Darren Cahill si prende una pausa: Halep resta senza coach

Dopo quattro anni si interrompe (per motivi familiari) il proficuo sodalizio tra la N.1 del mondo Simona Halep e Darren Cahill. Parole al miele tra i due

Darren Cahill si prende una pausa: Halep resta senza coach
Darren Cahill e Simona Halep - WTA Finals Singapore 2017 (foto Philip Cho)

Con la stagione WTA in dirittura d’arrivo con la finale di Fed Cup, le tenniste si preparano a tirare le somme dei risultati raccolti in questa annata, e prima di concedersi le meritate vacanze è bene regolare i conti con il proprio team in modo da arrivare già preparate al 2019. Ed è proprio in questo periodo che si assistono agli esoneri e al così detto “valzer degli allenatori”, i quali spesso svolazzano da una panchina all’altra come un’ape in cerca di un fiore carico di polline, spesso scambiandosi la stessa giocatrice più volte e finendo per creare rivalità che alla fine non fanno mai male allo spettacolo. Per la prima volta dopo quattro anni toccherà anche alla numero 1 del mondo Simona Halep mettersi alla ricerca di un nuovo coach per la prossima stagione, perché il suo proficuo sodalizio con Darren Cahill è giunto al termine.

Il primo a dare la notizia è stato proprio l’ex tennista australiano con un lungo post sul suo profilo Istagram, con il quale, oltre a sottolineare il valore di Halep sia come persona che come tennista, ha voluto specificare come questa separazione sia dovuta interamente a motivi familiari. In particolare Darren ha preferito scegliere di dedicare maggior tempo a sua moglie e ai suoi due figli: “Dopo molte riflessioni e discussioni, e molti anni con oltre 30 settimane passate lontano dalla famiglia, ho deciso di prendermi 12 mesi di pausa dall’attività di allenatore per restare a casa a sostenere i miei ragazzi, i quali stanno entrando in alcune fasi importanti della loro vita come l’avvicinarsi dell’ultimo anno di scuola superiore, più lo sport e la preparazione al College, e il tutto richiede più tempo da parte mia”.

 

Dunque non si concretizza il sogno della romena, la quale sperava di restare al fianco di Cahill fino al termine della sua carriera, e a circa due mesi dall’inizio della stagione si ritrova senza allenatore. Cahill nella sua lettera di addio ha anche speso belle parole di ringraziamento nei confronti della sua assistita – con la quale ha raggiunto la vetta del ranking WTA per la prima volta lo scorso anno e soprattutto ha conquistato il Roland Garros nel 2018: “Vorrei ringraziare Simona per gli ultimi quattro anni. La sua comprensione, personalità, etica del lavoro, generosità e professionalità hanno reso un grande piacere stare al suo fianco come coach. Lei è una giovane donna di grande classe e una persona che rispetto infinitamente, il che è più importante di qualsiasi risultato ottenuto. In pratica ho avuto il lavoro dei miei sogni e voglio ringraziarla per averlo reso possibile”.

Successivamente anche Simona ha ripreso il messaggio di Cahill riproponendolo sul suo profilo Twitter, ringraziandolo a sua volta per il lavoro svolto insieme e augurando buona fortuna a lui e alla sua famiglia.

CATEGORIE
TAG
Condividi