I giardini di casa: i vincitori seriali dell’era Open

Focus

I giardini di casa: i vincitori seriali dell’era Open

La striscia di vittorie a Pechino di Novak Djokovic ci permette di andare a rivedere quali giocatori hanno dominato in alcuni luoghi in maniera tale da diventare un tutt’uno con il campo in questione

Pubblicato

il

 

Nei giorni scorsi tutti i media sportivi hanno dato ampio risalto alla quinta vittoria in 5 partecipazioni di Djokovic ai China Open (dal 2009 al 2014, ha saltato l’edizione del 2011). Djokovic stesso nell’intervista dopo la finale ha confermato di avere un feeling particolare con la capitale cinese.

È sembrata l’occasione per chiedersi chi sono i “vincitori seriali” dell’era Open, ovvero i giocatori che hanno vinto più volte le stesso torneo dal 1968 ad oggi e quali sono i loro “giardini di casa”, cioè i tornei dove hanno alzato il trofeo del vincitore in più occasioni.

La risposta, che potete leggere nel prosieguo dell’articolo, ha portato innanzitutto a scoprire che al momento le prestazioni di Djokovic a Pechino non entrano nemmeno nella Top15 delle “plurivittorie” in un singolo torneo ATP. Perché ciò accada, il n.1 del mondo dovrà proseguire la winning streak pechinese anche il prossimo anno.

 

L’intenzione iniziale era di rispondere esponendo la classifica delle 10 maggiori serie di vittorie. Siccome però al 9° posto ci sono 8 serie a pari merito (cioè composte dallo stesso numero di vittorie), la classifica alla fine ne comprende sedici. I tornei citati in classifica sono 14, dato che due tornei sono presenti due volte (e curiosamente si tratta dei due tornei dello Slam in classifica, Parigi e Wimbledon), mentre i giocatori in classifica invece sono solo 9, in quanto due di loro (e non potevano che essere gli eterni rivali, Federer e Nadal), compaiono più volte tra i vincitori seriali. Ecco la classifica, a partire dal “basso” (per modo di dire, dato che si parla di 6 vittorie in uno stesso torneo!) e, a parità di vittorie, in ordine cronologico.

6 – Connors (Birmingham), Borg (Parigi), Taróczy (Hilversum), Lendl (Canada) Agassi (Miami) Federer (ATP Finals, Dubai e Cincinnati)

Il primo è Jimmy Connors con le 6 vittorie consecutive (1974-1980, non partecipò nel 1978) del torneo indoor di Birmingham (USA). Dove è rimasto l’imbattuto campione uscente: il torneo non si disputa più dal 1980, anno dell’ultima vittoria di Jimbo. Un’altra curiosità: Connors in realtà può dire di aver vinto a Birmingham per 7 anni consecutivi, perché nel 1978 non partecipò all’evento statunitense ma vinse invece il torneo sull’erba dell’omonima cittadina inglese.

Tocca poi a Bjorn Borg con le 6 Coppe dei Moschettieri alzate al Roland Garros su 7 partecipazioni, tra il 1973 e il 1981 (battuto da Panatta nel 1973 e nel 1976, mentre non partecipò nel 1977).

Si prosegue poi con Balázs Taróczy, che vinse per 6 volte (1973, 1978-1982) il torneo ATP di Hilversum in Olanda. L’ungherese fu fermato da Tomas Smid nella finale del 1983: sarebbe stata la sesta vittoria consecutiva. Da notare che Taróczy è l’unico giocatore in classifica a non essere stato mai tra i primi dieci al mondo (best ranking n.12 ATP) e a non aver vinto uno Slam in singolare (ma ne vinse due in doppio con il suo partner abituale, Heinz Günthardt).

C’è poi Ivan Lendl che ha alzato per 6 volte (1980-1981, 1983, 1987-1989) il trofeo degli Open del Canada (l’unico dei tornei citati che non si gioca sempre nella stessa città ma ad anni alterni a Montreal e Toronto) tra il 1980 e il 1989 (periodo in cui raggiunse anche 2 finali: Lendl fu poi finalista anche nel 1992).

Un altro grande feeling è quello di Andre Agassi con il torneo di Miami (1990, 1995, 1996, 2001-2003). In questa classifica il Kid è il tennista con il maggior numero di anni (13) intercorrenti tra la prima e l’ultima vittoria della serie (e nel frattempo è stato finalista altre due volte).

Roger Federer chiude questa primo gruppo con una tripletta di plurivittorie: ATP Finals (2003-2004, 2006-2007, 2010-2011), Dubai (2003-2005, 2007, 2012 ,2014) e Cincinnati (2005, 2007, 2009-2010, 2012, 2014). Federer è l’unico in classifica che potrebbe incrementare una serie nell’anno in corso, quella delle ATP Finals (dove è stato finalista in altre due occasioni).

7 – Sampras (Wimbledon), Federer (Wimbledon e Halle), Nadal (Roma)

A quota 7 gli “home garden” veri e propri, nel senso dei prati inglesi per eccellenza, quelli di Wimbledon.

La prima serie ai Championship è quella di Pete Sampras (1993-1995, 1997-2000, Sweet Pete fu fermato nel cammino verso il secondo poker proprio dall’altro futuro plurivincitore di Wimbledon, Federer).

A seguire, appunto, la serie di vittorie di Roger Federer (2003-2007, 2009, 2012) su un totale di 16 partecipazioni (con anche altre 2 finali raggiunte). Federer aggiunge anche un’altra serie “erbivora”: quella ad Halle, con 5 vittorie consecutive dal 2003 al 2008 (non giocò nel 2007) e la successiva doppietta 2013-2014 (arrivando in finale in due delle altre 5 occasioni in cui ha giocato il Gerry Weber Open).

Ultimo in ordine cronologico del secondo gruppo è Rafael Nadal, che con le 7 vittorie di Roma (2005-2007, 2009-2010, 2012-2013) piazza in classifica la prima delle sue incredibili serie di vittorie nei grandi tornei sul mattone tritato (Rafa è stato anche due volte finalista al Foro Italico: non è arrivato all’ultimo atto del torneo solo nel 2008, fermato da Ferrero e dalle vesciche).

8 – Vilas (Buenos Aires), Nadal (Montecarlo e Barcellona)

Dopo il toro di Manacor entra in classifica anche il toro delle Pampas, Guillermo Vilas. Il campione argentino ha sempre avuto un grande feeling con il torneo della sua città natale, Buenos Aires: per lui 8 vittorie (1973-1977, 1979, 1982), di cui 6 consecutive (e arrivando in finale in altre due edizioni del torneo). No, avete letto bene, non è un errore: dal 1973 al 1977 fanno 6 vittorie consecutive e non 5 perché nel 1977 si giocarono due edizioni del torneo ATP nella capitale argentina (in aprile il River Plate Championship e in novembre l’Argentina Championship). Un’altra curiosità: oltre ovviamente a Taróczy, Willy è l’unico tennista citato in questa classifica a non essere stato numero 1 al mondo (un tasto da sempre dolente per Vilas, soprattutto con riferimento al 1977, quando finì l’anno al secondo posto del ranking nonostante i 16 tornei vinti nel corso della stagione).

Parafrasando una nota pubblicità, per Rafael Nadaldove c’è terra, c’è casa”. Il maiorchino, dopo Roma, entra in classifica anche con due impressionati winning streaks sulla terra rossa: 8 vittorie consecutive a Montecarlo (2005-2012, fu fermato da Djokovic nella finale del 2013, ad un passo dalla nona e dopo 46 match vinti consecutivamente nel Principato) e a Barcellona (dal 2005 al 2013, ha saltato il 2010 ed è stato stoppato da Almagro quest’anno nei quarti di di finale, dopo una striscia di 41 partite vinte).

 9 – Nadal (Parigi)

Come detto all’inizio, tanto per non far sentire la mancanza della loro rivalità neanche in questa classifica, Federer e Nadal risultano gli unici due giocatori con più di una serie di vittorie in classifica: 5 per lo svizzero, 4 per il maiorchino.

Ma il vincitore seriale per eccellenza è lui, Rafa Nadal. Lo spagnolo completa le sue mostruose statistiche sulla terra rossa con il torneo più prestigioso: 9 vittorie (2005-2008, 2010-2014) in 10 partecipazioni al Roland Garros. Sulla prima posizione in classifica è doveroso dilungarsi un po’, per snocciolare un altro paio di impressionanti dati statistici di Rafa a Parigi:

  • 66 vittorie su 67 incontri: una percentuale di vittorie del 98,5% (l’unica, famosissima, sconfitta è quella contro Soderling del 2009);
  • 35 partite consecutive vinte (dal 2010 – serie ancora aperta).

Dopo aver permesso di rispondere alla domanda iniziale, questa classifica ne fa però sorgere, proprio alla fine, un’altra: Rafa vincerà la “Decima”? Alzerà cioè per la decima volta la Coppa dei Moschettieri al Roland Garros come ha fatto finalmente quest’anno il suo amato Real Madrid in Champions League con la “Coppa dalla grandi orecchie” ?

Questa volta per la risposta bisognerà però attendere qualche mese e vedere cosa accadrà a Parigi la prossima primavera…

Continua a leggere
Commenti

ATP

Federer torna a Wimbledon per la prima volta da ex giocatore

La leggenda svizzera, ritiratasi definitivamente alla Laver Cup di settembre, ha fatto il suo ritorno sui campi dell’All England Club

Pubblicato

il

Roger Federer a Wimbledon - Instagram @rogerfederer
Roger Federer a Wimbledon - Instagram @rogerfederer

Non è passato molto tempo dall’ultima volta in cui Roger Federer aveva messo piede sul centrale di Wimbledon. Erano i Championships di quest’anno, e già lo svizzero presenziava ad una fastosa cerimonia apparendo ormai pensionato: l’annuncio e il match conclusivo sono arrivati qualche mese dopo, ma il sentore di ritiro aleggiava già nell’aria.

È per questo che dalla sua nuova visita di venerdì, da giocatore ormai ufficialmente ritirato, deriva soltanto un senso di allegria mista a nostalgia.

Il venti volte campione slam ha testimoniato la visita attraverso delle fotografie pubblicate sul suo profilo Instagram, che hanno fatto il giro del mondo diventando ben presto virali, come d’altronde per ogni segno di presenza di Roger, ovunque e con chiunque. 

 

Federer ha vinto Wimbledon otto volte (record), la prima partecipazione risale al 1998 (vittoria nel torneo Junior), l’ultima al 2021 (sconfitta ai quarti subita da Hubert Hurkacz, che si è rivelata essere anche l’ultimo suo match sul circuito).

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 maschile: domenica dalle 10.00 al via le semifinali scudetto e play-out. Presenti TC Rungg e Park Tennis Genova

TC Rungg Sudtirol contro CT Palermo e Park Tennis Genova contro TC Sinalunga Siena, queste le due semifinali maschili della massima serie

Pubblicato

il

La squadra del Park Tennis Club Genova

A partire dalle ore 10.00, domenica andranno in scena le gare di andata delle semifinali scudetto e quelle delle sfide per non retrocedere della Serie A1 maschile 2022. Il ritorno è in programma domenica 4 dicembre. 

PLAYOFF

Seconda semifinale playoff consecutiva per il TC Rungg Sudtirol, che ha chiuso al primo posto nel Girone 4 con tre vittorie un pareggio e due sconfitte. Il team altoatesino (Federico Gaio, Elmar Ejupovic) riceve il CT Palermo(Salvatore Caruso, Gabriele Piraino, Omar Giacalone), matricola terribile, autentico dominatore del Girone 2 e squadra più vincente della prima fase del campionato con cinque successi ed un pareggio.

 

Nell’altra sfida – live su SuperTennix – il Park Tennis Genova di Gianluca Mager ed Alessandro Giannessi, primo nel Girone 1 con quattro vittorie e due pareggi, affronta in casa il TC Sinalunga Siena(Matteo Gigante, Luca Vanni, Oriol Roca Batalla), altra matricola terribile del torneo, leader del Girone 3 con quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta, rimediata proprio nell’ultima giornata contro il TC Crema.

Questo il programma dell’andata dei playoff – domenica 27 novembre (inizio ore 10):

TC Rungg Sudtirol – CT Palermo

Park Tennis Genova – TC Sinalunga Siena

PLAYOUT

La Canottieri Casale,che ha chiuso all’ultimo posto nel Girone 3, insegue ancora la prima vittoria in questa serie A1il club di Casale Monferrato ospita il TC ItaliaForte dei Marmidi Stefano Travaglia e Walter Trusendi, terzo nel Girone 4 (il più equilibrato di questo campionato), in lizza per un posto nei playoff fino all’ultima giornata.

Il TC Prato, finito ultimo nel Girone 1, riceve ilTC Crema,terzo nel Girone 3 (con due vittorie due pareggi e due sconfitte). I lombardi, insieme ai toscani di Forte dei Marmi, sono la formazione finita ai playoff col maggior bottino di punti (8).

Il TC Genova del Next Gen Matteo Arnaldi, fanalino di coda nel Girone 2, ospita invece lo Sporting Club Sassuolo, terzo nel Girone 1.

Infine lo Junior Perugia del Nex Gen Francesco Passaro, ultimo nel Girone 4 e che si ritrova a giocare i playout nonostante i 7 punti conquistati, affronta il New Tennis Torre del Greco, campione uscente, finito terzo nel Girone 2 dopo la sconfitta a tavolino per inagibilità del campo nell’incontro casalingo non disputato contro il TC Pistoia nell’ultima giornata.

Questo il programma dell’andata dei playout – domenica 27 novembre (inizio ore 10):

Società Canottieri Casale – TC Italia Forte dei Marmi

TC Prato – TC Crema (sabato 26 novembre, inizio ore 10)

TC Genova – Sporting Club Sassuolo

Junior Perugia – New Tennis Torre del Greco

Continua a leggere

Circoli in vista

Serie A1 femminile: nel fine settimana al via play-off e play-out

Al via le semifinali play-off e play-out: alle 10.00 lo start con TC Rungg Sudtirol – Società Canottieri Casale

Pubblicato

il

Barbara Haas - TC Rungg Sudtirol (Foto Kemenater)

Nel week end (inizio ore 10) si giocano le gare di andata delle semifinali scudetto e quelle delle sfide per non retrocedere della Serie A1 femminile 2022. Il ritorno in programma sabato 3 e domenica 4 dicembre.

PLAYOFF

Insegue la seconda finale consecutiva il TC Rungg Sudtirol (Dalila Spiteri, Verena Meliss, Barbara Haas), che ha chiuso al secondo posto nel Girone 2 con tre vittorie, un pareggio e due sconfitte. Il club altoatesino – approdato nelle semifinali scudetto sia con la squadra femminile che con quella maschile – riceve la Canottieri Casale (Sara Errani, Jessica Pieri, Lisa Pigato), prima nel Girone 1 con quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

 

Nell’altra semifinale le campionesse in carica del TC Parioli (Tena Lukas, Beatrice Lombardo, Martina Di Giuseppe), secondo nel Girone 1 con tre vittorie, due pareggi ed una sconfitta, ospitano il Tennis Beinasco di Giulia Gatto  Monticone, Federica Di Sarra e Giulia Pairone, che ha chiuso in testa nel Girone 2 con quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta.

Questo il programma dell’andata dei playoff:

TC Rungg Sudtirol – Società Canottieri Casale (sabato 26 novembre, ore 10)

TC Parioli – Tennis Beinasco (domenica 27 novembre, ore 10)

PLAYOUT

Il TC Genova (Lucia Bronzetti, Martina Caregaro, Denise Valente)finito ultimo nel Girone 2 con una sola vittoria a fronte di cinque sconfitte, ospita la matricola AT Verona Falconeri (Angelica Raggi, Aurora Zantedeschi, Angelica Moratelli), che ha affrontato questa serie A1 senza alcun timore reverenziale mancando davvero di un soffio i playoff: terza nel Girone 1 con 10 punti (!) frutto di tre vittorie, un pareggio e due sconfitte.

Nell’altra sfida il BAL Lumezzane (Anastasia Piangerelli, Chiara Carini Ylena In-Albon), che insegue ancora la prima vittoria in campionato, riceve il TC ItaliaForte dei Marmi (Elisabetta Cocciaretto, Claudia Giovine, Melania Delai), finito al terzo posto con tre vittorie e tre sconfitte in un combattutissimo Girone 2.

Questo il programma dell’andata dei playout:

TC Genova – AT Verona Falconeri (sabato 26 novembre, ore 10)

BAL Lumezzane – TC Italia (domenica 27 novembre, ore 10)

Ha collaborato Giuseppe Di Paola

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement