ATP Parigi-Bercy: derby italiano a Travaglia, senza problemi Cecchinato. Caruso ripescato

Flash

ATP Parigi-Bercy: derby italiano a Travaglia, senza problemi Cecchinato. Caruso ripescato

Altri trre azzurri saranno al via dell’ultimo Masters 1000 della stagione insieme a Berrettini e Sonego

Pubblicato

il

Marco Cecchinato al Sardinia Open 2020 (foto Roberto Dell'Olivo)

Tante luci per l’Italia nell’atto finale delle qualificazioni del Masters 1000 di Bercy. Il torneo parigino, che ha recentemente confermato il suo regolare svolgimento nonostante il lockdown in vigore in Francia, avrà altri tre italiani in tabellone oltre quelli già presenti. A Matteo Berrettini, testa di serie numero 7, e Lorenzo Sonego, fresco finalista di Vienna, si aggiungeranno Marco Cecchinato e Stefano Travaglia, vincitori contro Federico Coria e Gianluca Mager.

Ce la fa anche Salvatore Caruso, che viene sconfitto dallo spagnolo Alejandro Davidovich-Fokina ma vince il sorteggio ed entra nel main draw da lucky loser. Meno fortuna nella scelta dell’avversario per Travaglia e Caruso. Il tennista marchigiano sfiderà l’australiano De Minaur, estremamente ostico su questa superficie, mentre Caruso giocherà contro il padrone di casa Corentin Moutet, tanto talentuoso quanto capace di errori marchiani. Più semplice sulla carta l’incontro di Marco Cecchinato, sorteggiato contro l’altro qualificato Norbert Gombos.

M. Cecchinato b. F. Coria 7-6(2) 6-2

Sul velluto Marco Cecchinato, che dopo un primo set più lottato sfonda la strenua difesa di Federico Coria e si prende un posto in tabellone. Il tennista argentino non brilla certo per qualità al servizio e i suoi primi turni di battuta sono lunghi e pieni di scambi duri. Ma è proprio Coria il primo a rompere l’equilibrio. Cecchinato incappa in un pessimo game al servizio e l’argentino si prende il primo break della partita. L’azzurro è bravo a non perdersi d’animo e si riprende subito il break nel game successivo. Serve quindi il tie-break per decretare il vincitore del primo set. La solidità al servizio di Cecchinato è troppa per Coria e si prende il primo set lasciando solo due punti all’avversario nel tie-break. Il parziale decisivo del primo set sarà la pietra tombale sulla partita del tennista argentino, che rientra malissimo in campo ad inizio secondo set e si prende un parziale di due break consecutivi che significano set e incontro per Cecchinato. È la seconda volta nel tabellone principale di Bercy per Marco Cecchinato, che nel 2018 perse nettamente al primo turno contro il portoghese Joao Sousa.

 

S. Travaglia b. G. Mager 6-2 7-5

Più movimentato il derby italiano tra Stefano Travaglia e Gianluca Mager. Il finalista di Rio parte poco centrato al servizio e prende un parziale tremendo di tre break consecutivi. A poco basta il controbreak di Mager nel secondo game, Travaglia lascia le briciole alla risposta dell’avversario e chiude il primo set in scioltezza lasciando solamente, dopo il break subito, un punto nei suoi game di servizio. La partita sembra avviarsi allo stesso copione del primo set quando Mager subisce un altro break in avvio di set, ma il numero 98 del mondo ha il merito di non smettere mai di crederci. La mano di Travaglia trema al momento di servire per il match e Mager sembra poter rimettere la partita nei suoi binari. La speranza dura il tempo di un game, Travaglia preme da fondo e trova il break decisivo per volare nel tabellone principale del torneo parigino per la prima volta in carriera.

A. Davidovich-Fokina b. S. Caruso 6-4 1-6 6-1

Tanti rimpianti con gioia finale per Salvatore Caruso, che perde in una partita caratterizzata da tanti cambi d’inerzia contro lo spagnolo Davidovich-Fokina. Il tennista italiano a fine partita avrà avuto tanto da recriminare sull’inizio del primo set, a posteriori decisivo per l’esito finale. Caruso parte molto male al servizio e subisce due break consecutivi, accenna una reazione a fine primo set trovando un break ma Davidovich riesce comunque a chiudere senza problemi. L’inerzia della partita però ora è dalla parte di Caruso, che ha riguadagnato fiducia e domina tutti gli scambi lunghi. Il secondo set è praticamente una formalità per il tennista siciliano che si mostra sempre meglio dello spagnolo da fondo e chiude con un netto 6-1 frutto di due break. Il momento sembra positivo per Caruso, ma Fokina spegne subito gli entusiasmi con un break in avvio che piega le speranze di qualificazione per Caruso, che cede di schianto il servizio nel sesto game e consegna set e partita all’avversario. La fortuna arride comunque al numero 81 del mondo, che viste le tante defezioni nel tabellone principale viene ripescato da lucky loser assieme agli sconfitti Coria, Albot e Djere.

Gli altri risultati:
Fucsovics [1] b. Pospisil [9] 4-6 7-6(3) 6-2
Giron [11] b. Djere [2] 7-6(5) 7-6(3)
Gombos b. Albot [10] 7-5 4-6 6-4
Delbonis [6] b. Hanfmann [13] 6-1 2-1 ret.

LUCKY LOSERS

L. Djere
S. Caruso
R. Albot
F. Coria

Gli accoppiamenti dei qualificati/lucky losers al primo turno

Delbonis vs Thompson
Fucsovics vs Coric
Cecchinato vs Gombos
Albot vs Hurkacz
Coria vs Bonzi
Davidovich Fokina vs Khachanov
Travaglia vs de Minaur
Djere vs Anderson
Giron vs Ramos-Vinolas
Caruso vs Moutet

Continua a leggere
Commenti

Flash

Zverev riparte da Montpellier: una wild card dopo la batosta all’Australian Open

Il numero tre del mondo riparte dalla sua comfort zone, un torneo indoor in Europa, dopo la sconfitta contro Shapovalov

Pubblicato

il

Alexander Zverev - ATP Cup 2022 Sydney (foto Twitter @ATPCup)

Poca voglia di restare a casa, nessuna intenzione di rimanere altri giorni a rimuginare: Alexander Zverev tornerà subito in campo nella settimana successiva all’Open di Australia. Il tedesco numero 3 del mondo ha infatti ricevuto una wild card dagli organizzatori dell’ATP 250 di Montpellier, evento indoor che si giocherà la settimana prossima. Una location non lontanissima da Monaco, dove Zverev ha la residenza, e condizioni di gioco che potrebbero ricordare quelle di Torino, dove pochi mesi fa Sascha ha vinto le ATP Finals, per ritrovarsi subito e ripartire forte dopo il brutto KO negli ottavi di finale degli Australian Open contro Shapovalov. Una batosta che ha confermato ulteriormente il poco feeling del tedesco verso le prove del Grande Slam. Il tabellone dell’ATP di Montpellier dovrebbe vedere protagonisti, a meno di rinunce dell’ultimo momento, anche Gael Monfils e Roberto Bautista Agut.

Continua a leggere

Australian Open

[VIDEO] Il punto del direttore Scanagatta: “Spero in una finale femminile combattuta”

Ubaldo deluso per la poca battaglia vista nelle semifinali: “Barty mi ricorda Bjorn Borg a Parigi 1978”

Pubblicato

il

Ashleigh Barty all'Australian Open 2022 (Credit: @AustralianOpen on Twitter)

Nel consueto punto di giornata sulla nostra pagina Instagram, il direttore Ubaldo Scanagatta fa un breve riepilogo delle due semifinali femminili dell’Australian Open andate in scena oggi, giovedì 27 gennaio. “Due semifinali a senso unico. Barty ha dato 6-3 6-1 alla Keys, è la prima australiana in finale nel torneo di casa dal 1980. Collins, che dopo questo torneo sarà tra le prime dieci del mondo, ha dato  6-4 6-1 a Swiatek -dice Ubaldo -. La Barty ha un rovescio slice che mi ricorda Federer, ma per aver perso solo 21 game in 6 partite mi ricorda Bjorn Borg, che a Parigi nel 1978 ne perse 32 in 7 (ma lui giocava tre set su cinque). La Collins, dopo un anno da una delicata operazione, tira fortissimo e contro la Barty può fare meglio di Anisimova e Giorgi. Spero di assistere a una finale lottata dopo tante partite senza storia”.

Ecco il video, reperibile anche sulla pagina Instagram di Ubitennis, che potete seguire per rimanere aggiornati in tempo reale su tutto ciò che accade nel mondo del tennis.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Ubitennis (@ubitennis)

 

Continua a leggere

Flash

Australian Open, Vanni Gibertini e Ubaldo Scanagatta parleranno di Berrettini-Nadal a RAI Radio 1 Sport

Vanni interverrà il 27 gennaio alle 17:35, il direttore Scanagatta il 28 gennaio alle 11:30 per parlare del risultato della semifinale

Pubblicato

il

2022 AUSTRALIAN OPEN, Matteo Berrettini (ITA), Photo © Ray Giubilo

Siamo ormai prossimi alla semifinale fra Matteo Berrettini e Rafael Nadal all’Australian Open 2022, in programma il 28 gennaio alle 4:30. Si tratta di una prima assoluta per il tennis maschile italiano, e non è quindi una sorpresa che la performance del N.7 ATP sia finita sulle prime pagine degli organi d’informazione.

Proprio per questo motivo, era naturale che ci si rivolgesse a chi segue il tennis su base un pochino più frequente. RAI Radio 1 Sport si è quindi rivolta alla redazione di Ubitennis per un commento pre- e post-partita, con le seguenti modalità:

  • Il vicedirettore Vanni Gibertini interverrà a “Tempi Supplementari” verso le 17:35 del 27 gennaio
  • Il direttore Ubaldo Scanagatta invece sarà di scena verso le 11:30 a “Palla al Centro” il 28 gennaio

Oltre che via radio, le loro parole si potranno ascoltare anche in streaming, a questo link: Rai Radio1 Sport | Canale | RaiPlay Sound. Vi aspettiamo!

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement