Un Kyrgios "d'annata" infiamma un nuovo "Instashow" con Murray

Flash

Un Kyrgios “d’annata” infiamma un nuovo “Instashow” con Murray

In preda ai fumi dell’alcool, Nick Kyrgios ne ha per tutti i suoi colleghi durante la chiamata live su Instagram con Andy Murray

Pubblicato

il

Nick Kyrgios con la canotta dei Lakers di Kobe Bryant - Australian Open 2020 (via Twitter, @atptour)
 

Una delle “novità” certamente più piacevoli di questa pausa involontaria del circuito è stata sicuramente il proliferare delle conversazioni in diretta Instagram tra i vari protagonisti del circuito, che si sono lasciati andare a conversazioni a ruota libera per la gioia di colleghi e appassionati.

L’ultima in ordine di tempo è stata la chiamata tra Andy Murray e Nick Kyrgios, con il campione australiano che a notte fonda dalla sua casa di Canberra non si è certo trattenuto nell’esprimere giudizi tutt’altro che morbidi nei confronti di alcuni dei suoi rivali, certamente aiutato dai sei bicchieri di vino che lui stesso ha confessato di aver consumato durante la conversazione.

All’inizio Murray ha chiesto a Kyrgios il motivo della sua grande passione per la Laver Cup: “È davvero divertente! – ha spiegato l’australiano – Sono lì con i miei migliori amici a giocare contro ragazzi europei che non hanno nessun affiatamento tra loro, non gliene importa un c…o l’uno dell’altro e fanno finta di essere una squadra per una settimana l’anno. Questa cosa mi fa girare le scatole. Diciamo la verità: [Stefanos] Tsitsipas  e [Sascha] Zverev si odiano, e poi tutto d’un tratto si comportano come amiconi… ma per favore!

 

Parole al vetriolo anche per Dominic Thiem: “Io cerco di ottenere nuove sensazioni provando un nuovo cocktail… lui preferirebbe guardare la vernice che si asciuga… Il Team World è un grande gruppo, se tu [Murray] venissi a giocare con noi vinceremmo sicuramente”.

Nick Kyrgios e la bottiglia di vino rosso che si era scolato sono poi passati a riempire di complimenti l’ex n.1 del mondo Andy Murray: “Te l’ho detto diverse volte. Non voglio essere polemico ma onestamente credo che tu sia un giocatore migliore di [Novak] Djokovic. Adesso la gente farà esplodere i social media dicendo che Djokovic ha vinto tanti Slam e così via. Ma lui giocava a palla avvelenata con il mio servizio, non riusciva a rispondere, e tu invece tiravi risposte vincenti come se nulla fosse. Io la penso così”.

Murray, con il suo consueto aplomb ha ribattuto con i freddi numeri: “I risultati sembrano suggerire altrimenti”. Non soltanto Djokovic ha vinto 17 tornei dello Slam contro i tre del britannico, ma nei confronti diretti il serbo è in netto vantaggio per 25 a 11. Tuttavia Kyrgios ha vinto una sola volta nei sei precedenti incontri con Murray, mentre ha battuto Djokovic entrambe le volte che lo ha incontrato.

“Non ci importa di Nadal, Djokovic e Feds – ha detto in conclusione di chiamata Kyrgios – ti amiamo tutti [Andy], la gente normale come noi ti ama”, proponendo di giocare il doppio insieme con lui appena si potrà riprendere a giocare dopo la pausa causata dall’epidemia di COVID-19.

Continua a leggere
Commenti

ATP

ATP Dallas, il tabellone: Fritz e Tiafoe guidano la pattuglia americana, c’è anche Sock

Seconda edizione del torneo indoor in Texas, Ben dodici statunitensi in tabellone, ma nessun italiano

Pubblicato

il

Dallas Open - Dallas 2022 (Twitter - @DALOpenTennis)
Dallas Open - Dallas 2022 (Twitter - @DALOpenTennis)

Uno dei soli 10 tornei ATP rimasti negli Stati Uniti, e l’unico a giocarsi indoor, il Dallas Open ritorna anche quest’anno dopo l’edizione inaugurale del 2022 per cercare di stabilire una tradizione dopo la scomparsa ad uno ad uno degli eventi in terra americana che fino a un decennio fa si svolgevano in questo periodo.

Dopo la breve e sfortunata parentesi del New York Open a Long Island (il contratto di 10 anni è stato risolto soltanto dopo un tre edizioni), il torneo si è spostato a Dallas nell’impianto della Southern Methodist University per fornire ai tennisti nordamericani la possibilità di giocare e ottenere punti dopo l’Australian Open senza dover cambiare di nuovo continente e rimanere negli Stati Uniti in attesa del Sunshine Double.

Testa di serie n. 1 è il californiano Taylor Fritz, che al secondo turno potrebbe affrontare il suo compagno di nazionale Jack Sock, ammesso tramite una wild card, se quest’ultimo saprà superare il bielorusso Ivashka. Dalla parte opposta del tabellone troviamo il n. 2 del seeding Frances Tiafoe, che dopo il bye al primo turno affronterà il vincitore tra Mackenzie McDonald e un qualificato.

 

Terza testa di serie è il canadese Denis Shapovalov, che se la vedrà con chi uscirà vincitore nel match “stenografico” tra Wu e Mmoh, mentre il quarto giocatore del seeding è il serbo Miomir Kecmanovic, opposto al vincitore del primo turno tra Emilio Gomez e Taro Daniel.

Sono ben 12 su 24 gli statunitensi in tabellone ammessi di diritto o grazie a una wild card, cui se ne potranno aggiungere altri attraverso le qualificazioni. Nessun italiano sarà invece ai nastri di partenza in Texas.

Il tabellone completo dell’ATP di Dallas

Continua a leggere

Coppa Davis

Coppa Davis, World Group I: Rune trascina la Danimarca. Avanti anche Romania, Brasile, Ucraina, Perù, Turchia e Lituania

Il numero 1 danese decisivo nella vittoria contro l’India. Nelle sfide ancora in corso la Grecia di Tsitsipas ad un passo dai play-off di settembre

Pubblicato

il

Oltre alle sfide del World Group in programma in questo weekend anche gli incontri del World Group I, le cui vincenti sfideranno le perdenti dei Qualifiers per giocarsi a settembre un posto per il tabellone principale del 2024.

Già qualificate per i play-off di settembre la Danimarca che batte l’India trascinata da Holger Rune, la Romania che vince in Thailandia, il Brasile che liquida la Cina, l’Ucraina che batte il Libano, la Turchia che surclassa la Slovenia, il Perù che annichilisce l’Irlanda e la Lituania che fa fuori il Pakistan. Vicine al passaggio del turno il Giappone che è avanti 2-0 contro la Polonia orfana di Hurckaz e la Grecia di Stefanos Tsitsipas che conduce 2-0 sull’Ecuador. Sul 2-0 anche la Lettonia contro Israele, la Bulgaria in Nuova Zelanda e Taipei in Messico. Ecco i risultati delle sfide già terminate e di quelle in corso

GIAPPONE-POLONIA 2-0
GRECIA-ECUADOR 2-0
BRASILE-CINA 4-0
DANIMARCA-INDIA 3-2
THAILANDIA-ROMANIA 2-3
TURCHIA-SLOVENIA 4-0
PERU’-IRLANDA 4-0
MESSICO-TAIPEI 0-2
UCRAINA-LIBANO 3-1
LETTONIA-ISRAELE 2-0
NUOVA ZELANDA-BULGARIA 0-2
LITUANIA-PAKISTAN 4-0

 

Continua a leggere

Coppa Davis

Coppa Davis, day 1: Olanda e Repubblica Ceca avanti 2-0, parità in Finlandia e in Cile

I tulipani avanti sugli slovacchi, i cechi vicini alla vittoria in Portogallo. Cerundolo porta l’Argentina sull’1-1 in Finlandia, Jarry pareggia il Kazakistan

Pubblicato

il

Alcune sfide di Coppa Davis sono invece iniziate solo oggi e quindi hanno visto svolgersi il programma della prima giornata.

Non senza problemi l’Olanda è avanti 2-0 contro la Slovacchia. Griekspoor e Van Rjithoven hanno sudato non poco per venire a capo dei loro avversari. Non scontato il 2-0 ceco in terra portoghese, molto bravi Lehecka e Machac. Parità invece tra Finlandia e Argentina e tra Cile e Kazakistan. Vediamo il dettaglio delle sfide disputate.

COPPA DAVIS

 

Qualifiers

OLANDA-SLOVACCHIA 2-0

T. Griekspoor b. L. Klein 7-6(6) 2-6 6-4
T. Van Rijthoven b. A. Molcan 7-6(6) 5-7 6-3

Olanda avanti 2-0 sulla Slovacchia sul veloce di Groningen, ma ci sono volute due lunghe battaglie per vincere entrambi i singolari. Nel primo lo slovacco Klein non ha sfruttato due set point consecutivi sul 6-4 nel tie break del primo set prima di cedere il parziale 8-6. Lo slovacco ha vinto poi nettamente il secondo 6-2 ma ha ceduto il terzo set e la partita con il punteggio di 6-4, nonostante un bel recupero dall’1-4 al 4-4 e una palla per il 5 pari nel decimo gioco prima di cedere la battuta.

Combattuto, anche di più, il secondo singolare, finito dopo 2 ore e 55 minuti di gioco. Alla fine l’ha spuntata Van Rijthoven, vittorioso 6-3 al terzo contro lo slovacco Molcan. Olandese molto efficace al servizio (ben 27 ace), Molcan spreca un break di vantaggio nel primo set (conduceva 4-1).

CILE-KAZAKISTAN 1-1

T. Skatov b. C. Garin 6-1 6-3
N. Jarry b. A. Bublik 6-2 6-2

Una vittoria netta a testa tra Cile e Kazakistan nella prima giornata in corso di svolgimento sulla terra rossa di La Serena in CIle. Skatov supera agevolmente Garin, rimedia per i padroni di casa Nicolas Jarry che travolge uno spaesato Bublik, sconfitto con un doppio 6-2

FINLANDIA-ARGENTINA 1-1

E. Ruusuvuori b. P. Cachin 7-5 6-3
F. Cerundolo b. O. Virtanen 6-3 3-6 7-6(3)

Soffre l’Argentina in terra finlandese. Emil Ruusuvuori prova a trascinare i suoi a una storica qualificazione alla fase eliminatoria a gruppi battendo con sicurezza Pedro Cachin nel primo singolare. Ci pensa però Francisco Cerundolo a pareggiare i conti battendo in tre set il numero 2 finlandese Otto Virtanen, sconfitto però solo al tie break del terzo. Sfida molto equlibrata

PORTOGALLO-REPUBBLICA CECA 0-2

J. Lehecka b. N. Borges 6-4 6-4
T. Machac b. J. Sousa 7-6(6) 3-6 6-2

Non sfrutta al momento il fattore campo il Portogallo. Repubblica Ceca vanti infatti 2-0 in terra lusitana. Lehecka supera agevolmente Nuno Borges, Joao Sousa non sfrutta un set point nel primo set ed esce sconfitto al terzo nella sfida contro Tomas Machac. Cechi ad un passo dalla vittoria

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement