Quote mercoledì 17 febbraio, Australian Open: poche speranze per Tsitsipas?

Senza categoria

Quote mercoledì 17 febbraio, Australian Open: poche speranze per Tsitsipas?

Nadal e Brady non hanno ancora perso un set. Rublev vale 3 contro la bestia nera Medvedev

Pubblicato

il

Si completano i quarti di finale all’Australian Open, con due derby previsti, uno russo al maschile e uno statunitense fra le donne.

Amici, entrambi moscoviti, hanno appena portato a casa insieme l’ATP Cup: si sfidano i due tennisti più caldi degli ultimi mesi, ossia Andrey Rublev e Daniil Medvedev, in una partita che promette scintille. Le premesse però non sono delle migliori per Rublev, reduce da uno strepitoso 2020, che è uscito sempre sconfitto nei quattro precedenti, senza riuscire a portare a casa neanche un set; dall’altro lato Medvedev, in striscia vincente da 18 incontri, ha mostrato un pericoloso blackout contro il serbo Krajinovic, durato un paio di set (con annessa litigata con il coach, che abbandona lo stadio), poi superato con la vittoria al quinto e la successiva agevole affermazione su McDonald negli ottavi. Bet365  vede favorito l”orso’ Medvedev a 1,40, la cui sconfitta invece paga 3, mentre vale appena 1,36 il fatto che Rublev riesca finalmente a strappare un set al connazionale.

Sarà invece uno Stefanos Tsitsipas reduce da tre giorni di riposo quello che sfiderà Rafa Nadal, favorito per Snai a quota 1,50: il greco, che ha beneficiato del ritiro del nostro Berrettini, ha vinto solo uno dei sette precedenti (per altro ‘in trasferta’ a Madrid) ed è già stato sconfitto a Melbourne dal maiorchino nella semifinale 2019; Nadal ha ammesso di essere ormai ristabilito dai problemi alla schiena ed è arrivato fin qui vincendo sempre per tre set a zero. Servirà una versione extra-lusso di Tsitsipas per mettere in difficoltà lo spagnolo, il quale, partito a fari spenti, è rientrato a pieno nel novero dei favoriti di un torneo che ha vinto una sola volta, perdendo ben quattro finali.

 

Non potrà ancora beneficiare del supporto del pubblico di casa Ashleigh Barty, impegnata contro un’ottima Karolina Muchova, ma potrà farlo in caso di vittoria (pagata mediamente 1,22 dai bookmakers), in quanto dalla giornata del 18 febbraio, in virtù della fine del mini-lockdown di cinque giorni, sarà di nuovo permesso l’ingresso agli spettatori; la tennista ceca, reduce da due solide vittorie contro Mertens e Pliskova, in cui ha dimostrato di avere nervi d’acciaio, cerca la prima semifinale slam in carriera, mentre l’attuale numero uno del mondo va alla caccia del secondo slam dopo il Roland Garros 2019. Per chi fosse convinto che la partita si deciderà al terzo set, la quota offerta è 3 da Bet365, che paga inoltre la sorpresa di Muchova a 4,33.

Infine derby a stelle strisce fra Jennifer Brady e la sorpresa Jessica Pegula, che vede favorita la prima a 1,40 su Snai. Pegula ha finora mietuto vittime importanti nel suo percorso, battendo nell’ordine Azarenka, Stosur, Mladenovic e Svitolina, ed ha portato a casa l’unico precedente, risalente allo scorso agosto a New York; è stato invece impressionante finora il cammino della Brady, che, oltre a non concedere set, ha lasciato alle avversarie la miseria di diciassette games (praticamente due per set in media), e si augura di bissare la semifinale slam ottenuta a Flushing Meadows 2020.

Tempo di quarti di finale anche nel contemporaneo WTA Melbourne 4, dove segnaliamo una bella sfida fra Petra Martic e Daria Kasatkina, con la russa uscita vincitrice dallo scontro con l’amica Pavlyuchenkova e mediamente favorita a quota 1,60, sebbene la croata l’abbia sempre battuta nelle due precedenti occasioni. Favori del pronostico poi per Bianca Andreescu (1,40) impegnata contro la rumena Begu, così come per Marie Bouzkova e Danielle Collins (entrambe 1,45) opposte rispettivamente a Teichmann e Peterson.

Luca Chito

***Le quote sono aggiornate alle 17 di martedì 16 febbraio e sono soggette a variazione

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

ATP Anversa: alle 16.30 Jannik Sinner sfida Arthur Rinderknech

Il teenager altoatesino prosegue nelle Fiandre la difficile caccia a uno degli ultimi due posti disponibili per le Finals di Torino

Pubblicato

il

Jannik Sinner- ATP Sofia 2021 (ph. Ivan Mrankov)

La corsa alle Finals torinesi si è fatta quantomeno complicata, ma Jannik Sinner conserva le possibilità di provarci. Fino all’ultimo quindici del torneo di Stoccolma occorrerà sbagliare pochissimo, e il primo ostacolo da saltare senza inciampi si paleserà nel pomeriggio odierno. Il kid di Sesto Pusteria alle 16.30 circa (in diretta su Sky e Supertennis) affronterà nei quarti di finale del torneo di Anversa il francese Arthur Rinderknech, avversario non banale, in buona forma e sicuramente cresciuto rispetto all’unico precedente, andato in scena lo scorso mese di maggio al torneo di Lione.

In quell’occasione il giocatore da Gassin, lucky loser, aveva inopinatamente sorpreso in rimonta un Sinner opaco e in grande difficoltà al servizio; servizio che invece aiutò e continua a fornire un grande contributo a Rinderknech, nel frattempo passato dalla centoventicinquesima alla sessantacinquesima posizione del ranking ATP. Battitore di quasi due metri dal dritto niente affatto disprezzabile, Arthur il provenzale in Belgio ha vinto due buone partite contro Federico Delbonis e Dusan Lajovic, per raggiungere quello che è addirittura il sesto quarto di finale di una stagione davvero notevole.

Contro Sinner, a Lione, Rinderknech ottenne la prima vittoria della carriera contro un top 50: da quel momento ne sono arrivate altre sei, con la perla del successo agli ottavi di finale di Gastaad contro Robert Bautista Agut, allora numero sedici del mondo. Un insieme di dati che restituisce l’immagine di un giocatore nel momento migliore della carriera. Ma le opzioni di Jannik non sono moltissime: urge una vittoria, per tenere acceso il lumicino della speranza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di domenica 17 ottobre: finale femminile alle 22, finale maschile alle 01

Ultima giornata del BNP Paribas Open. In campo le due finali di singolare

Pubblicato

il

Indian Wells Tennis Garden 2020 (foto Twitter @BNPPARIBASOPEN)

Dodicesima e ultima finale del BNP Paribas Open di Indian Wells. In programma le due finali di singolare.

Stadium 1 – a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia)

[21] P. Badosa vs [27] V. Azarenka

 

Non prima delle ore 16 locali (le 01 in Italia)

[21] C. Norrie vs [29] N. Basilashvili

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di sabato 16 ottobre: semifinali maschili a partire dalle 22.30

Penultima giornata a Indian Wells, si assegnano i titoli di doppio a contorno delle semifinali maschili

Pubblicato

il

Indian Wells 2021 (via Twitter, @BNPPARIBASOPEN)

Undicesima e penultima giornata del BNP Paribas Open, come di consueto dedicata alle semifinali maschili e alle finali di doppio. Lo spostamento del torneo all’autunno e il cambio dell’emittente titolare dei diritti da ESPN a Tennis Channel ha portato a qualche cambiamento di orario. Probabilmente per minimizzare la concorrenza televisiva del football NCAA è stato deciso di posticipare l’inizio delle due semifinali del singolare maschile alle 13.30 locali, le 16.30 sulla costa est degli USA e le 22.30 in Italia.

Anche gli orari delle finali di domenica sono stati modificati, con ogni probabilità per non cozzare con la NFL. La finale femminile verrà disputata a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia), e di seguito ci sarà la finale maschile che però non inizierà prima delle ore 16 (le 01 in Italia).

Questo l’orario completo per sabato:

 

Stadium 1 – a partire dalle 11 (le 20 in Italia)

Finale doppio femminile
V. Kudermetova/E. Rybakina vs [2] S.W. Hsieh/E. Mertens

Non prima delle 13.30 (le 22.30 in Italia)
Semifinali maschili
[23] G. Dimitrov vs [21] C. Norrie
[31] T. Fritz vs [29] N. Basilashvili

Non prima delle 17.30 (le 2.30 in Italia)

Finale doppio maschile
[7] J. Peers/F. Polasek vs A. Karatsev/A. Rublev

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement