O’Shannessy: "Berrettini può battere Federer, deve tenerlo lontano dal net"

Senza categoria

O’Shannessy: “Berrettini può battere Federer, deve tenerlo lontano dal net”

LONDRA – L’istrionico statistico in tuta FIT ha fiducia: “Roger giocherà punti di pochi scambi, Matteo è a suo agio in questo”

Pubblicato

il

Craig O'Shannessy, Vincenzo Santopadre e Umberto Rianna - US Open 2019 (foto Jo Vinci)

dal nostro inviato a Londra

Incontriamo Craig O’Shannessy mezz’ora prima del match di Matteo, nella sua ormai proverbiale tuta della FIT. Oggi è blu, al Roland Garros 2018 girava spesso con una shirt aderente bianca con un tricolore a dir poco marcato e il logo fella Federazione. Anche se all’epoca seguiva esclusivamente Nole Djokovic, ma evidentemente intravedeva l’Italia nel suo immediato futuro. Gli chiediamo al volo le sensazioni appena prima del match.

Craig, pensi ci sia il reale rischio che Matteo possa incappare nella fotocopia della sconfitta nettissima incassata con Roger a Wimbledon?
No, non credo ricapiti. Il posto e il momento più difficile per affrontare Roger per la prima volta è a Wimbledon, oggi mi aspetto che Matteo faccia un’ottima partita contro un avversario capace di qualunque cosa ma non impossibile come sfidare Djokovic proprio al primo match. Poi è chiaro, Roger ha 16 vittorie al secondo turno alle Finals, è Roger Federer…

Pensi possa fare un buon match o possa veramente vincere?
Può vincere, il match con Nole ha dato a Matteo molte indicazioni preziose sull’ambiente, il campo, le sue emozioni a debuttare qui in un match molto duro. Roger ama giocare punti rapidi e Matteo è molto forte in questo. È fondamentale che Matteo tenga Roger il più possibile lontano dalla rete. Il campo veloce e con rimbalzi molto bassi non sono l’ideale per Berrettini, dovrà fare una gran partita, ma può vincere.

 

Se Matteo batte Roger o perde ma vince con Thiem e per il meccanismo del Round Robin dovesse qualificarsi per le semifinali, come festeggerete?
Con un bicchiere di prosecco, prosecco italiano ovviamente! Poi basta perché avremmo poi la semifinale.

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Al via le finali di Serie A1: Vigevano sfida Messina, Prato affronta Genova

Tutto pronto al Palatagliate di Lucca. Si parte venerdì alle 16 con i primi due singolari femminili, sabato scatta la finale maschile

Pubblicato

il

Lucca, Finali Serie A1 2019 - La conferenza stampa di presentazione (foto Marta Magni)

Tutto pronto al Palatagliate di Lucca per le finali maschili e femminili del campionato di Serie A1. I ragazzi dello Sporting Club Selva Alta Vigevano e quelli del Circolo Tennis Vela Messina, così come le giocatrici di Tennis Club Prato e Tennis Club Genova 1893, si contendono i titoli della massima competizione a squadre del tennis italiano, in una tre giorni (6, 7 e 8 dicembre) all’insegna dell’agonismo e della voglia di primeggiare. Garanzia di successo l’organizzazione targata MEF Tennis Events, anche quest’anno di scena in un palazzetto mozzafiato allestito ad hoc per l’evento.

Evento che è stato presentato in conferenza presso la Sala degli Specchi di Palazzo Orsetti. “Essere qui oggi vuol dire che la scorsa edizione è andata più che bene – ha osservato il Sindaco di Lucca Alessandro Tambellini –. Noi siamo felicissimi di supportare questa manifestazione, ma grande merito va agli organizzatori e a tutti coloro che contribuiscono alla realizzazione delle finali. Inoltre la città sa rispondere alla grande: mi aspetto di vedere le tribune del Palatagliate gremite davanti a partite di altissimo livello”. Entusiasta anche Stefano Ragghianti, Assessore allo Sport del Comune di Lucca: “Il tennis italiano sta vivendo un periodo esaltante e noi siamo orgogliosi di ospitare le finali di Serie A1 per il secondo anno consecutivo. Qui è partita la strepitosa stagione di Matteo Berrettini, che a fine 2018 ha conquistato il titolo con la maglia del Circolo Canottieri Aniene. Speriamo di lanciare nell’Olimpo del tennis altri giovani azzurri. Siamo consapevoli di poter vivere un evento ancora più piacevole rispetto a un anno fa, godiamoci lo spettacolo”. Poi Luigi Brunetti, Presidente FIT Toscana: “Mi aspetto incontri molto equilibrati ed estremamente divertenti. Fa piacere che, come d’abitudine, ci sia una squadra toscana in finale: il TC Prato non è una novità e sono sicuro che lotterà sino alla fine per laurearsi campione.

Sotto lo sguardo del direttore Sergio Palmieri, i match partiranno alle ore 16.00 di venerdì 6 dicembre, con due singolari femminili in successione. Sabato e domenica, invece, si comincerà alle ore 11.00. Cerimonia di premiazione femminile sabato pomeriggio, cerimonia di premiazione maschile domenica pomeriggio. Tutto integralmente in diretta su SuperTennis TV (canale 224 di Sky e 64 del Digitale Terrestre).

Come accedere alle finali – Weekend di tennis e non solo a Lucca: è possibile prenotare l’hotel ufficiale dei giocatori ed altre strutture convenzionate scrivendo a ticketeftennisevents.com. Biglietto giornaliero: venerdì € 5,00; sabato € 10,00; domenica € 10,00. Abbonamento week-end: € 20,00. Bambini fino a 14 anni compresi con tessera FIT gratuiti; bambini da 0 a 5 anni compresi gratuiti; bambini da 6 a 14 anni compresi ridotto 50%. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare biglietti o abbonamenti in prevendita cliccando sul sito www.diyticket.it e pagando tramite carta o nei punti SisalPay. Per qualsiasi informazione è possibile inviare una mail a ticket@meftennisevents.com. I titoli di accesso potranno essere acquistati anche presso il welcome desk all’ingresso del palazzetto durante lo svolgimento dell’evento, aperto dalle ore 15:00 del 5 dicembre. Tutte le info sul sito www.meftennisevents.it.

Ufficio Stampa Finali Serie A1

Continua a leggere

Flash

Davis 2020: il sorteggio a mezzogiorno. Tutte le possibili avversarie dell’Italia

L’Italia dovrà qualificarsi per le Finals 2020. Diciotto possibili alternative, nove in casa e nove in trasferta

Pubblicato

il

Coppa Davis 2019 (foto via Twitter, @DavisCup)

In vista del sorteggio degli incontri di qualificazione della Coppa Davis 2020, in programma domenica mattina a mezzogiorno alla Caja Magica di Madrid, la ITF ha fatto sapere che il Comitato Direttivo della Coppa Davis ha deciso di assegnare le due wild card per le Finali 2020 a Serbia e Francia, le quali dunque non dovranno qualificarsi per la fase conclusiva in programma a Madrid ma saranno già ammesse come le quattro semifinaliste di quest’anno (Canada, Gran Bretagna, Russia e Spagna). Il comitato organizzatore non ha dato alcuna spiegazione sui motivi della sua scelta. Trattandosi di una federazione internazionale che un minimo dovrebbe rendere conto ai suoi affiliati, forse avrebbe potuto farlo anche se giustificare la scelta caduta sulla Serbia più che sulla Francia, avrebbe potuto mettere in qualche imbarazzo gli autori della scelta. La Serbia perché significa garantirsi la presenza di uno dei primi tre giocatori del mondo o anche per il ruolo politico che nell’ATP ha Novak Djokovic? E la Francia …per via della sua tradizione e delle tre finali giocate negli ultimi quattro anni. O perché il suo presidente Giudicelli ha votato per il nuovo format della Davis contro il parere di quasi tutti i suoi giocatori e tifosi?

Il Comitato Direttivo è composto dal Presidente ITF David Haggerty, dal Presidente e Fondatore di Kosmos Gerard Piqué, dal CEO Di Kosmos Tennis Javier Alonso e dal membro del Comitato per la Coppa Davis Mark Woodforde.

 

Conseguentemente il sorteggio di domenica accoppierà le nazioni teste di serie, decise in base al ranking ITF, a quelle non teste di serie per decidere i match di qualificazione che si disputeranno il prossimo 6-7 marzo 2020 secondo il tradizionale formato “casa/trasferta”.

Le teste di serie saranno:

  1. Croazia
  2. Belgio
  3. Argentina
  4. USA
  5. Australia
  6. Italia
  7. Germania
  8. Kazakistan
  9. Repubblica Ceca
  10. Austria
  11. Giappone
  12. Svezia

Ognuna di loro sarà sorteggiata con una delle rimanenti 12 nazioni:

Bielorussia
Brasile
Cile
Colombia
Ecuador
Ungheria
Corea del Sud
Olanda
Slovacchia
Uruguay
Uzbekistan
Vincente di Pakistan v India (da giocare il prossimo 29-30 novembre)   

L’Italia giocherebbe in casa nel caso in cui venisse accoppiata con Ungheria, Corea del Sud, Olanda e India; giocherebbe in trasferta nel caso un cui dovesse affrontare Bielorussia, Brasile, Cile e Slovacchia; si procederebbe invece al sorteggio per stabilire il fattore campo se dall’urna dovesse uscire un Paese tra Colombia, Ecuador, Pakistan, Uruguay o Uzbekistan.

Quale sarebbe il sorteggio più difficile per l’Italia? Probabilmente una trasferta in Cile a casa di Jarry e Garin, ma anche in Brasile non sarebbe uno scherzo per via del doppio Melo Soares e della torcida brasileira che rappresenta un ostacolo non da poco in lui. Da augurarsi invece uno scontro in casa con Corea del Sud e India (se gli indiani batteranno come probabile i pakistani in un confronto che potrebbe avere anche risvolti politici poco simpatici).

Continua a leggere

Senza categoria

Coppa Davis LIVE, Italia vs Stati Uniti 1-1: in campo il doppio

La diretta della terza giornata delle Finali di Coppa Davis. Gli azzurri devono battere gli USA per 3-0 per sperare di qualificarsi tra le migliori seconde. Si giocano anche Spagna-Croazia e Australia-Belgio

Pubblicato

il

Madrid, Finali Coppa Davis 2019 (foto via Twitter, @DavisCupFinals)

Il tabellone completo con tutti i risultati (sempre aggiornato)

per visualizzare gli ultimi aggiornamenti premi F5 (desktop) oppure scrolla la pagina verso il basso (mobile)


 

21:35 – Opelka vince il secondo set al tie-break 7 punti a 4. Si al terzo

20:40 – Fognini incamera il primo set per 6-4 grazie a un break in apertura, non ha mai rischiato al servizo

20:00 – Scatta a Madrid la sessione serale della terza giornata delle Finali di Coppa Davis. La Spagna di Nadal sul centrale contro la Croazia, l’Australia di Kyrgios sullo Stadium 3 contro il Belgio. Sullo Stadium 2 con due ore di ritardo tocca all’Italia: con il Canada già sicuro del primo posto, agli azzurri servirà una netta vittoria per 3-0 per sperare nel ripescaggio.

APPROFONDIMENTI E INTERVISTE

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLE FINALI DI DAVIS

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement