ATP San Paolo: Cecchinato non lotta, rimane solo Fognini

Prova del tutto incolore da parte di Marco Cecchinato, che lascia strada all'austriaco Ofner. Il giovane Moutet non può superare l'esperienza di Pella. Fuori Sandgren e Bellucci

ATP San Paolo: Cecchinato non lotta, rimane solo Fognini

Marco Cecchinato si arrende al qualificato austriaco Sebastian Ofner, ventuno anni e n. 143 del ranking, che si impone in poco più di un’ora con un doppio 6-3. L’inizio dell’incontro è positivo per Cecchinato, che gestisce alla perfezione i primi tre turni di servizio, ma nel settimo game arriva il primo passaggio a vuoto. Ofner lascia le briciole all’avversario, non ha problemi a confermare il break ottenuto e si aggiudica il set strappando nuovamente la battuta all’azzurro alla seconda palla utile. L’austriaco continua a sfruttare molto bene il servizio (dieci ace e zero palle break concesse in tutto il match), soffrendo solo nell’ultimo game, in cui recupera da 0-30, convertendo, poi, ai vantaggi, il terzo match point; a fare la differenza in questo set, l’unico break messo a segno da Ofner nel secondo gioco. Al prossimo turno affronterà il campione in carica Pablo Cuevas, mentre l’Italia resta in corsa con il solo Fabio Fognini che esordirà mercoledì contro il portoghese Domingues (intorno alle ore 20).

Il giovane Corentin Moutet, ammesso al torneo con una wild card, esce sconfitto dal match contro l’argentino Guido Pella. Il diciottenne transalpino, talentuoso, ribelle e dagli atteggiamenti discutibili, si aggiudica il primo set per 6-4, prima di crollare nei restanti due, vinti dall’argentino per 6-1 6-2. Al secondo turno affronterà Nicolas Jarry. Dopo la semifinale raggiunta la scorsa settimana a Rio, il cileno supera al primo turno l’allievo di Josè Perlas Dusan Lajovic, a corto di risultati da un po’ di tempo e che a inizio novembre ha subito un intervento di ernia, per 7-5 al terzo set, imponendosi dopo un dodicesimo game lunghissimo in cui non ha sfruttato cinque match point.

 

Cade la testa di serie n. 7 Tennys Sandgren, eliminato dal padrone di casa Rogerio Dutra Silva per 6-0 6-4. Il suo prossimo avversario sarà Nicolas Kicker. L’argentino elimina il dominicano Victor Estrella Burgos, che quest’anno ha dovuto abdicare in quel di Quito dopo un filotto di tre titoli consecutivi. Horacio Zeballos dà un dispiacere al pubblico eliminando l’idolo di casa Thomaz Bellucci per 7-6 3-6 6-3. Il match ha subito un’interruzione di quasi un’ora nel secondo set, sul 2-1 Bellucci, per un guasto all’impianto d’illuminazione. Al secondo turno affronterà Gael Monfils, testa di serie n. 4. Il derby carioca tra il qualificato Guilherme Clezar, n. 225 del ranking, e la wild card Thiago Monteiro, n. 125, è stata vinta dal meno quotato per 7-5 al terzo set. Per lui ci sarà adesso il primo favorito del seeding Albert Ramos-Vinolas.

Risultati:

Jarry b. D. Lajovic 6-4 1-6 7-5
Kicker b. V. Estrella Burgos 7-6(5) 6-3
[Q] S. Ofner b. M. Cecchinato 6-3 6-3
R. Dutra Silva b. [7] T. Sandgren 6-0 6-4
[6] G. Pella b. [WC] C. Moutet 6-4 1-6 6-2
H. Zeballos b. T. Bellucci 7-6(2) 3-6 6-3
[Q] G. Clezar b. [WC] T. Monteiro 6-3 1-6 7-5

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi