Fognini-Pennetta, quanti amori sottorete

WTA

Fognini-Pennetta, quanti amori sottorete

Pubblicato

il

Attraverso un tweet, Fabio e Flavia hanno svelato la loro relazione, l’ultima delle numerose love story sbocciate sul circuito. Se Stepanek ha fatto tris, la Sharapova ha rubato Dimitrov a Serena, mentre la Clijsters ha dimenticato Hewitt grazie al suo…cagnolino. Oscar Lanti

“Non mollare mai” è il segreto della rinascita di Flavia Pennetta. Se state pensando alle corse perdifiato dietro ogni palla, all’atteggiamento aggressivo anche nelle situazioni più difficili, al servizio ritrovato, vi sbagliate di grosso. “Non mollare mai”, impresso col pennarello sulla telecamera subito dopo il trionfo a Indian Wells, accanto a un piccolo cuore, è la scritta tatuata sul dorso di Fabio Fognini, il nuovo amore della tennista brindisina. Fabio e Flavia, prima coppia nel misto e ora coppia nella vita (nonostante le smentite), con lui nel ruolo di portafortuna in tribuna, sempre dotato di gavettone per celebrare le vittorie di lei. L’ha colpita “dritto al cuore”, titolo della nota biografia della Pennetta, dedicata in gran parte a un’altra (sfortunata) love story nata sottorete, quella con Carlos Moya.

Dopo tre anni di relazione e il proposito di formare una famiglia con l’ex n.1 del mondo, l’azzurra scopre che Carlos la tradisce con un’altra donna, l’attrice Carolina Cerezuela, ma lo spagnolo tenta di nascondere la relazione parallela fino alla pubblicazione delle foto del tradimento su un giornale scandalistico. La reazione è drammatica: dieci chili in meno, zero voglia di scendere in campo, autocommiserazione alle stelle. Ora, però, tutto dimenticato. Accanto a Fabio, Flavia sembra aver archiviato definitivamente le pene inflittele da uno dei più celebri playboy del circuito.

Moya, in realtà, è in buona compagnia perché anche Radek Stepanek ha combinato parecchi danni tra una discesa a rete e l’altra. Nonostante un fascino discutibile, il ceco ha fatto colpo in successione su Hingis, Vaidisova e Kvitova tra promesse di matrimonio mai mantenute, nozze vere e dolorose corna. Infatti, poco dopo aver messo un brillantone al di dito di Martina, il ceco ha poi deciso di portare all’altare la bella e giovanissima (allora 18enne) Nicole, per mandare infine tutto all’aria a causa dell’incontro galeotto con Petra tra i corridoi di Melbourne Park.
L’Australia non ha portato bene nemmeno a Kim Clijsters che ha rotto con l’aussie Lleyton Hewitt poche settimane prima di mettere la fede al dito. Le partecipazioni vengono sostituite all’improvviso da un freddo comunicato a cui i due campioni affidano la notizia della fine del legame, nato sul cemento della Rod Laver Arena nel 2000, quando la belga aveva chiesto un autografo a Lleyton per la sorellina. E se lui non ci ha messo molto a rifarsi una vita con l’attrice Rebecca Cartwright (da cui ha avuto tre figli) anche Kim ha ritrovato la felicità con Brian Lynch, giocatore di basket stelle e strisce trasferitosi in Europa e incontrato per caso al parco durante una passeggiata con il cane.

Nel tempo, sul campo da tennis si sono formate figure amorose di tutti i tipi: dal cuore di Guga Kuerten a Parigi (dedicato al pubblico del Roland Garros) al pericoloso triangolo Serena Williams-Dimitrov-Sharapova. L’americana e il bel Grigor vengono paparazzati durante un’uscita (in compagnia pero’ di altre persone) e sembrano all’inizio di un nuovo flirt ma il bulgaro cambia traiettoria e sceglie Masha. La numero 1 al mondo non accetta di essere seconda a nessuno nemmeno nella vita privata e si sfoga per l’affronto subito con la sorella, mentre il contenuto della telefonata viene registrato e diffuso. Ne nasce un piccatissimo botta e risposta tra le due campionesse che da poco hanno ripreso a parlarsi in modo civile (Serena ha fatto i complimenti a Maria per la mise sfoggiata a Indian Wells).
Da Connors-Evert in poi, il tennis è pieno di relazioni sbocciate, consumate e subito esaurite, con qualche celebre eccezione. Agassi e Graf sono una coppia solida da anni anche se Steffi e Andrè ci hanno messo un po’ a capire di essere fatti l’uno per l’altra. Di sicuro l’aveva intuito Brook Shields, ex moglie del kid di Las Vegas, come raccontato nell’ autobiografia “Open”. A pochi mesi dalle nozze, l’attrice si sottopone a un periodo di allenamento intenso per arrivare in forma perfetta all’evento. L’obiettivo è quello di avere gambe belle e toniche, uguali a quelle di una tennista tedesca ritratta in una foto appesa sul frigo. Inutile specificarne il nome.

E infine c’è Mirka che è riuscita a incastrare Roger, non Rabbit ma Federer. Non è semplice ricordarlo ma anche la Vavrinec è stata una tennista. A causa di un infortunio al tendine, la sua carriera dura poco, quanto basta pero’ a conoscere lo svizzero. Nel 2000 viene convocata dalla federazione elvetica alle Olimpiadi di Sidney per sostituire Martina Hingis e alla mensa del villaggio dei giocatori si siede vicino a questo connazionale di belle speranze. Da quel momento non se ne separa più diventando moglie, manager, stilista (è stata lei a rifare il look a Roger, consigliando abiti più eleganti dei soliti jeans e maglietta) ma soprattutto madre di (quasi) quattro (?) figli. Lei ce l’ha fatta a incontrare il principe azzurro e auguriamo lo stesso a Flavia che, avendo scelto l’azzurro Fognini, è già a metà dell’opera.

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA 125 Bol, trionfa Paolini: per lei titolo e best ranking

La 25enne toscana supera l’olandese Rus in finale e festeggia il suo primo titolo

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2021 (ph. © Loïc Wacziak_FFT)

Il tennis femminile italiano torna ad esultare grazie a Jasmine Paolini: la 25enne toscana si laurea campionessa al WTA 125 di Bol (Croazia) dopo aver superato in finale Arantxa Rus con il risultato di 6-2, 7-6. Si tratta del primo titolo in questa categoria di tornei per la tennista italiana, che grazie a questo successo sale al best ranking di numero 87 del mondo.

Reduce dal secondo turno al Roland Garros dove era caduta per mano di Maria Sakkari, Paolini ha centrato una settimana da sogno infilando le vittorie contro Kuzmova, Havarcova, Kucova e Blinkova, prima della finale contro la tennista olandese, perdendo un solo set in cinque partite. Una dolce rivincita dopo che a inizio maggio Jasmine si era arrampicata fino alla finale di un altro WTA 125, a Saint-Malo, perdendo in quell’occasione dall’elvetica Viktorija Golubic.

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta, Zhang e Mladenovic ai quarti. Vekic KO

Nel primo torneo di preparazione a Wimbledon la numero uno britannica prova a riprendere la corsa dopo un lunghissimo periodo buio. Heather Watson perde il derby con Boulter

Pubblicato

il

Johanna Konta - Nottingham 2021 (via Twitter, @the_LTA)

Johanna Konta prova a ritrovare qualche certezza smarrita nel primo torneo di warm up sull’erba pre-Wimbledon. La numero uno britannica, tuttora ancorata alla top 20 WTA ma reduce da un lungo periodo colmo di infortuni e risultati negativi, battendo in tre Katerina Kozlova al terzo turno di Nottingham ha raccolto la quinta vittoria stagionale e il primo quarto di finale da Cincinnati 2020: un brodino, ma ricostituente. Mentre scriviamo, l’ex numero 4 del ranking sta affrontando Alison Van Uytvanck per un posto in semifinale, ma soprattutto per ritrovare un briciolo della giocatrice che fu: nel caso, Wimbledon potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova stagione migliore.

Tra le teste di serie superstiti bene Kiki Mladenovic e Shuai Zhang, brave a sbarazzarsi di Caty McNally e Zarina Diyas, mentre abbandonano il torneo Donna Vekic, battuta da un’ottima Nina Stojanovic, e Heather Watson – recentemente multata di 1900 sterline perché sorpresa alla guida della Mercedes del fidanzato senza assicurazione -, KO nel derby con Katie Boulter: quest’ultima, nel proprio spicchio a sud del tabellone, attende la vincente del match tra Alison Riske – la quale, nella giornata, di ieri aveva già vinto grazie a un’ incredibile rimonta il suo incontro di secondo turno contro Xiyu Wang – e Lauren Davis, interrotto ieri sul punteggio di un set pari.

Risultati:

 

Secondo turno

[2] A. Riske b. Xiy. Wang 6-3 5-7 7-6(3)

Ottavi di finale

[8] A. Van Uytvanck b. [10] V. Golubic 6-1 7-5
[1] J. Konta b. K. Kozlova 6-2 1-6 6-3
[7] K. Mladenovic b. C. McNally 7-6(6) 1-6 6-1
[15] N. Stojanovic b. [3] H. Watson 6-3 6-4
[17] T. Martincova b. [LL] G. Garcia-Perez 6-1 3-6 6-2
[WC] K. Boulter b. [9] H. Watson 7-6(4) 6-3
[4] S. Zhang b. [16] Z. Diyas 6-4 6-2

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta guida il tabellone. Giorgi out, entra Di Giuseppe come lucky loser

Gatto-Monticone sfiderà la statunitense Dolehide, mentre Di Giuseppe attende la cinese Xiyu Wang. Fuori anche Danielle Collins

Pubblicato

il

Johanna Konta a Nottingham (2017)

Lo spostamento di una settimana del Roland Garros ha fatto in modo che la stagione su erba prendesse il via in contemporanea con la seconda settimana dello Slam parigino. Il primo torneo femminile della stagione sarà il Viking Open Nottingham, categoria WTA 250, il cui tabellone vedrà al via ben 48 atlete, con le 16 teste di serie che beneficeranno di un bye al primo turno. 

La testa di serie numero 1 del tabellone è la atleta di casa Johanna Konta, numero 20 del ranking WTA. La 30enne, nata a Sidney, è stata eliminata al primo turno a Parigi e finora è stata protagonista di un pessimo 2021, nel quale ha ottenuto solo tre successi. Al secondo turno attende la vincente della sfida tra l’australiana Inglis e l’olandese Pattinama Kerkhove (qualificata).

(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

La testa di serie numero 2 è l’americana Alison Riske. La numero 28 ha saltato lo Slam francese a causa dell’infortunio al piede sinistro che l’aveva costretta al ritiro a Roma. Il ritorno in campo avverrà al secondo turno, dove affronterà la vincente della sfida tra la 20enne cinese Xiyu Wang (n. 145) e la nostra Martina Di Giuseppe (n. 194). L’azzurra, sconfitta nel turno di qualificazione dall’inglese Moore, è stata ripescata come lucky loser dopo i forfait di Giorgi e Collins arrivati a tabellone compilato. Tra la Di Giuseppe e la giovane cinese vi è un unico precedente datato 2018, quando l’azzurra si impose in tre set nel torneo ITF di Madrid 2.

 
(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

Accreditata della testa di serie numero 3 Donna Vekic (n.36), vincitrice del torneo inglese nel 2018 in finale proprio contro Konta. La croata affronterà la vincente della sfida tra la svizzera Kung e la qualificata britannica Grey. Testa di serie numero 4 per Shuai Zhang (n.46) che completa il quadro delle top-50 presenti al via. Per la cinese al secondo turno una tra la connazionale Xinyu Wang e l’australiana Arina Rodionova.

Oltre a Di Giuseppe, per i colori italiani al via anche Giulia Gatto-Monticone (n.172), che al primo turno affronterà la 22enne americana Caroline Dolehide (n. 164). L’unico precedente tra le due è datato febbraio 2020; nel turno di qualificazione del WTA di Acapulco, la statunitense sconfisse l’italiana in due set. La vincente di questo match troverà al secondo turno la testa di serie numero 17 Tereza Martincova (n. 94), rientrata all’ultimo minuto nel seeding assieme a McHale (18° e ultima testa di serie).

Il tabellone completo del torneo


Articolo a cura di Giuseppe Di Paola

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement