Bencic è tornata! Trionfo a Taipei e Top 100

La giovane svizzera vince il secondo WTA 125k di fila, sconfiggendo l'olandese Arantxa Rus in finale. Da lunedì tornerà tra le prime 100 al mondo, con la garanzia di entrare direttamente in tabellone agli Australian Open

Bencic è tornata! Trionfo a Taipei e Top 100

Belinda Bencic porta la striscia di vittorie consecutive a 10, trionfando oggi nella finale del $125k di Taipei contro Arantxa Rus in due set (7-6 6-1), e conquistando il secondo $125k di fila dopo quello di Hua Hin della scorsa settimana. Da domani tornerà nelle 100, alla posizione 98 o 99.

Bencic aveva iniziato l’anno al numero 43 della classifica WTA. Un mese dopo è ancora senza vittorie ed è già scesa al 129. A Marzo arriva il primo successo a Indian Wells su Pironkova, ma è una vittoria isolata, seguita da una sconfitta contro Bertens. Ad Aprile gioca in casa, a Biel, e perde ancora in due set con Witthoeft. È la settima sconfitta in otto incontri nel circuito nel 2017. Bencic decide allora di fermarsi e di farsi operare al polso sinistro, che le dava noia e la costringeva a soluzioni estemporanee per adattare il gioco al dolore. Cinque mesi dopo fa il rientro al $100k di San Pietroburgo, da numero 312 in classifica. Vince il torneo, perdendo solo un set in cinque incontri. Qualcosa si è finalmente sbloccato, gli effetti della cura al polso (e di quella del tempo) sono positivi. Bencic trova anche il tempo di ringraziare con un tweet tutti coloro che hanno creduto in lei, quando non era più facile farlo. Belinda gioca altri cinque tornei in stagione: vittoria oggi al $125k di Taipei e la settimana scorsa a quello di Hua Hin, semifinale al $100k di Poiters e al $25k di Clermont-Ferrand (unico passo falso), e quarti di finale all’International di Linz.

Bencic si è dunque assicurata il tabellone dell’Australian Open, dopo aver rimesso a posto con un colpo di reni una stagione che si preannunciava la peggiore della sua giovane carriera. Nelle ultime due settimane ha perso un solo set, per 6-0 curiosamente, contro Diatchenko nei quarti di Hua Hin. Dopodichè solo vittorie in due set. Certo, il campo partenti dei $125k non è paragonabile a quello di un Premier, e sarebbe un’esagerazione sostenere che Bencic sia tornata quella di due anni fa. La strada per tornare vicina alla cima, a quel numero 7 raggiunto a 18 anni, è ancora lunga. Bisognerà essere costanti nei tornei che contano, e sfruttare le aperture che di volta in volta il tabellone concede. Perché fuori dalla teste di serie il rischio di incontri proibitivi ai primi turni è sempre presente: allo scorso Australian Open, per esempio, Bencic affrontò Serena Williams.

Intanto, però, Belinda ha mandato dei bei segnali. La testa sembra ritrovata e così anche il gioco, mentre le aspettative sono forse più rilassate rispetto a quelle di qualche anno fa. La svizzera non è più ormai una teenager, e non è più neanche la migliore del suo anno o la giovane più promettente: Jelena Ostapenko è anche lei del 1997, e vanta già un Roland Garros. Bencic può quindi concentrarsi con più calma sulla sua crescita e sul pieno recupero. Nella speranza che in un futuro non distante, possa esserci anche lei a contendere gli Slam a Ostapenko. 

CATEGORIE
TAG
Condividi