la decisione di annullare il match a mezzogiorno di ieri, poco prima della finale. Noi abbiamo chiesto di fare il match a porte chiuse. Ma ci è stato detto di no, ha rivelato Couacaud. In poche parole, il 24enne transalpino, ritiene che ci sia stata una forma di eccessiva prudenza, anche considerando il fatto che nel resto della città le misure per arginare la diffusione del virus non erano altrettanto evidenti. 

Sono un po’ frustrato. Capisco che non volessero riunire tanta gente nello stesso luogo per limitare il contagio. Ma da lì a rifiutarsi di far giocare un match a porte chiuse con giocatori e arbitri pronti mi sembra eccessivo. I rischi erano limitati, ha continuato il francese. “Soprattutto considerando che ho passeggiato per Bergamo e ho visto i ristoranti aperti. Sembrava una domenica come le altre con un sacco di gente per strada. E noi non abbiamo avuto il diritto di giocare un match di tennis con tre persone. Mi sembra un po’ incomprensibile”.

Couacaud ci ha inoltre tenuto a ribadire di essere in buone condizioni e di non aver avuto problemi a lasciare l’Italia, in vista del suo prossimo torneo. Noi non siamo stati per nulla toccati da questi disagi. Va tutto bene. Ho preso un volo per tornare in Francia. Devo giocare a Pau. Se ci avessero fermato sarei andato in macchina”, ha affermato. Voleva giocare a tutti costi la finale del torneo ed era pronto ad andare da Bergamo fino ai Pirenei in auto. Di sicuro non si può dire che il ragazzo pecchi di determinazione. 

Continua a leggere

Flash

Giornata senza sorprese a Doha, passano tutte le favorite. A Muguruza servono tre ore

La domenica in Qatar non propone alcun scossone. Muguruza soffre ma passa contro Kasatkina, vince Anisimova (che prova a rilanciarsi)

Pubblicato

il

Garbine Muguruza - Australian Open 2020 (via Twitter, @AustralianOpen)

Prima giornata di gioco del WTA Premier 5 di Doha, ricca di incontri ma priva di reali sorprese. Nessuna delle teste di serie in gioco è stata infatti eliminata.

Prosegue lo scarso momento di forma di Wang, alla terza sconfitta di fila, che cede nettamente alla testa di serie numero 16 Elise Mertens per 6-1 6-2. Vittoria molto sofferta (7-5 5-7 6-3) anche per la numero 11 del seeding e recente finalista in Australia, Garbine Muguruza. La tennista spagnola ha bisogno di tre ore per avere ragione di Daria Kasatkina, che non sembra riuscire a riprendersi dopo diversi mesi di risultati deludenti. Agli ottavi sarà sfida con Tomljianovic, vincitrice ieri contro Hon.

Segnali di ripresa invece da Amanda Anisimova. La giovane tennista statunitense ha superato per 6-3 7-6(4) la russa Alexandrova, mostrando una grande solidità al servizio. Sfiderà la testa di serie numero 5 Svitolina al prossimo turno. Continua a ben figurare Ons Jabeur, che dopo i quarti all’Australian Open è andata a un solo punto dall’eliminare Halep, futura vincitrice del torneo, sul cemento di Dubai. Qui a Doha proverà a dimostrare di aver compiuto quei progressi di continuità che le hanno sempre fatto difetto, e la vittoria netta contro Siniakova (6-3 6-2) sembra posizionarla sulla giusta strada. La attende, al turno successivo, la vincitrice della sfida tra Riske e Brady. Muchova e Kudermetova saranno invece le (non semplicissime) avversarie di Bertens e Bencic.

 

Il tabellone completo

Continua a leggere

Flash

Il programma del lunedì a Dubai: Musetti dopo pranzo, Djokovic a merenda

L’ATP 500 di Dubai comincia subito con il botto. L’esordio assoluto di Musetti e il ritorno in campo del campione dell’Australian Open

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Australian Open 2020 (foto via Twitter @AustralianOpen)

Quella che inaugurerà l’ATP 500 di Dubai sarà una giornata ricca di partite interessanti. Gli occhi degli appassionati italiani saranno puntati sui due connazionali in tabellone, Fabio Fognini che torna a giocare dopo i guai fisici di Rotterdam e soprattutto la new entry Lorenzo Musetti, alla prima partita in un torneo ATP.

Grande curiosità per il giovane tennista di Carrara, che ha eliminato Popyrin (il primo top 100 battuto in carriera) e Donskoy nelle qualificazioni. ed è il primo 2002 a qualificarsi ad un torneo ATP. Non è stato però fortunato nel sorteggio, ed esordirà domani sul campo 1 di Dubai contro il numero 14 del mondo Rublev, non prima delle 14 italiane.

Domani sarà anche il giorno dell’esordio di Novak Djokovic, alla sua prima partita dopo la finale degli Australian Open. Il tennista serbo esordirà contro il tunisino Malek Jaziri (protagonista di un siparietto qui sotto allegato) non prima delle 16 italiane sul campo centrale. Unico precedente tra i due nell’edizione 2016 di Dubai, con vittoria netta di Djokovic.

Chiude il programma della giornata sul centrale di Dubai la sfida tra Monfils e Fucsovics, in programma non prima delle 17 e 30 italiane. Il tennista ungherese non è riuscito a portare avanti la forma mostrata in Australia, collezionando due sconfitte di fila tra Marsiglia e Rotterdam. Stato di forma completamente diverso per Monfils, che viene da nove vittorie di fila e due tornei vinti tra Montpellier e Rotterdam. Il tennista francese difende la semifinale dello scorso anno, e chissà che la regolarità di Fucsovics non possa metterlo in difficoltà. Unico precedente tra i due la sfida dello scorso anno a Madrid, vinta da Monfils.

Il programma completo

Centrale – 11 italiane
M. Kukushkin vs K. Khachanov
Non prima delle 13
P. Kohlschreiber vs [WC] M. Safwat
Non prima delle 16
[1] N. Djokovic vs [WC] M. Jaziri
[3] G. Monfils vs M. Fucsovics

Campo 1 – 11.30 italiane
Peers/Venus vs Herbert/Paire
[Q] Kontinen/Struff vs Pavic/Soares
[Q] L. Musetti vs [6] A. Rublev
[Q] L. Harris vs R. Gasquet

Il tabellone completo

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement