Doping, Haddad Maia squalificata fino a maggio

Flash

Doping, Haddad Maia squalificata fino a maggio

La brasiliana era stata sospesa nello scorso luglio per la positività a degli anabolizzanti contenuti in integratori, regolarmente dichiarati come vitamine. Accolta la tesi della non volontarietà, ma è stata punita la negligenza

Pubblicato

il

Beatriz Haddad Maia - Bogotà 2019 (foto via Twitter, @CopaWTABogota)

La sospensione precauzionale di Beatriz Haddad Maia per aver violato il Tennis Anti-Doping Programme si è tradotta in una squalifica effettiva di dieci mesi. La mancina brasiliana era stata fermata nello scorso mese di luglio a causa di un test delle urine effettuato a giugno nel corso del torneo di Bol, in Croazia. Dalle analisi, era emersa la presenza di sostanze (denominate SARM S-22 e SARM LGD-4033) che per la WADA rientrano nell’elenco degli anabolizzanti. La ventitreenne di San Paolo, prima della sospensione, ha fatto in tempo a spingersi (da qualificata) fino al secondo turno di Wimbledon, togliendosi anche la soddisfazione di eliminare Garbine Muguruza. Punti che chiaramente andranno persi (insieme al prize money) alla luce della squalifica, che le consentirà di tornare nel circuito soltanto a partire dal prossimo 22 maggio.

A differenza di quanto accaduto con il numero uno di doppio Robert Farah (che è riuscito a far passare la tesi difensiva della contaminazione alimentare), il teorema dei legali in questo caso non è andato pienamente a segno. Prima del controllo risultato positivo, Haddad Maia aveva dichiarato come vitamine gli integratori preparati da una farmacia di San Paolo. L’attuale numero 147 del ranking aveva anche presentato all’ITF un campione di urine raccolto un mese dopo rispetto a quello incriminato, che risultava però negativo nonostante l’assunzione delle stesse sostanze. La sua condanna a dieci mesi (rispetto a un massimale di pena di due anni per simili violazioni) contempla l’attenuante della non volontarietà, ma allo stesso tempo non la assolve dalla negligenza: la giocatrice avrebbe dovuto conoscere il rischio derivante dall’assunzione di tali integratori.

View this post on Instagram

Oi pessoal, Imagino que há algum tempo vocês devem estar esperando alguma notícia minha. Como vocês já sabem, em junho do ano passado apareceram duas substâncias proibidas no meu teste de antidoping. Durante todos esses meses eu e minha equipe de advogados nos juntamos para ir atrás da origem delas. Levamos os suplementos para serem testados no laboratório credenciado da WADA, e conseguimos provar que o erro não veio da nossa parte…Diante disso, o meu retorno às quadras será no dia 22/05/2020. Escrevo aqui para reforçar que o Tênis faz parte da minha vida, e é a minha maior paixão. Ele não é só o meu trabalho, envolve minha família,minha formação e os meus amigos. Nunca colocaria em risco algo tão importante para mim, e que é responsável pela pessoa que sou hoje. Sempre joguei limpo, e aprendi com o tênis valores que fazem parte do meu dia a dia: respeito, honestidade e trabalho duro. Quem me conhece sabe da minha índole, do meu caráter, e da minha felicidade em realizar o que eu faço. Claro que não está sendo um momento fácil, mas estou buscando lidar da melhor forma possível. Assim, como sempre tentei ser dentro e fora das quadras. Agradeço de coração todas as mensagens de apoio que recebi durante esse tempo, em especial dos meus familiares e amigos que estão fazendo parte do meu dia a dia. Sigo em frente, agora ainda mais forte, em busca dos meus sonhos????? Bia

A post shared by biahaddadmaia (@biahaddadmaia) on

Su Instagram, la ex 58 del mondo ha pubblicato un lungo post nel quale ha ribadito le sue ragioni: “Il tennis è una delle cose più importanti della mia vita – le sue parole -, non è solo un lavoro, ma coinvolge anche la mia famiglia e i miei amici. Non avrei mai potuto mettere a rischio tutto questo per mia volontà, visto che i valori che questo sport mi ha insegnato sono rispetto, onestà e duro lavoro“.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement