WTA Ostrava: Ostapenko domina Martic, Azarenka passa in rimonta, fuori Svitolina

WTA

WTA Ostrava: Ostapenko domina Martic, Azarenka passa in rimonta, fuori Svitolina

La lettone mette a segno 30 vincenti in meno di un’ora e si guadagna la sfida con Jabeur. Vika soffre per un set, ma ribalta il match contro Krejcikova

Pubblicato

il

A Ostrava, Vika Azarenka se l’è vista brutta per oltre un set contro Barbora Krejcikova, ma alla fine è riuscita rimettere ordine nel proprio tennis, dominando da metà del secondo set in poi. Davvero una gran vittoria per la bielorussa che per tutto il primo parziale è stata scherzata da Krejcikova, perfetta da fondocampo e oculata nelle chiusure a rete. Nel momento di massima difficolta, ad inizio secondo set, Vika ha trovato il proprio miglior tennis annullando ben cinque palle break nei primi due turni di battuta. Il break centrato subito dopo ha scosso le certezze di Krejcikova che da quel momento è sparita dalla partita, in balìa dell’avversaria e anche del fato, come si può evincere da questo nastro davvero beffardo di cui è stata vittima.

Non si vedono spesso cose del genere

Un parziale di dodici giochi a due ha proiettato Azarenka verso i quarti di finale, dove affronterà la vincente della sfida tra Karolina Muchova e Elise Mertens. La belga ha vinto agevolmente superato l’ostacolo Amanda Anisimova, gestendo con sapienza gli scambi e incassando i tanti errori della giovane statunitense, colpitrice eccellente ma non nuova a certe giornate no e dunque facile preda per giocatrici accorte come Mertens. Quattro break, equamente ripartiti nei due set, hanno sancito il 6-2 6-3 in favore della belga dopo un’ora e tredici minuti.

 

Prestazione monstre per Jelena Ostapenko, che ha bullizzato tennisticamente la malcapitata Petra Martic, testa di serie numero 5 del torneo. La lettone ha stampato 30 vincenti (su 59 punti vinti nel match) in appena 58 minuti di gioco per superare la propria avversaria e centrare la ventesima vittoria contro una top 20 in carriera. Al prossimo turno troverà Ons Jabeur in un incrocio potenzialmente molto interessante.

Fuori subito la N.1 del seeding Elina Svitolina che ha trovato la pericolosissima Maria Sakkari all’esordio dopo il bye. 6-3 6-3 per la greca.

Risultati:

Secondo turno

M. Sakkari b. [1] E. Svitolina 6-3 6-3
[4] V. Azarenka b. [Q] B. Krejicikova 2-6 6-2 6-1
[Q] S. Sorribes Tormo b. [8] A. Kontaveit 6-1 6-4

Primo turno

[WC] J. Ostapenko b. [5] P. Martic 6-3 6-1
[7] E. Mertens b. A. Anisimova 6-2 6-3

Il tabellone completo

Continua a leggere
Commenti

WTA

Tutte le vincitrici WTA del 2020: da Pliskova a Sabalenka, i 23 trofei assegnati

Ripercorriamo tutto il tennis femminile che si è giocato nel 2020. Barty numero uno quasi senza giocare, il primo Slam di Swiatek, la conferma di Osaka a New York

Pubblicato

il

Iga Swiatek con il trofeo del Roland Garros 2020 (foto Twitter @rolandgarros)

La stagione che si è appena conclusa è stata la 50° dalla fondazione della Women’s Tennis Association, ma sfortunatamente questo anniversario è coinciso con un’annata tutt’altro che florida dal punto di vista dei tornei: nel 2020 si sono infatti disputati 23 eventi, cifra decisamente inferiore rispetto ai 59 dello scorso anno. La ragione del drastico calo è ovviamente la pandemia di COVID-19, che ha causato la sospensione delle attività agonistiche per cinque mesi e ha condizionato anche l’ultima appendice di stagione.

Il tennis si è fermato ad inizio marzo ed è ripartito ad agosto col torneo di Palermo, a seguito del mancato svolgimento di tappe storiche come quelle di Indian Wells, Miami e Wimbledon. Non capitava dal 1945, ultima edizione saltata a causa della seconda guerra mondiale, che Wimbledon non si disputasse.

RANKING – La classifica WTA nel mese di gennaio vedeva in testa Ashleigh Barty, seguita da Karolina Pliskova e Simona Halep. Le modifiche apportate nel conteggio dei punti hanno fatto sì che non ci fossero notevoli cambiamenti nel ranking, e infatti attualmente in testa troviamo ancora l’australiana nonostante quest’ultima non scenda in campo da febbraio (trovate qui l’ultima classifica stagionale). Al secondo posto c’è la rumena Halep mentre è risalita sul podio la giapponese Osaka, vincitrice dello US Open. Meritano una menzione anche Bianca Andreescu e Belinda Bencic. Per la prima c’era grande attesa in questa stagione dopo la cavalcata trionfale allo US Open 2019, ma gli infortuni hanno costretto la canadese a restare per tutto l’anno ai box; Andreescu non gioca infatti dalle Finals dello scorso anno. Bencic, invece, aveva vinto nel 2019 il premio di “comeback player” dell’anno, mentre se la WTA eleggesse anche la “delusione dell’anno” sarebbe una potenziale candidata per il 2020.

 

Fornito il contesto generale, tuffiamoci adesso nel resoconto dei tornei che si sono disputati settimana per settimana, dal primo titolo vinto da Karolina Pliskova a Brisbane fino all’ultimo trofeo, sollevato da Sabalenka a Linz (la bielorussa aveva vinto anche a Ostrava tre settimane prima). Con qualche numero interessante a corredo.

Week 1 (5-12 gennaio)

Premier Brisbane: [2] Ka. Pliskova b. [8] M. Keys 6-4 4-6 7-5
International Shenzhen: [5] E. Alexandrova b. [7] E. Rybakina 6-2 6-4
International Auckland: [1] S. Williams b. J. Pegula 6-3 6-4

Note: 73° titolo della carriera per Serena Williams, il primo dopo la maternità del 2017. Diventa inoltre la prima tennista a vincere almeno un torneo in quattro decadi consecutive, anni ’90, ’00, ’10 e ’20.

Serena Williams, trofeo – Auckland 2020

Week 2 (13-18 gennaio)

Premier Adelaide: [1] A. Barty b. D. Yastremska 6-2 7-5
International Hobart: [3] E. Rybakina b. [4] S. Zhang 7-6(7) 6-3

Note: Barty profeta in patria. Dopo due finali perse a Sydney (2018-19), Ashleigh riesce a vincere un titolo sul suolo natio, impresa ancora non riuscita alle sue colleghe connazionali in attività

Week 3-4 (20 gennaio – 1 febbraio)

Australian Open: [14] S. Kenin b. G. Muguruza 4-6 6-2 6-2

Note: ultimo torneo di Caroline Wozniacky, sconfitta al terzo turno da Ons Jabeur.
Primo successo Slam della carriera per Sofia Kenin

Week 6 (10-16 febbraio)

Premier San Pietroburgo: [2] K. Bertens b. [8] E. Rybakina 6-1 6-3
International Hua Hin: [5] M. Linette b. [Q] L. Kung 6-3 6-2

Week 7 (17-22 febbraio)

Premier Dubai: [1] S. Halep b. [SE] E. Rybakina 3-6 6-3 7-6(5)

Note: ritorno in campo dopo quasi otto anni di Kim Clijsters, sconfitta al primo turno da Garbine Muguruza

Week 8 (23-29 febbraio)

Premier 5 Doha: [9] A. Sabalenka b. [8] P. Kvitova 6-3 6-3
International Acapulco: [7] H. Watson b. [Q] L. Fernandez 6-4 6-7(8) 6-1

Note: il 26 febbraio annuncia il ritiro Maria Sharapova

Week 9 (2-8 marzo)

International Lione: [1] S. Kenin b. A.L. Friedsam 6-2 4-6 6-4
International Monterrey: [1] E. Svitolina b. [9] M. Bouzkova 6-3 6-4

Week 31 (3-9 agosto)

International Palermo: F. Ferro b. [4] A. Kontaveit 6-2 7-5

Note: il tennis agonistico riprende ufficialmente dopo il lockdown con il primo torneo, compreso di pubblico, che si disputa a Palermo

Fiona Ferro con il trofeo del Ladies Open 2020

Week 32 (10-16 agosto)

International Praga: [1] S. Halep b. [3] E. Mertens 6-2 7-5
International Lexington: J. Brady b. J. Teichmann 6-3 6-4

Week 34 (21-29 agosto)

Premier 5 Cincinnati/New York: V. Azarenka b. [4] N. Osaka W/O

Note: primo titolo per la bielorussa Victoria Azarenka dopo la maternità del 2016

Week 35-36 (31 agosto – 13 settembre)

US Open: [4] N. Osaka b. V. Azarenka 1-6 6-3 6-3
International Istanbul: P.M. Tig b. [Q] E. Bouchard 2-6 6-1 7-6(4)

Note: la bulgara Tsvetlana Pironkova raggiunge i quarti di finale agli US Open, sconfitta da Serena Williams, al suo primo torneo dopo tre anni di assenza e la gravidanza. Terzo successo Slam per la giapponese Naomi Osaka

Naomi Osaka – US Open 2020 (via Twitter, @usopen)

Week 37 (14-21 settembre)

Premier 5 Roma: [1] S. Halep b. [2] Ka. Pliskova 6-0 2-1 rit.

Note: dopo due sconfitte in finale (2017-18) Simona Halep vince per la prima volta gli Internazionali di Tennis d’Italia

Week 38 (20-26 settembre)

International Strasburgo: [2] E. Svitolina b. [5] E. Rybakina 6-4 1-6 6-2

Week 39-40 (27 settembre – 10 ottobre)

Roland Garros: I. Swiatek b. [4] S. Kenin 6-4 6-1

Note: la polacca Iga Swiatek vince il primo trofeo della carriera, ed è uno Slam. Inoltre è la prima tennista polacca, uomini inclusi, a trionfare in un Major

Week 42 (19-25 ottobre)

Premier Ostrava: [3] A. Sabalenka b. [4] V. Azarenka 6-2 6-2

Note: il 21 ottobre annuncia il ritiro Julia Goerges, il 29 ottobre fa lo stesso Magdalena Rybarikova

Week 45 (9-15 novembre)

International Linz: [1] A. Sabalenka b. [2] E. Mertens 7-5 6-2

Note: la bielorussa Aryna Sabalenka si conferma tennista autunnale, con 5 dei suoi 8 titoli della carriera conquistati nei mesi di settembre-ottobre-novembre

Aryna Sabalenka con il trofeo di Linz 2020

Testo a cura di Paolo Di Lorito

Continua a leggere

WTA

Sabalenka trionfa a Linz e ritrova la top 10

La bielorussa supera Mertens in tre set e chiude in bellezza il 2020 vincendo il secondo titolo consecutivo

Pubblicato

il

[1] A. Sabalenka b. [2] E. Mertens 7-5 6-2

Aryna Sabalenka rispetta il pronostico della vigilia e chiude in bellezza il 2020 conquistando da testa di serie numero uno il torneo WTA International di Linz. In finale la bielorussa ha avuto la meglio sulla seconda favorita del tabellone, Elise Mertens, in una partita che l’ha vista soffrire molto nel primo set per poi dilagare nel secondo. Dopo l’iniziale vantaggio di 2-0, Sabalenka si è infatti fatta rimontare e sul 4-4, dopo aver mancato ben tre palle break nei precedenti turni di risposta, ha addirittura perso il servizio, mandando Mertens a servire per il set. Un provvidenziale controbreak le ha permesso di rimettersi in partita e anzi di riprenderne il controllo, vincendo anche i successivi due game e con essi il set.

Nel secondo parziale non c’è molta storia. Smaltito lo spavento e incamerato il primo set, Aryna ha iniziato a giocare molto più sciolta e per Mertens sono iniziate le difficoltà vere. Il tutto si è tradotto in un 6-2 in 35 minuti. Per Sabalenka questo è il secondo torneo vinto consecutivamente, dopo il successo di fine ottobre a Ostrava, e il terzo nel 2020 (aveva vinto a Doha prima della sospensione), mentre Mertens perde la seconda finale su due in stagione. La vera notizia però è che il successo odierno permette a Sabalenka di sorpassare Serena Williams al decimo posto della classifica WTA e di tornare dunque in top 10.

 

Continua a leggere

WTA

WTA Linz: in finale si sfidano le ‘partner’ Sabalenka e Mertens per l’ultimo trofeo stagionale

Amiche e partner di doppio, Aryna Sabalenka ed Elise Mertens si contenderanno l’ultimo trofeo stagionale del circuito femminile

Pubblicato

il

Elise Mertens e Aryna Sabalenka - US Open 2019 (photo Jo Vinci)

Un finale senza grandi sorprese a Linz. All’ultimo round dell’Upper Austria Ladies Linz, torneo ‘International’ ed ultimo evento WTA della stagione 2020 (orfana, quest’anno, dello swing asiatico), giungono infatti le due prime teste di serie del tabellone, la bielorussa Aryna Sabalenka (n. 11 WTA) e la belga Elise Mertens (n. 21 WTA). Dopo il successo a Ostrava, Aryna è alla ricerca dell’ottavo titolo in carriera. In semifinale ha avuto la meglio sulla ceca Barbora Krejcikoca (74 WTA) in un match tirato al terzo set (7-5 4-6 6-3).

Semifinale complicata anche per Elise. Dopo aver perso nettamente il primo set e dominato il secondo, alla fine è riuscita a superare la russa Ekaterina Alexandrova (n. 4 del seeding e 33 WTA) aggiudicandosi un terzo parziale serrato (2-6 6-1 7-5). Domenica, punta al suo sesto trofeo.

Ricordiamo che Sabalenka, ad Ostrava, oltre ad aver vinto la gara di singolare, ha conquistato anche il torneo di doppio, in coppia con la stessa Mertens. Le due fanno coppia da due anni nella disciplina meno nobile, nella quale hanno vinto anche uno Slam (US Open 2019), ma non si sono iscritte al torneo di doppio a Linz.

 

Il tabellone completo

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement