Serie A1 maschile: Prato e Crema completano il quadro delle semifinaliste

Flash

Serie A1 maschile: Prato e Crema completano il quadro delle semifinaliste

Si è conclusa la fase a gironi della Serie A1: ai playoffs vanno Prato, Crema, Park Tennis Genova e Forte dei Marmi. Semifinali il 27 novembre e il 4 dicembre

Pubblicato

il

Si chiude la fase a gironi della Serie A1 maschile. Dopo i campioni in carica del Tc Italia Forte dei Marmi e il Park Tennis Genova, già sicuri della qualificazione,  hanno staccato il pass per le semifinali anche il Tennis Club Prato e l’A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema. Sarà un sorteggio di martedì 22 (ore 11) a definire gli accoppiamenti.

Nel Girone 1, infatti, dopo lo stop esterno sui court della Canottieri Aniene di domenica, il primo in campionato, il Prato è andato a vincere per 6-0 in casa del Tennis Club Triestino assicurandosi la leadership del girone con relativo accesso alle semifinali. In questo stesso raggruppamento proprio l’Aniene superando a Roma per 5-1 lo Sporting Club Selva Alta Vigevano ha consolidato il secondo posto in classifica che garantisce il diritto a partecipare alla Serie A1 nel 2017.

Nel Girone 4, invece, tutto si è deciso nello scontro diretto fra il Circolo Tennis Massa Lombarda e l’A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema, con i lombardi che hanno scavalcato i romagnoli proprio nell’ultima giornata centrando l’obiettivo semifinale grazie al successo per 4-2 firmato da Golubev, Ungur e Sinicropi. Nell’altro incontro il Tennis Club Sinalunga è stato sconfitto in casa per 5-1 dal Due Ponti Roma.

 

I campioni in carica del Tc Italia Forte dei Marmi e il Park Tennis Genova si erano già assicurati il primo posto nei rispettivi gironi e quindi l’accesso ai play-off. Non contenta la formazione versiliese ha centrato l’en-plein di successi nel Girone 3 andando a vincere per 5-1 anche sui campi della Società Tennis Bassano, fanalino di coda e già certa di dover disputare i play-out. Stessa sorte per l’Associazione Sportiva AMP ASD Pavia, sconfitta per 5-1 in trasferta dal Tc Genova 1893, che confermando la seconda posizione nel raggruppamento si è assicurato la partecipazione alla Serie A1 anche per il prossimo anno.

Il Park Tennis Club Genova, primo nel Girone 2, è invece uscito sconfitto per 4-2 dalla trasferta romana contro il Tc Parioli, che si è assicurato così la permanenza in Serie A1 staccando definitivamente il Tennis Club Schio Arket, che ha battuto in casa per 4-2 il Circolo del Tennis Palermo, per il quale i play-out diventano invece una possibile ancora di salvezza.

Chiusa la fase a gironi, spazio dunque domenica 27 novembre e domenica 4 a quella di playoff (semifinali) e playout (spareggi salvezza): la finale si giocherà il 10 e 11 dicembre a Montecatini.

Risultati completi sesta giornata:

GIRONE 1
Circolo Canottieri Aniene A.S.D. – Sporting Club Selva Alta Vigevano 5-1
Michael Berrer (V) b. Gianluigi Quinzi (A) 3-2 rit.
Matteo Berrettini (A) b. Filippo Baldi (V) 67(8) 75 63
Jacopo Berrettini (A) b. Simone Camposeo (V) 61 62
Ludovico Scerrati (A) b. Alessandro Bordone (V) 46 64 60
Jacopo Berrettini/Matteo Berrettini (A) b. Michael Berrer/Filippo Baldi (V) 62 76
Vincenzo Santopadre/Ludovico Scerrati (A) b. Davide Dadda/Andrea Rodolfo Masera (V) 61 60
G.A. Sara Acquaviva; arbitri: Claudia Berti, Lidia Avena, Antonietta Manganello

Tennis Club Triestino A.S.D. – Tennis Club Prato A.S.D. 0-6
Matteo Trevisan (P) b. Luca Giacomini (T) 75 62
Jacopo Stefanini (P) b. Matteo Zorzin (T) 61 63
Carlo Donato (P) b. Francesco Piscopello (T) 61 61
Federico Iannacone (P) b. Francesco Olivo (T) 61 60
Marco Crugnola/Claudio Grassi (P) b. Luca Giacomini/Matteo Zorzin (T) 75 64
Federico Iannaccone/Carlo Donato (P) b. Francesco Piscopello/Francesco Olivo 61 63
G.A. Veronica Geremia; arbitri: Dario Adore, Rebecca Corai, Gabriella Muscato

CLASSIFICA
15 (6) Tennis Club Prato A.S.D. – play-off semifinali
13 (6) Canottieri Aniene Roma – resta in A1
7 (6) Sporting Club Selva Alta Vigevano – play-out salvezza
0 (6) Tennis Club Triestino A.S.D. – play-out salvezza

GIRONE 2
Tennis Club Parioli ASD Roma – Park Tennis Club Genova Soc. Coop. Sp. 4-2
Alessandro Giannessi (G) b. Miljan Zekic (P) 64 16 64
Gian Marco Moroni (P) b. Frederick Nielsen (G) 64 75
Matteo Fago (P) b. Luca Prevosto (G) 76(0) 61
Francesco Bessire (P) b. Alessandro Ceppellini (G) 36 60 63
Matteo Fago/Gian Marco Moroni (P) b. Alessandro Giannessi/Alessandro Ceppellini (G) 36 61 14-12
Frederick Nielsen/Luigi Sorrentino (G) b. Francesco Bessire/Flavio Cobolli (P) 60 61
G.A. Lamberto Mattei; arbitri: Polimanti, Mattei, Chiurazzi

Tennis Club Schio Arket S.C.S.D. ARL – Circolo del Tennis Palermo ASD 4-2
Salvatore Caruso (P) b. Lorenzo Giustino (S) 46 64 62
Andrea Basso (S) b. Omar Giacalone (P) 76(1) 63
Claudio Fortuna (P) b. Pietro Pettinà (S) 75 63
Matjaz Jurman (S) b. Giorgio Passalacqua (P) 61 63
Matjaz Jurman/Mirko Medda (S) b. Andrea Trapani/Claudio Fortuna (P) 16 75 10-4
Lorenzo Giustino/Andrea Basso (S) b. Omar Giacalone/Salvatore Caruso (P) 64 62
G.A. Roberto Zanzavio; arbitri: Alberto Liverani, Rino Meneghin, Luigi Enzo Teti

CLASSIFICA
13 (6) Park Tennis Club Genova – play-off semifinali
10 (6) Tennis Club Parioli – resta in A1
8 (6) Tennis Club Schio Arket – play-out salvezza
2 (6) Tennis Club Palermo – play-out salvezza

GIRONE 3
Tennis Club Genova 1893 – Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia 5-1
Andrea Ricardo Collarini (P) b. Edoardo Eremin (G) 62 61
Matwe Middelkoop (G) b. Giorgio De Rossi (P) 61 62
Francesco Picco (G) b. Alberto Comasco (P) 60 61
Matteo Siccardi (G) b. Federico Chiesa (P) 62 75
Francesco Picco/Alessandro Motti (G) b. Andrea Ricardo Collarini/Giorgio De Rossi (P) 62 64
Walter Barilari/Matteo Siccardi (G) b. Rodolfo Craviotto/Alberto Comasco (P) 62 26 10-5
G.A. Enrico Giuseppe Antonio Longo; arbitri: Benedetta De Micheli, Daniel Esposito, Fausto Marchesini

Società Tennis Bassano A.S.D. – Tennis Club Italia S.S. DIL. R.L. 1-5
Filippo Volandri (I) b. Marco Bortolotti (B) 75 63
Matteo Viola (I) b. Francesco Salviato (B) 64 64
Matteo Marrai (I) b. Tommaso Gabrieli (B) 67(6) 64 62
Walter Trusendi (I) b. Mattia Bedolo (B) 61 63
Daniele Giorgini/Jacopo Calvani (I) b. Tommaso Gabrieli/Cesare Gabrieli (B) 46 64 10-7
Marco Bortolotti/Marco Moretto (B) b. Alessio Grasso/Mattia Mancini (I) 64 61
G.A. Maria Vincenza Mastronardi; arbitri: Gino Friso, Michele Borchia, Antonio Casa

CLASSIFICA
18 (6) Tennis Club Italia Forte dei Marmi S.S. DIL. R.L – play-off semifinali
10 (6) Tennis Club Genova 1893 – resta in A1
3 (6) Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia – play-out salvezza
2 (6) Società Tennis Bassano A.S.D. – play-out salvezza

GIRONE 4
Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda – A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema 2-4
Andrey Golubev (C) b. Stefano Napolitano (M) 64 36 63
Adrian Ungur (C) b. Stefano Travaglia (M) 67(4) 62 63
Riccardo Sinicropi (C) b. Samuele Ramazzotti (M) 61 61
Enej Bonin (M) b. Alessandro Coppini (C) 62 62
Enej Bonin/Stefano Travaglia (M) b. Riccardo Sinicropi/Alessandro Coppini (C) 75 61
Adrian Ungur/Andrey Golubec (C) b. Stefano Napolitano/Julian Ocleppo (M) 62 64
G.A. Luigi Bisi; arbitri: Tiziano Gozzi, Emanuele Capra, Andrea Bellelli

Tennis Club Sinalunga A.S.D. – Due Ponti S.S.D. ARL 1-5
Potito Starace (D) b. Christian Perinti (S) 64 76(4)
Giulio Di Meo (D) b. Giovanni Galuppo (S) n.d.
Federico Teodori (D) b. Dawid Olejniczak (S) 76(3) 64
Cristiano Compagnone (D) b. Alessandro La Cognata (S) 63 64
Christian Perinti/Pietro Licciardi (S) b. Stefano Tarallo/Giulio Di Meo (D) 26 5-4 (15-40) rit.
Cristiano Compagnone/Federico Teodori (D) b. Matteo Rampi/Alessandro La Cognata 61 63
G.A. Giuseppe Bertoncini; arbitri: Alessandro Parlini, Simone Calandra Sebastianella, Alessandro Atzori

CLASSIFICA
14 (6) A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema – play-off semifinali
13 (6) Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda – resta in A1
7 (6) Due Ponti Roma S.S.D. ARL – play-out salvezza
0 (6) Tennis Club Sinalunga A.S.D. – play-out salvezza

REGOLAMENTO – Le prime classificate di ogni girone partecipano ad un tabellone di play off a quattro squadre, con incontri di andata e ritorno al primo turno. Al primo turno dei play off giocheranno la gara di ritorno in casa le squadre meglio classificate nei gironi.
Le squadre seconde classificate nei gironi mantengono il diritto alla partecipazione alla Serie A1 nel 2017. Le squadre terze e quarte classificate partecipano ad un tabellone di play out ad otto squadre, con formula di andata e ritorno.
La formula degli incontri intersociali è di quattro singolari e due doppi.

CALENDARIO – Le giornate di gara sono le seguenti:
– Fase a gironi: 16, 23, 30 ottobre, 6, 13, 20 novembre
– Play out: 27 novembre e 4 dicembre
– Play off / Semifinali: 27 novembre e 4 dicembre
– Finale: 10-11 dicembre

Continua a leggere
Commenti

Flash

Australian Open, junior: avanti Delai e Cobolli, fuori Vincent Ruggeri

Prosegue l’avventura nel tabellone junior per due ragazzi italiani. Oggi impegnati altri tre rappresentanti azzurri

Pubblicato

il

Melania Delai - Australian Open junior 2020

Due vittorie ed una sconfitta nella giornata dell’Australia Day per gli italiani impegnati nei tabelloni di singolare junior all’Australian Open. Vittoria in rimonta per Melania Delai contro la tedesca Eve Lys e vittoria in tre set anche per Flavio Cobolli, testa di serie n.9, che ha superato l’australiano Chen Dong. Niente da fare invece per Samuel Vincent Ruggeri, sconfitto per 6-3 al terzo set dal tedesco Max Wiskandt.

M. Wiskandt b S. Vincent Ruggeri 6-4 4-6 6-3
(9) F. Cobolli b. C. Dong 5-7 6-2 6-2

M. Delai b. E. Lys 5-7 7-6(5) 6-3

Lunedì impegni di secondo turno per Lorenzo Rottoli (contro il francese Giovanni Mpetshi Perricard), Matteo Gigante (opposto alla testa di serie n. 10 Dalibor Svrcina) e il sedicenne Luca Nardi (impegnato contro il lettone Karlis Ozolins, testa di serie n.12).

 

Continua a leggere

Flash

Federer: “Campo molto lento stasera. Lui ha tirato un solo ace!”

Lo svizzero è ottimista sulle sue condizioni fisiche e sul suo tennis: “Il lavoro in off season sta dando i suoi frutti.” Sul prossimo avversario Sandgren: “Dovrebbe avere una classifica migliore”

Pubblicato

il

Roger Federer - Australian Open 2020 (foto Twitter @AustralianOpen)

Lasciando un altro set per strada, ma Roger Federer si è garantito un posto ai quarti di finale di uno Slam per la 57esima volta in carriera. Lo svizzero è entrato in maniera convincente in partita, ma ha poi subito un inaspettato break che gli è costato il primo parziale contro un solido Marton Fucsovics. Le cose sono però girate rapidamente a suo favore con Roger capace di piazzare un parziale di 10 giochi a 1. “In tutti i tornei in cui ho giocato molto bene, sono riuscito ad avere queste strisce positive a un certo punto. È stato bello soprattutto dopo il match con Millman, sopratutto dopo aver perso il primo set. Alla fine sono stato in grado di controllare le cose“.

Poteva non essere facile giocare in condizioni così lenti contro un avversario come Fucsovics – ‘non amo le statistiche, ma oggi lui ha tirato un solo ace. Questo dimostra quanto fosse lento il campo stasera‘ – soprattutto se nelle gambe fosse rimasta qualche scoria dei cinque durissimi set giocati contro John Millman. Per recuperare, anche alla veneranda età di 38 anni, Federer si attiene alla sua tradizionale routine e non sembra preoccupato dalla prospettiva di dover giocare incontri lunghi. “Sono uno che non fa bagni di ghiaccio. L’ho provato una volta, non mi è piaciuto, quindi non lo farò mai più. Faccio ancora le cose come una volta: cerco di dormire abbastanza, faccio un massaggio e poi stretching. Tutto qui. Mi chiedo sempre anche come si sentono gli altri giocatori dopo una partita come questa. La cosa più importante è non uscire con qualche infortunio da una partita come questa perché la fatica è una cosa che puoi affrontare con la forza mentale. In realtà sono molto contento di come mi sento considerando la mia età, considerando tutto quello che ho passato durante la mia carriera. Bello vedere che il lavoro che ho svolto in off season ha dato i suoi frutti“.

Il suo prossimo avversario sarà Tennys Sandgren, che ha eliminato in quattro set Fabio Fognini. Federer mostra grande rispetto e stima per lo statunitense e pur non avendolo mai affrontato ne riconosce la pericolosità. “Mi chiedo perché non abbia una classifica più alta, a dire il vero. Ogni volta che lo vedo giocare, penso che giochi molto bene. Ha un sacco di colpi nel suo gioco e merita di essere più alto. Non so se sia stato infortunato o meno nell’ultima stagione, a dire il vero. Non l’ho seguito da vicino. Non vedo l’ora che arrivi questa partita perché l’ho visto giocare molto, ma non l’ho mai affrontato. Oggi l’ho guardato un po’ contro Fognini perché era un incontro emozionante, lottato e comunque stavo aspettando di giocare. È stato impressionante vedere il modo in cui stava giocando. Non vedo l’ora di affrontarlo. Chiaramente anche dal punto di vista mentale devo essere pronto a passare alla sessione diurna potenzialmente, visto che ho sempre giocato indoor di sera durante questo torneo“.

 

Continua a leggere

Flash

Del Potro non ha pace, nuova operazione al ginocchio

Calvario senza fine per il tennista argentino, che dovrà operarsi di nuovo al ginocchio. Non è prevista al momento una data precisa per il rientro.

Pubblicato

il

Juan Martin del Potro - US Open 2018 (foto Roberto Dell'Olivo)

La sfortuna continua a perseguitare Juan Martin del Potro, che dopo aver saltato la seconda metà della scorsa stagione, tornerà sotto i ferri del chirurgo per una nuova operazione al ginocchio destro, già operato. La “Torre di Tandil” ha continuato ad allenarsi, sia in palestra che sul campo da tennis, ma dopo l’operazione fatta a Barcellona a giugno il dolore non è scomparso ed è tanto fastidioso da invalidarlo persino in attività di tutti i giorni come salire le scale.

Delpo si era tenuto in forma nel frattempo e progettava il rientro per Vienna o Stoccolma della scorsa stagione, ma ha dovuto cancellare tutti gli impegni inclusa un’esibizione che doveva avere luogo a Buenos Aires assieme a Roger Federer. Il tennista argentino si era recentemente cancellato dal torneo di Delray Beach, logica conseguenza di un ciclo di terapie e consulti tra vari medici, che hanno deciso per la nuova operazione. Del Potro aveva sofferto un infortunio alla rotula durante il Masters 1000 di Shanghai 2018 e si era infortunato al ginocchio destro con una caduta durante la partita contro Shapovalov al Queen’s.

Non è ancora prevista una data di ritorno alle gare per Del Potro, ma la speranza è che riesca a ricominciare a giocare a tennis il prima possibile e che soprattutto questi infortuni non abbiano conseguenze pesanti nella vita di tutti i giorni, come invece purtroppo sembra essere al momento.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement