Miami, programma lunedì 29 marzo: Musetti apre alle 17 contro Cilic, Sonego nottetempo

Senza categoria

Miami, programma lunedì 29 marzo: Musetti apre alle 17 contro Cilic, Sonego nottetempo

Tutti gli ottavi femminili in campo, con Barty-Azarenka e Andreescu-Muguruza sugli scudi. Nel maschile, terzo turno anche per Tsitsipas, Shapovalov e Rublev

Pubblicato

il

Lorenzo Musetti - Acapulco 2021 (foto AMT 2021)

L’inizio della seconda settimana del Miami Open propone quello che è probabilmente il programma migliore nel rapporto fra qualità e quantità: sono infatti previsti i match di terzo turno della parte bassa del tabellone maschile, dove praticamente tutti i migliori (fra quelli presenti) sono ancora in corsa, e tutti gli ottavi di quello femminile, con alcuni match-up di stirpe.

Partiamo dagli italiani: dopo il (letteralmente) sudatissimo successo di ieri di Sinner, lunedì tocca ai due Lorenzo, Musetti e Sonego, entrambi di scena sul Butch Buchholz. Il primo aprirà alle 17 italiane contro un Marin Cilic che ha già giocato due partite molto dure al terzo e che nonostante i soliti tentennamenti di fine partita sta mostrando di crederci ancora, mentre il secondo se la vedrà con Daniel Elahi Galan nell’ultimo incontro, che difficilmente inizierà prima di mezzanotte – i due si sono peraltro già affrontati in un’altra vita, vale a dire al primo turno delle qualificazioni del Challenger di Milano del 2016 vinto da Sonego. Fra i match degli azzurri, sullo stesso campo si avvicenderanno Denis Shapovalov, Diego Schwartzmann ed Aslan Karatsev.

Guardando al resto della programmazione, gli altri campi saranno dominati dal quarto turno femminile: il Grandstand alzerà il sipario con Ashleigh Barty e Vika Azarenka, a cui farà seguito la quarta sfida del mese fra Andrey Rublev e Marton Fucsovics (anche se una non si è giocata in virtù del ritiro dell’ungherese). In serata, poi, Naomi Osaka affronterà Elise Mertens dopo il walkover del turno precedente, e seguita da Tsitsipas-Nishikori e soprattutto Andreescu-Muguruza; sia la canadese che l’iberica hanno giocato match molto dispendiosi nella giornata di domenica, e sarà quindi interessante capire se saranno riuscite a recuperare, soprattutto la prima. Sul campo 1 si segnala in particolare il match d’apertura fra Petra Kvitova ed Elina Svitolina.

 

Il programma completo (orari italiani)

Grandstand – dalle 17

[1] A. Barty vs [14] V. Azarenka
[4] A. Rublev vs [29] M. Fucsovics

Non prima delle 21
[2] N. Osaka vs E. Mertens
Non prima dell’una
[2] S. Tsitsipas vs [28] K. Nishikori
[8] B. Andreescu vs [12] G. Muguruza

Court 1 – dalle 17

[5] E. Svitolina vs [9] P. Kvitova
Non prima delle 19
[7] A. Sabalenka vs [19] M. Vondrousova
A. Sevastova vs [WC] A. Konjuh
Non prima di mezzanotte
[23] M. Sakkari vs [29] J. Pegula
[27] O. Jabeur vs S. Sorribes Tormo

Butch Buchholz – dalle 17

L. Musetti vs M. Cilic
[6] D. Shapovalov vs [26] H. Hurkacz
[5] D. Schwartzmann vs [25] A. Mannarino
[17] A. Karatsev vs S. Korda
[24] L. Sonego vs D.E. Galan

Court 2 – dalle 17

[12] M. Raonic vs [20] U. Humbert


I tabelloni di Miami con tutti i risultati aggiornati

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Internazionali di Roma, il programma di venerdì 14 maggio: Sonego-Rublev in serata

Nadal-Zverev secondo match sul Centrale, poi Djokovic-Tsitsipas. Grande attesa anche per Barty-Gauff, terzo match sul Grandstand

Pubblicato

il

Andrey Rublev (sinistra) e Lorenzo Sonego (destra) nella finale dell'Erste Bank Open di Vienna 2020 (foto Facebook ErsteBankOpen)

Sarà difficile che i quarti di finale di oggi superino il pathos di mercoledì (dentro e fuori dal campo), ma di sicuro lo star power di alcuni degli incroci in programma basterà per supplire. Sul Centrale apriranno Petra Martic e Jessica Pegula (3-1 nei confronti diretti), entrambe alla ricerca della prima semifinale 1000 (o categoria equivalente) della carriera. Subito dopo sarà il turno di Rafa Nadal e Alexander Zverev, entrambi reduci da match agonici con Shapovalov e Nishikori; i due si sono incontrati settimana scorsa a Madrid nello stesso round, con il teutonico vincitore tutto sommato agevole e in striscia positiva da tre match contro la tds N.2 (gli head-to-head dicono comunque 5-3 Nadal). Il terzo match vedrà di fronte il numero uno del ranking, Novak Djokovic, e quello della Race, Stefanos Tsitsipas (4-2 per il serbo), mentre la partita serale vedrà di scena un inedito fra Iga Swiatek ed Elina Svitolina.

Passando al Grandstand, sarà un match maschile ad inaugurare il programma, quello fra i due Carneadi della settimana Reilly Opelka e Federico Delbonis, anche loro al primo incrocio. Seguiranno poi la finalista uscente Karolina Pliskova e Jelena Ostapenko (4-3 per la ceca che ha vinto in rimonta il recente duello a Stoccarda) e la numero uno Ashleigh Barty, che giocherà per la prima volta con Coco Gauff in un match che potrebbe avere più di un sequel in futuro. In serata, poi, sarà il momento di Lorenzo Sonego, che affronterà Andrey Rublev sullo stesso campo dove ieri sera si è superato per battere Dominic Thiem; molti ricorderanno il loro ultimo confronto nella finale di Vienna, quando il russo vinse mettendo fine alla grande cavalcata del torinese.

Di seguito il programma completo:

 

Campo Centrale – a partire dalle 10
P. Martic vs J. Pegula
[2] R. Nadal vs [6] A. Zverev
[1] N. Djokovic vs [5] S. Tsitsipas
Non prima delle 18
[15] I. Swiatek vs [5] E. Svitolina  

Grandstand – a partire dalle 10
R. Opelka vs [Q] F. Delbonis
[9] K. Pliskova vs J. Ostapenko
[1] A. Barty vs C. Gauff
Non prima delle 19
L. Sonego vs [7] A. Rublev

Il tabellone maschile di Roma con tutti i risultati aggiornati

Il tabellone femminile di Roma con tutti i risultati aggiornati

Continua a leggere

Senza categoria

Roma, quote venerdì 14 maggio: un posto in semifinale vale 3,75 per Sonego

Zverev paga 3 nella rivincita con Nadal, Tsitsipas 2,20 contro Djokovic. Svitolina sfavorita contro Swiatek, Gauff ci riprova con Barty

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego - Roma 2021 (via Twitter, @atptour)

Dopo un giovedì caratterizzato dalle vittorie in rimonta, è tempo di quarti di finale per il Masters 1000 di Roma. È ancora in corsa Lorenzo Sonego, uscito vincitore da una maratona di tre ore e mezzo contro Dominic Thiem, annullando anche un match point all’austriaco: per il torinese, al secondo quarto di finale 1000 in carriera dopo Montecarlo ’19, c’è ora l’ostacolo Andrey Rublev (1,28). Il russo ha vinto l’unico precedente lo scorso novembre nella finale di Vienna, e ha raggiunto in questo 2021, in cui può vantare già 29 vittorie, i quarti in tutti i tornei a cui ha partecipato, ad esclusione di Madrid. Per Lorenzo, notoriamente grande lottatore, sarà da valutare il grado di stanchezza, essendo stato in campo per circa 8 ore in tre giorni consecutivi.

L’eventuale avversario uscirà da un incontro che promette spettacolo fra il campione in carica Novak Djokovic ed il principe di Montecarlo Stefanos Tsitsipas (2,20): vantaggio per 4 a 2 negli scontri diretti per il serbo, che ha vinto gli ultimi tre ed entrambi quelli su terra (la semifinale dell’ultimo Roland Garros al quinto set e la finale di Madrid ’19). Per il greco, che ha dilagato nel secondo set contro Matteo Berrettini dopo un primo set vinto al tie break con un po’ di polemiche per un punto molto discusso, l’ennesima occasione per dimostrare a che punto sia il suo processo di avvicinamento ai big.

Ci sarà poi la rivincita per Rafa Nadal contro Sasha Zverev, dopo la vittoria in due set del tedesco nei quarti di Madrid, con favorito lo spagnolo a 1,40: Zverev ha ottenuto la settima vittoria di fila rimontando Kei Nishikori, recuperando inoltre uno svantaggio di 1-4 nel terzo set, mentre ancora più clamorosa è stata l’impresa del maiorchino, che ha annullato due match point ad uno splendido Denis Shapovalov, portando a casa un match in cui si è trovato sotto di un break sia nel secondo che nel terzo set. Per Nadal, sempre favorito numero uno del torneo (2,25), l’ultimo successo sul tedesco risale proprio a Roma nella finale 2018, a cui sono seguite tre sconfitte.

Infine nel quarto di finale più inatteso si affrontano Reilly Opelka e Federico Delbonis, con i quotisti che preferiscono l’argentino (1,60), parso già in forma sulla terra madrilena e che ha sconfitto in successione Karen Khachanov, David Goffin e Felix Auger-Aliassime. Occhio però al gigante americano, che non vinceva un match addirittura dal primo turno dell’Australian Open e che sicuramente non è un amante del rosso, giunto al primo quarto di finale stagionale senza perdere un set e battendo in maniera chirurgica Aslan Karatsev.

Nel torneo femminile, dopo l’uscita di Aryna Sabalenka, le due candidate principali alla vittoria finale sono Ashleigh Barty e Iga Swiatek, rispettivamente a 2,75 e 4, seguite da Jessica Pegula ed Elina Svitolina a quota 7, e da Karolina Pliskova (9). La prima testa di serie Ashleigh Barty (1,25) affronta la sorprendente Cori Gauff: incontro inedito fra le due, con l’australiana che ha ottenuto senza grandi problemi contro Veronika Kudermetova l’undicesimo successo nelle ultime dodici partite, mentre la diciasettenne statunitense ha ottenuto il primo quarto di finale a livello 1000 della sua giovane carriera eliminando a sorpresa in due set Aryna Sabalenka, reduce dal trionfo di Madrid.

Per la vincitrice in semifinale ci sarà Iga Swiatek o Elina Svitolina: favorita la polacca a 1,60, che ha faticato molto per avere la meglio su un’ottima Barbora Krejicikova, annullando due match point all’avversaria in un incontro durato quasi tre ore, mentre la tennista ucraina, due volte campionessa a Roma, si è sbarazzata piuttosto facilmente di una Garbine Muguruza palesemente in giornata no. Segnali di risveglio per Jelena Ostapenko (2,35), che ritrova un quarto di finale a livello 1000 che mancava da tre anni, ottenuto rimontando Angelique Kerber, ma per i bookmakers parte avanti Karolina Pliskova, che conferma di trovarsi a suo agio al Foro Italico, in un match che vanta ben 7 precedenti, con la ceca in vantaggio 4 a 3, tra cui l’ultimo vinto meno di un mese fa a Stoccarda.

Nel quarto delle sorprese si sfidano Petra Martic e Jessica Pegula (1,57), con l’americana che non ha ancora perso un set nel torneo, battendo nell’ordine Daria Kasatkina, Naomi Osaka ed Ekaterina Alexandrova, e che conferma il suo ottimo 2021, mentre sembra ritrovata la croata, da poco allenata da Francesca Schiavone, che arrivava a questo torneo con cinque sconfitte consecutive.

***Le quote sono aggiornate alle 23 di giovedì 13 maggio e sono soggette a variazione

Continua a leggere

Senza categoria

Roma, quote giovedì 13 maggio: Berrettini e Sonego chiamati all’impresa

Nadal e Djokovic sul velluto? Equilibrio nel big match femminile fra Muguruza e Svitolina, insidie Kudermetova e Gauff per Barty e Sabalenka

Pubblicato

il

Matteo Berrettini nella finale di Madrid, 2021 (Credit: Mateo Villalba, MMO21)

Come di consueto il giovedì degli Internazionali d’Italia prevede lo svolgimento di tutti gli ottavi di finale maschili e femminili. Sono due gli italiani ancora in corsa: per Matteo Berrettini, solido contro John Millman, c’è la prova Stefanos Tsitsipas, con il greco che ha faticato solo nel primo set con Marin Cilic e ora si presenta da favorito (1,45) al terzo scontro fra i due, avendo vinto entrambi i precedenti (Australian Open ’19 e qualificazioni US Open ’17), con un bilancio di 5 tie break su 7 set totali. In caso di vittoria ci sarebbe probabilmente Novak Djokovic (1,20), atteso da Alejandro Davidovich Fokina, mai incontrato e reduce da un agevole successo su Cameron Norrie.

L’altro azzurro impegnato è Lorenzo Sonego (3,40), che ha avuto la meglio in due set su Gianluca Mager ed è chiamato a ribaltare il pronostico contro Dominic Thiem, apparso per altro in grande difficoltà per un set e mezzo con Marton Fucsovics: unico precedente fra i due sul rosso di Kitzbuhel, nella semifinale 2019 vinta dal padrone di casa austriaco in due set. Ad attendere il vincitore ci sarebbe Andrey Rublev, che ha eliminato in rimonta Jan-Lennard Struff, o Roberto Bautista Agut: favorito il russo a 1,53 nel terzo incrocio stagionale, con una vittoria per lo spagnolo nella semifinale di Doha a cui è seguita una lunga battaglia nel terzo turno di Montecarlo, portata a casa da Rublev al terzo set.

Si è visto un buon Rafa Nadal contro Jannik Sinner, con l’italiano avanti di un break e poi rimontato in entrambi i set: ora per lo spagnolo l’avversario è Denis Shapovalov (quota 7), giustiziere di Stefano Travaglia e già battuto dal maiorchino a Roma, sempre negli ottavi, tre anni fa. Potrebbe poi esserci la rivincita con Sasha Zverev (1,25), atteso da Kei Nishikori, battuto agevolmente una settimana fa a Madrid, con entrambi i giocatori relativamente riposati visto il veloce successo del tedesco su Hugo Dellien e il walk over di Pablo Carreno Busta di cui ha beneficiato il giapponese. Infine, nell’ultimo quarto rimasto orfano di teste di serie, si affrontano da un lato Reilly Opelka e Aslan Karatsev (con quest’ultimo molto convincente contro un riluttante Daniil Medvedev e favorito a 1,28), e dall’altro Felix Auger-Aliassime (1,70) e Federico Delbonis, entrambi vincitori a sorpresa rispettivamente su Diego Schwartzman e David Goffin.

Fra le donne sono fioccate le eliminazioni illlustri, avvenute fra l’altro tutte nella parte bassa del tabellone, nella quale è rimasta in corsa fra le teste di serie solo la numero 9 Karolina Pliskova, campionessa due anni fa. Se potevano essere prevedibili, per motivi diversi, quelle di Naomi Osaka e Serena Williams, è stata sorprendente quella di Petra Kvitova e sfortunata quella di Simona Halep, ora a rischio Roland Garros per un infortunio al polpaccio.

In caso di vittoria potrebbero incontrarsi nei quarti per l’ennesima volta in stagione Ashleigh Barty e Aryna Sabalenka, attese però da due insidiose avversarie: per l’australiana c’è Veronika Kudermetova (3,40), quest’anno fra le migliori sulla terra e trionfatrice a Charleston, mentre per la bielorussa, in striscia di sette vittorie consecutive, c’è Coco Gauff (3,75), che l’ha già battuta in uno dei due precedenti dello scorso anno e che si è imposta a sorpresa su Maria Sakkari.

Favorita Iga Swiatek (1,28) su Barbora Krejicikova, che si è sbarazzata piuttosto facilmente di una irriconoscibile Sofia Kenin, con la polacca vincitrice in due set nell’unico confronto diretto di fine marzo a Miami, mentre sono ben 11 i precedenti fra Garbine Muguruza ed Elina Svitolina, entrambe vittoriose in rimonta su Bernarda Pera e Amanda Anisimova: vantaggio di 6 a 5 per l’ucraina, ma leggermente favorita la spagnola a 1,72. Proverà a ripetersi la veterana Vera Zvonareva, negli ottavi a Roma dopo 13 anni, che dopo Petra Kvitova affronta Karolina Pliskova (1,65), mentre è previsto equilibrio fra Petra Martic e Nadia Podoroska, con i pronostici che danno l’argentina, giustiziera di Serena Williams, avanti di pochissimo a 1,80. Favorite infine Jessica Pegula (1,60 su Ekaterina Alexandrova) e Jelena Ostapenko, che parte avanti a 1,57 contro Angelique Kerber, che si ritrova negli ottavi grazie al ritiro di Simona Halep.

***Le quote sono aggiornate alle 23 di mercoledì 12 maggio e sono soggette a variazione

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement