Quote sabato 13 marzo: favoriti spagnoli nelle finali odierne

Senza categoria

Quote sabato 13 marzo: favoriti spagnoli nelle finali odierne

Medvedev già con un piede in finale a Marsiglia, Humbert favorito nel derby su Herbert. Bouchard cerca il primo titolo dal 2014

Pubblicato

il

Roberto Bautista Agut - Doha 2021 (via Twitter, @QatarTennis)

Finale sicuramente inattesa quella che andrà in scena a Doha, con in campo Nikoloz Basilashvili e Roberto Bautista Agut a giocarsi il trofeo. Entrambi usciti vincitori a sorpresa dalle semifinali, rispettivamente contro Fritz e Rublev, i due si sono incontrati quattro volte in carriera, con tre successi per l’iberico e uno per il georgiano, ottenuto nell’unico incontro sul cemento, a Dubai 2019. Proprio nel gennaio di quell’anno Bautista Agut aveva vinto il trofeo di Doha, ultimo torneo vinto dallo spagnolo, ed ora un suo bis vale 1,28 per Bet365, alla fine di un cammino che lo ha visto eliminare la prima e la terza testa di serie (Thiem e Rublev). Basilashvili dal canto suo è letteralmente rinato questa settimana, e, dopo un lungo periodo di crisi ritrova una finale che manca da luglio 2019, quella vinta ad Amburgo, si affaccia a questa finale a quota 3,75 avendo ritrovato il suo ritmo forsennato da fondo, con il quale ha fatto fuori Federer nei quarti.

L’ATP di Marsiglia, dopo i risultati dei quarti di finale, sembra saldamente nelle mani di Daniil Medvedev: il russo, impressionante contro Sinner, è favoritissimo (1,02 per Snai) su Matthew Ebden, che ieri ha avuto la meglio in rimonta su Karen Khachanov. In finale troverebbe eventualmente il vincitore dell’ennesimo derby francese, quello fra Ugo Humbert e Pierre-Hugues Herbert; nei precedenti è in vantaggio due a zero Humbert, così come nei pronostici, con quote medie di 1,60 e 2,25, ma se si dovesse rivedere l’Herbert aggressivo visto contro il campione in carica Tsitsipas ci sarà sicuramente battaglia.

Semifinali a tinte sudamericane a Santiago. Nella prima si affrontano due argentini, con Federico Delbonis favorito su Facundo Bagnis (1,61 e 2,30 su Bet365), in un match che vanta ben sette precedenti, di cui quattro a favore di Delbonis. L’altra semifinale vede opposti il cileno Cristian Garin ed il colombiano Daniel Elahi Galan, con quest’ultimo mediamente sfavorito a 2,75, mentre il beniamino di casa cerca una finale che manca da più di un anno, ossìa da quella di febbraio 2020 vinta contro il nostro Mager a Rio de Janeiro.

 

Sono stati rispettati a Dubai i pronostici delle semifinali, che prevedevano i successi di Garbine Muguruza e Barbora Krejcikova, che ora si incontrano per la prima volta in carriera. La spagnola ha faticato a chiudere il match contro Elise Mertens, in cui è sembrata sempre superiore all’avversaria ma nel quale è riuscita ad avere la meglio solo al settimo match point; vale 1,24 per Snai per lei la vittoria nella terza finale stagionale, dopo le sconfitte contro Barty e Kvitova rispettivamente nello Yarra Valley e a Doha. È invece giunta in finale partendo dalle qualificazioni la vera sorpresa del torneo, la ceca Krejcikova, tra l’altro senza lasciare un set alle avversarie: prima finale in un WTA 1000 per lei, con il lieto fine che vale 3,90.

È finito invece in semifinale il sogno di Elisabetta Cocciaretto nel WTA 250 di Guadalajara, battuta da Eugenie Bouchard, che ritrova una finale che manca da settembre scorso e cerca un titolo che manca addirittura dall’anno di grazia 2014. L’altra finalista sarà la spagnola Sara Sorribes Tormo, uscita vincitrice a sorpresa dallo scontro con Marie Bouzkova e ora favorita in questa finale, la prima in carriera, a quota 1,72 per Bet365, mentre vale 2,10 il ritorno al sorriso di Genie. Curiosamente l’unico precedente fra le due ha avuto luogo sempre in Messico, a Monterrey nel 2017, terminato con il successo dell’iberica in due set.

Luca Chito

***Le quote sono aggiornate alle 10 di sabato 13 marzo e sono soggette a variazione

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

ATP Anversa: alle 16.30 Jannik Sinner sfida Arthur Rinderknech

Il teenager altoatesino prosegue nelle Fiandre la difficile caccia a uno degli ultimi due posti disponibili per le Finals di Torino

Pubblicato

il

Jannik Sinner- ATP Sofia 2021 (ph. Ivan Mrankov)

La corsa alle Finals torinesi si è fatta quantomeno complicata, ma Jannik Sinner conserva le possibilità di provarci. Fino all’ultimo quindici del torneo di Stoccolma occorrerà sbagliare pochissimo, e il primo ostacolo da saltare senza inciampi si paleserà nel pomeriggio odierno. Il kid di Sesto Pusteria alle 16.30 circa (in diretta su Sky e Supertennis) affronterà nei quarti di finale del torneo di Anversa il francese Arthur Rinderknech, avversario non banale, in buona forma e sicuramente cresciuto rispetto all’unico precedente, andato in scena lo scorso mese di maggio al torneo di Lione.

In quell’occasione il giocatore da Gassin, lucky loser, aveva inopinatamente sorpreso in rimonta un Sinner opaco e in grande difficoltà al servizio; servizio che invece aiutò e continua a fornire un grande contributo a Rinderknech, nel frattempo passato dalla centoventicinquesima alla sessantacinquesima posizione del ranking ATP. Battitore di quasi due metri dal dritto niente affatto disprezzabile, Arthur il provenzale in Belgio ha vinto due buone partite contro Federico Delbonis e Dusan Lajovic, per raggiungere quello che è addirittura il sesto quarto di finale di una stagione davvero notevole.

Contro Sinner, a Lione, Rinderknech ottenne la prima vittoria della carriera contro un top 50: da quel momento ne sono arrivate altre sei, con la perla del successo agli ottavi di finale di Gastaad contro Robert Bautista Agut, allora numero sedici del mondo. Un insieme di dati che restituisce l’immagine di un giocatore nel momento migliore della carriera. Ma le opzioni di Jannik non sono moltissime: urge una vittoria, per tenere acceso il lumicino della speranza.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di domenica 17 ottobre: finale femminile alle 22, finale maschile alle 01

Ultima giornata del BNP Paribas Open. In campo le due finali di singolare

Pubblicato

il

Indian Wells Tennis Garden 2020 (foto Twitter @BNPPARIBASOPEN)

Dodicesima e ultima finale del BNP Paribas Open di Indian Wells. In programma le due finali di singolare.

Stadium 1 – a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia)

[21] P. Badosa vs [27] V. Azarenka

 

Non prima delle ore 16 locali (le 01 in Italia)

[21] C. Norrie vs [29] N. Basilashvili

Continua a leggere

Senza categoria

Indian Wells, il programma di sabato 16 ottobre: semifinali maschili a partire dalle 22.30

Penultima giornata a Indian Wells, si assegnano i titoli di doppio a contorno delle semifinali maschili

Pubblicato

il

Indian Wells 2021 (via Twitter, @BNPPARIBASOPEN)

Undicesima e penultima giornata del BNP Paribas Open, come di consueto dedicata alle semifinali maschili e alle finali di doppio. Lo spostamento del torneo all’autunno e il cambio dell’emittente titolare dei diritti da ESPN a Tennis Channel ha portato a qualche cambiamento di orario. Probabilmente per minimizzare la concorrenza televisiva del football NCAA è stato deciso di posticipare l’inizio delle due semifinali del singolare maschile alle 13.30 locali, le 16.30 sulla costa est degli USA e le 22.30 in Italia.

Anche gli orari delle finali di domenica sono stati modificati, con ogni probabilità per non cozzare con la NFL. La finale femminile verrà disputata a partire dalle 13 locali (le 22 in Italia), e di seguito ci sarà la finale maschile che però non inizierà prima delle ore 16 (le 01 in Italia).

Questo l’orario completo per sabato:

 

Stadium 1 – a partire dalle 11 (le 20 in Italia)

Finale doppio femminile
V. Kudermetova/E. Rybakina vs [2] S.W. Hsieh/E. Mertens

Non prima delle 13.30 (le 22.30 in Italia)
Semifinali maschili
[23] G. Dimitrov vs [21] C. Norrie
[31] T. Fritz vs [29] N. Basilashvili

Non prima delle 17.30 (le 2.30 in Italia)

Finale doppio maschile
[7] J. Peers/F. Polasek vs A. Karatsev/A. Rublev

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement