ATP Barcellona: Sorpresa Fils, sconfitto De Minaur in una clima da Davis, bene Tsitsipas

ATP

ATP Barcellona: Sorpresa Fils, sconfitto De Minaur in una clima da Davis, bene Tsitsipas

Fils sovverte il pronostico e fa valere la sua superiore potenza su un campo particolarmente lento e umido. Per lui ai quarti ci sarà Lajovic. Per la prima volta dal 1989 nessuno spagnolo tra gli ultimi 8

Pubblicato

il

A. Fils b. A. De Minaur 7-5 6-2

Bella prestazione di FIls che in un clima da corrida (necessario per scaldare i cuori e i muscoli, visto il freddo e l’umido di questa serata catalana) ha i nervi più saldi e ha la meglio su un De Minaur che non ha sfruttato la maggior esperienza. Al momento di chiudere il primo set l’australiano si è innervosito e si è lasciato scappare una ghiotta occasione.

Il match vedeva di fronte il giustiziere di Nadal, Alex De Minaur, numero 11 del ranking e l’astro nascente del tennis francese, Arthur Fils, non ancora ventenne e già numero 36 ATP.

Da qui in poi per comodità nei punteggi verrà riportato AU (Australia) per De Minaur e FR (Francia) per FIls.

Primo set. Match che inizia con entrambi i giocatori sicuri al servizio, si deve arrivare al quinto game per vedere le prime palle break. Servizio FIls e De Minaur è chirurgico nell’approfittare dell’opportunità. BREAK DE MINAUR. FR 2 – 3 AU.

Il francese sembra accusare il colpo, in quanto De Minaur consolida il break con un servizio vincente e vola sul 4-2. Sembra che il parziale sia segnato e infatti si va avanti senza scossoni fino al decimo game. De Minaur va a servire per il primo set, ma Fils si fa valere: sul 15-15 risposta brutale del francese che propizia il punto. Sul punto successivo si gioca sulla seconda dell’australiano che al momento di prendere il controllo dello scambio commette un banale errore di rovescio. Due palle per il contro break FIls, che però non trovano concretizzazione. Sulla prima ace di De Minaur, mentre sulla seconda imperdonabile errore di FIls. Imperdonabile però come il dritto in spinta di De Minaur che trova la rete e regala una terza opportunità a FIls, che va in porto grazie a un doppio fallo inopinato di De Minaur. Bruttissimo game al servizio dell’australiano che al momento di chiudere ha balbettato senza appello. CONTROBREAK FILS. FR 5 – 5 AU.

Momento di svolta del parziale con il francese che prende il comando delle operazioni; Fils, al netto di qualche esuberanza di troppo chiude il game e si guadagna come minimo il tie break per la gioia della torcida francese particolarmente rumorosa anche oggi. Quello che sorprende invece è il black out di De Minaur. Proprio ieri a margine dell’intervista post partita con Nadal l’australiano raccontava di come avesse fatto un salto di qualità in termini di fiducia. Ma oggi non sembrerebbe. Alex va a serivre per rimanere nel set e ancora una volta fioccano gli errori. Incredibile come per la seconda volta consecutiva l’australiano perda il servizio con un doppio fallo. BREAK e SET FILS. FR 7 – 5 AU.

Set dai due volti con De Minaur che sembrava essere in comodamente in comando delle operazioni, ma poi ha finito per perdere del tutto la concentrazione.

Secondo set. Che l’aspetto mentale sia importante lo si percepisce subito in avvio di secondo set. De Minaur di solito compassato e composto dopo aver incassato il primo 15 del parziale, sbrocca (non senza qualche motivo) contro la curva francese che sta mettendo in scena un tifo da coppa Davis. Game di apertura che rispecchia gli animi, e che si chiude con un gran vincente lungolinea di FIls. Il clima da bagarre non sembra aiutare De Minaur che invece perde subito il servizio di apertura, vittima delle bordate di Fils. BREAK FILS. FR 2 – 0 AU.

L’australiano però non demorde e cerca di rimettersi in partita. Terzo game nel quale prova a scrollarsi di dosso la tensione e sale rabbiosamente avanti 0-30. Il problema è che fare a pallate con FIls non necessariamente è una buona idea, visto che quello armato di cannone è il francese. Fils riesce a non andare fuori misura e consolida il break. FR 3 – 0 AU.

Per De Minaur è sempre più notte fonda, l’australiano si è chiaramente fatto trascinare nella bagarre e invece di giocare un match ordinato continua ad andare fuori e a commettere errori per lui inusuali. Basterebbe martellare con colpi profondi e carichi sul rovescio di FIls, mentre invece De Minaur insiste nello sfondare cercando accelerazioni un po’ per lui fuori misura. Altro break per Fils. BREAK FILS. FR 5 – 1 AU.

Al momento di chiudere il match però De Minaur ritrova un po’ di lucidità e complice qualche errore del francese si riporta in partita. Match abbastanza folle che va a sprazzi, nel quale gli aspetti mentali prevalgono di gran lunga sugli aspetti tecnici. Probabilmente il recupero dell’australiano è tardivo, ma se Alex riesce a incrinare l’equilibrio precario del francese tutto è possibile. FIls comincia l’ottavo sparacchiano senza senso e regalando il 40-0 e De Minaur. L’australiano però non fa in tempo a ringraziare che ricambia la cortesia, invischiandosi in un game già chiuso. Si va così in bagarre, in un clima che gggi favorisce decisamente FIls. Il francese fallisce il primo match point, ma alla seconda opportunità una stecca di De Minaur manda il francese in paradiso. FR 6 – 2 AU.

Per FIls domani ci sarà Lajovic, che ha avuto ragione di Davidovich Fokina. Per Fils una grande occasione. Come affermato ai microfoni ATP il francese si è detto molto contento del risultato e di aver trovato un buon livello di gioco qui a Barcellona dopo un periodo di appannamento. Il clima come detto era decisamente da Coppa Davis e per Arthur è stata una bella carica che ha saputo trasformare in energia positiva. Per lui oggi motivazione extra visto che nel player box c’erano anche i suoi due fratelli più piccoli.

[5] S. Tsitsipas b. R. Carballes Baena 7-5 6-3 (Andrea Binotto)

Non è ancora il giorno della sconfitta per Stefanos Tsitsipas. Il tennista greco, dopo aver conquistato il titolo a Montecarlo per la terza volta, è arrivato in piena fiducia a Barcellona. Nell’ATP 500 catalano la sua sete di vittoria non pare ancora dare segni discendenti e questa volta è stato il giustiziere di Lorenzo Musetti, ovvero lo spagnolo Roberto Carballes Baena, a dovergli lasciare il passo. Con un solido 7-5 6-3 in un’ora e quarantasei minuti di gioco l’ellenico si è garantito per la quarta volta consecutiva il quarto di finale a Barcellona, ottenendo l’ottavo successo filato. Terza volta che i due si scontravano sul rosso, ennesima vittoria per l’ex numero 3 ATP.

Le percentuali al servizio sono state buone per entrambi, ma a far la differenza è stata la conversione delle palle break. Mentre Tsitsipas ne ha concretizzate 3 su 11, il tennista di casa è riuscito in una sola occasione su 6 a conquistare il break. Terza delusione del giorno per il pubblico catalano dopo le sconfitte di Bautista Agut e Davidovich Fokina. Questo vuol dire che per la prima volta dall’edizione del 1989 nessuno spagnolo sarà presente tra i migliori otto di questo torneo. Al greco però questo poco importa e dal canto suo spera di raggiungere per la quarta volta consecutiva l’ultimo atto della manifestazione. Il suo prossimo avversario sarà Facundo Diaz Acosta. Noi, sinceramente, temiamo per la sua incolumità.

IL MATCH – Arranca subito Carballes Baena nel primo turno in battuta in cui fronteggia quattro palle break avversarie. Servendo molte prime, però, lo spagnolo cancella tutte queste opportunità per il greco e conquista l’1-1 con un gioco conclusosi solamente dopo sedici punti. Poco dopo è Tsitsipas a distrarsi con il colpo di inizio gioco. Perde la battuta ma se la riprende immediatamente strappando il servizio al tennista di casa. I due continuano l’incontro alternandosi molto bene senza offrire alcuna palla break per svariati minuti. Ma, prima di arrivare al tie-break, il numero 7 al mondo piazza la zampata decisiva, toglie il tempo allo sfidante e gli rifila un gioco in risposta molto valido che gli regala il parziale per 7 giochi a 5 a seguito di un’ora di tennis.

L’avvio di seconda frazione propone un altro game da sedici punti; questa volta, però, è il 25enne di Atene a doversi difendere con il servizio. Cavalcando l’onda delle coincidenze anche Tsitsipas si trova dinanzi a quattro chance di break per Carballes. Conclusione fotocopia, le annulla tutte e tiene la battuta nel primo gioco del set. La regola dei servizi viene egregiamente rispettata dai due tennisti nei game successivi. Nel quinto però è il greco a rendersi di nuovo protagonista della scena: non converte le prime due palle break ai vantaggi, ma la terza opportunità non se la fa scappare. Strappa il servizio all’iberico e, annullando poi un tentativo di rientro dell’avversario nel gioco seguente, sale 5-2. Dopo un’ora e quarantasei minuti l’incontro è terminato. Il successo è di marca ellenica, 7-5 6-3.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria6 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement