La schiena ferma Halep a Pechino, Stephens riesce a rimontare

WTA

La schiena ferma Halep a Pechino, Stephens riesce a rimontare

“Sento dolore, sono davvero preoccupata” dice la n.1 del mondo, costretta al ritiro dopo un set. Si salva la campionessa in carica Garcia, bene Kerber e Keys

Pubblicato

il

 

MALCONCE – La schiena continua a tormentare Simona Halep. A Pechino la n.1 del mondo incappa nella terza sconfitta di fila all’esordio ma nelle ultime due sembra aver giocato un ruolo decisivo l’infortunio nato in una sessione di allenamento con Petra Kvitova prima del torneo di Wuhan. “Mi si è bloccata completamente la schiena, non so come mai” aveva confessato la rumena prima dello sfortunato match contro Cibulkova, che almeno era riuscita a concludere. Sui campi dell’Olympic Green Tennis Center ha invece dovuto alzare bandiera bianca dopo aver perso nettamente il primo set contro la qualificata Ons Jabeur, tunisina all’apparenza poco atletica ma capace di produrre un tennis raro e spettacolare.

Sento dolore, non riesco a muovermi correttamente. Sono davvero preoccupata” ha detto Simona poco dopo il ritiro, senza nascondere il timore che possa trattarsi di qualcosa di serio. La n.1 del mondo – il cui primato al momento non è in discussione, miracoli di Kerber permettendo – tornerà a casa per sottoporsi a ulteriori esami dopo il fallimento delle terapie tentate tra Wuhan e Pechino. Costretta al ritiro anche Daria Kasatkina, che lasciando Pechino rinuncia anche alle residue speranze di qualificarsi per le Finals di Singapore. La russa entra in campo già in cattive condizioni e cede il primo set a Laura Siegemund, in tabellone grazie al ranking protetto, e si arrende a un paio di game dalla conclusione dell’incontro per un malessere di carattere generico (pressione bassa).

CONVINCENTI – Esordio agevole per Madison Keys, promossa a testa di serie dopo il forfait di Barty, e Angelique Kerber, che raggiungendo la semifinale nell’ultimo Mandatory stagionale può superare Wozniacki in classifica e lanciarsi all’inseguimento di Halep. Oppone poca resistenza Bernarda Pera nel derby statunitense ma se possibile ne oppone ancor meno Mladenovic contro la tedesca. Per entrambe l’asticella si alzerà al prossimo turno: Keys affronterà l’ottima Sevastova che ha spazzato via Cornet, Kerber si troverà di fronte Putintseva o Suarez Navarro. Entrambe, per motivi diversi, sono avversarie da non sottovalutare.

 

Conferma l’ottimo momento di forma anche Dominika Cibulkova sconfiggendo nettamente una delle tre wild card cinesi impegnate oggi, Ying-Ying Duan, ma la più veloce di tutte è Kiki Bertens, che quasi preoccupata dall’incombere della mezzanotte rifila una severissima lezione alla lucky loser Sorana Cirstea e fa in modo che il programma si concluda prima delle ore piccole. L’olandese riprende a marciare dopo il meritato riposo e grazie a questa vittoria scavalca momentaneamente nella Race Karolina Pliskova (che farà domani il suo esordio contro Stosur), toccando per la prima volta l’ottava piazza, ultima utile per andare a Singapore.

IN LOTTA – Nel tennis i ricordi positivi funzionano eccome. È infatti molto probabile che questa partita, Caroline Garcia, in un altro torneo avrebbe finito per perderla. Il ricordo della splendida cavalcata di dodici mesi fa, sebbene le Finals quest’anno siano impossibili da raggiungere, ha aiutato la francese ad aver ragione di una Yafan Wang terribilmente combattiva. La cinese si è rialzata dopo un primo set tanto lungo quanto intenso, ha forzato un altro tie-break e ha costretto la campionessa in carica a tirare fuori gli artigli nel terzo. L’ha fatto, e in premio riceverà un secondo turno sulla carta morbido contro la slovena Hercog, che ha passeggiato sulla svogliatezza di Vandeweghe che ormai non fa più notizia (95esima nella Race, senza l’exploit di Stoccarda chissà dove sarebbe).

Viene a capo di una partita molto complicata anche Sloane Stephens, nona testa di serie, che sembra recuperare energie e soprattutto dedizione quando la posta in gioco si alza. L’avversaria di oggi, quell’Anastasija Pavlyuchenkova che pochi giorni fa è stata capace di vincere una sfida di pallate con Kvitova, si conferma in un grande periodo di forma e parte alla grande. Il match-up con Stephens in generale le è però più sfavorevole, perché la statunitense è giocatrice più equilibrata capace di prolungare lo scambio e indurla all’errore. Stephens infatti non si scompone, rimonta e si porta tre volte a set point in due game diversi; la tenacia di Pavlyuchenkova vale un tie-break in cui la buona sorte e il coraggio premiano la russa al diciottesimo punto. Stephens comprende che il margine è stretto e dall’1-2 del secondo set non sarà più in svantaggio nel set né in quello successivo, rischiando solo nel game di chiusura del secondo set nel quale annulla un break point. Un’opera di progressivo logoramento spingerà Pavlyuchenkova, comunque mai doma, fuori dalla partita e Stephens a conquistare punti utili per consolidare un posto a Singapore (con l’ultimo aggiornamento è sesta nella Race). Una vittoria che pone fine  alla striscia di sei sconfitte asiatiche consecutive iniziata lo scorso anno a Wuhan. Al prossimo turno la statunitense affronterà Saisai Zheng.

A.S.

Risultati:

[Q] O. Jabeur b. [1] S. Halep 6-1 ret.
A. Sevastova b. A. Cornet 6-4 6-2
[17] M. Keys b. [LL] B. Pera 6-3 6-4
[9] S. Stephens b. A. Pavlyuchenkova 6-7(8) 6-4 6-4
[WC] S. Zheng b. [Q] D. Yastremska 6-4 6-3
D. Cibulkova b. [WC] Y. Duan 6-3 6-2
[3] A. Kerber b. K. Mladenovic 6-2 6-2
T. Babos b. S-W. Hsieh 6-2 6-2
L. Tsurenko b. [Q] A. Petkovic 6-2 7-6(2)
[Q] P. Hercog b. C. Vandeweghe 6-2 6-1
[4] C. Garcia b. [WC] Y. Wang 7-6(10) 6-7(4) 6-3
K. Flipkens b. [Q] K. Boulter 4-6 6-2 7-5
[11] K. Bertens b. [LL] S. Cirstea 6-2 6-0
[PR] L. Siegemund b. [13] D. Kasatkina 6-3 4-2

Il tabellone completo


LINK UTILI

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Tallinn: Bencic sul velluto, Kontaveit e Kanepi soffrono ma vincono

Belinda Bencic senza problemi contro l’amica Vekic. Kontaveit fa fatica con la qualificata Bonaventure ma vince al terzo set. Affronterà la connazionale Kanepi

Pubblicato

il

Anett Kontaveit – WTA Tallin (foto via Twitter @WTA)

È una delle migliori versioni stagionali di Krejcikova (si parla chiaramente di singolare visto che in doppio i risultati non sono assolutamente mancati) quella che ha portato a casa il match con Haddad Maia nei quarti di finale del WTA 250 di Tallinn. La ceca, scesa alla 27esima posizione della classifica mondiale dopo essere stata numero due all’inizio dell’anno, ha giocato un incontro senza sbavature riuscendo spesso a neutralizzare il servizio mancino e potente dell’avversaria. Non è infatti bastato alla brasiliana il 68% di prime in campo per evitare di subire ben quattro break nel corso della partita. Krejcikova ha così chiuso sul 6-3 6-4 (ancora nessun set perso in questo torneo) ed ha ottenuto la terza vittoria consecutiva: quest’anno era andata oltre la soglia dei due match vinti solo a Sydney e a Melbourne a gennaio.

Nella semifinale della parte bassa del Tallinn Open Barbora, numero 7 del seeding, affronterà Belinda Bencic che è la seconda favorita del tabellone. Sebbene senza impressionare e faticando al servizio (7 doppi falli e 10 palle break concesse), la svizzera non ha rischiato più di tanto contro Donna Vekic. Il match si è chiuso sul punteggio di 6-4 6-1 dopo poco più di un’ora e mezza di gioco in cui le battute non hanno rappresentato un fattore. Bencic giocherà domani la quarta semifinale dell’anno e lo farà da favorita, almeno guardando al ranking e ai precedenti. Belinda ha infatti sconfitto Krejcikova in entrambe le occasioni in cui le due si sono incrociate: alle Olimpiadi di Tokyo e durante la fase finale di Billie Jean King Cup dell’anno scorso.

La tennista di casa Anett Kontaveit ha faticato non poco contro la qualificata belga Yasaline Bonaventure ma, alla fine, è riuscita a portare a casa l’incontro, vinto al terzo set dopo un’ora e 53 minuti di gioco, con lo score di 6-3 3-6 6-3. Dirompente al servizio nel primo set – con il 92% di prime palle e il 78% dei punti vinti con la prima – Anett, attuale n. 4 del mondo e n. 1 del seeding – subisce la rimonta dell’avversaria nella seconda frazione. Bonaventure infatti migliora ulteriormente anche le proprie percentuali alla battuta (mette in campo il 94% di prime) riuscendo inoltre a brekkare per due volte l’estone. Nel terzo set, la situazione si ribalta ancora, Kontaveit è nuovamente in grande spolvero alla battuta e annulla quattro palle break. In semifinale affronterà la vincente tra la ceca Muchova e la connazionale Kanepi.

 

E sarà derby estone nella semifinale della parte alta del tabellone. Kaia Kanepi, n. 32 del mondo, dopo 2 ore e 22 minuti viene a capo della wild card ceca Karolina Muchova (224 WTA) e affronterà Anett Kontaveit. Dopo aver intascato rapidamente il primo set per 6-2, in cui è stata ottima al servizio con il 100% di prime messe in campo e il 72% dei punti ottenuti con la prima palla, Kanepi subisce un calo e cede alquanto nettamente (6-3) il secondo parziale all’avversaria. La terza e ultima manche è particolarmente lottata tant’è che si risolve al tie-break, chiuso dalla 37enne estone al terzo matchpoint per 8 punti a 6.

(ha collaborato Laura Guidobaldi)

Continua a leggere

Flash

WTA Parma: giornata annullata a causa della pioggia. Domani semifinali e finale

Come a Roma 2019, tutti i match vengono annullati. Sakkari-Kovinic e Bogdan-Sherif in campo sabato in mattinata

Pubblicato

il

WTA Parma 250, pioggia di venerdì 30 settembre (Twitter @meftennisevents)

Al Parma Ladies Open la giornata di venerdì 30 settembre era stata inizialmente progettata per le semifinali. In particolare si sarebbero dovute affrontare prima la testa di serie n.1 Maria Sakkari contro la montenegrina Danka Kovinic, e poi la testa di serie n.6 Ana Bogdan opposta all’egiziana Mayar Sherif; la pioggia però si è messa di mezzo rovinando i piani degli organizzatori del torneo emiliano. La pioggia, che ha iniziato a battere sin dalla mattina, ha prima obbligato gli organizzatori ad annullare i match di doppio, e successivamente è arrivata l’analoga notizia anche per i match di singolare.

IL TABELLONE COMPLETO DEL WTA 250 DI PARMA

Dunque tutti i match previsti per venerdì sono stati cancellati, e in Italia non è la prima volta che si verifica ciò in tempi recenti: era successo altrettanto il mercoledì del torneo romano nel 2019, tanto da costringere Federer & co. ad una doppia presenza il giorno successivo. Dovranno fare altrettanto anche Sakkari e le altre tre semifinaliste, sperando che le condizioni meteorologiche nel WTA 250 di Parma domani siano più clementi. La tennista greca – e favorita per la vittoria finale – è prevista in campo domani alle 10:30 contro Kovinic (27 anni, n.78) con quest’ultima avanti 2-1 nei precedenti; a seguire toccherà alla romena Bogdan opposta a Sherif (26 anni, n.74) in un incontro inedito. La finale si giocherà comunque domani, non prima delle 18 italiane.

 

IL TABELLONE COMPLETO DEL WTA 250 DI PARMA

Continua a leggere

Flash

Palermo Ladies Open: boom di ascolti con oltre 10 milioni di telespettatori in 141 Paesi

L’indice d’ascolto ha fatto registrare un +17,6% rispetto all’edizione 2021, pari ad un incremento di 1,6 milioni di telespettatori

Pubblicato

il

Irina-Camelia Begu con il Presidente del Country Time Palermo Giorgio Cammarata - Palermo 2022 (foto Palermo Ladies Open)

Oltre 10 milioni di telespettatori in 141 Paesi al mondo hanno assistito nello scorso mese di luglio alle partite dei 33^ Palermo Ladies Open, torneo di tennis femminile del circuito WTA organizzato dal Country Time Club, vinto dalla romena, Irina Begu in finale sull’azzurra Lucia Bronzetti.

L’indice d’ascolto ha fatto registrare un +17,6% rispetto all’edizione 2021, pari ad un incremento di 1,6 milioni di telespettatori. Il Direttore dei Palermo Ladies Open, Oliviero Palma, si dice entusiasta dei risultati ottenuti: “L’interesse dei media è evidente durante il torneo ed è adesso anche certificato dai dati ufficiali. Il sostegno degli sponsor che consentono di organizzare il Torneo senza finanziamenti pubblici ed il gradimento degli appassionati danno ulteriori stimolo a tutto l’apparato organizzativo, già al lavoro da tempo in vista dell’edizione del prossimo anno”.

 

Non solo TV, è stato in grande crescita anche l’audience degli spettatori digitali con un eloquente +50,1% dei dati di ascolto dello streaming anche se la crescita maggiore si è registrato nelle recensioni social dei video che superano il mezzo milione, con un incremento di 1691,9%. Per quanto riguarda i media in generale, sono stati prodotti 5.180 articoli online sul torneo: il 115,9% in più rispetto all’anno scorso ed il maggiore interesse si è registrato negli Stati Uniti. Gli spazi nei notiziari televisivi sono cresciuti del 16,4%, per un totale superiore alle 3 h.

Per quanto riguarda gli account della WTA sono stati 48 i post prodotti che hanno raggiunto 3,3 milioni di persone delle quali 50.100 di queste, hanno interagito.

Twitter è stato il social che ha raggiunto più persone: 741.300. Sono stati, infine, 787.800 gli utenti che hanno visitato il sito WTA per cercare informazioni sul torneo, generando 3,8 milioni di pagine visualizzate.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement