ATP Shanghai, prima sorpresa: Cilic out. Buon inizio per Dimitrov

ATP

ATP Shanghai, prima sorpresa: Cilic out. Buon inizio per Dimitrov

Pubblicato

il

TENNIS ATP MASTERS 1000 SHANGHAI – Ivo Karlovic, nel derby tutto croato ha la meglio su Marin Cilic, trionfatore agli Us Open, in un match dettato dall’equilibrio sui servizi. Avanti anche Isner, Anderson, Gasquet e Dimitrov

Che la vittoria a Flushing Meadows non sia stata ancora del tutto metabolizzata da parte di Marin Cilic? I dubbi iniziano a insinuarsi nelle teste degli addetti ai lavori e, forse, anche nella sua. Vero anche che era difficile avere un primo turno peggiore di questo, ma la sconfitta nel derby con Karlovic, fa certo male a Cilic. Dopo un primo set ceduto per 7 giochi a 5, Marin ha ingranato la marcia giusta nel secondo parziale, breakkando il suo avversario due volte e chiudendo 6-2. Il terzo set è stato, com’era facile intuire, dominato dai turni di battuta, con la durata media di ogni game intorno a 2 minuti. Nonostante l’avvento del tie-break, Karlovic ha dimostrato più volte, nel parziale, di averne di più del suo avversario, ragion per cui il trionfo è arrivato poco dopo, per 7 punti a due nel gioco decisivo. Risultato finale 7-5 2-6 7-6, e prossimo turno con Yen-Hsun Lu, che ha avuto la meglio sullo spagnolo Granollers.

Poco prima, un altro bombardiere, dal servizio inarrestabile ha ottenuto il pass per il secondo turno a Shanghai: trattasi di John Isner che ha liquidato la pratica Andujar in tre set con il punteggio di 7-6 1-6 6-3. Dopo la conquista del primo set al tie-break e la successiva perdita del secondo in una manciata di minuti, l’americano è stato bravo a non perdere la concentrazione nel parziale decisivo e a sfruttare l’unica palla break del set, nel quarto gioco.

 

Bene anche Kevin Anderson. Il sudafricano ha sofferto un set ma alla fine è riuscito ad avere la meglio sul britannico Ward, 3-6 6-3 6-2. Il numero 16 del mondo ha sfruttato una partenza lampo nel terzo set (si è involato subito sul 4-0 e doppio break) per ottenere la vittoria in un’ora e quarantaquattro minuti.

In sessione serale si è svolto un altro interessante derby, quello tra Jeremy Chardy e Richard Gasquet. A prevalere è stato Richard in un’ora e mezza circa, con il punteggio di 7-6 6-2. In realtà Jeremy è stato in controllo del match per lunghi tratti del primo parziale, prima salendo sul 3-1 (prontamente recuperato dal suo avversario) e poi usufruendo di due set point nel tie-break. Lì è finita la partita del numero 32 del mondo, con la perdita del primo set e il doppio break subito in apertura di secondo. Al secondo turno un’interessante sfida tra il francese e Tomas Berdych. 

Chi ben comincia è anche Grigor Dimitrov, ancora in corsa per la qualificazione al Masters sebbene le sue possibilità si siano assottigliate non poco visto le recenti finali raggiunte a Pechino da Berdych e a Tokyo da Raonic, con quest’ultimo battuto da Kei Nishikori un altro concorrente nella corsa alle ATP World Tour Finals dove il tennista bulgaro risulta ora undicesimo. Dimitrov si è sbarazzato con un doppio 6-3 di Denis Istomin, in un’ora e cinque minuti di partita e al secondo turno può continuare la sua rincorsa contro il vincente del match Benneteau-Zhang.

Tutti i risultati:
Jack Sock (U.S.) beat Bernard Tomic (Australia) 7-6(4) 6-7(4) 6-4
[10] Grigor Dimitrov (Bulgaria) beat Denis Istomin (Uzbekistan) 6-3 6-3
Richard Gasquet (France) b. Jeremy Chardy (France) 7-6(7) 6-2
[16] Kevin Anderson (S. Africa) b. James Ward (Britain) 3-6 6-3 6-2
Ivo Karlovic (Croatia) b. [9] Marin Cilic (Croatia) 7-5 2-6 7-6(2)
Lu Yen-Hsun (Taiwan) b. Marcel Granollers (Spain) 6-3 6-7(5) 6-2
[13] John Isner (U.S.) b. Pablo Andujar (Spain) 7-6(5) 1-6 6-3
Juan Monaco (Argentina) b. Joao Sousa (Portugal) 6-2 7-6(4)
Malek Jaziri (Tunisia) b. Donald Young (U.S.) 7-5 6-4

Continua a leggere
Commenti

ATP

Il nuovo calendario ATP 2020: Amburgo prima di Parigi, si chiude con le Finals

Amburgo prima del Roland Garros, San Pietroburgo promosso ad ATP 500

Pubblicato

il

Non c’è ancora l’ufficialità ma l’ATP sembra aver pronto il calendario per l’autunno 2020 che dovrebbe portare fino alle Finals di Londra a metà novembre:

Le indiscrezioni raccolte parlano dell’inserimento del torneo ATP 500 Amburgo nella settimana antecedente al Roland Garros, dopo l’anticipo di Roma al 14 settembre. Saltato completamente lo swing cinese, si giocherà indoor in Europa con San Pietroburgo che viene promosso ad ATP 500 dopo la cancellazione di Basilea.

Questo il calendario nel dettaglio:

 

22/08: ATP Masters 1000 Western&Southern Open (New York)
31/08: US Open
07/09: ATP 250 Kitzbuhel
14/09: ATP Masters 1000 Roma
21/09: ATP 500 Amburgo
27/09: Roland Garros
12/10: ATP 500 San Pietroburgo
19/10: ATP 250 Anversa e ATP 250 Mosca
26/10: ATP 500 Vienna
02/11: ATP Masters 1000 Parigi-Bercy
09/11: ATP 250 Sofia
15/11: ATP Finals (Londra)

La classifica ATP al momento ancora congelata, tornerà a muoversi lunedì 31 agosto dopo la conclusione del Masters 1000 a Flushing Meadows.

Continua a leggere

ATP

Internazionali d’Italia: il torneo viene anticipato, si gioca dal 14 al 21 settembre

Dopo la cancellazione di Madrid, Roma prende il suo posto in calendario lasciando una pausa di qualche giorno prima del Roland Garros. Bye per i semifinalisti di New York

Pubblicato

il

Gli Internazionali d’Italia, inzialmente previsti dal 20 al 27 settembre, cambiano di nuovo data dopo la cancellazione del torneo di Madrid: al Foro Italico si giocherà da lunedì 14 a lunedì 21 settembre. Lo ha annunciato a Todi, durante la finale di Serie A1, il direttore del torneo Sergio Palmieri:

ATP e WTA hanno confermato la nuova data che è quella dal 14 al 21 settembre questo per permettere ai giocatori più forti, quelli che vanno in semifinale agli US Open, di arrivare in Italia e avere qualche giorno di preparazione. Chi arriva in semifinale a New York avrà un Bye e non giocherà prima di mercoledì o giovedì  quindi avranno giorni di riposo e soprattutto avranno una sosta interessante tra la finale di Roma e l’inizio del Roland Garros”.

Riguardo alle misure di sicurezza sanitarie aggiunge: “Siamo pronti e preparati, non sarà semplice perché organizzare un torneo del genere con così tanti partecipanti con tutte le problematiche sanitarie è una novità, ci stiamo preparando e saremo pronti anche in questa occasione”.

 

Il protocollo sarà comunque piuttosto stringente: “I giocatori che arrivano dagli Usa faranno un tampone 48 ore prima di arrivare, poi appena arrivano in Italia faranno un altro tampone e andranno immediatamente in camera sino a quando non arriva il  risultato. Se sarà negativo potranno uscire e giocare le gare”.

Continua a leggere

ATP

Ora è ufficiale: Madrid cancellato. Possibile spostamento di Kitzbuhel

Con una nota sul sito il Mutua Madrid Open ha gettato la spugna: appuntamento al 2021. Si lavora per riempire la settimana disponibile

Pubblicato

il

Novak Djokovic - Madrid 2019 (foto via Twitter, @MutuaMadridOpen)

Come era già stato ampiamente anticipato nella giornata di lunedì, gli organizzatori del Mutua Madrid Open hanno ufficializzato la cancellazione dell’edizione 2020 del torneo a seguito delle richieste delle autorità locali.

Come atto di responsabilità alla luce della situazione attuale causata dal COVID-19 e dopo un’attenta valutazione delle circostanze the la pandemia continua a presentare – recita il comunicato diffuso attraverso il sito ufficiale del torneo – di comune accordo con le autorità competenti è stato deciso che l’edizione 2020 del Mutua Madrid open non avrà luogo, dopo essere stata precedentemente spostata [dal 1-10 maggio] al 12-20 settembre”.

Durante questo periodo il Mutua Madrid Open aveva creato vari protocolli per garantire la sicurezza di tutte le persone coinvolte nel torneo, ricevendo l’approvazione dell’organizzazione nazionale per la sanità in relazione alle misure messe in atto per impedire e limitare il rischio di contagio nella bolla del torneo (Caja Magica e gli hotel designati)”, continua il comunicato.

 

A seguito delle raccomandazioni delle autorità sanitarie locali, e dopo aver monitorato la situazione per mesi, gli organizzatori del Mutua Madrid Open non hanno avuto altra scelta se non quella di cancellare il torneo per la complessa situazione generata dal COVID-19”.

Abbiamo fatto tutto il possibile per far disputare il torneo – ha dichiarato Feliciano Lopez, il direttore del torneo – dopo la prima cancellazione in maggio ci siamo messi al lavoro per preparare la data di settembre nella speranza di poter vedere tennis di prima qualità alla Caja Magica nel corso di quest’anno che è stato così duro per tutti. Tuttavia, l’attuale instabilità è ancora troppo elevata per tenere un torneo di questo tipo in totale sicurezza. Ancora una volta ci tengo a ringraziare il Consiglio della Città di Madrid e tutti i nostri sponsor e fornitori per averci supportato durante tutto questo processo”.

A questo punto sembra che l’ATP stia considerando la possibilità di spostare il torneo di Kitzbuhel, attualmente programmato durante la seconda settimana dello US Open, per occupare la settimana lasciata libera dal Mutua Madrid Open, ovvero quella immediatamente precedente gli Internazionali BNL d’Italia a Roma.

Ciò renderebbe (il condizionale è sempre d’obbligo) molto più importante il raggiungimento di un accordo tra ATP/USTA e il Governo austriaco per garantire l’esenzione dalla quarantena a tutti i tennisti provenienti da Flushing Meadows dopo lo US Open. Secondo il quotidiano iberico Marca, questo accordo era stato raggiunto con il Governo spagnolo, ma non è dato sapere in questo momento ci siano disposizioni di questo tipo anche per chi dovesse arrivare in Austria o direttamente a Roma per il torneo al Foro Italico.

Con la cancellazione di Madrid il circuito WTA perde anche l’ultimo dei Premier Mandatory che dovevano disputarsi in questo 2020, dopo che Indian Wells, Miami e Pechino sono già stati annullati. Ora è presumibile che i vertici del tennis femminile si attiveranno per cercare di riempire la settimana lasciata libera dall’evento madrileno in modo da offrire alle proprie giocatrici qualche possibilità di raccogliere punti e montepremi in questo scampolo di stagione che pare possa offrire qualche chance di gioco.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement