WTA Indian Wells: Super Pennetta batte Li Na e vola in finale

WTA

WTA Indian Wells: Super Pennetta batte Li Na e vola in finale

Pubblicato

il

TENNIS INDIAN WELLS – Con un’altra grande partita nella notte americana, Flavia Pennetta sconfigge la testa di serie n.1 Li Na in due set (7-6 6-3) e conquista la finale del BNP Paribas Open. Domenica alle 12 locali (le 20 in Italia) affronterà Agnieszka Radwanska per il titolo e per un milione di dollari. Da Indian Wells, Vanni Gibertini

[20] F Pennetta b [1] L Na 76(5) 63 in 1h49′

Grande, grande, grande Flavia Pennetta! Una prestazione tra le migliori nella carriera della campionessa brindisina regala una delle più grosse sorprese di questo BNP Paribas Open, e certamente la più lieta per i colori italiani. La n.2 del mondo Li Na, campionessa agli ultimi Australian Open (ove aveva sconfitto in due set molto severi la stessa Pennetta nei quarti di finale), vincitrice di 17 match su 18 questa stagione e grande favorita per la vittoria finale, ha dovuto arrendersi davanti ad una magnifica prestazione di Flavia Pennetta, che risfoderando il gioco che l’ha portata nella Top 10 nel 2009 si è qualificata per la finale del torneo di Indian Wells.

 

E’ senza dubbio il più importante risultato conseguito da una tennista italiana in uno dei tornei Premier Mandatory, il livello più alto dopo le prove dello Slam. Con questa vittoria, Flavia Pennetta salirà almeno alla 14a posizione del ranking mondiale (che potrebbe diventare la 12a del caso di vittoria nel torneo) e si assicura un premio di almeno mezzo milione di dollari (“Anche se qui ti tolgono subito il 35% di tasse” ha precisato Flavia dopo il match).

Va comunque detto che la cinese non ha certamente giocato ai livelli stratosferici che aveva toccato in Australia, e soprattutto si è impantanata sulla sua battuta nel primo set, commettendo ben otto doppi falli, il più grave del quale sul set point per l’avversaria nel tie-break.
A guardare le statistiche si potrebbe dedurre che il match non sia stato di altissimo livello: 12 vincenti e 22 errori gratuiti per Flavia, 29 vincenti ed addirittura 52 errori gratuiti per Li Na, ma come ha spiegato la Pennetta alla stampa internazionale alla fine dell’incontro “abbiamo sbagliato parecchio perché cercavamo sempre il vincente. E’ vero che non abbiamo servito bene, ma abbiamo risposto tutte due in maniera incredibile, e quando la tua avversaria risponde bene, ti senti la pressione addosso che ti spinge all’errore”.

Risulta subito chiaro fin da subito che Li Na non è sicura come al solito negli scambi dalla parte destra, ove il diritto, specialmente quello incrociato, scappa spesso e volentieri oltre la riga laterale. In compenso il rovescio bimane è il più delle volte mortifero, costringendo Flavia a recuperi in extremis.Saranno 12 gli errori di diritto della cinese alla fine del set, ma i problemi più grossi le arrivano dal servizio: a partire dal 2-2 commette la bellezza di sette doppi falli, di cui fino a quattro in un game solo. Purtroppo però la Pennetta non riesce a capitalizzare i regali dell’avversaria perché in risposta Li Na è sempre un metro dentro il campo e comanda gli scambi a bacchetta. Dal quinto game in poi ci sono otto break consecutiviFlavia serve per il set due volte inutilmente, e vorrebbe mangiarsi la racchetta soprattutto per il game sul 6-5, quando arrivata 30-0 ha sul piatto corde un diritto al volo da metà campo con l’avversaria alle corde ma lo butta malamente in rete.

Il tie break è per coronarie forti: è Li Na a spingere di più, ma sbaglia e va sotto 3-1. Con due staffilate di rovescio impatta sul 3-3. Pennetta compie un capolavoro aggiudicandosi un lungo scambio mozzafiato sul 4-4, andando a servire per chiudere il set. Ma Li Na con un altro rovescio annulla il primo set point prima di commettere l’ottavo doppio fallo del set consegnando il parziale a Flavia Pennetta in 1 ora e 6 minuti.

L’italiana tira un attimo il fiato, quanto basta per lasciar scappare l’avversaria 2-0. Ma i diritti di Li Na tornano a perdere regolarità, permettendo a Flavia di rimontare immediatamente sul 2-2. Adesso la brindisina punge molto di più alla risposta, cerca subito il punto diretto e la tattica paga dividendi: il punteggio rimane sì ancorato alla regola dei servizi, ma si vede che è la Pennetta ad essere più vicina al break. La svolta arriva all’ottavo game, quando altri due diritti incrociati che se ne vanno oltre la linea laterale condannano Li Na a subire il break, e consentono alla Pennetta di volare in finale chiudendo con un fantastico rovescio lungolinea.

Dovrò essere molto aggressiva domenica con Radwanska – spiega una sempre più sorridente Pennetta alla stampa americana – ma senza avere troppa fretta, perché lei è un muro di gomma, e bisogna fare il punto sette volte con lei. A Dubai ho giocato molto bene contro di lei, per cui spero di giocare nello stesso modo”. I precedenti tra Flavia ed Aga parlano di 5 vittorie a 2 per la polacca, se si considerano il primo incontro tra le due in un Challenger a Biella nel 2007 e quello del gennaio scorso alla Hopman Cup di Perth, che sebbene sia un evento sanzionato dalla ITF è comunque un’esibizione che non assegna punti. Si sono poi anche già incontrate due anni fa in questo stesso torneo, questa volta a livello di terzo turno, ed in quella occasione vince la Radwanska in due set.

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA 125 Bol, trionfa Paolini: per lei titolo e best ranking

La 25enne toscana supera l’olandese Rus in finale e festeggia il suo primo titolo

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2021 (ph. © Loïc Wacziak_FFT)

Il tennis femminile italiano torna ad esultare grazie a Jasmine Paolini: la 25enne toscana si laurea campionessa al WTA 125 di Bol (Croazia) dopo aver superato in finale Arantxa Rus con il risultato di 6-2, 7-6. Si tratta del primo titolo in questa categoria di tornei per la tennista italiana, che grazie a questo successo sale al best ranking di numero 87 del mondo.

Reduce dal secondo turno al Roland Garros dove era caduta per mano di Maria Sakkari, Paolini ha centrato una settimana da sogno infilando le vittorie contro Kuzmova, Havarcova, Kucova e Blinkova, prima della finale contro la tennista olandese, perdendo un solo set in cinque partite. Una dolce rivincita dopo che a inizio maggio Jasmine si era arrampicata fino alla finale di un altro WTA 125, a Saint-Malo, perdendo in quell’occasione dall’elvetica Viktorija Golubic.

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta, Zhang e Mladenovic ai quarti. Vekic KO

Nel primo torneo di preparazione a Wimbledon la numero uno britannica prova a riprendere la corsa dopo un lunghissimo periodo buio. Heather Watson perde il derby con Boulter

Pubblicato

il

Johanna Konta - Nottingham 2021 (via Twitter, @the_LTA)

Johanna Konta prova a ritrovare qualche certezza smarrita nel primo torneo di warm up sull’erba pre-Wimbledon. La numero uno britannica, tuttora ancorata alla top 20 WTA ma reduce da un lungo periodo colmo di infortuni e risultati negativi, battendo in tre Katerina Kozlova al terzo turno di Nottingham ha raccolto la quinta vittoria stagionale e il primo quarto di finale da Cincinnati 2020: un brodino, ma ricostituente. Mentre scriviamo, l’ex numero 4 del ranking sta affrontando Alison Van Uytvanck per un posto in semifinale, ma soprattutto per ritrovare un briciolo della giocatrice che fu: nel caso, Wimbledon potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova stagione migliore.

Tra le teste di serie superstiti bene Kiki Mladenovic e Shuai Zhang, brave a sbarazzarsi di Caty McNally e Zarina Diyas, mentre abbandonano il torneo Donna Vekic, battuta da un’ottima Nina Stojanovic, e Heather Watson – recentemente multata di 1900 sterline perché sorpresa alla guida della Mercedes del fidanzato senza assicurazione -, KO nel derby con Katie Boulter: quest’ultima, nel proprio spicchio a sud del tabellone, attende la vincente del match tra Alison Riske – la quale, nella giornata, di ieri aveva già vinto grazie a un’ incredibile rimonta il suo incontro di secondo turno contro Xiyu Wang – e Lauren Davis, interrotto ieri sul punteggio di un set pari.

Risultati:

 

Secondo turno

[2] A. Riske b. Xiy. Wang 6-3 5-7 7-6(3)

Ottavi di finale

[8] A. Van Uytvanck b. [10] V. Golubic 6-1 7-5
[1] J. Konta b. K. Kozlova 6-2 1-6 6-3
[7] K. Mladenovic b. C. McNally 7-6(6) 1-6 6-1
[15] N. Stojanovic b. [3] H. Watson 6-3 6-4
[17] T. Martincova b. [LL] G. Garcia-Perez 6-1 3-6 6-2
[WC] K. Boulter b. [9] H. Watson 7-6(4) 6-3
[4] S. Zhang b. [16] Z. Diyas 6-4 6-2

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta guida il tabellone. Giorgi out, entra Di Giuseppe come lucky loser

Gatto-Monticone sfiderà la statunitense Dolehide, mentre Di Giuseppe attende la cinese Xiyu Wang. Fuori anche Danielle Collins

Pubblicato

il

Johanna Konta a Nottingham (2017)

Lo spostamento di una settimana del Roland Garros ha fatto in modo che la stagione su erba prendesse il via in contemporanea con la seconda settimana dello Slam parigino. Il primo torneo femminile della stagione sarà il Viking Open Nottingham, categoria WTA 250, il cui tabellone vedrà al via ben 48 atlete, con le 16 teste di serie che beneficeranno di un bye al primo turno. 

La testa di serie numero 1 del tabellone è la atleta di casa Johanna Konta, numero 20 del ranking WTA. La 30enne, nata a Sidney, è stata eliminata al primo turno a Parigi e finora è stata protagonista di un pessimo 2021, nel quale ha ottenuto solo tre successi. Al secondo turno attende la vincente della sfida tra l’australiana Inglis e l’olandese Pattinama Kerkhove (qualificata).

(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

La testa di serie numero 2 è l’americana Alison Riske. La numero 28 ha saltato lo Slam francese a causa dell’infortunio al piede sinistro che l’aveva costretta al ritiro a Roma. Il ritorno in campo avverrà al secondo turno, dove affronterà la vincente della sfida tra la 20enne cinese Xiyu Wang (n. 145) e la nostra Martina Di Giuseppe (n. 194). L’azzurra, sconfitta nel turno di qualificazione dall’inglese Moore, è stata ripescata come lucky loser dopo i forfait di Giorgi e Collins arrivati a tabellone compilato. Tra la Di Giuseppe e la giovane cinese vi è un unico precedente datato 2018, quando l’azzurra si impose in tre set nel torneo ITF di Madrid 2.

 
(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

Accreditata della testa di serie numero 3 Donna Vekic (n.36), vincitrice del torneo inglese nel 2018 in finale proprio contro Konta. La croata affronterà la vincente della sfida tra la svizzera Kung e la qualificata britannica Grey. Testa di serie numero 4 per Shuai Zhang (n.46) che completa il quadro delle top-50 presenti al via. Per la cinese al secondo turno una tra la connazionale Xinyu Wang e l’australiana Arina Rodionova.

Oltre a Di Giuseppe, per i colori italiani al via anche Giulia Gatto-Monticone (n.172), che al primo turno affronterà la 22enne americana Caroline Dolehide (n. 164). L’unico precedente tra le due è datato febbraio 2020; nel turno di qualificazione del WTA di Acapulco, la statunitense sconfisse l’italiana in due set. La vincente di questo match troverà al secondo turno la testa di serie numero 17 Tereza Martincova (n. 94), rientrata all’ultimo minuto nel seeding assieme a McHale (18° e ultima testa di serie).

Il tabellone completo del torneo


Articolo a cura di Giuseppe Di Paola

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement