Quote venerdì 23 aprile: per i bookmakers Rublev sfavorito con Sinner

Senza categoria

Quote venerdì 23 aprile: per i bookmakers Rublev sfavorito con Sinner

Berrettini leggermente avanti nei pronostici contro Krajinovic, serve un’altra impresa a Mager. Kvitova cerca la rivincita su Svitolina a Stoccarda

Pubblicato

il

Jannik Sinner - ATP Montecarlo 2021 (ph. Agence Carte Blanche / Réalis)

L’ennesima conferma del valore di Jannik Sinner e della sua considerazione nel circuito la si ha guardando le quote dei quarti di finale dell’ATP 500 di Barcellona, nei quali lo attende il fresco finalista di Montecarlo Andrey Rublev, leader assoluto in stagione con 26 vittorie. Secondo i bookmakers parte mediamente in vantaggio l’italiano, seppur di poco (1,77 contro 2), sull’onda dell’ottima prestazione offerta contro Roberto Bautista Agut, battuto per la terza volta in poco più di un mese, questa volta con un repertorio di palle corte e discese a rete quasi inedito per l’altoatesino; Rublev dal canto suo ha faticato non poco per avere la meglio su Albert Ramos-Vinolas (battuto invece piuttosto facilmente da Sinner una settimana fa) ed era parso poco brillante già con Federico Gaio al debutto, dando a tratti l’impressione di essere in fase calante dal punto di vista delle energie, con la spia della riserva accesasi alla fine della straordinaria vittoria su Rafa Nadal nel Principato.

NOTA DI UBALDO sul match Sinner-Rublev e i bookmakers: Spero che apprezziate questi ottimi articoli legati alle quote fatti ormai da qualche mese da parte del nostro esperto Luca Chito. Il pubblicarle è un servizio in più che vi offriamo. E non significa un incentivo a scommettere, quanto a capire come è orientato il mondo delle scommesse. Ho voluto che lo si facesse anche perchè per anni, al fianco di Gianni Clerici in tutti i grandi tornei per mezzo secolo, avevo Gianni che prima di scrivere un suo pezzo, soprattutto da Wimbledon, veniva sempre a chiedermi: “Ubaldo, sai mica quali sono/erano le quote? Cosa dicono i bookmakers?” Soprattutto se c’era stata una grande sorpresa lo Scriba voleva sapere …quanto si erano sbagliati i bookmakers!

In questo caso, specifico riguardo a quanto dicono i bookmaker sul match Sinner-Rublev faccio questa osservazione e voi mi direte se condivisibile o meno. Detto che spero che i bookmaker abbiano visto giusto nel considerare favorito Sinner, secondo me sono bookmakers che si rivolgono al mercato italiano, dove c’è grande entusiasmo per Sinner e probabilmente la gente punta più su lui che su Rublev. Quindi i bookmakers devono cercare di equilibrare le puntate perchè loro sono certi di guadagnare soltanto se il monte scommesse è uguale su un giocatore e sull’altro. Non sempre quello che dice un bookmaker, soprattutto dopo le prime ore, è un vero pronostico. Lo è quasi sempre all’inizio (sebbene già all’inizio il bravo bookmaker sa che in Italia ci sarà in un match alla pari più tendenza a scommettere sulla vittoria di un italiano perchè fa più piacere che vinca lui ed è poi fastidioso tifare contro la propria scommessa) ma poi le quote vengono modificate a seconda del monte puntate. Troppo sbilanciamento sarebbe un rischio per il bookmaker. Suggerisco quindi di tenere ciò sempre presente. Luca Chito scusi l’intrusione. Ubaldo

Partita tutta da gustare fra i finalisti degli ultimi due Masters 1000, praticamente inedita visto che l’unico precedente è durato pochi minuti, con il ritiro di Sinner dopo tre game a Vienna lo scorso ottobre. Il vincitore incrocerebbe in semifinale il re di Montecarlo Stefanos Tsitispas o Felix Auger-Aliassime, in una sfida che vede partire nettamente favorito a 1,25 il greco, in striscia aperta di sette vittorie consecutive e particolarmente a suo agio sul rosso catalano, dove nel 2018 trovò la prima finale nel circuito maggiore; il match con un ottimo Alex De Minaur è stata più duro del previsto per Stefanos, mentre al contrario Felix si è sbarazzato velocemente del connazionale Denis Shapovalov, evidentemente spaesato al debutto stagionale sulla terra rossa, e sembra iniziare a beneficiare della vicinanza di Toni Nadal. Vantaggio di 3 a 2 negli scontri diretti per l’ellenico, che ha vinto gli ultimi tre, di cui il più recente nei quarti di Acapulco in un match piuttosto combattuto, mentre era stata più agevole un anno fa la vittoria nella finale di Marsiglia, una delle sette finali raggiunte e perse dal ventenne canadese.

Continua a faticare Rafa Nadal (1,04), che ha lasciato un set anche a Kei Nishikori, e che ora trova l’altro mancino Cameron Norrie, che ha beneficiato del ritiro di David Goffin in un match che il belga stava provando a riaprire dopo aver perso malamente il primo set. Nell’ultimo quarto di finale regna l’equilibrio fra Diego Schwartzman e Pablo Carreno Busta (1,83 e 1,95), in parità anche nei precedenti, di cui uno è stato il quarto di finale a Flushing Meadows ’17 che regalò l’unica semifinale slam in carriera all’iberico.

A Belgrado ci sono ben due italiani in corsa per una semifinale. Matteo Berrettini continua la fase di carburazione affrontando il tennista di casa Filip Krajinovic, partendo leggermente favorito a 1,72 per Bet365 e con il buon ricordo dell’unico precedente, risalente alla finale di Budapest 2019 vinta in tre set dal romano, che da quel momento si lanciò in quella meravigliosa annata terminata con la qualificazione alle ATP Finals. Cerca il tris invece Gianluca Mager dopo le belle vittorie su Laslo Djere e Alexei Popyrin, ma dall’altro lato della rete ci sarà Aslan Karatsev (1,40) che l’ha battuto in tre set all’ultimo Australian Open, con il russo sopravvissuto all’insidioso Aljaz Bedene annullando anche un match point. Poche insidie per Novak Djokovic (1,06) contro il connazionale Miomir Kecmanovic, mai affrontato in carriera, mentre dall’incontro fra Federico Del Bonis (1,45) ed il giapponese Taro Daniel, reduce dal bel successo in rimonta su John Millman, uscirà l’eventuale avversario di Berrettini.

Sulla terra di Stoccarda la numero uno al mondo Ashleigh Barty (1,27) affronta nei quarti di finale Karolina Pliskova, che ha portato a casa un bel match in rimonta su Jelena Ostapenko: l’australiana, già vincitrice di due tornei in stagione a Miami e allo Yarra Valley Classic, ha vinto quattro dei sei confronti diretti (di cui l’ultimo nella semifinale delle WTA Finals ’19 di Shenzen), mentre la ceca cerca una svolta ad una stagione finora deludente, nella quale il miglior risultato è stato il quarto di finale di Doha, sconfitta dalla bestia nera Jessica Pegula, che l’ha poi estromessa anche a Dubai e Miami. Favori del pronostico per Aryna Sabalenka e Simona Halep (che si incrocerebbero eventualmente in semifinale), rispettivamente contro Anett Kontaveit (2,20), battuta tre volte su tre ma sempre sul veloce, ed Ekaterina Alexandrova (3,20), con la russa che però ha agevolmente sconfitto la rumena ad inizio stagione al Grampians Trophy. Infine bella sfida fra Petra Kvitova ed Elina Svitolina, che vede la campionessa in carica preferita a 1,43 da Snai, anche in virtù del bilancio di 7 a 3 nei precedenti, con l’ultimo però appannaggio dell’ucraina, a Miami in rimonta meno di un mese fa.

Ad Istanbul continua il percorso della favorita numero uno del torneo Elise Mertens, ieri vincitrice in tre set su Viktorija Golubic e ora attesa nei quarti dalla ceca Katerina Siniakova (4,50), sempre sconfitta in tre occasioni. In semifinale con lei ci potrebbe essere Veronika Kudermetova, nettamente in vantaggio nei pronostici su Ana Bogdan, con quest’ultima quotata in media a 3,30. Dall’altro lato, dopo aver sorpreso Daria Kasatkina, cerca il bis Marta Kostyuk contro Ana Konjuh, favorita a 1,57 dopo la bella affermazione su Qiang Wang, mentre per Fiona Ferro c’è Sorana Cirstea, con il successo della rumena che vale 2,80.

 

Luca Chito

***Le quote sono aggiornate alle 23 di giovedì 22 aprile e sono soggette a variazione

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

ATP Vienna, il programma di lunedì 25 ottobre: subito in campo Berrettini, alle 19 circa esordio contro Popyrin

Due teste di serie all’esordio nella prima giornata. Hurkacz affronta Murray, Berrettini chiude il programma contro Popyrin

Pubblicato

il

Matteo Berrettini - Vienna 2021 - (Foto Felice Calabro’)

Prima giornata dell’Erste Bank Open di Vienna, l’ultimo ATP 500 della stagione che con la cancellazione prevista da tempo del Swiss Basel Open di Basilea vede un campo di partecipazione straordinario ai nastri di partenza.

Alla Stadthalle di Vienna si comincerà a giocare alle 14 con il finalista di Indian Wells Nikoloz Basilashvili che affronterà Pablo Carreno Busta, seguito da un match tutto da gustare tra Daniel Evans e il giovane spagnolo Carlos Alcaraz. La sessione serale inizierà alle 17.30 con Hubert Hurkacz che dovrà vedersela con l’ex n. 1 del mondo Andy Murray, per poi finire con Matteo Berrettini che da testa di serie n. 3 esordirà contro il qualificato australiano Alexei Popyrin.

Questo il programma completo (cliccare sull’icona nell’angolo in alto a destra per ingrandire)

 

Continua a leggere

Senza categoria

Anversa, le quote della finale: Sinner parte nettamente avanti a 1,40

Occhio però a Schwartzman, molto positivo anche contro Brooksby in semifinale

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Anversa 2021 - BELGA PHOTO LAURIE DIEFFEMBACQ

Alle 16:30 oggi andrà in scena la finale dell’ATP 250 di Anversa con in campo le prime due teste di serie del torneo Jannik Sinner e Diego Schwartzman, entrambi giunti all’epilogo senza concedere set.

Primo confronto diretto in assoluto fra i due, con l’italiano dato favorito dai bookmakers in media a 1,40, mentre un successo dell’argentino pagherebbe circa 2,80. Il risultato più probabile è un 2-0 per Sinner, dato a 2,20, mentre vale 2,35 che il match vada al terzo.

Ci si augura di rivedere la versione deluxe di Jannik ammirata contro Lloyd Harris, letteralmente travolto da un Sinner quasi perfetto, uno dei migliori visti nella sua breve carriera. Il ragazzo di Sesto Pusteria sembra, finalmente, divertirsi in campo, provando anche nuove soluzioni, probabilmente facilitato da quella che è, a suo dire, la sua superficie preferita. Quinta finale stagionale per lui, con un bilancio di tre successi (Melbourne, Washington e Sofia) e una sconfitta (quella del 1000 di Miami patita contro Hubi Hurkacz). In caso di vittoria diventerebbe il primo italiano nella storia ad alzare quattro trofei in una sola stagione, peraltro ancora in corso.

 

Seconda finale dell’anno, dopo quella vinta sulla terra di casa di Buenos Aires a marzo, per Schwartzman, che sul cemento belga ha viaggiato a vele spiegate, battendo, nell’ordine, Andy Murray (sconfitto dopo un inizio di primo set complicato), Brandon Nakashima e Jenson Brooksby. Il piccolo sudamericano, ex numero 8 al mondo, è parso finalmente in ripresa dopo un anno con più bassi che alti, e venderà sicuramente cara la pelle. Bilancio negativo però nelle finali per lui: quattro vittorie su undici, perdendone quattro delle ultime cinque giocate.

***Le quote  sono aggiornate alle 9 di domenica 24 ottobre e sono soggette a variazione

Continua a leggere

Senza categoria

Sinner e Giorgi favoriti per i bookies, nelle semifinali e come vincenti torneo

Più complicata per l’altoatesino ad Anversa: Harris è un osso duro sul veloce, dove in stagione ha già battuto Thiem e Nadal. A Tenerife ostacolo Osorio Serrano per Camila, impressionante negli ultimi due match

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Anversa 2021 (foto Twitter @eurppeanopen)

Sarà un sabato da passare in poltrona per i tifosi azzurri del tennis, con due nostri portacolori impegnati nelle rispettive semifinali. Nel nord del Belgio Jannik Sinner cerca la quinta finale stagionale (la terza in un 250 dopo quelle vinte a Melbourne e Sofia), mentre al caldo delle Canarie Camila Giorgi mette nel mirino la seconda finale di questo 2021, dopo la stupenda cavalcata vincente di Montreal ad agosto.

Quello visto contro Arthur Rinderknech è stato un Sinner di altissimo livello, ai limiti della perfezione soprattutto con il dritto, a conferma, dopo il successo nel bel derby con Lorenzo Musetti, che la debacle contro Taylor Fritz di Indian Wells è definitivamente messa alle spalle. Avversario di turno ora il sudafricano Lloyd Harris, letteralmente esploso quest’anno, nel quale ha trovato la prima finale in carriera a Dubai e i primi quarti di finale Slam a New York; per il gigante di Città del Capo, dopo l’affermazione al debutto su Zizou Bergs, due bei successi in due set su Jan Lennard Struff e Marton Fucsovics.

Per i quotisti di Bet365 una vittoria di Sinner, prima testa di serie del torneo, è data a 1,50, mentre una sorpresa di Harris, già capace in stagione di portare a casa gli scalpi di Dominic Thiem e Rafa Nadal (rispettivamente a Dubai e Washington), pagherebbe 2,62; il risultato più probabile è una vittoria per 2-0 di Jannik, data a 2,20. Primo scontro in assoluto fra i due, con l’altoatesino a caccia di preziosi punti nella Race verso Torino, approfittando della settimana di pausa dei “rivali” Cameron Norrie, Hubi Hurkacz e Casper Ruud.

Eventualmente in finale ci sarebbe uno fra Diego Schwartzman e Jenson Brooksby, con il Next Gen americano leggermente avanti nei pronostici a 1,66. Primo scontro diretto in assoluto, con il piccolo argentino che ha regolato Brandon Nakashima dopo la bella vittoria su Andy Murray, mentre il talentuoso ventenne Brooksby è arrivato fin qui partendo dalle qualificazioni senza concedere set, eliminando, fra gli altri, Reilly Opelka e Alejandro Davidovich Fokina.

Nella bellissima cornice di Tenerife Camila Giorgi, dopo il complicato e nervosissimo primo turno, portato a casa al terzo nonostante ben due penalty games contro Aliona Bolsova, è stata un vero e proprio rullo compressore, lasciando un totale di cinque giochi alle malcapitate Danka Kovinic e Arantxa Rus. Evidentemente la marchigiana doveva solo scrollarsi di dosso la negatività dovuta alle quattro sconfitte consecutive al primo turno, ottenute in terra statunitense dopo l’exploit del WTA 1000 di Montreal. Occasione ghiotta per Camila, quarta testa di serie di un torneo che ha perso subito le prime tre, fra le quali la favoritissima Elina Svitolina.

Dall’altro lato della rete troverà la diciannovenne colombiana Maria Camila Osorio Serrano, ex numero uno al mondo junior e vincitrice in stagione del primo torneo in carriera, quello casalingo di Bogotà. Primo incrocio fra le due, che vede nettamente favorita l’azzurra (1,32) per Snai, con 2-0 che paga solamente 1,77, mentre un altro upset della sudamericana, dopo quello al debutto su Svitolina, è a 3,35. Nell’altra semifinale si affrontano Alize Cornet e Ann Li, al terzo scontro dell’anno, con una vittoria per parte: successo in due set della statunitense all’Australian Open, mentre due mesi fa la transalpina ha avuto la meglio in tre set a Chicago (torneo nel quale ha raggiunto l’unica finale stagionale). Per i bookmaker parte di poco avanti Cornet (1,70), reduce da due combattuti set con Irina Camelia Begu, mentre vale 2,10 un successo della ventunenne Li, già in semifinale quest’anno a Monterrey.

Entrambi gli italiani sono i favoriti dei rispettivi tornei: il trionfo di Sinner ad Anversa è dato a 2,25 da Goldbet (alle sue spalle, nell’ordine, Brooksby, Harris e Schwartzman), mentre il trofeo di Tenerife per Giorgi è pagato a 2, seguita da Cornet, Li e Osorio.

***Le quote sono aggiornate alle 9 di sabato 23 ottobre e sono soggette a variazione

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement