WTA Ranking, che Italia ci aspetta?

WTA

WTA Ranking, che Italia ci aspetta?

Pubblicato

il

TENNIS WTA RANKING – Schiavone torna a fare bene in un torneo WTA e risale al n.70. Annoveriamo sei atlete nelle prime 75 posizioni (Pennetta, Errani, Vinci, Giorgi, Schiavone e Knapp), l’Italia è al 3° posto tra le Nazioni, ma che prospettive abbiamo per il futuro?

La bella semifinale raggiunta a Baku da Schiavone (+5, n.70) ci dà la possibilità di riflettere sulla situazione dell’Italia nel ranking WTA, in una settimana in cui i vertici della classifica generale sono assolutamente immobili (sono stazionarie le prime 29 posizioni).

Attualmente, abbiamo 6 ragazze nella top100, di cui due atlete tra le prime 15, due tra il 20° e il 40° posto e le restanti due ai n.70 e 75. Una bella prova di squadra che mette l’Italia tra le prime 3-4 nazioni del mondo a livello femminile. L’età media delle nostre migliori giocatrici è però di quasi 29 anni. Togliendo Giorgi, si arriva addirittura a 30,2.

 

La forza del movimento “rosa” non è mai stata messa in discussione ed è nota. Ripeto, giusto per dovere di cronaca, ciò che tutti sappiamo bene. Negli ultimi 10 anni abbiamo: vinto 4 Federation Cup, centrato una vittoria, due finali, 3 semifinali, 11 quarti negli Slam, portato tre atlete nella top ten e una al n.11, vinto 31 tornei nel circuito WTA. Ma quale futuro ci aspetta?

Errani avrà sicuramente davanti a sé ancora degli anni ad alto livello, Giorgi è un buon prospetto e le auguriamo grandi risultati. Ma dietro di loro? Questa è la classifica delle nostre under 20 ad oggi:

TABELLA 1

La media della classifica delle under 20 è 921. La nostra migliore giovane è Matteucci, per un pelo dentro la top400. Tra tutte, quella che si è spinta più in alto è stata Moratelli il 23 settembre 2013: fu n.318. Se abbiamo ai primi quattro posti ragazze nate nel ’95 e nel ’96, non possiamo fare a meno di notare la latitanza di quelle nate nel ’94: la prima è Moratelli, n.690, seguita da Palmigiano, n.701, poi un vuoto di oltre 260 posizioni per arrivare a Fusinato, n.968.

Per molte è il primo anno di professionismo: Clerici (1994), Scala (1994), Marchetti (1995), Colmegna (1996), Turati (1997), Hofer (1997), Pieri (1999).  È vero che alcune di loro sono particolarmente giovani e prendiamo per valida la teoria secondo cui gli atleti nazionali sbocciano tardi, però il confronto con le coetanee di altri Paesi è impietoso. Basta scorrere l’analoga classifica (teen ranking, poco più sotto) perché sia evidente: Bouchard, 1994, è n.7 (due semifinali e una finale Slam), Keys, 1995, è al 27° posto, Vekic, n.79 e classe ’96 si è fatta notare ormai da qualche anno, Bencic, 1997, è al n.62. Anche allargando l’analisi, la situazione non migliora:

TABELLA 2

L’analisi per il “resto del mondo” si è limitata a considerare un numero di atlete pari a quello di tutte le italiane dello stesso anno presente in classifica. Tralasciando per ovvie ragioni di commentare i dati del 1997 (due sole giocatrici), si nota che a livello mondiale c’è un rapporto inversamente proporzionale tra l’aumentare dell’età e la media del ranking. Per le nostre tenniste questa regola non vale: le ragazze del ’94 sono nettamente staccate da quelle del ’95 e del ’96. Anche se normalizziamo l’analisi alle prime 5 atlete, la tendenza non varia: il ranking medio è 895,6 per il ’94, 745 per il ’95 e 799,4 per il ’96. Siamo di fronte a un buco generazionale?

Schiacciante è pure il divario tra i numeri di tornei vinti finora dalle giovani italiane e quelle delle loro coetanee di nazionalità diverse.

Questo è il dettaglio di quanto fatto fino ad oggi da ciascuna italiana al di sotto dei 20 anni d’età:

TABELLA 3

Recentemente si è fatta notare Ludmilla Samsonova, grazie alla sua vittoria  nel torneo ITF di Roma della Canottieri Tevere Remo. Russa di nascita, come tradisce il cognome, è arrivata in Italia appena nata e si allena al Bordighera Lawn Tennis Club sotto la guida di Riccardo Piatti. Per la WTA è ancora un’atleta russa, ma le pratiche per diventare a tutti gli effetti italiana sono già state avviate e sembra sia solo una questione di tempo. Nata l’11 novembre 1998, prima del trionfo a Roma è stata anche finalista all’Avvenire. Molti addetti ai lavori la paragonano a Sharapova, e lei, secondo alcune dichiarazioni che a rilasciato, si ispira proprio alla connazionale e punta a vincere Wimbledon e diventare n.1.

Saranno lei e Giorgi  le nostre future stelle?

Pos.

Giocatrice

Punti

Tornei

Diff. fine 2013

Diff. dal 21/07/14

1

Williams, Serena

9231

16

0

0

2

Li, Na

6960

14

1

0

3

Halep, Simona

6785

21

8

0

4

Kvitova, Petra

6070

20

2

0

5

Radwanska, Agnieszka

5130

21

0

0

6

Sharapova, Maria

4881

15

-2

0

7

Bouchard, Eugenie

4460

24

25

0

8

Kerber, Angelique

4365

24

1

0

9

Jankovic, Jelena

3900

22

-1

0

10

Azarenka, Victoria

3812

15

-8

0

11

Ivanovic, Ana

3660

22

5

0

12

Cibulkova, Dominika

3167

22

3

0

13

Wozniacki, Caroline

3050

19

-3

2

14

Pennetta, Flavia

3039

20

17

0

15

Errani, Sara

3035

23

-8

0

16

Suarez Navarro, Carla

2695

26

1

0

17

Safarova, Lucie

2675

23

12

0

18

Petkovic, Andrea

2460

24

21

0

19

Stosur, Samantha

2415

23

-1

0

20

Makarova, Ekaterina

2380

18

4

0

 

 

 

Teen Ranking

Svitolina vince per la seconda volta di fila il torneo di Baku e scongiura lo scivolone in classifica. È ancora n.3 dietro a Bouchard e Keys.

Il Teen-Ranking si ottiene limitando la classifica alle giocatrici nate dopo il 1° gennaio 1994.

Pos.

Giocatrice

Anno

Class. WTA

Diff. dal 21/07/14

1

Bouchard, Eugenie

1994

7

0

2

Keys, Madison

1995

27

0

3

Svitolina, Elina

1994

38

0

4

Bencic, Belinda

1997

62

0

5

Beck, Annika

1994

67

0

6

Schmiedlova, Anna

1994

68

0

7

Vekic, Donna

1996

79

0

8

Van Uytvanck, Alison

1994

87

0

9

Duval, Victoria

1995

91

0

10

Smitkova, Tereza

1994

97

0

 

Nation Ranking

Shuai Peng (+9, n.41) fa balczare la Cina al n.7. La Slovacchia retrocede di un posto fino al n.8. Stabili le altre posizioni.

Il Nation Ranking si ottiene sommando il ranking delle prime tre giocatrici di ciascuna nazione.

Pos.

Nazione

Punteggio

Diff. dal 21/07/14

1

Stati Uniti

48

0

2

Russia

50

0

3

Italia

52

0

4

Repubblica Ceca

53

0

5

Germania

55

0

6

Serbia

56

0

7

Cina

73

1

8

Slovacchia

82

-1

9

Romania

95

0

10

Spagna

107

0

 

Casa Italia

La diciottenne toscana Jasmine Paolini entra per la prima volta nella top20 italiana grazie a una serie positiva di risultati a livello ITF: semifinale a Civitavecchia, quarti a Roma e Imola.

Il ranking medio delle top 5 italiane oggi è 32,2.

Pos.

Giocatrice

Class. WTA

Diff. fine 2013

Diff. dal 21/07/14

1

Pennetta, Flavia

14

17

0

2

Errani, Sara

15

-8

0

3

Vinci, Roberta

23

-9

0

4

Giorgi, Camila

39

59

0

5

Schiavone, Francesca

70

-31

1

6

Knapp, Karin

75

-34

-1

7

Barbieri, Gioia

177

75

0

8

Brianti, Alberta

187

21

1

9

Burnett, Nastassja

205

-38

-1

10

Gatto Monticone, Giulia

222

24

0

11

Grymalska, Anastasia

239

23

0

12

Camerin, Maria Elena

260

-68

0

13

Sanesi, Gaia

309

127

0

14

Matteucci, Alice

398

339

2

15

Caregaro, Martina

420

47

0

16

Balducci, Alice

437

11

-2

17

Remondina, Anna

463

-82

1

18

Giovine, Claudia

470

142

1

19

Bruzzone, Giulia

484

94

-2

20

Paolini, Jasmine

489

135

 

LE TOP 50

Legenda: nelle top 50 trovate, in ogni riga: posizione precedente-classifica-giocatrice- nazionalità-data di nascita-punti-tornei

[1]       1          Williams, Serena        United States 26 Sep 1981    9231    16
[2]       2          Li, Na   China   26 Feb 1982    6960    14
[3]       3          Halep, Simona            Romania         27 Sep 1991    6785    21
[4]       4          Kvitova, Petra             Czech Republic           08 Mar 1990   6070    20
[5]       5          Radwanska, Agnieszka           Poland             06 Mar 1989   5130    21
[6]       6          Sharapova, Maria      Russia 19 Apr 1987    4881    15
[7]       7          Bouchard, Eugenie     Canada           25 Feb 1994    4460    24
[8]       8          Kerber, Angelique      Germany         18 Jan 1988    4365    24
[9]       9          Jankovic, Jelena          Serbia 28 Feb 1985    3900    22
[10]     10        Azarenka, Victoria      Belarus           31 Jul 1989     3812    15
[11]     11        Ivanovic, Ana Serbia 06 Nov 1987   3660    22
[12]     12        Cibulkova, Dominika Slovakia          06 May 1989 3167    22
[13]     13        Wozniacki, Caroline   Denmark         11 Jul 1990     3050    19
[14]     14        Pennetta, Flavia         Italy     25 Feb 1982    3039    20
[15]     15        Errani, Sara    Italy     29 Apr 1987    3035    23
[16]     16        Suárez Navarro, Carla           Spain   03 Sep 1988    2695    26
[17]     17        Safarova, Lucie           Czech Republic           04 Feb 1987    2675    23
[18]     18        Petkovic, Andrea        Germany         09 Sep 1987    2460    24
[19]     19        Stosur, Samantha       Australia         30 Mar 1984   2415    23
[20]     20        Makarova, Ekaterina             Russia 07 Jun 1988    2380    18
[21]     21        Cornet, Alizé   France             22 Jan 1990    2075    24
[22]     22        Stephens, Sloane        United States 20 Mar 1993   2050    23
[23]     23        Vinci, Roberta            Italy     18 Feb 1983    1930    26
[24]     24        Pavlyuchenkova, Anastasia    Russia 03 Jul 1991     1890    23
[25]     25        Williams, Venus         United States 17 Jun 1980    1726    16
[26]     26        Kuznetsova, Svetlana Russia 27 Jun 1985    1646    18
[27]     27        Keys, Madison            United States 17 Feb 1995    1545    20
[28]     28        Muguruza, Garbiñe    Spain   08 Oct 1993    1535    15
[30]     29        Lisicki, Sabine             Germany         22 Sep 1989    1427    18
[32]     30        Zhang, Shuai   China   21 Jan 1989    1396    29
[33]     31        Dellacqua, Casey        Australia         11 Feb 1985    1380    14
[34]     32        Zahlavova Strycova, Barbora        Czech Republic         28 Mar 1986   1371    21
[31]     33        Hantuchova, Daniela Slovakia          23 Apr 1983    1361    23
[35]     34        Koukalova, Klara        Czech Republic           24 Feb 1982    1355    29
[29]     35        Cirstea, Sorana           Romania         07 Apr 1990    1351    23
[40]     36        Jovanovski, Bojana     Serbia 31 Dec 1991   1350    25
[36]     37        Rybarikova, Magdalena         Slovakia          04 Oct 1988    1345    27
[37]     38        Svitolina, Elina            Ukraine           12 Sep 1994    1325    27
[38]     39        Giorgi, Camila            Italy     31 Dec 1991   1282    19
[39]     40        Nara, Kurumi Japan   30 Dec 1991   1248    25
[50]     41        Peng, Shuai     China   08 Jan 1986    1175    24
[42]     42        Barthel, Mona            Germany         11 Jul 1990     1158    28
[43]     43        Davis, Lauren United States 09 Oct 1993    1140    22
[44]     44        Garcia, Caroline         France             16 Oct 1993    1139    26
[45]     45        Pliskova, Karolina       Czech Republic           21 Mar 1992   1130    29
[46]     46        Riske, Alison   United States 03 Jul 1990     1121    24
[47]     47        Flipkens, Kirsten         Belgium          10 Jan 1986    1110    24
[41]     48        Vandeweghe, Coco    United States 06 Dec 1991   1085    21
[48]     49        Vesnina, Elena            Russia 01 Aug 1986   1075    22
[51]     50        McHale, Christina      United States 11 May 1992 1045    22

RACE

Legenda: trovate, in ogni riga: posizione precedente-classifica-giocatrice- nazionalità-data di nascita-punti-tornei

[1]       1        Sharapova, Maria      Russia 19 Apr 1987    4880    10
[2]       2        Halep, Simona            Romania         27 Sep 1991    4869    14
[3]       3        Li, Na   China   26 Feb 1982    3970    9
[4]       4        Bouchard, Eugenie     Canada           25 Feb 1994    3607    15
[5]       5        Kvitova, Petra             Czech Republic           08 Mar 1990   3343    12
[6]       6        Williams, Serena        United States 26 Sep 1981    3211    11
[7]       7        Radwanska, Agnieszka           Poland             06 Mar 1989   3158    13
[8]       8        Ivanovic, Ana Serbia 06 Nov 1987   2890    13
[9]       9        Cibulkova, Dominika Slovakia          06 May 1989 2739    13
[10]     10        Kerber, Angelique      Germany         18 Jan 1988    2603    15
[11]     11        Errani, Sara    Italy     29 Apr 1987    2307    16
[12]     12        Jankovic, Jelena          Serbia 28 Feb 1985    2232    15
[13]     13        Suárez Navarro, Carla           Spain   03 Sep 1988    2065    17
[14]     14        Petkovic, Andrea        Germany         09 Sep 1987    2045    16
[15]     15        Pennetta, Flavia         Italy     25 Feb 1982    1987    12

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Cluj-Napoca, subito fuori Martina Trevisan

L’azzurra, quarta del seeding, si arrende in due set a Kristyna Pliskova. Eliminata anche la tds n. 1, Alizé Cornet

Pubblicato

il

Ancora non arriva la seconda vittoria per Martina Trevisan in un torneo del Tour principale che non sia il Roland Garros (la prima a Charleston 2019). La ventisettenne fiorentina, quarta favorita del seeding nel WTA 250 di Cluj-Napoca, si arrende a Kristyna Pliskova con un doppio 6-4 in poco più di un’ora e mezza. La gemella mancina della n. 7 del mondo ha messo in campo poco più di metà delle prime, ma si è affidata proprio al servizio per uscire indenne dalle situazioni più delicate.

14 gli ace piazzati dalla 184 cm di Louny, volata subito 4-0 senza però riuscire a trasformare nessuna delle tre palle break per mettere la parola fine al primo parziale. Tenuto quel servizio, Martina, che ha dovuto rinunciare alle Olimpiadi per una frattura da stress al piede sinistro, richiede il MTO per farsi trattare la coscia destra. Kristyna forse si distrae e non chiude con la battuta a disposizione sul 5-2. Due giochi dopo, l’azzurra raggiunge l’avversaria sul 30 pari sfoderando un drittone mancino tutt’altro che banale, ma Pliskova la risolve alla sua maniera: con due ace consecutivi si assicura il set.

Il punteggio segue il servizio nel secondo parziale, nonostante Martina, di nuovo in top 100 dopo i quarti al “125” di Belgrado, soffra nei primi due turni. È però proprio lei a procurarsi una ghiotta doppia occasione di salire 5-3, rispondendo aggressiva alle seconde ceche. La n. 123 WTA, pianta subito un ace e, se sul 30-40 la prima non entra, la seconda con una gran curva esterna provoca l’errore in risposta. Break mancato, break subito, anch’esso non sfruttando due opportunità consecutive, in un gioco segnato anche dal settimo doppio fallo di Trevisan. Non si dà per vinta, la nostra, e guadagna di nuovo il 15-40 quando l’altra serve per chiudere. Il punto del rientro sembra ormai cosa fatta; tuttavia, invece del campo aperto contro una che non è esattamente Marcell Jacobs, il dritto al volo poco lucido cerca un contropiede inesistente. Brava Pliskova sull’altra e su un’ulteriore palla del 5 pari, e può così chiudere al primo match point. Al secondo turno troverà la polacca Katarzyna Kawa.

 

Tra gli altri incontri in programma, spicca la sconfitta della prima testa di serie, Alizé Cornet, a quanto pare arrivata in Romania solo lunedì a causa dell’overbooking di Lufthansa.

Pensavo di averle viste tutte nei miei vent’anni di viaggi. Mai buttata fuori da un volo, però.

Visto il carattere che Cornet mostra in campo, ai tedeschi piace vivere pericolosamente… A darle un dispiacere il giorno successivo è invece Mayar Sherif, la venticinquenne egiziana con un’impugnatura di dritto da lasciare perplesso Alberto Berasategui che usa anche per depositare le smorzate, ovviamente colpendo con l’altra faccia del piatto corde. In ogni caso, tra dritti carichi, rovesci filanti e parecchi errori francesi, Sherif si impone 6-2 6-4.

Il tabellone completo e aggiornato

Continua a leggere

Flash

Si può giocare a tennis in Moncler? Courmayeur ospiterà un torneo WTA

La Val d’Aosta aprirà una mini-stagione indoor italiana che includerà Next Gen Finals, ATP Finals e Coppa Davis. La WTA annuncia anche altri tre tornei: Chicago, Portoroz e Tenerife

Pubblicato

il

Courmayeur, dove si svolgerà un torneo WTA 250 in ottobre (Photo Courtesy of Courmayeur Mont Blanc)

Grandi novità per il tennis italiano: Courmayeur, nota meta sciistica ai piedi del Monte Bianco, organizzerà un WTA 250 sul cemento indoor fra il 23 ed il 31 ottobre. Il torneo al Courmayeur Sport Center e avrà un montepremi di 235.238 dollari, e sarà il primo evento femminile indoor a disputarsi in Italia dai tempi del sintetico di Cesena 1992 (l’anno prima si era invece giocata l’unica edizione WTA del torneo di Milano).

Non è da escludere che diversi nomi di spicco possano decidere di partecipare, visto che sarà l’ultima occasione di andare a punti in ottica WTA Finals; qualora le ultime posizioni fossero ancora in bilico, quindi, è presumibile che le contendenti possano decidere di darsi al tennis alpino come tappa finale per volare a Shenzhen. Ricordiamo che quest’ultime (e l’Elite Trophy di Zhuhai) sono gli unici eventi dello swing asiatico a non essere stati cancellati, motivo per cui si è resa necessaria la creazione di nuovi tornei autunnali.

Il torneo sarà operato da Makers, gruppo che si occupa dell’organizzazione di eventi (fra cui il Challenger di Milano), ma stando al comunicato ufficiale è stato fondamentale anche l’apporto dell’amministrazione comunale, in un luogo digiuno di tennis dal 2011, quando si svolse l’unica edizione del Challenger maschile vinta da Nicolas Mahut.

 

“Il ritorno del grande tennis a Courmayeur Mont Blanc è una conferma per la nostra località”, ha detto il sindaco Roberto Rota. “Ci candidiamo a ospitare eventi che possano attrarre non solo pubblico in presenza, ma anche accendere i riflettori del grande sport sulle nostre strutture e sulla località in generale. Siamo felici e orgogliosi che Courmayeur e i suoi campi da tennis indoor siano stati scelti dalla WTA per una competizione del circuito in un mese come ottobre, fondamentale per il nostro turismo e per la nostra idea di destagionalizzazione e promozione di stagioni come l’autunno, meravigliose per le attività sportive e outdoor. Courmayeur Mont Blanc è per tradizione e natura la culla dell’alpinismo e degli sport di montagna, ma è anche dotata di infrastrutture all’altezza, come il Courmayeur Sport Center che ospiterà l’evento, e di una sensibilità particolare nei confronti delle altre discipline sportive, questo evento ne è la prova”.

IL TRIANGOLO DEL TENNIS

Si prospetta dunque un autunno italocentrico dal punto di vista tennistico, visto che il torneo di Courmayeur farà da apripista alle Next Gen Finals di Milano (non svoltesi lo scorso anno) e soprattutto alla prima edizione torinese delle ATP Finals; successivamente il capoluogo piemontese ospiterà anche due gironi delle finali di Coppa Davis. A questo encore si aggiungono i tornei sul rosso già giocatisi a Cagliari (maschile), Parma (femminile e maschile in settimane consecutive), Roma (combined) e Palermo (femminile); nonostante alcuni di questi tornei siano probabilmente destinati ad essere dei monouso, è innegabile l’attestato di fiducia della comunità del tennis internazionale nei confronti del tennis italiano.

NUOVI TORNEI WTA

Oltre a Courmayeur, tre nuovi tornei rimpolperanno la programmazione femminile, come detto orfana di quasi tutti i tornei orientali. Questo il calendario post-US Open (i nuovi tornei sono evidenziati in rosso):

  • La settimana del 13 Settembre si giocherà in Lussemburgo e a Portoroz in Slovenia (entrambi WTA 250)
  • La settimana del 20 settembre si giocheranno il 500 di Ostrava e il 250 di Seoul
  • La settimana del 27 settembre si disputerà il nuovo 500 di Chicago
  • Nelle due settimane che vanno dal 4 al 17 ottobre si giocherà Indian Wells
  • Nella settimana del 18 ottobre si disputeranno il 500 di Mosca e il 250 di Tenerife
  • Dal 25 ottobre (le qualificazioni iniziano il 23) avrà luogo per l’appunto Courmayeur.

Nelle due settimane successive si dovrebbero giocare prima Zhuhai (dal primo novembre) e poi Wuhan (dall’8); in questo momento però non sono confermati sul sito della WTA. Steve Simon, il chairman del circuito, ha rilasciato una breve dichiarazione in merito, inclusa nel comunicato ufficiale: “Quest’ultima fase del calendario del WTA Tour porterà il numero dei tornei sopra i 50, continuando ad offrire una piattaforma globale per promuovere il tennis femminile […]. Siamo felici del novero di tornei che abbiamo organizzato per la fine della stagione e non vediamo l’ora di poter dare maggiori informazioni riguardanti le WTA Finals”.

Continua a leggere

Flash

WTA Gdynia, primo titolo in carriera per Zanevska

La tennista belga sconfigge Kucova, che spreca due break di vantaggio in entrambi i set. Era la prima finale per entrambe

Pubblicato

il

Maryna Zanevska a Gdynia 2021 (Credit: @WTA on Twitter)

Maryna Zanevska, N.165 WTA, ha conquistato il primo titolo della sua carriera a 27 anni al Poland Open di Gdynia sconfiggendo Kristina Kucova, N.150, per 6-4 7-6(4) in un’ora e 51 minuti. Si chiudono due grandi settimane per la vincitrice: dopo aver raggiunto la semifinale a Losanna, ha ricevuto uno Special Exempt che le ha permesso di evitare le qualificazioni per il torneo polacco, sfruttandolo al massimo con un solo set perso nel corso della settimana.

Kucova, 31 anni e reduce da una semifinale dominante su Korpatsch, era avanti 3-0 e servizio in entrambi i set, ma ha pagato il misero 9/27 con la seconda di servizio che ha finito per regalare 20 palle break all’avversaria. Nel primo Zanevska è stata brava a recuperare con un parziale monstre di 16-3, vincendo gli ultimi 11 punti giocati al servizio prima di piazzare il break decisivo nel decimo gioco, chiuso al terzo set point.

Nella seconda partita il ritorno di fiamma di Zanevska è stato persino più impetuoso: dallo 0-3 iniziale ha infatti vinto cinque game di fila, andando a servire per il match. Kucova, non nuova a rimonte stratosferiche questa settimana (per esempio la great escape di quasi quattro ore con Gorgodze nei quarti di finale), non si è però data per vinta, e ha vinto otto dei successivi nove punti per pareggiare il conto dei game, prima di salvare quattro match point al servizio (due consecutivi) sul 5-6, forzando il tie-break. Lì il punteggio ha seguito i servizi fino al 3-3, quando Zanevska ha ottenuto il mini-break decisivo, salendo rapidamente a triplo championship point prima di chiudere alla seconda opportunità.

 

“Oggi ho vissuto un sogno, è un momento fantastico per me”, ha detto la vincitrice. Non ho iniziato bene, ero sotto grande stress, ma l’incitamento del pubblico mi ha dato una grande spinta“. Considerevole balzo in classifica per entrambe: Zanevska ha guadagnato 50 posizioni, salendo al N.115 (a poca distanza dal best ranking di 105), mentre Kucova ne ha prese 30, raggiungendo la centoventesima piazza.

Qui il tabellone di Gdynia e degli altri tornei della scorsa settimana

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement