Andreas Seppi si prende Canberra

Flash

Andreas Seppi si prende Canberra

Al Challenger australiano l’altoatesino porta a casa un successo che mancava da oltre tre anni, rilanciandosi almeno in parte per la stagione appena iniziata. Salirà di dieci posizioni nel ranking fino alla numero 76

Pubblicato

il

L’Australia, con la sua collocazione nel calendario e il suo fuso orario “anticipato”, incarna per noi italiani del tennis il senso dell’alba di un nuovo giorno. È inevitabile che il mese di tornei giocati laggiù faccia volgere i pensieri al futuro, eppure la bella notizia con cui svegliarsi è quella del ritorno di Andreas Seppi alla vittoria: all’East Hotel Challenger di Canberra l’altoatesino ha sollevato un nuovo trofeo dopo oltre tre anni di digiuno, battendo in finale Marton Fucsovics con il punteggio di 5-7 6-4 6-3. L’incontro, iniziato con mezz’ora di ritardo a causa della pioggia, si è risolto in rimonta, in oltre due ore. Seppi, che aveva mal gestito un vantaggio importante nel primo set (ceduto per 7-5 dopo aver condotto per 4-1 ed essere stato a due punti dal vincerlo), ha recuperato convinzione e manovra con il passare sempre più liscio dei game e ha concluso alla prima opportunità.

Se l’ultimo titolo del Kid di Caldaro era arrivato nel 2014 a Ortisei, a due passi da casa e in uno degli eventi che si disputano a stagione di fatto conclusa, quello della capitale australiana è invece un successo tutt’altro che “telefonato”. Per lui si tratta del primo trofeo in carriera lontano dall’Europa, se si esclude il doppio di Dubai vinto in coppia con Simone Bolelli, ottenuto in un torneo dal campo di partecipazione impegnativo: prima del piccolo upset in finale (era la testa di serie numero 7, Fucsovics la 6) Seppi aveva dovuto superare avversari come Guillermo Garcia Lopez e Victor Estrella Burgos, meno avvezzi di lui al cemento outdoor ma pur sempre titolati ATP, e aveva addirittura annullato match point nell’incontro iniziale del torneo, quello vinto contro Maximilian Marterer per 9 punti a 7 al tie-break decisivo. Il saltino di 10 posizioni in classifica, dalla 87 di questa settimana alla 76 di lunedì, è ben meritato.

I 10.800$ di montepremi e gli 80 punti ATP in palio permettono a Seppi, trentaquattrenne tra poco più di un mese, di iniziare per il verso giusto una stagione che considerati i risultati degli ultimi mesi rischiava d’essere altrimenti raccontata come parte di un poco motivato trascinarsi verso il ritiro. L’argomento dell’addio al tennis giocato è stato toccato per la prima volta in via ufficiale nelle ultime settimane, quando in una intervista a Il tennis italiano Seppi ha svelato di star già ponendo le basi per la sua seconda vita a Boulder, in Colorado. L’inatteso successo nella città di Nick Kyrgios, personaggio ricorrente delle sue ultime due avventure down under, rilancia però almeno in parte il suo presente: se il sole di Andreas Seppi dovrà tramontare dietro le cime, siano quelle delle Alpi o delle Rocky Mountains, ci tiene ancora a farlo il più tardi possibile.

Continua a leggere
Commenti

Flash

DPCM: Niente quarantena per i tennisti impegnati agli Internazionali di Roma

Il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sostituisce l’obbligo di quarantena con un tampone negativo da eseguire 48 ore prima dell’arrivo

Pubblicato

il

Il campo centrale del Foro Italico a Roma 2019 (foto Twitter @InteBNLdItalia)

Una svolta forse decisiva per la partecipazione dei giocatori di punta al prossimo US Open arriva, per una volta, dal Governo Italiano. Nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 agosto, pubblicato quest’oggi sulla Gazzetta Ufficiale, viene ufficializzato il protocollo che permette agli atleti impegnati in competizioni nazionali e internazionali organizzate sul territorio di poter entrare sul territorio italiano e competere nelle gare senza dover prima osservare un periodo di quarantena.

All’articolo 1, paragrafo 6, comma i) del provvedimento del Capo del Governo si recita:

i) al fine di consentire il regolare svolgimento di competizioni sportive nazionali e internazionali organizzate sul territorio italiano da Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate o Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI o dal CIP, che prevedono la partecipazione di atleti, tecnici e accompagnatori provenienti da paesi per i quali l’ingresso in Italia e’ vietato o per i quali e’ prevista la quarantena, questi ultimi, prima dell’ingresso in Italia, devono avere effettuato il tampone naso-faringeo per verificare lo stato di salute, il cui esito deve essere indicato nella dichiarazione di cui all’art. 5, comma 1, e verificato dal vettore ai sensi dell’art. 7. Tale test non deve essere antecedente a 48 ore dall’arrivo in Italia e i soggetti interessati, per essere autorizzati all’ingresso in Italia, devono essere in possesso dell’esito che ne certifichi la negativita’ e riporti i dati anagrafici della persona sottoposta al test per gli eventuali controlli. In caso di esito negativo del tampone i singoli componenti della delegazione sono autorizzati a prendere parte alla competizione sportiva internazionale sul territorio italiano, in conformita’ con lo specifico protocollo adottato dall’ente sportivo organizzatore dell’evento.

 

La necessità della quarantena viene quindi sostituita con un tampone negativo eseguito non più di 48 ore prima dell’arrivo in Italia. Ciò significa che i tennisti provenienti dallo US Open intenzionati a partecipare agli Internazionali BNL d’Italia potranno arrivare in Italia e prendere parte al torneo di Roma previa presentazione del certificato di negatività al tampone eseguito a New York meno di 48 ore prima, a patto di osservare le regole sanitarie predisposte dagli Internazionali.

Era questo il nodo cruciale che era stato chiesto a gran voce dai Top 20 la settimana scorsa, e ora è stato risolto, non solamente per chi arrivi da New York, ma anche per chi eventualmente dovesse arrivare da altre località dopo non aver partecipato allo US Open oppure dopo aver lasciato New York in anticipo dopo essere stati sconfitti nei primi turni.

Rimarrà da vedere se vi sarà un provvedimento simile per i tennisti che vorranno andare da New York a Kitzbuhel, che al momento prevede di ospitare un torneo durante la seconda settimana dello US Open, oppure per le tenniste che vorranno andare a Istanbul. Spetterà ai governi austriaco e turco decidere in materia, ma almeno per i top player la strada sembra spianata verso una partecipazione allo US Open.

Continua a leggere

Flash

Classifica WTA: best ranking per Cocciaretto, Giorgi ed Errani recuperano terreno

Minime le variazioni in Top 20. Ferro sale ancora ed è n.2 di Francia. Cocciaretto entra nelle prime 150. Balzi in avanti per Giorgi ed Errani

Pubblicato

il

Elisabetta Cocciaretto - Palermo 2020 (via Twitter, @LadiesOpenPA)

Con il Ladies Open di Palermo appena conclusosi, è ufficialmente ripartito il circuito WTA. Abbiamo finalmente rivisto dritti e rovesci, vittorie e sconfitte. Un altro segnale di normalità arriva dal conseguente scongelamento della classifica mondiale femminile. Certo un solo torneo, peraltro di categoria international, non è in grado di sconvolgere il ranking. Ma, dopo tanti mesi in cui non si vedevano freccine in alto o in basso di fianco al nome delle tenniste, è comunque rassicurante vedere qualche movimento. 

Nei piani alti della classifica, le uniche tenniste a salire di qualche posizione rispetto al 16 marzo sono Petra Martic e Anett Kontaveit, rispettivamente semifinalista e finalista nel capoluogo siculo. Martic frega a Johanna Konta la 14esima posizione, eguagliando il suo miglior ranking. Kontaveit ritorna invece in Top 20 a scapito di Maria Sakkari, che ne esce, scivolando in 21esima posizione. Premiata dal ranking naturalmente anche la vincitrice del torneo Fiona Ferro che scala 9 posizioni e ottiene il suo best ranking di n.44 al mondo. Ora Ferro è n.2 di Francia, due posizioni davanti a Caroline Garcia e altrettante dietro a Kristina Mladenovic. 

La positiva settimana per le tenniste azzurre in quel di Palermo va a riflettersi anche sulla classifica mondiale. Camila Giorgi, sconfitta in semifinale dalla vincitrice Ferro, guadagna 18 posizioni, passando dalle 89 alla 71. Ancora più significativo forse il salto in avanti della classe 2001 Elisabetta Cocciaretto, autrice di uno splendido exploit, con i primi quarti in un torneo del circuito maggiore e la prima vittoria contro una Top 20 su Donna Vekic. La giovane marchigiana passa da 157 a 144 del mondo, ottenendo il suo best ranking. Buone notizie anche per Sara Errani, che sale di 19 posti fino a n.150. 

 

Continua a leggere

Flash

Il LIVESCORE di Ubitennis – lunedì 10 agosto: si gioca a Praga e Lexington

Seguite in diretta con noi la prima giornata dei due WTA International. Nel pomeriggio Paolini a Praga contro Mertens. A Lexington debuttano Konta e Sabalenka

Pubblicato

il

Con il ritorno del tennis ufficiale Ubitennis vi propone una piccola novità – una sperimentazione per tutto il mese di agosto. Ogni giorno ci sarà un articolo contenente un livescore che vi consentirà di seguire in diretta l’andamento delle partite in corso e di consultare facilmente il risultato degli incontri già conclusi e gli orari di quelli programmati per la giornata (o per la giornata successiva).

Lo trovate qui in basso: giocateci e consumatelo a dovere, ovviamente sono graditi feedback tra i commenti!

Il tabellone di PragaIl tabellone di Lexington

 

ULTIME NEWS

PER SEGUIRCI SUI SOCIAL

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement