Medvedev ha bisogno di tirare il fiato e dà forfait a Pechino

Flash

Medvedev ha bisogno di tirare il fiato e dà forfait a Pechino

Dopo cinque finali e due titoli negli ultimi cinque tornei giocati, il russo si concede uno stop prima del rush finale

Pubblicato

il

Daniil Medvedev allo US Open 2019 (foto Luigi Serra)

Daniil Medvedev non sarà presente la prossima settimana al China Open di Pechino. Il giocatore russo si è cancellato dal torneo cinese, dove era la terza testa di serie, per avere una settimana in più di riposo in vista del Masters 1000 di Shanghai. Ancora non c’è una motivazione ufficiale in merito al forfait, ma tutto fa pensare a un meritato riposo. Negli ultimi due mesi ha giocato la bellezza di 27 incontri, vincendone 24: cinque le finali raggiunte su cinque eventi disputati (una sotto le luci di New York, la prima a livello Slam), due i titoli vinti, l’ultimo a San Pietroburgo pochi giorni fa. C’era sicuramente la necessità di rifiatare e non rischiare infortuni in vista degli ultimi due Masters 1000 e delle ATP Finals di Londra.

Medvedev perderà i 520 punti (riuscì a vincere partendo dalle qualificazioni) conquistati a Tokyo lo scorso anno, ma non verrà superato da Dominic Thiem, che riuscirà solo ad avvicinare la quarta posizione occupata dal russo portandosi a circa quattrocento punti di distanza. Nel tabellone principale del China Open sarà il kazako Mikhail Kukushkin a prendere il posto del finalista degli ultimi US Open.

ATP Pechino: l’entry list aggiornata

 

Continua a leggere
Commenti

Flash

Il tabellone di Amburgo: Fognini trova Kohlschreiber, Sonego sfida Auger-Aliassime

Sorteggio non troppo fortunato per gli italiani. Fabio favorito contro il tedesco, Lorenzo in cerca della sorpresa contro il canadese

Pubblicato

il

Il torneo di Amburgo, che si disputa dal 21 al 27 settembre, si prepara a offrire del buon tennis con alcuni incroci davvero interessanti. Negli ultimi anni l’evento tedesco, un tempo appartenente alla categoria Master Series (gli odierni “1000”), ha sofferto di una collocazione in calendario piuttosto sfortunata, a ridosso dello swing estivo sul cemento nordamericano. Quest’anno invece è l’ultimo torneo prima del Roland Garros, cosa che ha garantito la presenza di numerosi giocatori di alto livello.

Le prime due teste di serie saranno Daniil Medvedev, che affronterà Ugo Humbert al primo turno, e Stefanos Tsitsipas, atteso da un interessante match-up con Daniel Evans. Più morbidi sulla carta gli esordi di Gael Monfils contro Yannick Hanfmann e di Roberto Bautista-Agut che dovrebbe riuscire a gestire uno sparatutto come Nikoloz Basilashvili. Urna non troppo benevola con gli unici due italiani in tabellone: Fabio Fognini ha pescato infatti Philipp Kohlschreiber, ben lontano dai suoi fasti, ma pur sempre una vecchia volpe del circuito; mentre è andata decisamente peggio a Lorenzo Sonego che dovrà vedersela con Felix Auger-Aliassime.

Continua a leggere

Flash

Internazionali di Roma 2020 LIVE: Supersfida Halep-Muguruza in semifinale

La diretta dei quarti di finale del combined ATP/WTA di Roma. Subito Berrettini-Ruud. Djokovic alle 14:30, Nadal a cena. Occhio a Shapovalov-Dimitrov e Azarenka-Muguruza

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Internazionali di Roma 2020 (foto Giampiero Sposito)

L’ordine di gioco, i campi e gli orari del day 6
I tabelloni con i risultati aggiornati in tempo reale: maschile – femminile

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)

17:50 Muguruza piega Azarenka 6-4 al terzo vincendo gli ultimi 3 giochi dell’incontro e va in semifinale contro Simona Halep

 

17:00 – Muguruza e Azarenka al terzo set sul Pietrangeli, la spagnola vince il secondo set

16:50 – Djokovic piega Koepfer 6-3 al terzo e raggiunge in semifinale Casper Ruud

16:20 – Vika Azarenka vince il primo set 6-3 su Garbine Muguruza sul Pietrangeli

16:05 – Koepfer vince il secondo set per 6-4 contro un Djokovic estremamente nervoso

15:50 – Novak Djokovic ha vinto il primo set contro Dominik Koepfer ma si è fatto recuperare il break di vantaggio che aveva nel secondo. Conduce 6-3 3-3

15:09Niente da fare per Berrettini: l’azzurro si arrende al tiebreak decisivo per 7 punti a 5 dopo quasi tre ore di match. Ruud in semifinale contro Djokovic o Koepfer

14:58 – Il quarto di finale tra Berrettini e Ruud si deciderà al tiebreak del terzo set

14:51 – 5-5 tra Berrettini e Ruud, Matteo al servizio. Intanto Djokovic strappa subito la battuta a Koepfer: 3-0 Nole

14:31 – Berrettini recupera il break subito nel primo gioco del terzo set, siamo 3-3 nel parziale decisivo. Sul Centrale, Novak Djokovic sfida Dominik Koepfer

13:50 – Ruud conserva il vantaggio e chiude il secondo parziale per 6-3. Si va al terzo

13:21 – Berrettini perde il servizio in apertura di secondo set, Ruud conduce 3-0

13:05 – In 54 minuti di gioco, Berrettini si aggiudica il primo set per 6-4. Fatale a Ruud il break subito nel primo gioco dell’incontro

13:01 – Yulia Putintseva è costretta al ritiro sotto 2-6 0-2 contro Simona Halep. La romena attende in semifinale la vincente di Muguruza-Azarenka

12:42 – Halep conquista per 6-2 il primo set contro Putintseva, Berrettini avanti 4-2 contro Ruud

12:00 – Scatta la sesta giornata di gioco al Foro Italico di Roma, in programma tutti i quarti di finale. Sul Pietrangeli si parte con la sfida tra Matteo Berrettini e Casper Ruud (1-1 i precedenti), mentre sul Centrale si affrontano Simona Halep e Yulia Putintseva

APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

LE CRONACHE DEGLI OTTAVI DI FINALE

IL COMMENTO DEL DIRETTORE

Continua a leggere

Flash

Il pubblico torna a Roma: Nadal non è sorpreso, Djokovic prenota il Centrale. “Motivazione extra” per Berrettini

Il maiorchino è comprensivo: “La situazione è quella che è… non mi aspetto cose preparate in anticipo”. Mentre Dimitrov è dubbioso: “Metterli a metà torneo? Non lo so”. La gioia di Berrettini: “1000 persone si fanno sentire”

Pubblicato

il

Rafa Nadal - Internazionali di Roma 2020 (foto Giampiero Sposito)

Le dure parole di Binaghi in sede di presentazione del torneo non sono state vane; alla fine gli Internazionali d’Italia avranno il pubblico seppur in forma ridotta: ci saranno infatti tre sessioni da 1000 persone, due domenica per le semifinali e una lunedì per la finale. Il grande caos che ha portato a questa decisione ha spinto persino il Direttore Scanagatta a dar ragione al Presidente FIT, mentre tra i tennisti si respira un’aria di positività.

Novak Djokovic è stato informato della cosa quando ancora non c’era la certezza: “Spero sia vero. Se avremo 1000 persone è meglio che non averle affatto” ha ammesso il serbo. “A tutti noi mancano i fan, e una parte della nostra carriera da professionisti consiste nel giocare davanti a loro e per loro. Quindi sono molto contento di questa cosa. Ovviamente spero che si resterà sul centrale perché ho sentito che si sta considerando di usare anche il Pietrangeli o la NextGen Arena per le semifinali. Spero non sia il caso perché, secondo me, la qualità della terra e del campo sul Centrale è molto più alta rispetto agli altri“.

Un po’ più cauto ma altrettanto raggiante è Rafael Nadal: Se le condizioni sono sicure a sufficienza sarebbe fantastico. Sono convinto che faranno le cose nel miglior modo possibile e anche se 1000 non è molto, almeno è qualcosa. Sono contento per il torneo e per il tennis“. Questa decisione va ovviamente in contrasto con quanto era stato pattuito all’inizio del torneo, ma questo è un periodo di costate evoluzione e anche in Francia per il Roland Garros le modifiche sono all’ordine del giorno: l’aumento di contagi infatti ha fatto ridurre il numero di ingressi a 5000.

Non sono sorpreso per questi cambiamenti ha detto Rafa. “La situazione è quella che è, molto difficile e imprevedibile quindi è normale che si cambi molto velocemente. È normale che chi prende le decisioni lo faccia con le maggiori precauzioni possibili. Non mi aspetto cose facili, né mi aspetto cose preparate in anticipo perché è difficile prevedere come si evolve la pandemia“.

Forse ancor più entusiasta è il tennista di casa Matteo Berrettini, unico italiano superstite di un’ottimo gruppo di tennisti. “È una cosa molto, molto positiva, mi sarebbe piaciuto che ci fossero state fin dall’inizio o già da domani. Però è una cosa che mi da extra-motivazioni perché 1000 persone si fanno sentire. La voglia di vincere ogni partita resta comunque la stessa; di per sé resta una cosa positiva per il torneo in generale”.Tra le donne anche a Simona Halep è stato chiesto un parere sulla questione, e la notizia fresca fresca è stata riportata alla romena in conferenza stampa dopo la sua faticosa vittoria contro Dayana Yastremska: “Avremo i fan per la fine del torneo? Non lo sapevo. Sarà interessante e piacevole avere qualche persona sugli spalti. Ci trasmetterà energia positiva. Per quanto riguarda gli Open di Francia invece manca ancora una settimana prima che comincino quindi sicuramente le cose cambieranno ancora“.

 

Anche Grigor Dimitrov, il giustiziere di Sinner, era all’oscuro della notizia quando si è presentato telematicamente davanti ai giornalisti, e il suo finora è l’unico parere ambiguo. Non so come mi senta in proposito. Mi ci sono voluti alcuni incontri per abituarmi al fatto che non avevamo i fan attorno. Onestamente non so cosa dire. Adoro avere il pubblico, noi siamo quello che siamo grazie a loro. Così stanno le cose. Ovviamente mi mancano, non ci sono dubbi. Ora metterli a metà torneo? Non lo so. Al momento sono concentrato su altre cose: sto cercando di rimettere in sesto il mio gioco, di ritrovare la mentalità giusta in campo. Non sto pensando molto ad altro”. Sembra proprio che il bulgaro sia rimasto sorpreso dalla notizia, ma alla fine comunque non può negare che “a tutti quanti fa piacere, più o meno”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement